Pagina 494 di 495 PrimaPrima ... 394 444 484 490 491 492 493 494 495 UltimaUltima
Risultati da 7,396 a 7,410 di 7413

Discussione: L'ultimo film che avete visto?

  1. #7396
    Opinionista L'avatar di Barrett
    Data Registrazione
    07/10/07
    Messaggi
    2,143
    "Miss Marx" (2020) di Susanna Nicchiarelli.

    Alla fine Venezia è riuscita ad organizzare il suo festival, anche se con un risultato finale che ha convinto molto poco la stampa specializzata con alcuni film, come appunto Miss Marx, rimasti fuori dalla scelta dei premi della giuria presieduta da Cate Blanchett.
    E' la storia di Eleanor Marx a partire dalla morte del celebre padre. È un personaggio disegnato pensando a una donna dei giorni nostri, da qui i brani musicali punk e immagini di proteste dei lavoratori credo del periodo Thatcher. Eleanor si dedica per tutta la vita ai suoi familiari e alla tutela dei lavoratori e soprattutto alle donne schiavizzate nella vita di tutti i giorni da parte degli uomini. Non cerca la felicità classica nella quiete di un matrimonio e il suo uomo non la costringe a una vita differente da quella da lei agognata sin da bambina, accanto al padre nella difesa dei diritti dei lavoratori e contro i capitalisti accusati di appropriarsi di un profitto che non hanno prodotto. Nel film non funziona tutto benissimo, ad esempio la sceneggiatura presenta dei momenti in cui le parti appaiono inutili oppure troppo lunghe. Anche alcuni personaggi non sembrano necessari o disegnati quasi maldestramente. Ottima invece la regia della Nicchiarelli, si vede che proviene da studi fatti in grazia di dio, come pure l'interpretazione di Romola Garai nella parte di Eleanor.

    Miss Marx ***

  2. #7397
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,630
    Citazione Originariamente Scritto da Barrett Visualizza Messaggio
    Non lo conoscevo. Tratta della società attuale, diciamo prima della pandemia..., frammentata, disincantata e dove ognuno va per la propria strada a raggiungere i suoi obiettivi senza curarsi troppo del prossimo, se ad esempio qualcuno ha un problema o ha bisogno d'aiuto, a meno che non possa lucrare dalla sofferenza altrui. Il lavoro precario, flessibile, sino all'inverosimile nel caso del personaggio di Albanese, facilita lo sviluppo di questa società. I temi trattati dal film sono quelli cari a Ken Loach che ci ha costruito una carriera cinematografica con alcuni film notevoli, compresi gli ultimi. Però il film di Amelio non mi pare completamente riuscito, nella sceneggiatura e nel disegno dei personaggi, troppo inverosimili nei comportamenti e con dialoghi discutibili. Però non è male.
    Grazie! Di cuore

    Spero di tornare presto al cinema. Vorrei vedere PADRE NOSTRO, con Favino. Ma nè a Empoli nè a Pisa è ancora arrivato. Te l'hai visto?
    amate i vostri nemici

  3. #7398
    Opinionista L'avatar di Barrett
    Data Registrazione
    07/10/07
    Messaggi
    2,143
    Sta uscendo in questi giorni.

  4. #7399
    Opinionista L'avatar di Barrett
    Data Registrazione
    07/10/07
    Messaggi
    2,143
    "Lacci" (2020) di Daniele Lucchetti.
    Film d'apertura a Venezia, non in concorso, ha un soggetto non originalissimo. Siamo negli anni 80, una coppia in crisi per via di un'altra donna con coinvolgimento di figli piccoli. Vanda (una bravissima Alba Rhorwacher) non ci sta. Prima manda via di casa il marito, poi ci ripensa e gli chiede di tornare. Tenta il suicidio due volte. Infine aspetta, fino a quando lui (Luigi Lo Cascio) non decide di tornare (è solo la prima parte del film). La cosa più bella è la struttura narrativa, con flash in avanti, negli anni duemila con la coppia ormai invecchiata (Laura Morante e Silvio Orlando che in verità non danno l'idea di essere la stessa coppia di venti anni prima), per poi tornare agli anni 80 e infine un balzo al decennio successivo. Alla fine vengono coinvolti anche i figli, ormai cresciuti, disillusi, forse rovinati da quella famiglia frantumata e forse peggiori dei genitori. Siamo in territorio "Favolacce", ma non così spietato. Al sottoscritto il film è piaciuto, a Mereghetti del Corsera, con cui solitamente vado d'amore e d'accordo, no. Lo riguardo sicuramente.

    Lacci ***

  5. #7400
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,630
    Sabato sera su Rai3: "Se Dio vuole" con Alessandro Gassman, Marco Giallini e Laura Morante. Molto divertente. Peccato il romanesco, una sceneggiatura così interessante poteva essere benissimo recitata in italiano.
    amate i vostri nemici

  6. #7401
    Opinionista L'avatar di Barrett
    Data Registrazione
    07/10/07
    Messaggi
    2,143
    "On the rocks" (2020) di Sofia Coppola.
    Con le sale chiuse e chissà se avranno la forza di riprendere l'attività, i nuovi film che si possono vedere sono davvero pochi. Ad esempio quelli di Cannes (festival non svolto) e Venezia sono per la maggior parte ancora in attesa di uscire, per ora non nei cinema ma almeno sulle varie piattaforme. Vedere però un film sul piccolo schermo rispetto a una sala è come perdersi un 30% della qualità della pellicola.
    Arriva come il pane l'ultimo di Sofia Coppola, regista che per sempre si porterà appresso il cognome impegnativo ma che spesso non fa nulla per meritarselo, come appunto questo che narra la vicenda di una coppia con lei che scopre i vari tradimenti del marito e coinvolge il padre per avere consiglio come comportarsi. Riprende i temi cari a Woody Allen senza possedere la forza narrativa, pur essendo ben girato.
    On the rocks **

  7. #7402
    Non so se già stato commentato, ma ho visto sia a cinema, tempo fa, che su Sky "Le Mans 66 la grande sfida" Sono molto appassionato di quello sport (automobilismo) che è anche scomparso oggi, non c'è più la competizione ma solo la guerra dei marchi.
    Ritornando al film ci sono delle cose vere e molte altre, troppo inesatte ed inventate a cominciare dalla presenza di Enzo Ferrari sui campi di gara. Altra invenzione è quella che Fewrrari abbia usato il turpiloquio in un animato discorso. Ferrari,a Natale, se voleva offendere qualcuno, gli inviava uno zampone, specialità modenese ed era il suo modo di dare del 'porco' a qualcuno.

    Sarebbe stato molto meglio realizzare un film di fantasia e non uno riconoscibile da chi ha vissuto in quel periodo.
    Pnta rhi h?s potams

    arecata il 2 nick-name di Blasel

  8. #7403
    Opinionista L'avatar di Barrett
    Data Registrazione
    07/10/07
    Messaggi
    2,143
    Citazione Originariamente Scritto da Barrett Visualizza Messaggio
    "Ford vs Ferrari" di James Mangold. Primi anni 60, la Ford è in crisi e tenta la scalata della Ferrari, ma il Drake (Remo Girone) rispedisce al mittente senza molti preamboli la proposta della casa automobilistica statunitense. Ford allora decide di costruire un auto da corsa per sfidare la Ferrari a Le Mans. Così inizia un film in cui la rossa è solo uno sparring partner di un orgoglio americano teso a dimostrare la superiorità della tecnologia a stelle e strisce. Pur essendo caratterizzato da uno stile patinato in linea coi prodotti cinematografici mainstream dell'epoca e con una interpretazione non sempre convincente (Matt Damon sembra un Di Caprio con meno talento e Christian Bale per tutto il film ha la solita smorfia come se avesse subito un'operazione alla mandibola) la regia è efficace soprattutto nelle riprese delle auto in corsa. La cosa migliore rimane comunque il montaggio.
    Consigliato agli amanti delle auto da corsa d'epoca, delle gare automobilistiche e in generale delle automobili.
    Candidato all'Oscar per il miglior film, non ha nessuna speranza di vittoria. Mentre ne ha sicuramente di più per il miglior montaggio.

    Ford vs Ferrari ***
    Ecco la mia recensione.

  9. #7404
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,630
    Me ne faresti una su "Arrivederci ragazzi" di Louis Malle? Visto nel fine settimana passato. Grazie. Gran film, per me.
    amate i vostri nemici

  10. #7405
    Opinionista L'avatar di Barrett
    Data Registrazione
    07/10/07
    Messaggi
    2,143
    "Arrivederci ragazzi" (1987) di Lous Malle.
    Un collegio gestito da religiosi durante l'occupazione tedesca in Francia, vede un gruppo di ragazzini crescere in fretta mentre affrontano i problemi dell'adolescenza, privati però degli affetti familiari, come succede sempre quando si vive all'interno di un collegio. La durezza delle regole dell'istituto e il rischio che lo stesso venga chiuso da un momento a un altro dai tedeschi rende la loro vita all'insegna delle privazioni da un lato e dall'incertezza dall'altro, ma anche dall'avventura, quando a tredici anni qualsiasi imprevisto porta eccitazione e novità. Visto oggi, in piena pandemia ci fa capire quanto fosse priva di veri problemi la nostra vita sino a gennaio e che i nostri antenati hanno vissuto più per sopravvivere che per vivere. Il film vincerà il Leone d'oro a Venezia, ottima la regia di Malle, non una novità, soprattutto la sua capacità di ottenere il massimo da un manipolo di ragazzi probabilmente alla loro prima prova cinematografica. Molto bella la prima parte, quando c'è uno studio accurato dei personaggi, ho però trovato un po' trascinata la seconda, con l'arrivo dei tedeschi nell'istituto e soluzioni un po' scontate. Rimane un ottimo film a tanti anni di distanza dalla sua uscita.

    Arrivederci ragazzi ***

  11. #7406
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,630
    Sei prezioso: Grazie!
    amate i vostri nemici

  12. #7407
    Opinionista L'avatar di Barrett
    Data Registrazione
    07/10/07
    Messaggi
    2,143
    "American Utopia" (2020) di Spike Lee.
    E' un film documentario su un concerto di David Byrne, nella forma non molto dissimile dal famoso "Stop Making Sense" di Jonathan Demme, che lo stesso Byrne realizzò con i suoi Talking Heads nel 1984. Concerto in teatro, con una forte componente scenica e interpretativa dove, a mio parere, l'aspetto cinematografico viene superato dalla qualità della musica che l'artista scozzese riesce a realizzare anche grazie a musicisti di alto livello. Il repertorio è piuttosto vario comprendendo sia vecchi successi della band newyorkese (ad esempio "Once in a lifetime", brano che 40 anni fa era assolutamente innovativo con i suoi ritmi tribali e ipnotici, ma che a distanza di tempo ha mantenuto tutta la sua freschezza), come pure i più recenti brani della sua attività da solista.

    American Utopia ***

  13. #7408
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    6,825
    Barrett, potresti dirci dove puoi guardare questi film?

  14. #7409
    Opinionista L'avatar di Barrett
    Data Registrazione
    07/10/07
    Messaggi
    2,143
    Citazione Originariamente Scritto da follemente Visualizza Messaggio
    Barrett, potresti dirci dove puoi guardare questi film?
    Quelli italiani, quelli doppiati in italiano e qualcuno in lingua in originale ma con sottotitoli in italiano tutti su ALTADEFINIZIONE ULTIMO SITO (dove si può trovare l'indirizzo corretto che cambia continuamente per ovvie ragioni). Quelli in inglese su Goojara.to.
    "Arrivederci ragazzi" l'ho visto su Altadefinizione, "American Utopia" su Goojara.to.

  15. #7410
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    6,825
    Grazie, Barrett.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •