Pagina 4 di 24 PrimaPrima 1 2 3 4 5 6 7 8 14 ... UltimaUltima
Risultati da 46 a 60 di 349

Discussione: Donne uomini moglie e mariti

  1. #46
    Cosmo-Agonica L'avatar di Bauxite
    Data Registrazione
    25/12/09
    Messaggi
    16,331
    Citazione Originariamente Scritto da Yele Visualizza Messaggio
    Dipende come sei stata cresciuta, educata, imboccata. Se ti tirano su a "il principe azzurro verrà a prenderti e ... vissero felici e contenti", non lo capisci proprio che devi essere indipendente. Non la sei proprio di testa.
    Non per giustificarla, perchè una può sempre arrivarci da sola, ma è più difficile.
    Bah, secondo me non ci arrivano perché le disgrazie o gli stati di necessità non sanno cosa siano.
    Purtroppo non sono equamente distribuiti.
    un po' di possibile, sennò soffoco.
    G. Deleuze

  2. #47
    abstract L'avatar di Yele
    Data Registrazione
    16/08/16
    Località
    terre piatte
    Messaggi
    4,325
    Citazione Originariamente Scritto da Bauxite Visualizza Messaggio
    Bah, secondo me non ci arrivano perché le disgrazie o gli stati di necessità non sanno cosa siano.
    Purtroppo non sono equamente distribuiti.
    be' non solo, non sempre.
    Anche.

  3. #48
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    12,179
    se le ragazze - ma altrettanto i ragazzi come controparte, beninteso - vengono educate all'idea che la loro sessualità sia - possa essere - un oggetto di scambio, un palio, il meccanismo logico del corrispettivo tende per forza ad emergere, in un modo o nell'altro, e in misura diversa;

    già la circostanza procreativa di per sé pone un'asimmetria in questo senso; si possono fare infinite campagne e politiche, ma se non si incide sul meccanismo originario che forma la relazione di scambio di una sessualità reificata, quel paradigma resiste;
    la catena automatica desiderio-romanticismo-contrattualità famigliare va spezzata in modo positivo, cioè stabilendo termini propri e disgiunti per ogni fase, come cultura di default e non impresa di santità.
    c' del lardo in Garfagnana

  4. #49
    Opinionista L'avatar di dietrologo
    Data Registrazione
    27/08/08
    Messaggi
    5,688
    ci vorrebbe la parità di diritti e un metro di valutazione equo caso per caso , se invertiamo i fattori e immaginiamo un uomo pelandrone tutto divano e tv e la donna sgobbare per portare casa il pane difficilmente un giudice di pace in caso di separazione assegnerebbe la casa all'uomo più vitalizio

  5. #50
    abstract L'avatar di Yele
    Data Registrazione
    16/08/16
    Località
    terre piatte
    Messaggi
    4,325
    Citazione Originariamente Scritto da dietrologo Visualizza Messaggio
    ci vorrebbe la parità di diritti e un metro di valutazione equo caso per caso , se invertiamo i fattori e immaginiamo un uomo pelandrone tutto divano e tv e la donna sgobbare per portare casa il pane difficilmente un giudice di pace in caso di separazione assegnerebbe la casa all'uomo più vitalizio
    Conosco delle coppie del genere: lei fa tre lavori, mentre lui disoccupato non aiuta a fare un tubo neanche in casa.
    Io ho consigliato il divorzio

  6. #51
    abstract L'avatar di Yele
    Data Registrazione
    16/08/16
    Località
    terre piatte
    Messaggi
    4,325
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    se le ragazze - ma altrettanto i ragazzi come controparte, beninteso - vengono educate all'idea che la loro sessualità sia - possa essere - un oggetto di scambio, un palio, il meccanismo logico del corrispettivo tende per forza ad emergere, in un modo o nell'altro, e in misura diversa;

    già la circostanza procreativa di per sé pone un'asimmetria in questo senso; si possono fare infinite campagne e politiche, ma se non si incide sul meccanismo originario che forma la relazione di scambio di una sessualità reificata, quel paradigma resiste;
    la catena automatica desiderio-romanticismo-contrattualità famigliare va spezzata in modo positivo, cioè stabilendo termini propri e disgiunti per ogni fase, come cultura di default e non impresa di santità.
    parola di Paola Tabet.
    Amen

  7. #52
    Opinionista L'avatar di dietrologo
    Data Registrazione
    27/08/08
    Messaggi
    5,688
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    . La parola d'ordine è diventata "conviviamo, non si sà mai"...
    per tutelare i tuoi figli in caso di separazione cosa consigli a loro ?

  8. #53
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    12,179
    Citazione Originariamente Scritto da Yele Visualizza Messaggio
    parola di Paola Tabet.
    Amen
    non mi va di guglare; chi è ?
    c' del lardo in Garfagnana

  9. #54
    scioghella ripiena flow empowered L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    the slopes of the hill
    Messaggi
    8,454
    Citazione Originariamente Scritto da Yele Visualizza Messaggio
    Conosco delle coppie del genere: lei fa tre lavori, mentre lui disoccupato non aiuta a fare un tubo neanche in casa.
    Io ho consigliato il divorzio
    Consiglio un calcio nel culo
    Con entrambi i piedi
    Luxury is a state of mind - Work hard, play hard

  10. #55
    abstract L'avatar di Yele
    Data Registrazione
    16/08/16
    Località
    terre piatte
    Messaggi
    4,325
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    non mi va di guglare; chi è ?
    un'antropologa culturale che ha scritto

    La grande beffa. Sessualità delle donne e scambio sessuo-economico

    https://www.ibs.it/grande-beffa-sess.../9788849810660

    Pur non concordando con tutto quello che sostiene e con il suo paradigma, effettivamente dice cose sensate e molto simili a quelle che hai espresso tu sullo scambio sesso-soldi nella relazione donna-uomo.

  11. #56
    Citazione Originariamente Scritto da Yele Visualizza Messaggio
    Come fai a dire che sono poche in un paese in cui lavora meno della metà delle donne ?
    Se rileggi bene quello che ho scritto, ti accorgerai che hai interpretato male. Non ho detto che sono poche le donne che non lavorano, ma che sono poche quelle se ne fregano di alzare anche solo un dito. Per esempio, io non conosco davvero nessuna donna che in un modo o nell'altro non si dia da fare. Ci sono certamente donne che apprezzano, come dire, la generosità dei mariti, ma comunque fanno qualcosa anche loro (studiano, si occupano dei figli, lavoricchiano), almeno per quello che vedo io. Anzi, ne conosco una, ma è ricca di famiglia e non resterebbe certo sotto i ponti.

  12. #57
    abstract L'avatar di Yele
    Data Registrazione
    16/08/16
    Località
    terre piatte
    Messaggi
    4,325
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Se rileggi bene quello che ho scritto, ti accorgerai che hai interpretato male. Non ho detto che sono poche le donne che non lavorano, ma che sono poche quelle se ne fregano di alzare anche solo un dito. Per esempio, io non conosco davvero nessuna donna che in un modo o nell'altro non si dia da fare. Ci sono certamente donne che apprezzano, come dire, la generosità dei mariti, ma comunque fanno qualcosa anche loro (studiano, si occupano dei figli, lavoricchiano), almeno per quello che vedo io. Anzi, ne conosco una, ma è ricca di famiglia e non resterebbe certo sotto i ponti.
    in teoria hai ragione, e comunque molto del lavoro domestico e di cura che le donne spesso fanno, non è riconosciuto e quantificato (ingiustamente), però se in questo paese meno del 50% delle donne ha un lavoro retribuito, significa che la cultura del "padre breadwinner" è ancora troppo diffusa e alimenta questi problemi... insomma quelli di cui si parla nel topic.

  13. #58
    Citazione Originariamente Scritto da Yele Visualizza Messaggio
    in teoria hai ragione, e comunque molto del lavoro domestico e di cura che le donne spesso fanno, non è riconosciuto e quantificato (ingiustamente), però se in questo paese meno del 50% delle donne ha un lavoro retribuito, significa che la cultura del "padre breadwinner" è ancora troppo diffusa e alimenta questi problemi... insomma quelli di cui si parla nel topic.
    Mah, mi pare che qualcuno abbia commentato che si tratta di un problema generazionale e forse è così. Le ragazzine di oggi sono capaci di vendere le proprie foto seminude in cambio di una ricarica telefonica, cioè forse siamo già oltre il modello di scambio tradizionale e la sessualità sta diventando un business più disinvolto, con cui ottenere il proprio guadagno.

  14. #59
    abstract L'avatar di Yele
    Data Registrazione
    16/08/16
    Località
    terre piatte
    Messaggi
    4,325
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Mah, mi pare che qualcuno abbia commentato che si tratta di un problema generazionale e forse è così. Le ragazzine di oggi sono capaci di vendere le proprie foto seminude in cambio di una ricarica telefonica, cioè forse siamo già oltre il modello di scambio tradizionale e la sessualità sta diventando un business più disinvolto, con cui ottenere il proprio guadagno.
    mah.. se foss euguale il numero dei maschi e delle femmine che fanno questo tipo di cose, ti darei ragione.. ma sembra riproporsi sempre lo schema asimmetrico.
    Comunque sono d'accordo che ci sia una differenza generazionale. D'altra parte alcune delle "conquiste" avvenute negli anni '70 si sono perse.
    Molte ragazze o donne non sanno nulla del processo storico femminista e pensano che la parità sia qualcosa di ovvio, scontato, salvo poi scontrarsi con una realtà diversa, su cui manca una riflessione.
    Non sto elevando il femminismo a valore positivo in assoluto, però è stato un processo importante, di cambiamento, su cui bisognerebbe riflettere di più, secondo me.

  15. #60
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    12,179
    Citazione Originariamente Scritto da Yele Visualizza Messaggio
    un'antropologa culturale che ha scritto

    La grande beffa. Sessualità delle donne e scambio sessuo-economico

    Pur non concordando con tutto quello che sostiene e con il suo paradigma, effettivamente dice cose sensate e molto simili a quelle che hai espresso tu sullo scambio sesso-soldi nella relazione donna-uomo.
    non la conosco, ma sarei curioso di sapere dov'è che non concordi.
    c' del lardo in Garfagnana

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •