Pagina 10 di 12 PrimaPrima ... 6 7 8 9 10 11 12 UltimaUltima
Risultati da 136 a 150 di 175

Discussione: Studio del Dott. Bumblelli

  1. #136
    Opinionista
    Data Registrazione
    14/07/08
    Messaggi
    8,254
    Quoto

  2. #137
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Data Registrazione
    24/03/05
    Località
    estero
    Messaggi
    14,613
    Citazione Originariamente Scritto da Escolzia Visualizza Messaggio
    Egregio Dottore,
    prendo nota delle sue preziose pillole di saggezza
    brava e ricorda che quando ti invita a cena il capriolo mostragli un pelo di f tenuto saldamente tra il pollice e l´indice...
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  3. #138
    Intendevo un narcisismo nella media... giusto quell'amore per se stessi che da fiducia e aiuta a prendere la vita in positivo... e poi, ritengo che "Bisogna piacersi, per piacere agli altri".
    Bambol utente of the decade

  4. #139
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,421
    Citazione Originariamente Scritto da bumble-bee Visualizza Messaggio
    Intendevo un narcisismo nella media... giusto quell'amore per se stessi che da fiducia e aiuta a prendere la vita in positivo... e poi, ritengo che "Bisogna piacersi, per piacere agli altri".
    Dottore ma lei è narcisista!
    Secondo me, se il narcisista in questione ha la giusta sensibilità per preoccuparsi degli altri che gli stanno accanto e del loro benessere, un po' di egoismo gli si può perdonare (soprattutto se paga le cene o si presenta coi fiori).

  5. #140
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Dottore ma lei è narcisista!
    Secondo me, se il narcisista in questione ha la giusta sensibilità per preoccuparsi degli altri che gli stanno accanto e del loro benessere, un po' di egoismo gli si può perdonare (soprattutto se paga le cene o si presenta coi fiori).
    Si, lo sono. Grazie per la risposta.
    Bambol utente of the decade

  6. #141
    Opinionista L'avatar di Escolzia
    Data Registrazione
    10/08/16
    Messaggi
    3,812
    Citazione Originariamente Scritto da bumble-bee Visualizza Messaggio
    Intendevo un narcisismo nella media... giusto quell'amore per se stessi che da fiducia e aiuta a prendere la vita in positivo... e poi, ritengo che "Bisogna piacersi, per piacere agli altri".
    Un vero narcisista è egoista, vede solo la sua persona, e vede negli altri sono solo uno strumento per il suo benessere.

  7. #142
    Opinionista L'avatar di Escolzia
    Data Registrazione
    10/08/16
    Messaggi
    3,812
    Citazione Originariamente Scritto da Misterikx Visualizza Messaggio
    brava e ricorda che quando ti invita a cena il capriolo mostragli un pelo di f tenuto saldamente tra il pollice e l´indice...
    Questa regola non è citata dal nostro stimato Dottore, pensavo che la più importante fosse non rompere durante la partita in tv

  8. #143
    Buona sera cari miei pazienti.
    Ho notato un certo nervosismo oggi tra i partecipanti al forum. Pare che alcuni "ometti" si siano lamentati della tendenza femminile a lamentarsi di loro, in via generale, sempre e comunque, di tutto e per tutto.

    Vorrei a tal proposito intervenire nel dibattito, direttamente dal mio studio, per cercare di rasserenare gli animi di tutti e riportare un pò di tranquillità tra le parti.

    Partiamo dal presupposto che uomini e donne sono due esseri simili per conformazione fisica, tenendo conto delle differenze di genere, naturalmente, ma del tutto diversi per conformazione mentale e per sensibilità emotiva e sentimentale. Gli stessi cervelli sono diversi, ognuno dei quali tarato a seconda della diversa evoluzione intrapresa nel corso dei millenni. A livello ormonale poi, tali differenze si accentuano e si acutizzano, tanto da poter a volte affermare, forzando un pò il termine, che ci troviamo di fronte a due razze diverse, che si incontrano tra loro solo per generare altri esemplari di se stessi e cioè altri maschi e femmine, secondo la casistica, utili per la sola natura, che come sappiamo, ha lo scopo primario di garantire l'evoluzione della specie.

    Fatta questa doverosa premessa, andiamo nel dettaglio, aiutandoci con degli esempi :

    Con c'è dubbio che la diversità tra maschi e femmine inizia a farsi notare già da piccoli




    Il bambino che si guarda i genitali, si identifica immediatamente con quel lembo di pelle molliccia e penzolante che, a causa della gravità, è sempre rivolta verso il basso,
    tranne che in determinate situazioni, che a quell'età, ancora, non si comprendono bene, in termini di causa-effetto.

    La bambina che si guarda i genitali invece, non vede altro che un piccolo incavo e cioè :

    una concavità presentata dalla configurazione di una superficie o di un profilo, spesso in conformità
    di un rapporto funzionale di complementarità o anche di semplice contrapposizione rispetto a un
    elemento in rilievo.


    Notiamo bene, dalla spiegazione di cui sopra, la complessità del caso, difficile da spiegare e catalizzare con poche semplici parole, come nel caso dei maschietti.

    Ecco, da qui inizia la diversità e quindi la complessità dei due sessi, i quali hanno un approccio alla vita, diverso l'uno dall'altro, proprio perché diverse e complesse
    sono le caratteristiche dei loro genitali, uno semplice, l'altro più complesso, a partire dalla definizione, appunto.

    Il maschio pertanto ha un approccio alle problematiche abbastanza semplice, così com'è il suo genitale.... dritto e diretto.... verso l'obbiettivo finale da raggiungere.
    Concentrato quindi su un problema alla volta da risolvere.... e solo dopo averne risolto uno, passa all'altro.

    La femmina invece ha un approccio alle problematiche direttamente proporzionato alla complessità del suo genitale, cioè più profondo, complesso e tortuoso, così com'è
    in realtà il suo sesso.... pronta a valutare tutte le vie possibili per raggiungere l'obbiettivo finale e quindi pronta anche a metterle tutte in discussione, in caso non fosse
    del tutto convinta, persuasa che queste raggiungano l'obbiettivo per come lei si è prefissata di raggiungerlo. Poiché c'è anche questo da considerare, il modo
    in cui si raggiunge l'obbiettivo. La complessità della sua natura le impone anche questa variabile, cosa quasi sconosciuta ai maschi, i quali, si accontentano di raggiungere
    l'obbiettivo in qualsiasi maniera, senza pesare alle modalità.... che sono per lui solo una complicanza in più che si pone tra se e l'obbiettivo finale.

    Bene, per il momento mi fermo qui, dandovi la possibilità di riflettere sull'argomento. In caso di dubbi, chiarimenti, o spunti per un approfondimento sono a vostra
    completa disposizione.

    A presto.

    Vostro affezionato Dott. Blumbelli.

    Immagini Allegate Immagini Allegate
    Ultima modifica di bumble-bee; 11-01-2019 alle 20:23
    Bambol utente of the decade

  9. #144
    Opinionista
    Data Registrazione
    14/07/08
    Messaggi
    8,254
    Cioè,il tema è parallelismi tra la complessità della vulva rispetto al pene e analogie behavioristiche?

  10. #145
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,421
    Ma è un modo elegante e articolato per dire che le donne sono rompiscatole?
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  11. #146
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Ma è un modo elegante e articolato per dire che le donne sono rompiscatole?
    Si... ma dove sarebbe il bello delle donne, altrimenti? Te l'ho già detto... attenta alle caramelle!!
    Bambol utente of the decade

  12. #147
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,421
    Quali caramelle, aspè, rispiegami un attimo.
    Il bello di voi uomini invece è che siete de' coccio e non ci state mai a sentire. Tante volte vediamo tutto millenni prima di voi, ma voi ci sottovalutate.
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  13. #148
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Quali caramelle, aspè, rispiegami un attimo.
    Il bello di voi uomini invece è che siete de' coccio e non ci state mai a sentire. Tante volte vediamo tutto millenni prima di voi, ma voi ci sottovalutate.
    Lo so. Ho sposato un'esemplare che vede tutto ai raggi x in un nanosecondo.

    Proprio poco fa ha risolto un problema in maniera più semplice rispetto alla mia soluzione.
    La sua soddisfazione si è manifestata con un sorriso sul volto che dura ancora adesso!
    Bambol utente of the decade

  14. #149
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,421
    Embè diccela pure a noi, così quando avremo lo stesso problema sapremo come fare!
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  15. #150
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,421
    Dottor Blumbelli, ma esercitate ancora o vi hanno chiuso lo studio per carenza di clienti?
    Lei mi deve aiutare dottore, sono disperata, non dormo più, non mangio più, sono dimagrita 3 kg in un giorno (oddio ripensandoci va bene così ).
    Facciamo così, Voi dottore mi aiutate ma senza ridarmi l'appetito, solo il sonno che le occhiaie non mi donano.
    Insomma dottore mi dovete fare una...come si chiama quella roba di voi medici... una pozione magica... un incantesimo, ecco!
    Un intruglio da spalmare sulla tastiera di Acque per fargli passare la rabbia e l'orgoglio. Non quelli dell'Oriana, no. Non lo sa neanche lui perchè è confuso. E' un testone mezzo matto...posso scrivere quello che voglio perchè tanto mi ha messo in ignore...
    Insomma dategli una botta in testa da parte mia, grazie.
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •