Pagina 50 di 57 PrimaPrima ... 40 46 47 48 49 50 51 52 53 54 ... UltimaUltima
Risultati da 736 a 750 di 850

Discussione: Cosa sta succedendo oggi...?

  1. #736
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    1,730
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    è una scienza economica pure quello:
    tu devi conseguire il risultato ottimale di "economia sociale", non morale, e a partire dalle risorse di cui disponi; difficile da intuire per chi non sia del mestiere;

    fatte 100 le tue risorse di sistema repressivo, le devi distribuire in modo ponderato a combattere i fenomeni e i soggetti che creano più danno nel modo più efficace possibile; una mancata repressione - altrimenti onerosissima - su uno spaccio di strada che non determina fatti di sangue ed avviene con la complicità di un'enorme clientela, implica un costo-opportunità enorme; nessun dirigente di prefettura sano di mente perseguirebbe questa strategia;
    come non sarebbe un buon sistema giudiziario quello che riempia le carceri di spacciatori, facendoli mantenere dallo stato quando in via generale non sono loro a rappresentare un vero pericolo sociale, e sono comunque facilmente sostituibili;
    è lo tesso principio per cui nelle disinfestazioni si tende a sterilizzare le specie troppo prolifiche, più che a sterminarle;

    e lo stesso per cui nelle carceri hai una legislazione premiale, che ai non addetti sembra assurda; senza di quella, avresti una rivolta alla settimana e ti servirebbe dieci volte tanto personale penitenziario; oltretutto, venendo meno anche al dettato costituzionale della rieducazione;

    ora, è comprensibile che tu voglia vedere lo spacciatore in galera; ma se studi un po' il senso del sistema giudiziario/repressivo in relazione alla realtà della diffusione dei comportamenti illeciti e criminali, vedrai che non è tanto stupido, anche se c'è un eccesso di penale che ingolfa tanti meccanismi.
    Axe non la vediamo allo stesso modo.

    Punire lo spaccio con la reclusione non vuol dire non cercare e di affiancare altri modi per prevenire il crimine.
    Magari domandandosi perchè le persone, i giovani, hanno bisogno di drogarsi e ne diventano dipendenti.
    Perchè il vero problema delle droghe è la dipendenza.
    Il senso del sistema giudiziario che osservo, non parlo solo di spaccio , è che qualcuno agli arresti domiciliari riesce a fare un tot di chilometri per andare a dar fuoco alla ex, spacciatori forse sotto effetto di droghe stuprano e poi fanno a pezzi una ragazza allontanatasi da una comunità, ragazzi sotto effetto di droghe e alcool investono due ragazze e via dicendo. Per non parlare del caso assurdo di quel giovane che inizialmente pareva si fosse punto con un pettine e guarda caso di mezzo c'è un rappresentante dell'arma, di tutti quei casi che prima è chiaro chi sia il colpevole e poi la sentenza finale ribalta tutto.
    Ripeto per me nel sistema giudiziario c'è qualcosa che non va.

  2. #737
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,637
    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    Mi dispiace ma non la vedo come te.
    L'ho già detto da un'altra parte che sono contraria alla liberalizzazione delle droghe, tutte, se non per solo uso terapeutico e sotto controllo medico.
    Se uno vuol consumare quantità ammesse dalla legge per uso personale libero di farlo, come può essere di ubriacarsi, o di suicidarsi lanciandosi da un palazzo o come crede, ma non sono d'accordo sulla punibilità solo con sanzione amministrativa o patrimoniale per lo spaccio.

    Gli spacciatori vanno puniti con la reclusione, le droghe danneggiano, poi tu puoi essere libero di pensarla come vuoi ma non mi convincerai a cambiare i miei principi, valori e ideali.

    Dal momento che le droghe come la coca sono sempre state appannaggio di ricchi, mi piacerebbe che facessero il test a TUTTI i politici che siedono in parlamento per vedere realmente quanti sono a destra e a sinistra, ma si sa che non si può obbligare nessuno.
    forse non mi sono spiegato bene:
    è ovvio che se la droga è vietata, lo spaccio è un reato, con tutte le conseguenze;

    ma io ho scritto che se si vuole davvero tentare di sradicare un fenomeno in cui c'è quella domanda, non è sullo spaccio che bisogna operare, perché è una partita persa, in termini di economia repressiva, ma sul consumo;

    è al consumatore che devi comminare pene amministrative, perché quello è una persona "normale", sul quale la sanzione pecuniaria, il ritiro della patente per 5 anni, ecc... fanno tanto; fare i peana sullo spaccio e poi tollerare il consumo, perché i consumatori sono dei "nostri" è solo ipocrisia;

    quindi, o si legalizza; oppure si punisce anche il cliente, che è complice di quel traffico; quando il 95% della gente capisce che il gioco non vale la candela, hai risolto gran parte del problema;

    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    Axe non la vediamo allo stesso modo.

    Punire lo spaccio con la reclusione non vuol dire non cercare e di affiancare altri modi per prevenire il crimine.
    Magari domandandosi perchè le persone, i giovani, hanno bisogno di drogarsi e ne diventano dipendenti.
    Perchè il vero problema delle droghe è la dipendenza.
    non c'è una risposta; la gente della nostra età è stata più o meno esposta; io so di essere un tossico potenziale, con la forza di volontà di un coniglio nano quindi, sigarette a parte, mi sono tenuto lontano da qualsiasi dipendenza; e già quelle son troppo, anche se mi limito e ho pure smesso per 6 anni;

    Il senso del sistema giudiziario che osservo, non parlo solo di spaccio , è che qualcuno agli arresti domiciliari riesce a fare un tot di chilometri per andare a dar fuoco alla ex, spacciatori forse sotto effetto di droghe stuprano e poi fanno a pezzi una ragazza allontanatasi da una comunità, ragazzi sotto effetto di droghe e alcool investono due ragazze e via dicendo. Per non parlare del caso assurdo di quel giovane che inizialmente pareva si fosse punto con un pettine e guarda caso di mezzo c'è un rappresentante dell'arma, di tutti quei casi che prima è chiaro chi sia il colpevole e poi la sentenza finale ribalta tutto.
    Ripeto per me nel sistema giudiziario c'è qualcosa che non va.
    aspetta, perché qui fai confusione tra cose diverse:

    ci può certamente essere una cattiva gestione del provvedimento detentivo o misura alternativa; e questo è un problema;
    ma poi c'è un'inevitabile quota di crimini efferati che presenta circostanze "da scandalo", ma andrebbe valutata statisticamente, non emotivamente;

    sulle sentenze, bisogna essere molto prudenti, perché i procedimento sono qualcosa di cui i non tecnici difficilmente comprendono il funzionamento; si attribuiscono al giudice capacità discrezionali che non ci sono; la procedura è disciplinata in modo da tutelare gli imputati, e per ottimi motivi;

    che sia chiaro chi sia il colpevole è un'idea pericolosissima; perché se capita a te di essere vittima di un errore, hai solo quella vita; ti ricorderai di Enzo Tortora, credo... una delle vergogne nazionali più atroci, assieme a tanti Tortora sconosciuti;

    gli errori di questo tipo capitano anche nei sistemi più garantisti, figuriamoci se cominciamo a porre una pressione di un'opinione pubblica legittimata ad esprimere opinioni senza essere parte del dibattimento;
    se la sentenza finale ribalta, vuol dire che quella è la verità giudiziaria: ci sono i pm, la difesa, il giudice terzo, tre gradi di giudizio, la stampa specializzata, in grado di rilevare forzature, peraltro parecchio difficili; il procedimento penale è un percorso tassativo, scientifico, non poesia ad libitum;

    tu avrai un lavoro, immagino: quante volte ti è capitato qualcuno convinto di sapere meglio di te come funziona il tuo lavoro, pur non essendo della professione ? succede ai muratori, come ai giudici, agli immunologi, ecc...

    criticare il sistema giudiziario è assolutamente legittimo e necessario; ma, se non sei del mestiere, forse ti conviene comparare le tue osservazioni a quelli di professionisti, perché facilmente di questi sistemi complessi è difficile comprendere la ratio di funzionamento, spesso contro-intuitiva.
    c' del lardo in Garfagnana

  3. #738
    Opinionista L'avatar di Breakthru
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    646
    A me sembra evidente che da sempre l'essere umano cerchi sostanze più o meno stupefacenti, alcol compreso, per i più svariati motivi. È non è un fenomeno legato solo alla giovane età, forse la gioventù è più invogliata da un desiserio di sperimentazione e/o omologazione. Dunque se si volesse veramente eliminare il problema droghe e dipendenze occorrerebbe indagare quali sono i meccanismi che spingono l'essere umano in tale direzione ( per curiosità, anche altri animali si sballano) e reprimerli.
    Mi sembra più che evidente il fallimento del proibizionismo, che non vuol dire liberalizzare tutto, ma liberalizzare e legalizzare, regolamentare, come già è per alcol e tabacco. Fatte le leggi allora si punisce il consumatore che sgarra.

  4. #739
    Boh.... la gente si droga per provare pochi attimi di felicità.... ma secondo me, non c'è bisogno di assumere porcherie simili...
    per quanto mi riguarda... l'unica sostanza stupefacente, che si può prendere in dosi massicce, senza mai soffrirne le conseguenze, è L'allegria.

    l'allegria ha effetti benevoli...... porta "gioa", "spensieratezza", "leggerezza", spontaneità .... tutti sentimenti "allucinogeni" i quali, provati
    insieme e per lungo tempo, ci plasmano e ci trasformano in persone cosiddette "Solari".

    La solarità non dura poco, non è effimera, non si esaurisce con il dissolversi dell'effetto dell'allegria.... piuttosto rimane radicata in noi...
    tanto che bastano poi piccole dosi di allegria, per mantenerla alta, sia nel corpo che nell'anima.

    Servono più spacciatori di allegria.
    Ultima modifica di bumble-bee; 23-01-2020 alle 22:34
    Bambol utente of the decade

  5. #740
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    5,549
    M'intrometto con una notizia che non c'entra nulla con la discussione corrente, però è molto importante per me. Dopo cento anni dall'incendio fascista La casa di cultura slovena (Narodni dom) di Trieste ritorna alla comunità slovena di Trieste. Aria di festa!

    https://ilpiccolo.gelocal.it/trieste...ina-1.38372509

  6. #741
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,099
    L'Italia è l'unico paese occidentale in cui un partito al governo (il PD) organizza manifestazioni contro le opposizioni (le cosiddette sardine infatti sono pilotate dal PD).
    Non solo.
    In Italia abbiamo dei giovani (le sardine) che scendono in piazza contro le opposizioni. Unico caso al mondo, direi. Anzi, no...mi sbaglio. Un caso simile lo abbiamo in Corea del Nord.
    Le sardine, invece di scendere in piazza a Bibbiano per manifestare contro il PD al governo, scende in piazza a Bibbiano contro le opposizioni che denunciano lo "stupro ideologico" al quale sono state sottoposte le famiglie di Bibbiano.
    Cose che non si vedevano nemmeno ai tempi di Causescu.

    E la cosa eclatante è che il segretario del PD, il coglione Zingaretti, sottolinea con orgoglio questa peculiarità tutta italiana e che si vedeva solo nei regimi fascisti e comunisti...o nella odierna Corea del Nord.



    Per non parlare delle minacce esplicite fatte dall'attuale governatore dell'EmilaRomagna che ha minacciato sindaci che non lo sostengono: "Se non mi sostenete distruggo il vostro comune". Detto da un governatore PD di una regione a un sindaco che non voleva allinearsi.
    E poi questi vanno in piazza a manifestare per l'antifascismo.

    Sono proprio curioso di vedere cosa succederà domenica in Emiliaromagna.
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  7. #742
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,243
    Cito assai volentieri un sito di sinistra, un articolo che condivido! https://www.huffingtonpost.it/entry/...b6779e9c331ff9
    È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante

  8. #743
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,243
    Mandiamoli a casa nel nome di Tortora

    «Gli innocenti non finiscono mai in carcere» ha sostenuto con spocchia grillina il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede per difendere la sua indifendibile abolizione della prescrizione, detta anche la riforma del «fine processi mai».
    In quelle sei parole di Bonafede è riassunto il problema che abbiamo, cioè quello di essere governati da una classe dirigente manettara e ignorante. Il ministro ragazzino saputello non sa neppure che l'Italia ha il triste primato di ingiuste detenzioni. Ogni anno, per colpa di magistrati arroganti, sciatti e incapaci, più di mille cittadini finiscono in cella pur essendo completamente innocenti e ogni anno lo Stato spende circa trenta milioni per risarcirli, almeno in piccola parte, del torto subito".
    http://www.ilgiornale.it/news/cronac...a-1816634.html
    È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante

  9. #744
    Esteta L'avatar di Tiberio
    Data Registrazione
    16/08/16
    Località
    Savona
    Messaggi
    2,460
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Mandiamoli a casa nel nome di Tortora

    «Gli innocenti non finiscono mai in carcere» ha sostenuto con spocchia grillina il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede per difendere la sua indifendibile abolizione della prescrizione, detta anche la riforma del «fine processi mai».
    In quelle sei parole di Bonafede è riassunto il problema che abbiamo, cioè quello di essere governati da una classe dirigente manettara e ignorante. Il ministro ragazzino saputello non sa neppure che l'Italia ha il triste primato di ingiuste detenzioni. Ogni anno, per colpa di magistrati arroganti, sciatti e incapaci, più di mille cittadini finiscono in cella pur essendo completamente innocenti e ogni anno lo Stato spende circa trenta milioni per risarcirli, almeno in piccola parte, del torto subito".
    http://www.ilgiornale.it/news/cronac...a-1816634.html
    Incostituzionali grullini.
    Ecco perché li chiamano così
    Coloro che trovano brutti significati nelle cose belle sono corrotti senza essere affascinanti. Questo è una colpa. Coloro che scorgono bei significati nelle cose belle sono le persone colte. Per loro c’è speranza. Essi sono gli eletti: per loro le cose belle significano solo bellezza.
    Ogni delitto è una volgarità e ogni volgarità un delitto.
    Oscar Wilde

  10. #745
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,243
    Christian Day per dire basta agli attacchi contro i cristiani nel mondo

    Probabilmente oggi 25 gennaio 2020 sarà una data memorabile per ricordare il giorno in cui i cristiani italiani idealmente uniti a tutti i cristiani che in Europa e in ogni altra parte del mondo subiscono discriminazioni, attacchi terroristici, persecuzioni, stragi, insulti e proclami di imam fondamentalisti che minacciano sottomissione al Corano e alla Sharia, sono scesi in piazza per gridare BASTA! Basta alla dittatura e alla corruzione di questa Europa dispotica che mai ha difeso la cristianità in tutti i terribili attacchi di morte contro i cristiani europei ma al contrario, ha permesso che si oltraggiasse il cristianesimo con la rappresentazione spregevole di un filmato blasfemo che ha dissacrato l’immagine del più grande dei maestri spirituali di tutti i tempi. Gesù.

    L’amministratore delegato della Netflix che ha prodotto il film, Reed Hasting al quale sono arrivate da parte di ‘CITIZEGO’ più di 1.500.000 firme di protesta, per giustificarsi ha dichiarato che il film è una Commedia natalizia. Presentare Gesù come un giovane omosessuale innamorato del demonio, la Madonna come una donna dissoluta e i discepoli come alcoolisti non è una commedia di Natale che fa ridere così come non fa ridere il dipinto diffamante di un Gesù omosessuale in mostra al Museo di arte contemporanea di Roma, ma un deliberato attacco per minare i principi e i valori fondanti della cristianità con l’intento, ormai evidente, di volerne cancellare la storia, la dottrina, la filosofia . https://www.imolaoggi.it/2020/01/25/...ani-nel-mondo/

    Non occorre essere cristiani (io non lo sono) per dire basta con le stragi di cristiani nel mondo, ad opera soprattutto di estremisti islamici o pseudotali. Ma anche le offese e le diffamazioni contro la figura di Cristo e quelle a Lui vicine sono da condannare, lesive del rispetto fondamentale che va dato ad ogni essere ed al suo modo di credere.
    Ultima modifica di Turbociclo; 26-01-2020 alle 00:33
    È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante

  11. #746
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,099
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Mandiamoli a casa nel nome di Tortora

    «Gli innocenti non finiscono mai in carcere» ha sostenuto con spocchia grillina il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede per difendere la sua indifendibile abolizione della prescrizione, detta anche la riforma del «fine processi mai».
    In quelle sei parole di Bonafede è riassunto il problema che abbiamo, cioè quello di essere governati da una classe dirigente manettara e ignorante. Il ministro ragazzino saputello non sa neppure che l'Italia ha il triste primato di ingiuste detenzioni. Ogni anno, per colpa di magistrati arroganti, sciatti e incapaci, più di mille cittadini finiscono in cella pur essendo completamente innocenti e ogni anno lo Stato spende circa trenta milioni per risarcirli, almeno in piccola parte, del torto subito".
    http://www.ilgiornale.it/news/cronac...a-1816634.html
    Ovviamente l'affermazione "gli innocenti non finiscono mai in carcere" è una sciocchezza.
    Ma io sono d'accordo con l'abolizione della prescrizione.
    La prescrizione va abolita E (condizione necessaria) i processi devono durare al massimo 2 o 3 anni.
    Si può ricorrere in appello SOLO SE EMERGONO NUOVI ELEMENTI DI PROVA NON CONSIDERATI nel processo di primo grado.

    Sappiamo benissimo che la prescrizione, così come viene applicata in Italia, è un abominio. E va cancellata.
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  12. #747
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,243
    Infatti. Ma se prima non riformano tutta la Giustizia in modo da chiudere i processi in un tempo ragionevole, non puoi obbligare qualcuno magari innocente ad un processo a vita.
    È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante

  13. #748
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,637
    eh, so tutti' Charlie coi profeti degli altri

    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Christian Day per dire basta agli attacchi contro i cristiani nel mondo

    Probabilmente oggi 25 gennaio 2020 sarà una data memorabile per ricordare il giorno in cui i cristiani italiani idealmente uniti a tutti i cristiani che in Europa e in ogni altra parte del mondo subiscono discriminazioni, attacchi terroristici, persecuzioni, stragi, insulti e proclami di imam fondamentalisti che minacciano sottomissione al Corano e alla Sharia, sono scesi in piazza per gridare BASTA! Basta alla dittatura e alla corruzione di questa Europa dispotica che mai ha difeso la cristianità in tutti i terribili attacchi di morte contro i cristiani europei ma al contrario, ha permesso che si oltraggiasse il cristianesimo con la rappresentazione spregevole di un filmato blasfemo che ha dissacrato l’immagine del più grande dei maestri spirituali di tutti i tempi. Gesù.
    già una statuizione come questa la dice lunga sullo spirito degli estensori: dopo secoli di colonialismo, sotto il vessillo cristiano, questi ribadiscono la supremazia "ovvia" del loro;
    naturalmente, i musulmani non hanno il diritto "a casa nostra" di indignarsi se i vignettisti fanno lo stesso col loro Profeta; insomma, siamo alla pretesa del cuius regio, eius religio
    nella storia, i più grandi massacratori di cristiani - in quanto tali, per motivi religiosi, senza tenere conto delle guerre politiche tra i buoni e compassionevoli adepti del più grande maestro spirituale - sono stati altri cristiani; i massacratori di Sabra e Chatila erano "cristiani"; oggi, lo stesso avviene nella Repubblica Centrafricana; ma tanto, chi cazzo la conosce la storia ? e come la storia, la stessa cronaca e il rigore dei principi giuridici;

    L’amministratore delegato della Netflix che ha prodotto il film, Reed Hasting al quale sono arrivate da parte di ‘CITIZEGO’ più di 1.500.000 firme di protesta, per giustificarsi ha dichiarato che il film è una Commedia natalizia. Presentare Gesù come un giovane omosessuale innamorato del demonio, la Madonna come una donna dissoluta e i discepoli come alcoolisti non è una commedia di Natale che fa ridere così come non fa ridere il dipinto diffamante di un Gesù omosessuale in mostra al Museo di arte contemporanea di Roma, ma un deliberato attacco per minare i principi e i valori fondanti della cristianità con l’intento, ormai evidente, di volerne cancellare la storia, la dottrina, la filosofia . https://www.imolaoggi.it/2020/01/25/...ani-nel-mondo/
    pensa un po' quanto è pervertita l'immagine di un ebreo osservante trasformato per 2000 anni nel persecutore e massacratore della sua stessa gente, e a cui si è attribuito il rinnegare la sua fede; se io fossi cristiano, oltretutto, avrei buoni motivi - sostenuti e sostanziati nelle stesse dottrine di tutte le chiese cristiane importanti, cattolica e riformate, per ritenere blasfema, una bestemmia, questa strumentalizzazione politico-identitaria della dottrina cristiana, esplicitamente universalista; ma tanto, chi cazzo la conosce, la dottrina ?

    mi pare che questi principi e valori della Cristianità siano una cosa molto ad libitum; così, un contenitore pieno di cose da cui ognuno prende quel che gli pare per giustificare la propria visione eminentemente politica del mondo:
    che potrà mai voler dire in termini concreti in una democrazia: un deliberato attacco per minare i principi e i valori fondanti della cristianità con l’intento, ormai evidente, di volerne cancellare la storia, la dottrina, la filosofia ?
    in Occidente si chiudono le chiese ? si mette all'indice il Vangelo; si perseguita il clero e i fedeli ? non mi pare... chi è cristiano è discriminato ? non credo proprio; tutti leader politici - inclusi e soprattutto i nostri - fanno vanto e pubblica ostensione della loro devozione, tra immaginette e rosari, e già in tutto l'organigramma sociale; fa ancora "scandalo" Sanchez che rifiuta di giurare da primo ministro sulla Bibbia, non il contrario;

    non sarà che questi fondamentalisti confondono la libertà di culto con la pretesa - blasfema - che quello sia incorporato come legge guida, politica e identitaria, cioè il clericalismo che lo stesso papa ripudia ?
    Non occorre essere cristiani (io non lo sono) per dire basta con le stragi di cristiani nel mondo, ad opera soprattutto di estremisti islamici o pseudotali. Ma anche le offese e le diffamazioni contro la figura di Cristo e quelle a Lui vicine sono da condannare, lesive del rispetto fondamentale che va dato ad ogni essere ed al suo modo di credere.
    giustissimo:
    ma allora, vietiamo anche quelle diffamazioni che strumentalizzano Cristo e i vangeli come marcatore di identità, attribuendoGli ideologie inventate, che non sono nei testi; per esempio, quelle anti-universaliste;
    io trovo di pessimo gusto quella rappresentazione di Gesù; se non altro, rivolta contro una sensibilità maggioritaria, come sempre dovrebbe fare la satira;

    ma chi, come me, poco apprezza certe cadute di gusto, dovrebbe scandalizzarsi ancora di più quando si dileggia la fede di una minoranza;

    perché la questione è quella delle minoranze perseguitate, quindi della libertà di auto-determinarsi, non dei cristiani;

    infatti, questi fondamentalisti, si scandalizzano se i cristiani sono perseguitati in un determinato paese, ma non se lo stesso avviene per gli omosessuali o altri, per dirne una;
    al recente convegno "delle Famiglie" di Verona, riunione di fondamentalisti di quella risma, una simpatica signora africana, leader cristiana, se ne è uscita con la proposta di pena di morte per i gay la cosa ha imbarazzato, ma non certo indignato gli amichetti presenti;
    strano che non siano intervenute le FdO per arrestare la signora per istigazione all'odio; anzi, no; non è strano, visto che quel convegno è stato promosso dagli amici dell'allora ministro dell'Interno, fiero paladino dei Valori Occidentali, e al tempo stesso sodale degli autoritarismi orientali e puttinate varie, pope barbuti e versioni "ariane" degli ayatollah più estremisti
    Ultima modifica di axeUgene; 26-01-2020 alle 10:08
    c' del lardo in Garfagnana

  14. #749
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,099
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Infatti. Ma se prima non riformano tutta la Giustizia in modo da chiudere i processi in un tempo ragionevole, non puoi obbligare qualcuno magari innocente ad un processo a vita.
    Su questo sono d'accordo.
    E dico di più: se il verdetto di un processo è "assoluzione perchè il fatto non sussiste o per insufficienza di prove", il PM, il GUP e il procuratore devono essere RADIATI dalla magistratura, pagare i danni e essere sottoposti a indagine penale per negligenza con pene severissime.
    BASTA coi processi politici imbastiti SOLO per colpire un avversario politico.

    E va anche fatta la separazione delle carriere tra magistratura inquirente e magistratura giudicante.
    Episodi come il caso Lotti-Palamara dovrebbero portare a pene di 20 anni di reclusione e allo scioglimento del partito politico (vedi PD).
    Ultima modifica di xmanx; 26-01-2020 alle 11:27
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  15. #750
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,637
    Citazione Originariamente Scritto da xmanx Visualizza Messaggio
    Su questo sono d'accordo.
    E dico di più: se il verdetto di un processo è "assoluzione perchè il fatto non sussiste o per insufficienza di prove", il PM, il GUP e il procuratore devono essere RADIATI dalla magistratura, pagare i danni e essere sottoposti a indagine penale per negligenza con pene severissime.
    BASTA coi processi politici imbastiti SOLO per colpire un avversario politico.
    come quello contro Vasco Errani, che ha determinato le elezioni di oggi in Emilia-R ?

    E va anche fatta la separazione delle carriere tra magistratura inquirente e magistratura giudicante.
    Episodi come il caso Lotti-Palamara dovrebbero portare a pene di 20 anni di reclusione e allo scioglimento del partito politico (vedi PD).
    non c'è bisogno di fare Robespierre, che è pochissimo garantista;
    gli elementi per l'incriminazione sono tassativi, non discrezionali; se un giudice ha compiuto una forzatura, la cosa è già valutalbile e il magistrato è già soggetto al vaglio del CSM, con tutto il corredo di misure disciplinari;

    posto che ignori che nel nostro ordinamento le prove si formano nel dibattimento, quindi il magistrato non può sapere prima se siano sufficienti o meno, o se il fatto sussista o meno, se si stabilisse l'automatismo che dici - se il verdetto di un processo è "assoluzione perchè il fatto non sussiste o per insufficienza di prove" il PM, il GUP e il procuratore devono essere RADIATI dalla magistratura, pagare i danni e essere sottoposti a indagine penale per negligenza con pene severissime. -
    B
    il risultato sarebbe che la multinazionale con avvocati potenti e di livello avrebbe un gran potere intimidatorio nei confronti del magistrato che indaga, mentre il povero cristo sarebbe molto più esposto;

    sussiste il fatto, quello contemplato dall'ipotesi di reato, della violazione delle norme di sicurezza se muoiono operai nell'officina Thyssen-Krupp ? prima del dibattimento, dove si confrontano gli elementi e la difesa presenta i suoi, precedentemente ignoti al magistrato, non si può sapere;

    poniamo che gli elementi siano controversi, e grazie alla scrupolosa assistenza legale la multinazionale venga assolta in virtù di un Favor Rei, il magistrato è fottuto; e nessuno dei suoi colleghi rischierà carriera e/o patrimonio andando a ficcare il naso nelle faccende dei potenti.
    c' del lardo in Garfagnana

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •