Pagina 32 di 35 PrimaPrima ... 22 28 29 30 31 32 33 34 35 UltimaUltima
Risultati da 466 a 480 di 517

Discussione: A proposito di carsimi...

  1. #466
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    4,747
    Beh, un modo come un altro per significare che si e' incapaci di farsi strada, o essere considerati riferimenti validi e si chiede agli altri di farti largo e retrocedere cedendoti il piedistallo.
    Che poi pure la statua a Pasquino piuttosto che a pulcinella non si e' data gratis per assenza del competitori.

    Come si e' detto autorevoli si e', per caratteristiche e meriti comprovati, non per diritto divino autoproclamato.

  2. #467
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,196
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    E' questa la contraddizione Crep!!! Te pensi di essere seguace, di Gesù Cristo. Che sul Matrimonio è stato cristallino come acqua di sorgente. E scambi il compromesso al ribasso che avete scelto, con la Felicità. E' incredibile che tu non te ne accorga. Ti basta che non ti rompano i testicoli. E' questo che ti chiede il Signore? Tutto qui?
    Evidentemente non hai capito un piffero, per essere delicati, se parli di testicoli e basta.
    Detto da credente a credente: ho lasciato tutto per provare ciò che è scritto nel Vangelo.
    Tra l'altro non siamo esposti, né mia moglie né io, ad adulterio in quanto ambedue stiamo bene da soli.
    La felicità è la miglior condizione che ci sia tra le tante disponibili.
    E poi parli tu, novello Agostino, che prima di convertirti hai fatto quel che ti è parso e piaciuto; che poi rinneghi; è come se rinnegassi una parte di te, e non credo sia salutare per l'integrità dell'essere; tu sei divenuto a Cristo, io ci sono sempre stato.
    E questa è una notevole differenza.

  3. #468
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,196
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    C'è la scappatoia: E l'uomo la prende. Quel "certe volte" è diventato ahimè una prassi. Appena c'è da soffrire un po', si dice "E' finita" e si va dall'avvocato. I Figli? Evvabbè....faremo un po' per uno.
    Questo è un modo di ragionare terra a terra, e neanche buona; i comportamenti delle persone non dipendono da ciò che si trovano a fare ma da ciò che sono.
    Con questo tuo modo di parlare offendi le brave persone che amano ancora il proprio partner come se stessi ed i proprio figli più di se stessi.
    Evidentemente quelli che giocano a palla con i figli lo fanno perché così è il loro carattere; questo passi, ma non può passare che una persona come te, che si reputa credente, consideri così male il proprio prossimo.

  4. #469
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    Ma lasciali giocare in pace a calcetto, questi padri. E che le madri escano in pace con le amiche, o vadano a fare tutto quello che a loro piace. Che ognuno si faccia una propria vita indipendente, oltre a quella che fanno col partner. Tu non vai forse allo stadio ogni domenica? Ma che ben vengano queste fughe. Tutti ne hanno bisogno per vivere la famiglia in modo più sereno.
    Ahahahahahahahaha non è questo. Non hai letto, Laura. I nostri Figli hanno bisogno di noi, di parlare con noi, relazionarsi con noi, ricevere input educativi in grado di orientarli nella Vita. Bombardàti come sono da ogni tipo di messaggio e inculturazione....
    Uscire con le amiche o andare a calcetto và benissimo! A patto che non si trasformi in una scappatoia. Prima vengono cose molto più serie e importanti. Oggetto di libri, saggi e pubblicazioni. Alcune delle quali son state postate in queste pagine. Quando qualcuno di questi scrittori parla del padre come di un assente inaccettabile, parla di questa fuga, di questi alibi che ci creiamo pur di non soffrire educando. Educare equivale a soffrire. Soffrire per un Figlio. Dicendogli anche dei NO.
    Sere fa siamo andati a prendere dei ciclostile a casa di un amico tipografo, con gli orari delle funzioni religiose della Settimana Santa da distribuire poi in parrocchia. Era l'ora di cena. A tavola c'erano suo padre, sua madre e altre 2 sue sorelle. Mangiavano e clikkavano tutti e 4 sui loro smartphone. Un'immagine tristissima, guarda! Ma come si fa? Ma non è solo a sera, a tavola, che coi ritmi moderni la Famiglia può riunirsi e parlare? Invece l'impressione era quella di 4 isole. 4 isole diverse e separate. Ognuna per conto suo, con un mondo suo.....
    amate i vostri nemici

  5. #470
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da meogatto Visualizza Messaggio
    Beh, un modo come un altro per significare che si e' incapaci di farsi strada, o essere considerati riferimenti validi e si chiede agli altri di farti largo e retrocedere cedendoti il piedistallo.
    Che poi pure la statua a Pasquino piuttosto che a pulcinella non si e' data gratis per assenza del competitori.

    Come si e' detto autorevoli si e', per caratteristiche e meriti comprovati, non per diritto divino autoproclamato.
    No, certo. Ma Uomo e Donna (Padri e Madri) sono diversi. Hanno sensibilità diverse. Modi di vedere e di approcciarsi alle cose, differenti. Serve questo ai nostri Figli: Confrontarsi con l'Universo maschile e con quello femminile. Così da crescere con equilibrio e rettitudine. Per un problema dunque, è meglio che sia il Padre a parlare. Per un altro problema, meglio sia la Madre....
    amate i vostri nemici

  6. #471
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Evidentemente non hai capito un piffero, per essere delicati, se parli di testicoli e basta.
    Detto da credente a credente: ho lasciato tutto per provare ciò che è scritto nel Vangelo.
    Tra l'altro non siamo esposti, né mia moglie né io, ad adulterio in quanto ambedue stiamo bene da soli.
    La felicità è la miglior condizione che ci sia tra le tante disponibili.
    E poi parli tu, novello Agostino, che prima di convertirti hai fatto quel che ti è parso e piaciuto; che poi rinneghi; è come se rinnegassi una parte di te, e non credo sia salutare per l'integrità dell'essere; tu sei divenuto a Cristo, io ci sono sempre stato.
    E questa è una notevole differenza.
    "Non è bene che l'uomo sia solo. Voglio fargli un aiuto che gli sia simile...." (Genesi 1)
    "Per questo l'Uomo abbandonerà suo padre e sua madre. E si unirà a sua moglie. E i due saranno una carne sola...."

    Va bene Crepuscolo. Se te pensi e credi di essere felice e che stai vivendo il Vangelo....io mi ritiro in buon ordine.
    Ciao.
    amate i vostri nemici

  7. #472
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    perché, qualcuno ti impedisce di seguire quelle parole ? faranno testo per te e per chi vuole adottare quell'interpretazione;

    poi però dovresti spiegare come si coniuga amare il prossimo come se stessi, col volerlo trattenere contro la sua volontà, o persino col sacrificare la propria alla sua, che diventerebbe più di se stessi;
    se ci fosse una Corte, una cassazione evangelica - di fatto l'insieme delle chiese cristiane - si dovrebbe concludere che il precetto, come molti altri, è inefficace per palese contraddizione con lo spirito generale del testo;

    resta che non puoi comunque porre il Vangelo a legge universale, visto che 4/5 del pianeta lo ignorano e anche chi lo segue è diviso sulla questione;

    ovvio che se continui a presentare come "legge" una tua credenza, che è solo un'opinione, di cosa sia "bene", non ti tornano i conti quando le opinioni sono divergenti, e la tua vale quanto quella di un altro, a cui "Dio" può consentire il divorzio, di avere quattro o più mogli, ecc...
    Stiamo a poco a poco arrivando proprio al nòcciolo, della questione: Perchè questa Società è malata? Perchè ha chiuso il Cielo. Perchè non vuol più credere che Dio esista. Che la Sua, sia una Parola di Vita. Vogliamo fare da soli. Decidere da soli. Dirlo noi, cos'è Bene e cos'è Male. Essere noi, in fondo, dio della nostra Vita.
    Allora? Torniamo allo Stato confessionale? Nient'affatto! Rendiamo lo Stato più UMANO. Più ETICO. Torniamo ai princìpi-base della nostra stupenda COSTITUZIONE.
    amate i vostri nemici

  8. #473
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    4,747
    La costituzione enuncia principi ideali elaborati da un gruppo che non andava a realizzarli nel concreto.
    concreto che poi fa collidere l'auspicio ideale con la limitatezza delle risorse materiali che rendono l'ideale cosa fatta o fattibile, in particolare cio' si pone per le risorse italiane particolarmente scarse.

  9. #474
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,869
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Stiamo a poco a poco arrivando proprio al nòcciolo, della questione: Perchè questa Società è malata? Perchè ha chiuso il Cielo. Perchè non vuol più credere che Dio esista. Che la Sua, sia una Parola di Vita. Vogliamo fare da soli. Decidere da soli. Dirlo noi, cos'è Bene e cos'è Male. Essere noi, in fondo, dio della nostra Vita.
    Allora? Torniamo allo Stato confessionale? Nient'affatto! Rendiamo lo Stato più UMANO. Più ETICO. Torniamo ai princìpi-base della nostra stupenda COSTITUZIONE.
    principi che pare tu abbia del tutto frainteso;
    lo stato "etico" è stato bocciato proprio in quanto disumano, nel suo tentativo di attribuire fini sostituendosi alla coscienza delle persone;

    tu insisti con la società "malata", ma è una sciocchezza; come dire che la Chiesa ora è "malata" perché emergono gli scandali di pedofilia, che prima venivano occultati alla cronaca;

    quando eleggi una o l'altra fede e dottrina a parola di Dio, fai comunque da te, per tuo arbitrio, almeno agli occhi di altri; sei arbitrario se non mangi l'agnello a Pasqua, se non fai circoncidere i figli, se mandi in giro tua moglie o tua figlia vestita in un certo modo, se bevi il vov, ecc...

    in una società pluralista, dove convivono religioni diverse e confessioni diverse nell'ambito della stessa religione, nonché una morale laica altrettanto vincolante di quelle religiose, è una stupidaggine in termini logici invocare "Dio", laddove ognuno vi appoggia precetti diversi;

    l'esperienza storica - e la cronaca - ci dice, al contrario, che in questi casi "Dio" serve solo a rendere più intransigenti ed aumentare la violenza dei conflitti; senza "Dio" difficilmente qualcuno si fa schiantare con un aereo su un grattacielo, o esplodere in una stazione della metro.
    c' del lardo in Garfagnana

  10. #475
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,869
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Ahahahahahahahaha non è questo. Non hai letto, Laura. I nostri Figli hanno bisogno di noi, di parlare con noi, relazionarsi con noi, ricevere input educativi in grado di orientarli nella Vita. Bombardàti come sono da ogni tipo di messaggio e inculturazione....
    Uscire con le amiche o andare a calcetto và benissimo! A patto che non si trasformi in una scappatoia. Prima vengono cose molto più serie e importanti. Oggetto di libri, saggi e pubblicazioni. Alcune delle quali son state postate in queste pagine. Quando qualcuno di questi scrittori parla del padre come di un assente inaccettabile, parla di questa fuga, di questi alibi che ci creiamo pur di non soffrire educando. Educare equivale a soffrire. Soffrire per un Figlio. Dicendogli anche dei NO.
    Sere fa siamo andati a prendere dei ciclostile a casa di un amico tipografo, con gli orari delle funzioni religiose della Settimana Santa da distribuire poi in parrocchia. Era l'ora di cena. A tavola c'erano suo padre, sua madre e altre 2 sue sorelle. Mangiavano e clikkavano tutti e 4 sui loro smartphone. Un'immagine tristissima, guarda! Ma come si fa? Ma non è solo a sera, a tavola, che coi ritmi moderni la Famiglia può riunirsi e parlare? Invece l'impressione era quella di 4 isole. 4 isole diverse e separate. Ognuna per conto suo, con un mondo suo.....
    vedi, tu trovi triste l'effetto, ma attribuisci la causa a qualcosa di "estraneo" a quella famiglia, mentre si tratta della condizione fisiologica di quella, che rimuovi:

    siamo individui, e ci sta che non si parli per aver già sperimentato l'inconciliabilità, la differenza di prospettive; a volte non si vuole offendere, litigare, perché è inutile e si è sperimentato che ognuno dice cose solo per affermare la propria identità, "farsi sentire";
    del resto, la famiglia non si sceglie; il coniuge, in parte sì, ma si cambia;
    se perori la capacità di soffrire, devi accettare anche questo, e cioè che per i famigliari tu sia un mero accidente, persino un estraneo, e soprattutto se sei arroccato sulle tue idee o se pretendi di essere riconosciuto per un ruolo ed un'autorevolezza che non si sostanzia da sola; se un figlio non chiede e non ti racconta i fatti suoi, è un problema tuo, non suo.
    c' del lardo in Garfagnana

  11. #476
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,052
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Stiamo a poco a poco arrivando proprio al nòcciolo, della questione: Perchè questa Società è malata? Perchè ha chiuso il Cielo. Perchè non vuol più credere che Dio esista. Che la Sua, sia una Parola di Vita. Vogliamo fare da soli. Decidere da soli. Dirlo noi, cos'è Bene e cos'è Male. Essere noi, in fondo, dio della nostra Vita.
    Allora? Torniamo allo Stato confessionale? Nient'affatto! Rendiamo lo Stato più UMANO. Più ETICO. Torniamo ai princìpi-base della nostra stupenda COSTITUZIONE.
    Bene a male che decidi anche tu, a cominciare dalla gestione familiare, attaccandoti, per rafforzare le tue fisime, pure alla psicologia, che capisci o distorci a modo tuo.
    Secoli di gente che ha spacciato per vere norme venute dall'alto dei cieli, ognuno col "cielo" visto a modo suo.
    Ma è tutta farina del nostro sacco.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  12. #477
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,196
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    "Non è bene che l'uomo sia solo. Voglio fargli un aiuto che gli sia simile...." (Genesi 1)
    "Per questo l'Uomo abbandonerà suo padre e sua madre. E si unirà a sua moglie. E i due saranno una carne sola...."

    Va bene Crepuscolo. Se te pensi e credi di essere felice e che stai vivendo il Vangelo....io mi ritiro in buon ordine.
    Ciao.
    Puoi anche rimanere.

  13. #478
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    47,148
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Ahahahahahahahaha non è questo. Non hai letto, Laura. I nostri Figli hanno bisogno di noi, di parlare con noi, relazionarsi con noi, ricevere input educativi in grado di orientarli nella Vita. Bombardàti come sono da ogni tipo di messaggio e inculturazione....
    Uscire con le amiche o andare a calcetto và benissimo! A patto che non si trasformi in una scappatoia. Prima vengono cose molto più serie e importanti. Oggetto di libri, saggi e pubblicazioni. Alcune delle quali son state postate in queste pagine. Quando qualcuno di questi scrittori parla del padre come di un assente inaccettabile, parla di questa fuga, di questi alibi che ci creiamo pur di non soffrire educando. Educare equivale a soffrire. Soffrire per un Figlio. Dicendogli anche dei NO.
    Sere fa siamo andati a prendere dei ciclostile a casa di un amico tipografo, con gli orari delle funzioni religiose della Settimana Santa da distribuire poi in parrocchia. Era l'ora di cena. A tavola c'erano suo padre, sua madre e altre 2 sue sorelle. Mangiavano e clikkavano tutti e 4 sui loro smartphone. Un'immagine tristissima, guarda! Ma come si fa? Ma non è solo a sera, a tavola, che coi ritmi moderni la Famiglia può riunirsi e parlare? Invece l'impressione era quella di 4 isole. 4 isole diverse e separate. Ognuna per conto suo, con un mondo suo.....
    Si vabbé questa è una questione di educazione... Il cellulare a tavola non si può vedere proprio! Su quello concordo. Ma non c'entra nulla con i ruoli di padre e di madre. Li sono i genitori in generale ad essere assenti.
    Ho un'amica che sistematicamente quando sgrida il figlio per qualcosa viene ripresa dal marito che le dice "Ma lasciagli fare quello che vuole". Come vedi non è che sia il padre o la madre a dover dare le linee educative. Basta un qualsiasi genitore di buon senso. Peccato che siano sempre meno frequenti.
    Membro del consiglio degli admin
    Corresponsabile dei rapporti con l'utenza
    Moderatore Salute, alimentazione, omeopatia
    Moderatore Chalet delle Rose


    Tempus fugit

    Salmone inside


    Ci sono novit�, ci sono notti che per niente al mondo perderei... e la curiosit�, e quello che ci porter�...

  14. #479
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da meogatto Visualizza Messaggio
    La costituzione enuncia principi ideali elaborati da un gruppo che non andava a realizzarli nel concreto.
    concreto che poi fa collidere l'auspicio ideale con la limitatezza delle risorse materiali che rendono l'ideale cosa fatta o fattibile, in particolare cio' si pone per le risorse italiane particolarmente scarse.
    Sei sicuro? Sei proprio sicuro di questo, Meogatto? C'era da ricostruire l'Italia. Che dopo la guerra era ridotta a un cumulo di macerie. Materiali ed esistenziali. Quegli uomini (pace all'Anima loro) scelsero concetti-base. Chiari. Limpidi. Oserei dire primordiali. Dai quali poter ricominciare tutto...
    e fintanto che tale Costituzione orientò milioni di persone nel loro vivere concreto, la nostra è stata veramente una grande Nazione! Lascia stare il dato economico, gli anni del boom. Eravamo una grande Nazione perchè a prevalere era il senso dello Stato...il senso del Bene Comune, lo spirito solidaristico.
    Oggi è tutto rovesciato. E infatti l'Italia è un paese decadente. Un po' in tutti i settori.
    amate i vostri nemici

  15. #480
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,223
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    vedi, tu trovi triste l'effetto, ma attribuisci la causa a qualcosa di "estraneo" a quella famiglia, mentre si tratta della condizione fisiologica di quella, che rimuovi:

    siamo individui, e ci sta che non si parli per aver già sperimentato l'inconciliabilità, la differenza di prospettive; a volte non si vuole offendere, litigare, perché è inutile e si è sperimentato che ognuno dice cose solo per affermare la propria identità, "farsi sentire";
    del resto, la famiglia non si sceglie; il coniuge, in parte sì, ma si cambia;
    se perori la capacità di soffrire, devi accettare anche questo, e cioè che per i famigliari tu sia un mero accidente, persino un estraneo, e soprattutto se sei arroccato sulle tue idee o se pretendi di essere riconosciuto per un ruolo ed un'autorevolezza che non si sostanzia da sola; se un figlio non chiede e non ti racconta i fatti suoi, è un problema tuo, non suo.
    C'è da fare un lavoro enorme Axe! Abbiamo davanti uno sterminato cimitero esistenziale. Urge re-imparare ad essere Genitori e ad essere Figli. Bisogna rieducare Padri, Madri e Figli alla bellezza e alla responsabilità del loro Carisma...
    O non ne leveremo le gambe.
    amate i vostri nemici

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •