Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Voglia di una nuova relazione ed essere felice, amando comunque la propria bimba alla

  1. #1
    Opinionista
    Data Registrazione
    24/10/18
    Messaggi
    1

    Voglia di una nuova relazione ed essere felice, amando comunque la propria bimba alla

    Salve a tutti. Sono un ragazzo di 26 anni, che compirò tra pochi giorni, il 27 Ottobre, e che non si sente felice. Ho una compagna (di 22 anni) e una bella bambina. Di 3 anni. Sono sempre stato un ragazzo tormentato, riservato, introverso, ma nonostante tutto con un sacco di passioni. Mi è sempre piaciuto scrivere, leggere, amo collezionare le cose antiche, in effetti sono un appassionato di antiquariato, ascolto Gaber, Battiato, la musica colta e triste. Riflessiva. Profonda. Ogni istante della mia vita mi interrogo sull'esistenza, sulla possibile esistenza di un Dio, su ciò che sarà di me dopo la morte, sul fatto che in fondo possa essere solo materia. Sto con la mia compagna da 4 anni, e non sono felice della mia relazione con lei. Lei col tempo si sta rivelando completamente diversa da me, non profonda e riflessiva quanto me, molto più estroversa, un po' superficiale. Per carità, è una ragazza d'oro, una mamma d'oro, davvero umile. Ma non mi sento capito. Sono tormentato dalla nascita, mi ha sempre incuriosito tutto, amo viaggiare, anche se in solitaria, essendo molto solitario (anche se, se trovo le persone giuste, sono apertissimo e molto solare), mi informo sempre su ogni cosa, cerco sempre di approfondire ogni cultura. Lei non è come me. Non è profonda. Si accontenta. Scelsi lei, all'epoca , perché fu la prima ragazza in vita mia che conobbi e cercai di mettermi con lei per la paura di restare solo a vita. Però in fondo amo la miaaaaaa bambina. Cerco ogni giorno di non farle mancare nulla. Sono sempre presente. Ritornando a me, ho sempre creduto che la società faccia un po' di pietà, ammirando, apprezzando, leggendo di Christopher McCandless ed Everett Ruess, che si misero sulla strada e si addentrarono nella natura selvaggia ed ignota, per sfuggire agli schemi, ed all'ipocrisia di una società senza valori. Amo la natura, amo i posti isolati, dove nessuno va. Amo l'inverno. Il silenzio. Dentro di me, però, c'è sempre stata una voglia morbosa di vivere. Ho rispetto per ogni essere vivente. Sono vegetariano da tanto. Con la mia compagna è sempre così purtroppo: mi sento come un leone in gabbia che viene calmato dalla sua superficialità. Abbiamo molto discusso di questo e lei non è mai cambiata. Abbiamo tanto discusso di separarci. E molto probabilmente succederà. Consigli?

  2. #2
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    2,255
    Se siete così tanto diversi da non potervi amare, forse potete essere ottimi amici e genitori. Che consigli vorresti? Se già ne state parlando, nessuno meglio di voi può sapere cosa fare.
    Anche a me piace la natura, quindi l'unico consiglio che mi viene in mete è di andare in cima a una montagna a piedi, è un ottimo modo per riflettere e sentirsi meglio dopo.

  3. #3
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    2,693
    Non ho capito bene: tu ti separeresti solo per un maggior bisogno di spiritualità e profondità? Non credi che potresti trovarle ovunque, senza aver nemmeno bisogno di tradire la tua compagna? E poi, giovane come sei, non credi che un giorno incontrerai la persona giusta, profonda come te? Perché anticipare i tempi?

    Infine, se avete una bimba piccola, un po’ di senso di responsabilità ci vuole.

  4. #4
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    48,070
    Sei chiamato ad accettare e ad amare la tua compagna per quello che è, SacaP. Non per quello che vorresti che fosse.
    Il problema sei tu. Non lei.
    Avete poche cose che vi uniscono, ok. Ma quella più importante è la Bambina! guarda che è tantissimo
    amate i vostri nemici

  5. #5
    Faccia di Chiùlo L'avatar di Acquerapide
    Data Registrazione
    14/07/08
    Località
    Under the Willow
    Messaggi
    7,715
    Ciao SacaP. Non sono introverso, e tormentato lo sono stato solo quando mi sono separato da mia moglie, ma nella tua storia mi ci rivedo molto. Anch'io ho molti interessi in comune con te, interessi che lei non aveva e parlavamo su piani separati, quindi si rideva e scherzava finché gli argomenti non sono finiti.

    Capita in una relazione, quello che succede a voi è normalissimo. Sono strenuo sostenitore del diritto a separarsi, ma anche del diritto non di sanzionare, ma di criticare chi si separa. Avete fatto una bambina dopo un anno che la conoscevi. E' poco. Adesso c'è lei che dovrebbe venire al primo posto. Hai voluto la bicicletta, per me ci puoi smontare, ma ti consiglio di riguardare le tue priorità e trovare un modo per comunicare con lei. Vi faccio i miei auguri.
    Citazione Originariamente Scritto da nahui Visualizza Messaggio
    abbraccio gli alberi, le rocce, avverto la forte energia di alcuni luoghi. Mi dispiace per chi non ha queste capacità, è un po' come essere anorgasmici.

  6. #6
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Data Registrazione
    24/03/05
    Località
    estero
    Messaggi
    14,190
    Citazione Originariamente Scritto da SacaP Visualizza Messaggio
    Lei non è come me. Non è profonda. Si accontenta. Scelsi lei, all'epoca , perché fu la prima ragazza in vita mia che conobbi e cercai di mettermi con lei per la paura di restare solo a vita.
    La gente è il più grande spettacolo del mondo. E non si paga il biglietto.
    Charles Bukowski
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  7. #7
    Opinionista L'avatar di Solaika
    Data Registrazione
    25/01/06
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,011
    Voglio tralasciare aspetti che altri hanno già considerato e sottolineato.
    Noto un pò di astio quando parli della tua compagna. Hai sottolineato più volte la sua superficialità con un velo di livore.
    Ti sei definito un leone in gabbia. Pensi che la sua "umiltà", come tu l'hai descritta, tolga qualcosa alla tua intelligenza?
    ...E' che mi disegnano così...

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •