Pagina 3 di 3 PrimaPrima 1 2 3
Risultati da 31 a 37 di 37

Discussione: Come interpreto il concetto di Messia.

  1. #31
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    18,283
    L'esistenza di Dio non è oggettivabile, e questo mi sembra un concetto che da sempre è stato discusso in questo sito.
    Tu per essere umile dovresti dire: per me Dio esiste, e questa è fede, ma la fede è una questione soggettiva ed indimostrabile altrimenti tutti crederebbero.
    Mi sembra che su questo non ci piova; per essere onesti si può discutere su che cosa ci porti a credere, non di più.
    Se io dicessi che ho provato l'esperienza di Dio sarei sincero ma se dicessi come un dato di fatto: "Dio esiste davvero" non sarei sincero verso il mio prossimo perché, come è stato sempre detto è indimostrabile.
    Anche lo stesso Gesù, che avrebbe rappresentato Dio, ha avuto gente che ha creduto come ha avuto gente che non ha creduto.

  2. #32
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    47,420
    "Perchè mi hai veduto hai creduto, Tommaso. Ma io ti dico che saranno Beati coloro che, pur senza aver veduto, crederanno!"

    Posso accettarlo da un ateo, un discorso come quello che fai. Non certo da te, che ti professi credente.

    ciao, buon fine-settimana. (corta per me)
    Buon fine-settimana a tutti, amici!
    amate i vostri nemici

  3. #33
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    18,283
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    "Perchè mi hai veduto hai creduto, Tommaso. Ma io ti dico che saranno Beati coloro che, pur senza aver veduto, crederanno!"
    Embè quella è fede. Anch'io credo senza averlo visto o toccato, ma la fede è diversa dall'oggettività perché la fede è soggettiva, testun.
    Ciao, anche a te se è un po' presto, oggi è giovedì

  4. #34
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    47,420
    La Storia è oggettiva o no, Crepuscolo? Oggettiva o opinabile? E Dio, rispondimi senza tanti giri di parole ti prego, l'ha attraversata o no? Segnata o no? Marchiata a fuoco o no?
    amate i vostri nemici

  5. #35
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    1,193
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Embè quella è fede. Anch'io credo senza averlo visto o toccato, ma la fede è diversa dall'oggettività perché la fede è soggettiva, testun.
    Ciao, anche a te se è un po' presto, oggi è giovedì
    Io ho già detto che se fosse molto difficile credere, in base a tutto ciò che abbiamo a disposizione per la fede, Dio lo ammetterebbe e sarebbe molto clemente con gli atei. Invece è molto severo. Se credi che Dio sia clemente e giusto, non puoi pensare che la fede sia difficile da ottenere. Il difficile è metterla in pratica con pensieri, parole e soprattutto azioni.

    E' evidente che se uno parte prevenuto mettendo in discussione la validità delle Scritture, ritenendole un insieme di favole per truffare denaro agli allocchi, e ritiene più credibile una Terra casualmente così ricca di vita e varia, e non voluta così da un Dio… non crederà mai.
    Ultima modifica di Arcobaleno; Ieri alle 13:11
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  6. #36
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    8,955
    Fate fare una figuruccia al vostro dio, come solo uno che si incazza perché vuole degli esseri che credano alla sua esistenza e lo amino (per forza). Fate un po' voi.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  7. #37
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    47,420
    Citazione Originariamente Scritto da Arcobaleno Visualizza Messaggio
    Io ho già detto che se fosse molto difficile credere, in base a tutto ciò che abbiamo a disposizione per la fede, Dio lo ammetterebbe e sarebbe molto clemente con gli atei. Invece è molto severo. Se credi che Dio sia clemente e giusto, non puoi pensare che la fede sia difficile da ottenere. Il difficile è metterla in pratica con pensieri, parole e soprattutto azioni.

    E' evidente che se uno parte prevenuto mettendo in discussione la validità delle Scritture, ritenendole un insieme di favole per truffare denaro agli allocchi, e ritiene più credibile una Terra casualmente così ricca di vita e varia, e non voluta così da un Dio… non crederà mai.
    Dio è clemente e giusto. Clemente perchè a prevalere, nel Giudizio, sarà sempre la Sua Misericordia. Giusto perchè il Male avrà la sua retribuzione, un giorno. Tutti gli operatori di scandali, i grandi macellai dell'Umanità, si ritroveranno nudi e inermi di fronte a quel Dio che hanno osteggiato e vilipeso nella loro grama esistenza. Senza mai ravvedersi o chiedere perdono.
    amate i vostri nemici

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •