Pagina 31 di 35 PrimaPrima ... 21 27 28 29 30 31 32 33 34 35 UltimaUltima
Risultati da 451 a 465 di 517

Discussione: A proposito di carsimi...

  1. #451
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,196
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    Credo che sia comunque una cosa molto bella. Siamo troppo abituati a schematizzare i rapporti e a incastrarli in definizioni precostituite, ma in realtà ogni storia è qualcosa a sè e non deve certo seguire regole precise. Quindi credo che abbiate fatto un'ottima scelta.
    Grazie.

  2. #452
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio


    Disse quello che aveva capito tutto!!

    Ma lo sappiamo che nella vita capita di tutto, ma restare per forza in una relazione dove si litiga più che andare d'accordo, dove, come dici in maniera patetica tu, ci dobbiamo perdonare ogni giorno, è roba stressante, da nevrosi. Non fare lo sciocchino che non capisce il succo del discorso.
    Se non ci si perdona ogni giorno, è matematico: Ci si separa. Prima o poi, presto o tardi ma ci si separa.

    Assisi, il Papa agli sposi: "Tiratevi pure i piatti ma alla fine fate la pace"
    "Ai novelli sposi, io dico sempre: litigate pure, arrivate anche a tirarvi i piatti addosso. Ma mai finire la giornata senza fare la pace". E' sottolineata da un fragoroso applauso questa frase di papa Francesco, che il pontefice pronuncia a braccio nel discorso rivolto nella cattedrale di San Rufino ad Assisi.

    https://video.repubblica.it/dossier/.../141923/140459
    amate i vostri nemici

  3. #453
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    questa roba vale perfettamente al contrario:
    non vuole soffrire, avere problemi ed essere scomodato anche il coniuge che egoisticamente nega all'altro la propria libertà ed è incapace di mettere da parte le proprie personali esigenze, col vero quotidiano allarme delle violenze in famiglia, dovute a questa incapacità;


    come per i preti pedofili, cose che si sono sempre fatte, di nascosto;
    ma con la disciplina dell'aborto la prassi è diminuita dell'80%; la fecondazione assistita sostituisce le corna o altri rimedi, peraltro anche per coppie "tradizionali" infertili, caso in cui nessuno ha mai contestato;
    l'eutanasia di cui parli è una disposizione della persona interessata, laddove si è praticata di nascosto da sempre, e in tempi recenti travestita da "terapia", ospedalizzando persone comunque destinate a morire in breve e costringendole ad una fine alienata;
    non è eutanasia d'autorità, camuffata e imposta la deportazione dal proprio ambiente di un anziano il cui organismo debilitato e alla fine ? cosa credi che avvenga in ospedale tra farmaci, sedazione, immobilità, sottrazione a quel minimo di abitudini e confort ?
    non vedi questo, un fatto ovvio, ma ti scandalizzi per la possibilità che una persona possa volontariamente disporre di evitarsi questa tortura, perché i tuoi valori religiosi lo negano; ipocrisia bella e buone, proprio dettata dall'egoismo di sentirsi ombelico del mondo e insinuare il falso, ribaltare la verità presentando la cosa come imposizione d'autorità, laddove è l'esercizio di un diritto che ha l'unico inconveniente di contrastare con le tue "certezze";


    ma che superata ???
    qualcuno impedisce di farlo a chi vuole ?
    qui si tratta solo di non obbligare chi non vuole a subire il potere dell'altro; non penserai di spacciare l'egoismo per virtù con questo giochino di prestigio retorico, spero...
    poi, fosse per me, io abrogherei persino il divorzio, almeno per chi si sposa in chiesa e sceglie consapevolmente quella formula; sai che diserzione all'altare...
    i primi ad essere contrari sarebbero proprio i vescovi; mica son scemi...
    è più probabile, con questi tempi di crisi, che la Rota diventi democratica e tra un po' ci si inventi qualche formula per celebrare seconde e terze nozze in chiesa, e viva l'Itaglia !
    Quello che fa testo rimangono le Parole di Gesù, Axeugene. Che si prestano a ben poche interpretazioni....

    Allora gli si avvicinarono alcuni farisei per metterlo alla prova e gli chiesero: «È lecito ad un uomo ripudiare la propria moglie per qualsiasi motivo?». 4 Ed egli rispose: «Non avete letto che il Creatore da principio li creò maschio e femmina e disse: 5 Per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una carne sola? 6 Così che non sono più due, ma una carne sola. Quello dunque che Dio ha congiunto, l'uomo non lo separi». (Matteo 19)

    Poi gli uomini aggiustano, correggono, fanno eccezioni: Ma il Rabbi di Nazareth è chiarissimo al riguardo.
    amate i vostri nemici

  4. #454
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Perché allora la critichi e vuoi metterci il naso?
    Se ti ho detto mille volte che in questa vita non è possibile vuol dire che non lo è, tu credi che mia moglie ed io non abbiamo considerato la possibilità che tu sbandieri; ma credimi, una volta per tutte: ci vogliamo bene così, ed anche mio figlio che vive con la sua donna è contento così.
    Non vedo perché dovrei scontentarli, tra l'altro così mi organizzo le mie cose e posso decidere di fare ciò che mi va.
    E' anche ovvio che gli intrecci tra noi sono innumerevoli, ma se voglio isolarmi e leggere un libro su Gesù Cristo nessuno viene a rompermi i coglioni.
    E' questa la contraddizione Crep!!! Te pensi di essere seguace, di Gesù Cristo. Che sul Matrimonio è stato cristallino come acqua di sorgente. E scambi il compromesso al ribasso che avete scelto, con la Felicità. E' incredibile che tu non te ne accorga. Ti basta che non ti rompano i testicoli. E' questo che ti chiede il Signore? Tutto qui?
    amate i vostri nemici

  5. #455
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    Non fai rivivere qualcosa di finito Cono. E soprattutto non ha senso. Fai male a te stesso, all'altro e ai figli. Ovvio, laddove ci siano ancora sentimenti vale sempre la pena di riprovarci, nessuno dice il contrario, ma certe volte le cose semplicemente finiscono.
    C'è la scappatoia: E l'uomo la prende. Quel "certe volte" è diventato ahimè una prassi. Appena c'è da soffrire un po', si dice "E' finita" e si va dall'avvocato. I Figli? Evvabbè....faremo un po' per uno.
    amate i vostri nemici

  6. #456
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    Ma quale aberrazione? Cosa ci sarebbe di aberrante spiegami? Aberranti sono certi pensieri medioevali e direi quasi nazisti.
    Ok, allora anche Papa Francesco è un nazista. Ne prendo atto.

    La famiglia è una sola. Il matrimonio «non è una lotteria», esordisce il Papa mettendo in guardia dalla «superficialità» sul «dono più grande che Dio ha dato all’umanità». «Oggi – fa dolore dirlo – si parla di famiglie diversificate, di diversi tipi di famiglie», il grido d’allarme di Francesco: ma la famiglia immagine di Dio, uomo e donna, è una sola».
    «Può darsi che l’uomo e la donna non siano credenti, ma se si amano e si uniscono in matrimonio sono immagine e somiglianza di Dio, benché non credano»
    Nel matrimonio, «un’altra cosa che aiuta tanto è la pazienza», assicura il Papa: «Ci sono nella vita situazioni di crisi forte, crisi brutte, dove arrivano anche tempi di infedeltà». «Quando non si può risolvere il problema in quel momento», per Francesco bisogna fare ricorso a «quella pazienza dell’amore che aspetta, che aspetta». L’esempio citato è quello di «tante donne che nel silenzio hanno aspettato guardando da un’altra parte, aspettando che il marito tornasse alla fedeltà: e questo è santità. La santità che perdona tutto perché ama». Nel matrimonio, insomma, ci vuole «molta pazienza l’uno dell’altra»: quando uno è nervoso e grida, non si risponde con un altro grido. «Stare zitto, lasciar passare la tempesta e al momento opportuno parlarne», il consiglio del Papa, che ha ricordato ancora una volta le «tre parole magiche, ma importanti nel matrimonio»: permesso, grazie e scusa.

    https://www.toscanaoggi.it/Vita-Chie...lia-e-una-sola
    amate i vostri nemici

  7. #457
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    Cono non ce la fai proprio. Educazione condivisa? Si. Ruoli diversi per il padre e per la madre? No. Non è così difficile da capire.
    ...e allora continuerà lo stillicidio. La fuga dei Padri a calcetto. Sempre più svuotati dell'autorità che compete loro.

    "Rapporto padri-figli.
    Sono spesso infantili, distratti. Resi incapaci di autorità da una società che per decenni ha osteggiato il modello del pater familias e da quelle donne che prendono il loro posto. Così oggi agli uomini spetta un compito più gravoso che mai: educare con equilibrio i figli all’autonomia, senza perdersi. Spesso, in casa, ci sono cromosomicamente, ma non realmente. I padri hanno assorbito un complesso di nullità che, di fatto, li porta a rinunciare a qualsiasi tipo di ruolo educativo".

    https://www.panorama.it/societa/rapp...-di-padre-sei/

    (Notare: Panorama, rivista ultralaica. Non Famiglia Cristiana)
    amate i vostri nemici

  8. #458
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    47,148
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    ...e allora continuerà lo stillicidio. La fuga dei Padri a calcetto. Sempre più svuotati dell'autorità che compete loro.

    "Rapporto padri-figli.
    Sono spesso infantili, distratti. Resi incapaci di autorità da una società che per decenni ha osteggiato il modello del pater familias e da quelle donne che prendono il loro posto. Così oggi agli uomini spetta un compito più gravoso che mai: educare con equilibrio i figli all’autonomia, senza perdersi. Spesso, in casa, ci sono cromosomicamente, ma non realmente. I padri hanno assorbito un complesso di nullità che, di fatto, li porta a rinunciare a qualsiasi tipo di ruolo educativo".

    https://www.panorama.it/societa/rapp...-di-padre-sei/

    (Notare: Panorama, rivista ultralaica. Non Famiglia Cristiana)

    Ma lasciali giocare in pace a calcetto, questi padri. E che le madri escano in pace con le amiche, o vadano a fare tutto quello che a loro piace. Che ognuno si faccia una propria vita indipendente, oltre a quella che fanno col partner. Tu non vai forse allo stadio ogni domenica? Ma che ben vengano queste fughe. Tutti ne hanno bisogno per vivere la famiglia in modo più sereno.
    Membro del consiglio degli admin
    Corresponsabile dei rapporti con l'utenza
    Moderatore Salute, alimentazione, omeopatia
    Moderatore Chalet delle Rose


    Tempus fugit

    Salmone inside


    Ci sono novit�, ci sono notti che per niente al mondo perderei... e la curiosit�, e quello che ci porter�...

  9. #459
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,869
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Quello che fa testo rimangono le Parole di Gesù, Axeugene. Che si prestano a ben poche interpretazioni....

    Allora gli si avvicinarono alcuni farisei per metterlo alla prova e gli chiesero: «È lecito ad un uomo ripudiare la propria moglie per qualsiasi motivo?». 4 Ed egli rispose: «Non avete letto che il Creatore da principio li creò maschio e femmina e disse: 5 Per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una carne sola? 6 Così che non sono più due, ma una carne sola. Quello dunque che Dio ha congiunto, l'uomo non lo separi». (Matteo 19)

    Poi gli uomini aggiustano, correggono, fanno eccezioni: Ma il Rabbi di Nazareth è chiarissimo al riguardo.
    perché, qualcuno ti impedisce di seguire quelle parole ? faranno testo per te e per chi vuole adottare quell'interpretazione;

    poi però dovresti spiegare come si coniuga amare il prossimo come se stessi, col volerlo trattenere contro la sua volontà, o persino col sacrificare la propria alla sua, che diventerebbe più di se stessi;
    se ci fosse una Corte, una cassazione evangelica - di fatto l'insieme delle chiese cristiane - si dovrebbe concludere che il precetto, come molti altri, è inefficace per palese contraddizione con lo spirito generale del testo;

    resta che non puoi comunque porre il Vangelo a legge universale, visto che 4/5 del pianeta lo ignorano e anche chi lo segue è diviso sulla questione;

    ovvio che se continui a presentare come "legge" una tua credenza, che è solo un'opinione, di cosa sia "bene", non ti tornano i conti quando le opinioni sono divergenti, e la tua vale quanto quella di un altro, a cui "Dio" può consentire il divorzio, di avere quattro o più mogli, ecc...
    c' del lardo in Garfagnana

  10. #460
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,052
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Se non ci si perdona ogni giorno, è matematico: Ci si separa. Prima o poi, presto o tardi ma ci si separa.

    Assisi, il Papa agli sposi: "Tiratevi pure i piatti ma alla fine fate la pace"
    "Ai novelli sposi, io dico sempre: litigate pure, arrivate anche a tirarvi i piatti addosso. Ma mai finire la giornata senza fare la pace". E' sottolineata da un fragoroso applauso questa frase di papa Francesco, che il pontefice pronuncia a braccio nel discorso rivolto nella cattedrale di San Rufino ad Assisi.

    https://video.repubblica.it/dossier/.../141923/140459
    Via,cono sii realistico. Se ogni giorno ci fosse davvero da chiedersi scusa vuol dire che c'è costantemente qualcosa che non va. Non ti lasciare trasportare dalla mitologia, dall'eroismo e dagli slanci della mentalità sul perdono perché un rapporto fatto davvero do problemi costanti è malato, malsano, nevrotico.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  11. #461
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,052
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    C'è la scappatoia: E l'uomo la prende. Quel "certe volte" è diventato ahimè una prassi. Appena c'è da soffrire un po', si dice "E' finita" e si va dall'avvocato. I Figli? Evvabbè....faremo un po' per uno.
    Ma sai invece quanto ti strascichi quel po' di sofferenza per poi arrivare a concludere? Se continui a vedere gli altri che in tre secondi si dicono ciao, fai solo figuraccia tu e non rendi giustizia ai problemi delle persone e delle famiglie. Non viviamo tutti dalla D'Urso e su novella 3000.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  12. #462
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,869
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    ...e allora continuerà lo stillicidio. La fuga dei Padri a calcetto. Sempre più svuotati dell'autorità che compete loro.

    "Rapporto padri-figli.
    Sono spesso infantili, distratti. Resi incapaci di autorità da una società che per decenni ha osteggiato il modello del pater familias e da quelle donne che prendono il loro posto. Così oggi agli uomini spetta un compito più gravoso che mai: educare con equilibrio i figli all’autonomia, senza perdersi. Spesso, in casa, ci sono cromosomicamente, ma non realmente. I padri hanno assorbito un complesso di nullità che, di fatto, li porta a rinunciare a qualsiasi tipo di ruolo educativo".
    (Notare: Panorama, rivista ultralaica. Non Famiglia Cristiana)
    Panorama è una rivista conservatrice, pubblicata da Berlusconi per il suo pubblico d'elezione;

    ad ogni modo, come per il coraggio di don Abbondio, se uno non ha autorevolezza, non se la può dare;

    la stupidità - intesa, per abbindolare i gonzi - della citazione che riporti consiste nell'attribuire una personalità autonoma alla "società", la quale per decenni avrebbe osteggiato il modello del pater familias, quando quella società è proprio l'insieme di tutti quegli individui oramai inadatti per un'infinità di motivi ad interpretare quel ruolo;

    un cretino o un insicuro che alza la voce è solo un cretino o un insicuro ancora più ridicolo e palese nella sua nullità; e se gli dai i baffi da caporale diventa solo più odioso e in predicato di prendersi un calcio nel culo molto presto;

    le idee e i valori non si calano dall'alto, perché tu, un papa o un fine pensatore li ritengono adeguati; vengono dall'esperienza di vita che viene trasmessa in modo convincente, che suggerisce l'emulazione spontanea;
    l'equilibrio di una persona non si può trasmettere per declamazione di una norma di comportamento contraddetta dal sentimento e dalle sue manifestazioni;
    quei ruoli che piacciono a te sono stati abbandonati perché si sono dimostrati inefficaci, insensati e poi dannosi, controproducenti; per questo l'insieme degli individui che compongono la società in maggioranza non ci crede, persino quando pensa di propagandarli, esattamente come te;

    sembri non renderti conto che con le tue perorazioni ingenue dell'autorità paternale sei il miglior propagandista contrario, perché rendi palese la debolezza di un'argomentazione così superficiale:
    qualunque persona dotata di buon senso capisce che l'autorevolezza è una prerogativa della persona, per via della sua intelligenza, esperienza, equilibrio, capacità di rappresentare un modello convincente, e che nessuna vera leadership o ruolo si può assegnare d'ufficio, perché lo dice qualcuno;
    più tu gridi questa "assenza", più rendi manifesta la mancanza di quelle prerogative che costituiscono il presupposto dell'autorevolezza, perché chi esprime qualcosa di valido è già autonomamente testimone onesto di quel valore, e non ha certo bisogno di enunciarlo a parole, predicarlo.
    c' del lardo in Garfagnana

  13. #463
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,516
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Ok, allora anche Papa Francesco è un nazista. Ne prendo atto.

    La famiglia è una sola. Il matrimonio «non è una lotteria», esordisce il Papa mettendo in guardia dalla «superficialità» sul «dono più grande che Dio ha dato all’umanità». «Oggi – fa dolore dirlo – si parla di famiglie diversificate, di diversi tipi di famiglie», il grido d’allarme di Francesco: ma la famiglia immagine di Dio, uomo e donna, è una sola».
    «Può darsi che l’uomo e la donna non siano credenti, ma se si amano e si uniscono in matrimonio sono immagine e somiglianza di Dio, benché non credano»
    Nel matrimonio, «un’altra cosa che aiuta tanto è la pazienza», assicura il Papa: «Ci sono nella vita situazioni di crisi forte, crisi brutte, dove arrivano anche tempi di infedeltà». «Quando non si può risolvere il problema in quel momento», per Francesco bisogna fare ricorso a «quella pazienza dell’amore che aspetta, che aspetta». L’esempio citato è quello di «tante donne che nel silenzio hanno aspettato guardando da un’altra parte, aspettando che il marito tornasse alla fedeltà: e questo è santità. La santità che perdona tutto perché ama». Nel matrimonio, insomma, ci vuole «molta pazienza l’uno dell’altra»: quando uno è nervoso e grida, non si risponde con un altro grido. «Stare zitto, lasciar passare la tempesta e al momento opportuno parlarne», il consiglio del Papa, che ha ricordato ancora una volta le «tre parole magiche, ma importanti nel matrimonio»: permesso, grazie e scusa.

    https://www.toscanaoggi.it/Vita-Chie...lia-e-una-sola
    La santità della moglie bisogna guadagnarsela, mica tutti se la meritano. Predicare la pazienza e il perdono di tutto non è giusto, bisogna vedere di che si tratta, se no che li abbiamo inventati a fare i giudici?
    Pensa se Cona ti legasse a una sedia e ti torturasse per divertimento ogni sera dopo cena? Dovrebbe essere punita o meriterebbe la tua santità? Oddio magari è il tuo genere, chissà
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  14. #464
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,516
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    La Chiesa non è chiamata a "modernizzarsi" come dice Dark. Ma ad essere coerente con gli insegnamenti del Vangelo. Il Magistero di Papa Francesco è tutto rivolto in quella direzione. Se mi date il permesso, posterei alla vostra attenzione tutto quello che in questi 6 anni il Santo Padre ha detto a proposito di Amore, sentimenti, promesse Matrimoniali, fidanzamento, tutela e salvaguardia dei Bambini, Sessualità e quant'altro. Leggero' il vostro via libera o il vostro altolà martedì mattina.
    Mah, da un lato credo che se la Chiesa non riuscirà ad attualizzarsi non avrà ancora lunga vita, dall'altro se lo farà nel modo sbagliato il risultato sarà lo stesso. Gli insegnamenti pensati per una società di millenni fa non possono andare bene ancora oggi, no? Sarebbe come pretendere di far usare ancora le tavolette di cera a scuola agli studenti.
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  15. #465
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,052
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    ...e allora continuerà lo stillicidio. La fuga dei Padri a calcetto. Sempre più svuotati dell'autorità che compete loro.

    "Rapporto padri-figli.
    Sono spesso infantili, distratti. Resi incapaci di autorità da una società che per decenni ha osteggiato il modello del pater familias e da quelle donne che prendono il loro posto. Così oggi agli uomini spetta un compito più gravoso che mai: educare con equilibrio i figli all’autonomia, senza perdersi. Spesso, in casa, ci sono cromosomicamente, ma non realmente. I padri hanno assorbito un complesso di nullità che, di fatto, li porta a rinunciare a qualsiasi tipo di ruolo educativo".

    https://www.panorama.it/societa/rapp...-di-padre-sei/

    (Notare: Panorama, rivista ultralaica. Non Famiglia Cristiana)
    Perché dare, in un certo senso, la colpa alle donne se siete fatti a bischero voi?
    Non penso questo ma se il " bug" in un certo senso è vostro, provvedete diversamente. Non è con la pezza dei ruoli e dei carismi, del mettere in gabbia le donne che tutto torna a posto.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •