Pagina 202 di 202 PrimaPrima ... 102 152 192 198 199 200 201 202
Risultati da 3,016 a 3,024 di 3024

Discussione: Colpo di testO - Ovvero la musica in parole

  1. #3016
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    55,569
    Quando si vuole bene
    (Riccardo Cocciante)


    Quando si vuole bene
    Bene veramente
    Bene fino in fondo
    Bene solamente
    Tutto il resto è poco
    Tutto il resto è niente
    Quando si vuole bene
    Quando si vuole bene
    Bene solamente
    Non si è più banali
    Non si e più comuni
    E anche una parola
    Se soltanto è mia
    Sfiora le tue labbra
    E diventa una poesia
    Si può camminare
    Gli occhi dentro agli occhi
    Attraverso i muri delle nostre case
    Camminare dritti sopra le campagne
    Sopra a un mare caldo
    Sopra le montagne
    Sopra una tempesta fino a chissà dove
    Dove il tempo è bello pure
    Pure quando piove
    Dove il tempo è tutto
    E dove tutto è niente
    Vivere nel vento, mente nella mente
    Si può immaginare
    D'essere bambini
    Anche quando il tempo
    Scappa dalle mani
    Continuare insieme tutta un'altra vita
    Anche quando questa poi sarà finita
    Quando si vuole bene
    Bene fino in fondo
    È perfino bello
    Anche questo mondo
    Anche questo mondo
    Anche questo mondo
    amate i vostri nemici

  2. #3017
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    55,569
    IL PESO DEL CORAGGIO

    Sono questi vuoti d'aria
    Questi vuoti di felicità
    Queste assurde convinzioni
    Tutte queste distrazioni
    A farci perdere

    Sono come buchi neri
    Questi buchi nei pensieri
    Si fa finta di niente
    Lo facciamo da sempre
    Ci si dimentica

    Che ognuno ha la sua parte in questa grande scena
    Ognuno i suoi diritti, ognuno la sua schiena
    Per sopportare il peso di ogni scelta
    Il peso di ogni passo, il peso del coraggio

    E ho capito che non sempre il tempo cura le ferite
    Che sono sempre meno le persone amiche
    Che non esiste resa senza pentimento
    Che quello che mi aspetto è solo quello che pretendo

    E ho imparato ad accettare che gli affetti tradiscono
    Che gli amori anche i più grandi poi finiscono
    Che non c'è niente di sbagliato in un perdono
    Che se non sbaglio non capisco io chi sono

    Sono queste devozioni
    Queste manie di superiorità
    C'è chi fa ancora la guerra
    Chi non conosce vergogna
    Chi si dimentica
    Che ognuno ha la sua parte in questa grande scena
    Che ognuno ha i suoi diritti e ognuno ha la sua schiena
    Per sopportare il peso di ogni scelta
    Il peso di ogni passo, il peso del coraggio

    E ho capito che non serve il tempo alle ferite
    Che sono sempre meno le persone unite
    Che non esiste azione senza conseguenza
    Chi ha torto e chi ha ragione quando un bambino muore?

    Allora stiamo ancora zitti, che così ci preferiscono
    Tutti zitti, come cani che obbediscono
    Ci vorrebbe più rispetto, ci vorrebbe più attenzione
    Se si parla della vita, se parliamo di persone

    Siamo il silenzio che resta dopo le parole
    Siamo la voce che può arrivare dove vuole
    Siamo il confine della nostra libertà
    Siamo noi l'umanità
    Siamo in diritto di cambiare tutto
    E di ricominciare, ricominciare

    Ognuno gioca la sua parte in questa grande scena
    Ognuno ha i suoi diritti, ognuno ha la sua schiena
    Per sopportare il peso di ogni scelta
    Il peso di ogni passo, il peso del coraggio
    Il peso del coraggio

    Fiorella Mannoia
    amate i vostri nemici

  3. #3018
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    55,569
    Volevo scriverti da tanto
    Mina


    Volevo scriverti da tanto
    Ma poi 'ste cose non le fai
    E dirtelo da troppo tempo
    Così che non l'ho fatto mai
    Un po' di cuore se lo chiede
    Se sono matta o no
    Puoi ascoltarmi tra le pieghe
    Di un cielo ancora più blu
    Volevo dirti che io
    Io canto ancora di te
    Eppure se a modo mio
    Sono cattiva con me
    Volevo dirti che anche io
    Non so più a chi credere
    E ho litigato con Dio
    Che non mi parla da un po'
    Volevo dirti che io
    Avrò bisogno di te
    Adesso che a modo mio
    Ho fatto pace con me
    Per sempre
    Ci sono notti in cui la notte
    È troppo lunga anche per me
    E sciolgo dentro un caffellatte
    Ogni mio stupido perché
    Il bello è proprio lì
    Che quando si fa duro il gioco
    Un'altra emozione è già qui
    Volevo dirti che io
    Avrò bisogno di te
    Adesso che a modo mio
    Ho fatto pace con me
    Volevo scriverti e poi
    Poi tutto il resto già lo sai
    Volevo scriverti ma
    Lo faccio adesso se vuoi
    Volevo dirti che io
    Io canto ancora di te
    Eppure se a modo mio
    Ho fatto pace con me
    Per sempre
    Volevo dirti che anche io
    Non so più a chi credere
    E ho litigato con Dio
    Che non mi parla da un po'
    Volevo scriverti da tanto
    Scusa se non l'ho fatto mai

    Lettera di Mina a Lucio Battisti

    ” Caro Lucio, questa è una lettera che volevo scriverti da tanto, tanto tempo. Ogni volta che sentivo un tuo pezzo, ogni volta che qualcuno, per strada, fischiettava qualcosa di tuo mi veniva voglia di mettermi in contatto con te, ma ho preferito rispettare (figurati se proprio io non lo dovevo fare…) il tuo desiderio di essere lasciato in pace. E forse ho fatto male, sai? Perché adesso non so come fare per restituirti, almeno in parte, la gioia, la tenerezza, il senso di invincibilità, la coscienza di fare qualcosa di perfetto che mi dava il cantare i tuoi pezzi. Erano come il più inattaccabile meccanismo, come l’arma più efficace, come una corazza lucentissima, come una seconda pelle ancora più aderente della prima. Erano costruiti con quella apparente semplicità, con quel naturale delizioso totale mood cosmico, che fa pensare alla fluidità di Puccini, al prezioso andamento di certi canti gospel. E insieme così piantati nella tradizione della canzonetta italiana da far cantare i garzoni mentre vanno in bicicletta a consegnare il pane, i bambini e tutte le madri d’Italia mentre preparano il pranzo per i propri cari.

    Che talento straordinario, che dono raro quello di essere capiti da tutti e da tutti essere amati proprio per quello che realmente si è. Sei stato il più grande nel realizzare il miracolo che ci fa sentire tutti figli della stessa materia, che ci fa cantare tutti insieme con le lacrime agli occhi.

    In questi giorni ho dovuto assistere a qualche intervento sgradevole e a tanti, tantissimi omaggi commossi e sinceri. Voglio ricordarmi soltanto questi. Voglio ricordarmi gli occhi lucidi di ragazzi giovanissimi e di uomini e donne anche più che adulti. Voglio ricordarmi i tuoi, che Dio li benedica, ti hanno difeso con la forza dell’amore da tutto il caravanserraglio massmediatico. Voglio ricordarmi quei piccoli mazzolini di fiori, quei bigliettini che ti hanno portati anche loro, credo, per cercare di restituirti un pochino di quello che tu hai dato a tutti noi. Sai, avevo un sogno. Una pazzia. Insieme con Moreno, un giovane corista molto bravo che tu non hai conosciuto, ma che ti ama almeno quanto me, avevamo deciso che se tu mai avessi fatto di nuovo un concerto, saremmo venuti a farti il coro. Per il grande piacere di stare dietro di te e cantare insieme a te quelli che sono i nostri perfettissimi, storici, splendidi, adorati pezzi di vita. E, nella nostra follia, avevamo già pensato alla scaletta, a quali pezzi fare, alla formazione dell’orchestra, persino ai vestiti. Ogni volta che ci incontravamo in sala di incisione aggiungevamo qualche dettaglio al nostro progetto. Tutto era variabile tranne la presenza di due soli coristi: noi due, per l’appunto. Non importa. Vuol dire che la cosa è soltanto rimandata.

    Tua Mina“.

    https://www.ilprofumodelladolcevita....ucio-battisti/
    amate i vostri nemici

  4. #3019
    Opinionista L'avatar di Spirit
    Data Registrazione
    17/07/21
    Messaggi
    458
    Testo America, Primo Amore
    Mauro Lusini
    Single: 1970

    America, America, ma che mondo sei
    ti amo, ti odio, ancora non so
    hai in mano la fiamma della Libertà
    e l'altra la croce del Ku Klux Klan

    America, America, a un passo da qui
    sei sempre dovunque anche dentro di me
    lassù sulla Luna un piede c'è già
    ma l'altro è rimasto sulla tomba di John Brown

    America, America, di Buffalo Bill
    amico di indiani, Apache e Cheyenne
    nei pascoli verdi son nate città
    ma chi sta morendo laggiù ad Alcatraz

    . . . . . .

    America, America, ma che mamma sei
    ti sei innamorata di quattro Marine
    e gli altri tuoi figli li hai già persi ormai
    son figli dei fiori e non figli tuoi

    America, America, dell'F.B.I.
    tu che tutto vedi, tu che tutto sai
    John Kennedy, Bob, Luther King, Malcom X
    non son quattro croci, ma son quattro X
    . . . . . .

    America, America, dei grattacieli
    chi ha dollari va più in alto che può
    finché tocca il cielo, ma quando è lassù
    si sente più solo, Iddio non c'è più

    America, America, del Columbus Day
    Buon Compleanno, ma quanti anni hai
    ritorna bambina, perché non lo fai
    per San Valentino, per questi occhi miei.

  5. #3020
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    55,569
    A te
    Jovanotti


    A te che sei l'unica al mondo
    L'unica ragione per arrivare fino in fondo
    Ad ogni mio respiro
    Quando ti guardo
    Dopo un giorno pieno di parole
    Senza che tu mi dica niente
    Tutto si fa chiaro
    A te che mi hai trovato
    All'angolo coi pugni chiusi
    Con le mie spalle contro il muro
    Pronto a difendermi
    Con gli occhi bassi
    Stavo in fila con i disillusi
    Tu mi hai raccolto come un gatto
    E mi hai portato con te
    A te io canto una canzone
    Perche non ho altro
    Niente di meglio da offrirti
    Di tutto quello che ho
    Prendi il mio tempo
    E la magia
    Che con un solo salto
    Ci fa volare dentro all'aria
    Come bollicine
    A te che sei
    Semplicemente sei
    Sostanza dei giorni miei
    Sostanza dei giorni miei
    A te che sei il mio grande amore
    Ed il mio amore grande
    A te che hai preso la mia vita
    E ne hai fatto molto di più
    A te che hai dato senso al tempo
    Senza misurarlo
    A te che sei il mio amore grande
    Ed il mio grande amore
    A te che io
    Ti ho visto piangere nella mia mano
    Fragile che potevo ucciderti
    Stringendoti un po'
    E poi ti ho visto
    Con la forza di un aeroplano
    Prendere in mano la tua vita
    E trascinarla in salvo
    A te che mi hai insegnato i sogni
    E l'arte dell'avventura
    A te che credi nel coraggio
    E anche nella paura
    A te che sei la miglior cosa
    Che mi sia successa
    A te che cambi tutti i giorni
    E resti sempre la stessa
    A te che sei
    Semplicemente sei
    Sostanza dei giorni miei
    Sostanza dei sogni miei
    A te che sei
    Essenzialmente sei
    Sostanza dei sogni miei
    Sostanza dei giorni miei
    A te che non ti piaci mai
    E sei una meraviglia
    Le forze della natura si concentrano in te
    Che sei una roccia, sei una pianta, sei un uragano
    Sei l'orizzonte che mi accoglie quando mi allontano
    A te che sei l'unica amica
    Che io posso avere
    L'unico amore che vorrei
    Se io non ti avessi con me
    A te che hai reso la mia vita
    Bella da morire
    Che riesci a render la fatica
    Un immenso piacere
    A te che sei il mio grande amore
    Ed il mio amore grande
    A te che hai preso la mia vita
    E ne hai fatto molto di più
    A te che hai dato senso al tempo
    Senza misurarlo
    A te che sei il mio amore grande
    Ed il mio grande amore
    A te che sei
    Semplicemente sei
    Sostanza dei giorni miei
    Sostanza dei sogni miei
    amate i vostri nemici

  6. #3021
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    55,569
    29 settembre
    Lucio Battisti


    Seduto in quel caffè
    io non pensavo a te
    Guardavo il mondo che
    girava intorno a me
    Poi d'improvviso lei sorrise
    e ancora prima di capire
    mi trovai sottobraccio a lei
    stretto come se non ci fosse che lei.
    Vedevo solo lei
    e non pensavo a te.
    E tutta la città
    correva incontro a noi.
    Il buio ci trovò vicini
    un ristorante e poi di corsa
    a ballar sottobraccio a lei
    stretto verso casa abbracciato a lei
    quasi come se non ci fosse che,
    quasi come se non ci fosse che lei.
    .....
    quasi come se non ci fosse che lei,
    come se non ci fosse che lei.
    Mi son svegliato e,
    e sto pensando a te...
    Ricordo solo che,
    che ieri non eri con me.
    Il sole ha cancellato tutto
    di colpo volo giù dal letto
    e corro lì al telefono
    e parlo, rido e tu, tu non sai perchè
    t'amo t'amo e tu, tu non sai perchè.....
    parlo, rido e tu, tu non sai perchè....
    t'amo t'amo e tu, tu non sai perchè.....
    parlo, rido e tu, tu non sai perchè....
    ...
    amate i vostri nemici

  7. #3022
    ????? ???????????? L'avatar di Pazza_di_Acerra
    Data Registrazione
    09/12/09
    Località
    Sul pianeta Terra
    Messaggi
    26,342
    Le Con (Pierre Perret)

    Petit mouflard petit con rebondi
    Petit connin plus fier que lévrier hardi
    Plus que lion au combat courageux
    Agile et prompt en tes folâtres jeux
    Plus que le singe ou le jeune châton
    Connin vetu de ton poil folâtron
    Plus riche que la toison de Colcos
    Charmant dodu, sans aretes et sans os
    Friand morceau de naïve bonté,
    O joli petit con, bien assis, haut monté
    Loin de danger et bruit de ton voisin
    Qu'on ne prendrait jamais pour ton cousin,
    bien embouché d'un bouton vermeillet
    Ou d'un rubis servant de fermeillet,
    Joint et serré, fermé tant seulement
    Que ta facon ou joli mouvement
    Soit le corps droit, assis, gambade ou joue,
    Si tu ne fais quelque amoureuse moue.
    Source d'amour fontaine de douceur,
    Joli petit ruisseau apaisant toute ardeur,
    Mal et langueur ô lieux solacieux
    Et gracieux séjour délicieux,
    Voluptueux plus que tout autre au monde
    Petit sentier qui droit mène à la bonde
    D'excellent bien et souverain plaisir,
    Heureux sera cil duquel le désir
    Contenteras qui prendre te pourra
    Et qui de toi pleinement jouira
    Petit mouflard petit con rebondi
    Petit connin plus fier que lévrier hardi
    Plus que lion au combat courageux
    Agile et prompt en tes folâtres jeux
    Plus que le singe ou le jeune chaton
    Connin vetu de ton poil folâtron
    Plus riche que la toison de Colcos
    Dodu parfait sans aretes et sans os
    Contenteras, qui prendre te pourra
    Et qui de toi pleinement jouira
    semel in anno licet insanire, cotidie melius

  8. #3023
    ooops....
    sorri

  9. #3024
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    55,569
    L'AMORE PER TE

    È di colpo che è arrivata la musica
    C'è chi la chiama America, chi la scossa elettrica
    Io so solo che vivevo di aria, scusa se sembra retorica
    Eri tutto il contrario di quel che cercavo
    Che credevo giusto per una come me
    Invece chi ha visto lontano qui è lui
    Ha il gusto di eterno più bello che mai

    L'amore per te non si fa scrivere su un foglio
    Non si fa cantare in una canzone ma intanto
    Mi lascia così... senza fiato
    Bello come un sole appena nato
    Prima o poi lo vedi che non è logica
    La vita che ci capita non è matematica
    Ci si prende per lasciarsi più andare
    Forse scoprire che è unica

    Un po’ dolce, un po’ amaro
    Un po’ fango, un po’ cielo
    Dove trovi tanti anni in un cinema?
    Nel posto dove non si guarda mai
    Quel pugno in faccia che è il tempo per noi

    L'amore per te non si fa mettere da parte
    Non mi fa pensare che a te e alle nostre impronte
    Belle così... disordinate
    Alcune giuste altre sbagliate
    Ma l'amore per te è unico a regola d’arte
    È come fosse magico e voltasse le carte
    È un po’ come te che non sai mai niente
    E poi mi leggi nella mente se ti va

    Ta, tairara... tututu

    Se mi prendi le mani sorridi mi sento unica
    Mi sento l'unica
    E noi possiamo fare tutto ma dimmelo ancora che sono libera
    Dentro la vita a cui non penso mai
    In quel pugno in faccia che è il tempo per noi

    L'amore per te è stupido e non importa di niente
    Non si fa consigliare e non sa farti domande
    È fatto così... irriverente
    Non ci passa neanche per la mente
    Ma l'amore per te è unico a regola d’arte
    E come fosse magico e voltasse le carte
    Un po’ come te che non sai mai niente
    E poi mi leggi nella mente se ti va

    ELISA


    amate i vostri nemici

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •