Pagina 59 di 96 PrimaPrima ... 9 49 55 56 57 58 59 60 61 62 63 69 ... UltimaUltima
Risultati da 871 a 885 di 1429

Discussione: A proposito di carsimi...

  1. #871
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,826
    Citazione Originariamente Scritto da Lilia Visualizza Messaggio
    @ Conogelato.

    Di che storia parli? C'erano gli storici allora nell'Impero di Roma
    ( Tacito, Svetonio, Valerio Flacco, Quintiliano, Seneca, ecc, ecc)
    ma nessuno parla di Pietro a Roma, e neanche Paolo che nella Lettera ai
    Rm cita tutti, pure Aquila e Prisca, ma Pietro che stava là, no.
    In ciò che ci hai fatto leggere nel link ci sono vari errori, ad es
    che Matteo ha scritto il suo Vangelo tra gli Ebrei, e quindi, in ebraico,
    e invece no, gli storici hanno detto che è stato scritto in greco, perchè
    si pubblicano tante idiozie? Credono che siamo tutti asini? Poi, è ovvio,
    non vi furono quattro persone a scrivere i Vangeli, ma delle scuole, con
    vari scribi, la scuola di Matteo, di Marco, di Luca e di Giovanni.
    Una cosa che mi dà molto fastidio, forse perchè sono romana, è questo
    chiamare Roma Babilonia, la bestia con le corna che deve essere abbattuta,
    scoppiato 'l'incendio, ecco, le profezie si avverano, ma buffoni, che
    avreste fatto senza Roma, le sue vie consolari, la sua amministrazione,
    con la discesa dei barbari avete dato luogo ai regni romano- germanici,
    retti da voi e vi siete espansi, grazie a Costantino che vi preferì agli
    ariani, essendo in minor numero. Davvero mi dà così fastidio che Roma sia
    stata maltrattata così' da voi cristian. Ma dicono, era la Roma pagana...
    Già è caduta, ora risplende dopo gli assassini perpetrati nella caccia alle
    streghe e dai tribunali dell'Inquisizione. Certo ci sono state anche brave
    persone come san Luigi Gonzaga, san Filippo Neri, la chiesa ha avuto sem
    pre questo dualismo, gli umili e gli arroganti, ma il male è molto più forte
    del bene, e la sua risonanza
    nei secoi, non si spegne, altro che perdono.
    Ciao.
    No Lilia, se il male fosse superiore al bene la Chiesa non esisterebbe più da un pezzo. Garantito! E dalla sua fondazione ad oggi 14 giugno 2019, respira coi suoi 2 polmoni: Pietro e Paolo, Paolo e Pietro.

    Pietro fu a Roma – prove storiche
    I protestanti e tra essi anche i Testimoni di Geova hanno in comune l’avversità contro la
    Chiesa di Roma, cercando ogni cavillo che possa demolirne la discendenza apostolica.
    Ai protestanti quindi preme molto dimostrare che Pietro non fu mai a Roma, visto che il
    papa si proclama successore di Pietro apostolo.
    Innanzitutto bisogna capire bene, ma non è difficile, a che cosa si riferivano nel Nuovo
    Testamento coloro che usavano il nome “Babilonia” visto che la città era stata distrutta
    secoli prima e quindi non esisteva più.
    I protestanti naturalmente asseriscono che Babilonia era la città persiana (oggi in Iraq)
    ignorando o facendo finta di ignorare la storia che prova la distruzione di Babilonia nel
    539 a.C. ad opera di Ciro II re di Persia.
    Bisogna pure conoscere la situazione dei cristiani all’interno dell’impero romano,
    sappiamo tutti infatti che i romani li perseguitavano duramente, e ne uccidevano a
    centinaia. In questo contesto la corrispondenza epistolare tra cristiani doveva avvenire in
    modo cifrato, era necessario non rivelare i luoghi nei quali erano presenti i cristiani, per
    mantenere il più a lungo possibile la vita. Questo spiega perché Pietro scrivendo da
    Roma, usasse il nome in codice “Babilonia”, che dai pagani o dai romani all’epoca non
    poteva essere associato ad una città in particolare, ma che i cristiani identificavano
    benissimo con la capitale del grande impero idolatrico, Roma. Per cui leggendo “da
    Babilonia” i destinatari delle lettere sapevano che si trattava di Roma, quindi Pietro
    nella sua prima lettera saluta proprio da Roma, stando attento a non usare questo nome
    di città, per non mettere a rischio la vita dei discepoli romani, qualora la lettera veniva
    intercettata dai soldati romani.
    “Vi ho scritto, come io ritengo, brevemente per mezzo di Silvano, fratello fedele, per
    esortarvi e attestarvi che questa è la vera grazia di Dio. In essa state saldi! Vi saluta la
    comunità che è stata eletta come voi e dimora in Babilonia; e anche Marco, mio
    figlio”(1 Pt 5,12-13)
    Luca è uno storico accurato. Se non accenna nemmeno alle peregrinazioni di Pietro fino
    alla sua ricomparsa in occasione del Concilio apostolico degli Atti 15, doveva avere
    delle buone ragioni. L'ipotesi che egli avesse perso interesse nel seguente ruolo di Pietro
    perché voleva favorire Paolo è troppo semplicistica, ed è in ogni caso contraddetta dal
    ruolo determinante che Pietro gioca negli Atti 15. E' comprensibile che Luca non voglia
    nominare il luogo (o i luoghi) dove Pietro si recò. Il motivo è lo stesso che causò
    l'omissione del nome di Pietro nel racconto di Luca e Marco (ripreso anche da Matteo)
    della mutilazione dell'orecchio del servo al Getsemani. Scrivendo mentre Pietro era
    ancora vivo, e a un alto funzionario romano, Luca vuole evitare qualsiasi cosa che possa
    compromettere l'attività dell'apostolo (che era legalmente un fuggitivo dalle autorità
    dello stato) nei confini dell'Impero romano. Luca sapeva dove era andato Pietro e dove si
    trovava nel momento in cui scriveva, ma rimase zitto. Anche Pietro cerca di essere vago
    a questo proposito, quando manda la sua prima Lettera da Roma usando lo pseudonimo "Babilonia"

    http://www.cristianicattolici.net/fi...tro-a-Roma.pdf

    Ciao, buon fine-settimana. A martedì.
    amate i vostri nemici

  2. #872
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,826
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    e su "Topolino" e l'"Intrepido" no ?
    mio nonno era il legittimo pretendente al trono d'Inghilterra ! dove sta scritto ?
    ma nel mio libro, no ? garantito, giurin giurello
    mi dici che non risulta da nessuna parte che mia bisnonna frequentasse Giorgio V e si fossero sposati in gran segreto ? eh, che ti posso dire ? ti devi fidare di me...
    alla faccia della Storia con la "S", maiuscola
    Cosa ha diviso la Storia in 2 parti, carissimo? Gesù Cristo o Topolino?
    Nel mondo e nella Storia, si è letta di più la Bibbia o l'Intrepido?
    Sulla tua carta d'identità trovi tracce della nascita di un Bambino in quel di Betlemme o trovi tracce della nascita dell'Uomo-Ragno?

    Grazie. Leggerò martedì. Esci in questo week-end. Divèrtiti. Vedi gente.
    amate i vostri nemici

  3. #873
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,826
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Allibisciti, stupisciti e costernati pure, che ce posso fa?
    Se mi dimostri che abbiamo un'anima va bene, altrimenti del cervello è l'unica certezza che abbiamo.
    E visto l'argomento trito e ritrito, sarebbe anche l'ora di smetterla, di finirla di fare il muro di gomma, no?
    Il moto di rabbia che ti ha fatto scrivere, dimmi, è uno stato d'Animo o no? Certo! Che bisogno c'è di dimostrarlo? E' lampante, no? I tuoi occhi leggono, mandano impulsi al cervello, ma prima di rispondermi c'è la mediazione interiore. E' quella che ti fa rispondere in un modo o in un altro.
    Te ami il tuo ragazzo, ok? Ma come dimostrarlo in una formula? Eppure il tuo amore esiste! Dovesse lasciarti piangeresti, proveresti tristezza. Perchè questo bisogno di "dimostrare" ciò che è evidente, Laura? Non solamente ciò che possiamo vedere o toccare, esiste. Anzi, ciò che vediamo e tocchiamo è solo una parte, dell'esistente.

    Ciao cara, a martedì.
    amate i vostri nemici

  4. #874
    ????? ???????????? L'avatar di Pazza_di_Acerra
    Data Registrazione
    09/12/09
    Località
    Sul pianeta Terra
    Messaggi
    15,041
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    .

    Innanzitutto bisogna capire bene, ma non è difficile, a che cosa si riferivano nel Nuovo
    Testamento coloro che usavano il nome “Babilonia” visto che la città era stata distrutta
    secoli prima e quindi non esisteva più.
    I protestanti naturalmente asseriscono che Babilonia era la città persiana (oggi in Iraq)
    ignorando o facendo finta di ignorare la storia che prova la distruzione di Babilonia nel
    539 a.C. ad opera di Ciro II re di Persia.
    Tu sei davvero fuori di testa...Babilonia esisteva eccome, tanto che ancora nel primo secolo a C. era stata conquistata da Mitridate II re dei Parti.
    Troppe battaglie navali fanno male...
    semel in anno licet insanire, cotidie melius

  5. #875
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,054
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Cosa ha diviso la Storia in 2 parti, carissimo? Gesù Cristo o Topolino?
    Nel mondo e nella Storia, si è letta di più la Bibbia o l'Intrepido?
    Sulla tua carta d'identità trovi tracce della nascita di un Bambino in quel di Betlemme o trovi tracce della nascita dell'Uomo-Ragno?
    ma che c'entra questa sciocchezza materialista che ripeti sempre ?

    tu hai asserito la storicità - e pure con la S maiuscola - della presenza di Pietro a Roma, e per farlo hai citato un elenco dei papi di secoli dopo, redatto dalla stessa entità che ha interesse ad avvalorare quella tesi; un po' come se un arbitro, all'invocazione del rigore, invece di guardare il VAR, chieda all'allenatore della squadra che reclama e prenda come prova la sua dichiarazione

    capisco che in Italia siamo abituati così, ma uno che veda fuori la palla di Muntari non è un tifoso, ma qualcosa di diverso...

    una circostanza storica deve essere confermata da documenti e testimonianze coeve e convergenti di soggetti non coinvolti e interessati ad avvalorare una certa tesi;

    Grazie. Leggerò martedì. Esci in questo week-end. Divèrtiti. Vedi gente.
    in mezzo alla calca e al traffico ? fossi matto; se posso, mi muovo nei feriali in mezzo alla settimana, quando non devo aspettare il corriere, come oggi...
    c' del lardo in Garfagnana

  6. #876
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,981
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Il moto di rabbia che ti ha fatto scrivere, dimmi, è uno stato d'Animo o no? Certo! Che bisogno c'è di dimostrarlo? E' lampante, no? I tuoi occhi leggono, mandano impulsi al cervello, ma prima di rispondermi c'è la mediazione interiore. E' quella che ti fa rispondere in un modo o in un altro.
    Te ami il tuo ragazzo, ok? Ma come dimostrarlo in una formula? Eppure il tuo amore esiste! Dovesse lasciarti piangeresti, proveresti tristezza. Perchè questo bisogno di "dimostrare" ciò che è evidente, Laura? Non solamente ciò che possiamo vedere o toccare, esiste. Anzi, ciò che vediamo e tocchiamo è solo una parte, dell'esistente.

    Ciao cara, a martedì.
    È che le ovaie sono rotolate e rotolate via più volte. Inutile che ti arrabbi con me o con chi risponde per il tipo di risposta.
    Fino a prova contraria i pensieri, le emozioni, la memoria, il linguaggio e l'elaborazione delle informazioni sono frutto del cervello, dei suoi neuroni, delle sinapsi e delle molecole di cui è già stato detto.
    Poi se tu non ritieni valido questo, è un tuo problema.
    La tiritera ripetuta della matematica, dei paragoni col gatto e compagnia bella, non serve a convincere e nemmeno diventa valida ripetendola all'infinito.
    Le formulette se vuoi ci sono, visto che per i neuroni si tratta di ioni e corrente elettrica, permeabilità della membrana, valori di quantità dei neurotrasmettitori.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  7. #877
    ????? ???????????? L'avatar di Pazza_di_Acerra
    Data Registrazione
    09/12/09
    Località
    Sul pianeta Terra
    Messaggi
    15,041
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    È che le ovaie sono rotolate e rotolate via più volte. Inutile che ti arrabbi con me o con chi risponde per il tipo di risposta.
    Fino a prova contraria i pensieri, le emozioni, la memoria, il linguaggio e l'elaborazione delle informazioni sono frutto del cervello, dei suoi neuroni, delle sinapsi e delle molecole di cui è già stato detto.
    Poi se tu non ritieni valido questo, è un tuo problema.
    La tiritera ripetuta della matematica, dei paragoni col gatto e compagnia bella, non serve a convincere e nemmeno diventa valida ripetendola all'infinito.
    Le formulette se vuoi ci sono, visto che per i neuroni si tratta di ioni e corrente elettrica, permeabilità della membrana, valori di quantità dei neurotrasmettitori.
    Inizio a sospettare che il problema di Cono siano proprio i neuroni...
    semel in anno licet insanire, cotidie melius

  8. #878
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,981
    Intoppi nella conduttanza
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  9. #879
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    20,196
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Il moto di rabbia che ti ha fatto scrivere, dimmi, è uno stato d'Animo o no? Certo! Che bisogno c'è di dimostrarlo? E' lampante, no? I tuoi occhi leggono, mandano impulsi al cervello, ma prima di rispondermi c'è la mediazione interiore. E' quella che ti fa rispondere in un modo o in un altro.
    Te ami il tuo ragazzo, ok? Ma come dimostrarlo in una formula? Eppure il tuo amore esiste! Dovesse lasciarti piangeresti, proveresti tristezza. Perchè questo bisogno di "dimostrare" ciò che è evidente, Laura? Non solamente ciò che possiamo vedere o toccare, esiste. Anzi, ciò che vediamo e tocchiamo è solo una parte, dell'esistente.

    Ciao cara, a martedì.
    Prima degli occhi c'è l'anima-mente

  10. #880
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    511
    Certo Pontifex significa Ponte, e con la morte di Cesare ed essendo
    caduti Bruto e Cassio, e siccome Sesto Pompeo era stato disfatto in
    Sicilia, Lepido spodestato e Antonio ucciso, al partito cesariano era
    rimasto solo Ottaviano. Questi, allora, avendo deposto il titolo di triunviro,
    cominciò a poco a poco ad accrescere la sua potenza e ad attirare
    su di sè le prerogative del senato, dei magistrati e delle leggi. Inizio'
    così la corruzione sistematica a Roma, contro la quale anche Tacito si
    scagliò ma, avendo sposato la figlia del potentissimo Giulio Agricola, il vinci-
    tore della Britannia, anche lui era nella cerchia magica del potere e di più non oso'.

  11. #881
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    20,196
    "Sembra na toppa in tun vestito roto"( forma dialettale portuale originale)
    ora i bargari si sono imbarbariti,..... o imbirbiti?, da Carlo magno in poi.

  12. #882
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    511
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    "Sembra na toppa in tun vestito roto"( forma dialettale portuale originale)
    ora i bargari si sono imbarbariti,..... o imbirbiti?, da Carlo magno in poi.
    @
    Crep.

    perchè siete tutti sgarrupati qua?

  13. #883
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    20,196
    Tratto da " El Vangelo de mi nona" dialetto anconetano; una nonna che lo legge al nipotino..
    Comunque chi sente il senso dove ve n'era un'altro io credo sia fuoristrada.....attenta ai pali
    Perché il posto è: "Religione e Spiritualità", più spirito di questo dove lo trovi?

  14. #884
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,826
    Citazione Originariamente Scritto da Pazza_di_Acerra Visualizza Messaggio
    Tu sei davvero fuori di testa...Babilonia esisteva eccome, tanto che ancora nel primo secolo a C. era stata conquistata da Mitridate II re dei Parti.
    Troppe battaglie navali fanno male...
    Pazza, dopo la conquista di Ciro Babilonia perde progressivamente importanza, fino a diventare quel cumulo di macerie descritte da Plinio il Vecchio. Il periodo in cui la regione fu sotto il dominio dei Sassanidi è quello in cui generalmente si considera la definitiva scomparsa dell'antica cultura mesopotamica. Gli scrittori dei secoli successivi parlano solo delle rovine e il fatto che esse vennero spogliate dei loro mattoni più solidi per essere utilizzati nella costruzione di edifici residenziali....
    Ma a parte questo, quale tipo di logica suggerirebbe che San Pietro vi si fosse recato? A far che? Per conto di chi? Via, se vuoi sempre essere polemica a prescindere è una cosa. Se vuoi parlare seriamente, altra.
    amate i vostri nemici

  15. #885
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,826
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    È che le ovaie sono rotolate e rotolate via più volte. Inutile che ti arrabbi con me o con chi risponde per il tipo di risposta.
    Fino a prova contraria i pensieri, le emozioni, la memoria, il linguaggio e l'elaborazione delle informazioni sono frutto del cervello, dei suoi neuroni, delle sinapsi e delle molecole di cui è già stato detto.
    Poi se tu non ritieni valido questo, è un tuo problema.
    La tiritera ripetuta della matematica, dei paragoni col gatto e compagnia bella, non serve a convincere e nemmeno diventa valida ripetendola all'infinito.
    Le formulette se vuoi ci sono, visto che per i neuroni si tratta di ioni e corrente elettrica, permeabilità della membrana, valori di quantità dei neurotrasmettitori.
    Ahahahahahahahahaha ma se fosse solo questo, l'Uomo, se rispondessimo tutti a questi meccanismi Vega, agiremmo tutti nello stesso identico modo, no? Come mai invece così non avviene? Perchè, di fronte a un avvenimento qualsiasi, Vega reagisce in un modo, Cono in un altro, Dark in un altro ancora, Meogatto nel modo opposto eccetera? Cosa c'è di decisivo fra Pensiero e Azione? Fra Cervello e Azione? Fra Mente e Azione? Cosa entra in campo oltre ai neuroni? Che cosa intendiamo quando parliamo di carattere, sensibilità, moralità, etica...coscienza dell'Uomo? E quando parliamo dello stato d'Animo? Così variabile, così volubile a seconda delle cose e dei periodi che viviamo? Davvero al tuo ragazzo non gli hai mai detto "Ti amo"? "Ti amo con tutta me stessa"? "Ti amo con tutto il mio cuore"? No?
    amate i vostri nemici

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •