Pagina 5 di 8 PrimaPrima 1 2 3 4 5 6 7 8 UltimaUltima
Risultati da 61 a 75 di 118

Discussione: Gli uomini e le critiche

  1. #61
    Cosmo-Agonica L'avatar di Bauxite
    Data Registrazione
    25/12/09
    Messaggi
    20,336
    Quanta disperazione.
    un po' di possibile, sennò soffoco.
    G. Deleuze

  2. #62
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Però che esseri meravigliosi a volte 'sti uomini.
    Alcuni ruggiscono come leoni, ma poi incassano le critiche e vanno oltre. Forse le donne sono meno capaci di non legarsela al dito, di dimenticarsi un torto o di far finta di niente. Si dice che le donne siano più comprensive, ma certi uomini a volte mi sembrano molto più sensibili da questo punto di vista...

  3. #63
    Opinionista
    Data Registrazione
    14/07/08
    Messaggi
    8,254
    Mah, secondo me esiste una tendenza diffusa a creare discussioni su caratteristiche che sono umane, viste su un sesso o sull'altro, di solito facendo riferimento sul coniuge come proprio archetipo.
    Quando ho aperto la discussione ho pensato un gran "cooooosa?? Proprio la suscettibilità!?!!"
    Poi penso che, scegliendo parole diverse e più o meno felici, rimando puntualmente le critiche anch'io. E' proprio questo: vivendo in coppie, dove si svolgono la maggior parte dei litigi, si tende a generalizzare la propria situazione personale col partner.
    Dei difetti si vedono maggiornamente quelli dell'altro sesso. Potrei stare più tempo a parlare di quelli femminili, ma è un limite mio perché sono maschio e tutte le discussioni su maschi e femmine sono viziate dalla mia personale esperienza, dalle persone con cui ho vissuto spalla a spalla.
    Magiostrina, prima hai esordito parlando di come sono permalosi gli uomini, poi quando ti è stato fatto notare che è una cosa trasversale, hai invitato a fare un 3d sulle donne permalose, ma ci sarebbe un errore metodologico in entrambi i casi, il mettere un sesso sopra l'altro allontana la verità perché fornisce una chiave di lettura fuorviante.

    Nessuno, a suo personalissimo modo, accetta le critiche. Di solito se ne fa, ma è un altro discorso.

  4. #64
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Uhm, non so non mi convince la versione politcamente corretta. Hai letto l'articolo che avevo postato qualche messaggio più indietro?
    Secondo me fra uomini e donne ci sono alcune differenze comportamentali generiche dovute, boh, alla chimica, all'evoluzione, che ne so. Ovvio che entrambi siamo dotati di orgoglio, ma con sfumature diverse. Cioè se l'uomo si sente criticato nel suo essere uomo, reagisce male, così come la donna nel suo essere donna, ma le critiche che attivano la reazione sono di diverso tipo, perchè è diverso l'orgoglio di se stessi. Per dire, un uomo non si offende se gli dici che ha una brutta cera, la donna invece va in crisi (banalizzo di proposito, è solo una generalizzazione), viceversa se vuoi far traballare un uomo criticalo sui soldi, cioè sui risultati che ha ottenuto, mentre le donne ti diranno quasi tutte che i soldi non sono così importanti.

  5. #65
    Opinionista
    Data Registrazione
    14/07/08
    Messaggi
    8,254
    Beh si hai ragione. L'articolo che hai postato sarai d'accordo che a parti invertite non sarebbe andato in stampa, se vuoi articoli sulle maggiori capacità delle donne sono in qualche modo incoraggiate, è un effetto contraccolpo del percorso sulla parità dei generi. E' un articolo molto politicamente corretto e nemmeno considerabile scientifico. Non che dica che le donne hanno tutti i vantsggi del mondo, ma scritto da uno dei pochi rimasti a incarnare l'intellettuale di sinistra e pure a sbafo della fama del padre, dato che si è sempre mantenuto sul leggerino mantenendo però quell'aura "Fo", la sviolinata alla donna trova sempre tempo. Non che la donna abbia tutti i privilegi, ma nella comunicazione ufficiale è così.

    Siamo diversi, ne sono sempre stato convinto, ed è anche vero che sono cose differenti che ci fanno impermalosire, ma quando viene percepita come critica, reagiamo allo stesso modo.

    E' come se aprissi un 3d su quanto sono antipatiche le persone coi capelli rossi. Qualcuno mi rimostra che lo sono come le altre, ed io rispondo di aprire un 3d sui mori o sui biondi antipatici. Si ok, ma resta un legame tra sessi implicito nelle discussioni che si portano avanti, che pone le cose in luce sbagliata, a mio parere.

  6. #66
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Ma come dalla parte delle donne?! Forse nell'impostazione, ma non nel contenuto dai. Io quando l'ho letto ero arrabbiata con un tizio e dopo mi sono calmata perchè ho capito alcune semplici verità, cioè tipo che avevo sbagliato io a non considerare...ecc. ecc.
    Se la metti così però allora non si può più parlare delle differenze fra uomini e donne nei rapporti.

  7. #67
    Opinionista
    Data Registrazione
    14/07/08
    Messaggi
    8,254
    No. Io penso che porre una cosa come questione continua provoca ulteriore contrasto fittizio e lo fa rimanere una "questione" e quando una cosa è una "questione" non se ne parlapiù obiettivamente.

    A me hanno chiesto una volta cosa penso dei gay. Domanda chiaramente viziata dal nostro tempo in cui molti fanno coming out, io ho risposto "ne penso la stessa cosa che penso dei mobili in legno, dei gatti rossi, non ho una personale opinione, non mi frega". E' questo, nel momento in cui parliamo e non ti percepisco come donna ma sono preso dal discorso (difficile se sei gnocca, ma ci si prova), allora non ci sono più differenze.

    Sulla differenza tra uomini e donne aprirei un 3d ,figurati, ma impostato così posso solo parlare di quello che fa impermalosire me o una donna al limite.

    Le donne vedo che guardano molto all'aspetto, non solo per quello che madre natura ha loro fornito ma anche per il mododi reagire a commenti su acconciatura, vestiti eccetera. Una volta dissi a cambio turno ad una mia collega, che dopo una mattinata a snowboard era arrivata a darmi il cambio, se era finita in lavatrice
    Quando l'ho raccontato a mia moglie mi ha fatto una ramanzina, eppure i capelli si pettinano e i vestiti si cambiano,non le dissi che aveva il naso storto

    Gli uomini sono molto riservati e colpiti se viene messa in discussione il loro "potere", che sia nelle conoscenze o in altre capacità. Ne parlo peggio però come uomo, forse una donna può dire di più, in cosa siamo permalosi?

  8. #68
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Gnocca a me? Ma come ti permetti!
    Ma questo riguarda il rapporto fra i sessi, proprio per quello che stavo dicendo. Alle donne interessa l'aspetto perchè la femminilità (cioè l'essenza dell'essere donna) si esprime principalmente così, al contrario per gli uomini l'essere uomini ha più a che fare con tutto ciò che rappresenta il potere.
    Forse dovevo specificare quali critiche, ma alla fine la critica è quello che tu percepisci come tale e sta proprio qui l'inghippo nel rapporto: per l'altro magari quella non è una critica perchè a lei/lui non darebbe fastidio.
    Quindi ritorno a bomba e dico che gli uomini (anche le donne) prima di incazzarsi per le critiche ricevute dovrebbero tenere conto di quanto ho appena detto. Ma idem prima di fare qualsiasi critica.

  9. #69
    Opinionista
    Data Registrazione
    14/07/08
    Messaggi
    8,254
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Gnocca a me? Ma come ti permetti!
    E che ne so, è solo un'ipotesi. Se ti presenti con una quinta e uno scollo con pendente potrei avere problemi a seguirti, ma si prova sempre a migliorare.
    Ma è un'ipotesi di fronda

    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Forse dovevo specificare quali critiche, ma alla fine la critica è quello che tu percepisci come tale e sta proprio qui l'inghippo nel rapporto: per l'altro magari quella non è una critica perchè a lei/lui non darebbe fastidio.
    Esatto, secondo me una discussione del genere può essere impostata su cosa dà fastidio a uomini e donne, che tendenzialmente è diverso

    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Quindi ritorno a bomba e dico che gli uomini (anche le donne) prima di incazzarsi per le critiche ricevute dovrebbero tenere conto di quanto ho appena detto. Ma idem prima di fare qualsiasi critica.
    Infatti, sia per uomini che per donne, sappiamo ad istinto che ci sono argomenti che solo una volta imboccati, portano a sicuro litigio e si evitano. Da uomo mi sento di dire che è un peccato, da entrambe le parti ovviamente, perché certi argomenti taboo (si dicuro litigio appena accennati) tra sessi corrispondono al desiderio a senso unico di uno dei partner di affrontare un discorso, ma l'altro evita perché si sentirebbe offeso.

    Insomma, si fosse nati tutti gay si starebbe meglio

  10. #70
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    49,312
    Fondamentalmente le critiche piacciono poco a tutti, uomini e donne, indistintamente. Non ne farei una questione di genere ma di carattere.
    Poi sono convinta che criticare gli altri non abbia alcun senso: ognuno di noi è talmente portatore di imperfezioni che dovrebbe astenersi da additare quelle altrui.
    Poi altra cosa sono le critiche costruttive, quelle che servono a far crescere.
    Qui si tratta di vivere, non di arrivare primo, e al diavolo il destino

  11. #71
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Citazione Originariamente Scritto da Acquerapide Visualizza Messaggio

    Insomma, si fosse nati tutti gay si starebbe meglio

    Noooooo, a certe 'cose' non ci rinuncerei manco per la pace in casa

  12. #72
    Opinionista
    Data Registrazione
    14/07/08
    Messaggi
    8,254
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    Fondamentalmente le critiche piacciono poco a tutti, uomini e donne, indistintamente. Non ne farei una questione di genere ma di carattere.
    Poi sono convinta che criticare gli altri non abbia alcun senso: ognuno di noi è talmente portatore di imperfezioni che dovrebbe astenersi da additare quelle altrui.
    Poi altra cosa sono le critiche costruttive, quelle che servono a far crescere.
    Quoto tutto. Non sono incline alla critica di persone, vabbè forum a parte, né mi piace dare consigli non desiderati. A volte però quando la critica cerca di essere costruttiva, non raggiunge lo scopo, perché l'altro o l'altra si irrigidiscono. Dipende molto dalle persone e da quanto siano capaci di uscire dalla zona di comfort. Non tutti lo fanno purtroppo.

  13. #73
    Opinionista
    Data Registrazione
    14/07/08
    Messaggi
    8,254
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Noooooo, a certe 'cose' non ci rinuncerei manco per la pace in casa
    Vabbè che ti importa, se fossi gay ti piacerebbe la patata

  14. #74
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    49,312
    Citazione Originariamente Scritto da Acquerapide Visualizza Messaggio
    Quoto tutto. Non sono incline alla critica di persone, vabbè forum a parte, né mi piace dare consigli non desiderati. A volte però quando la critica cerca di essere costruttiva, non raggiunge lo scopo, perché l'altro o l'altra si irrigidiscono. Dipende molto dalle persone e da quanto siano capaci di uscire dalla zona di comfort. Non tutti lo fanno purtroppo.
    C'è anche da dire che uno dovrebbe chiedersi: chi sono io per fare una critica costruttiva?
    Mi spiego: se il mio direttore mi fa una critica sul mio lavoro, è legittimo che la faccia perché è anche il suo lavoro e ha più esperienza di me.
    L'utente medio che critica gli articoli del giornale è solo una palla al piede, visto che non ha neppure la più pallida idea di quello di cui sta parlando.
    Come tutti quelli che criticano gli allenatori perché la domenica tutti diventano allenatori.
    Qui si tratta di vivere, non di arrivare primo, e al diavolo il destino

  15. #75
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Però su un forum il diritto di critica è sacrosanto, se no che ci si sta a fare qua. Da una parte o dall'altra le discussione vanno sviscerate, se no muoiono su se stesse.
    Ovviamente la critica non va alla persona ma all'idea. E nella vita è uguale, se nessuno mai ti critica, come fa ad evolverti?
    Non so, questa del 'non è giusto criticare' mi sa di politicamente corretto. Casomai dipende dal modo in cui lo si fa...

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •