Pagina 6 di 8 PrimaPrima ... 2 3 4 5 6 7 8 UltimaUltima
Risultati da 76 a 90 di 116

Discussione: E se Eva...

  1. #76
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,464
    Citazione Originariamente Scritto da Lilia Visualizza Messaggio
    @
    Ex-Eugene.

    Ma io non citavo le Scritture parola per parola, dicevo solo che Gesù è venuto a guarirci, poco prima, giusto un post più su, avevo risposto a crep che Gesù aveva affermato che non avrebbe cambiato uno iod della legge ( Legge, Dura Lex sed Lex, no?). Non so perchè tu abbia questa visione terrificante di Dio, andresti bene con Lutero e Calvino, contorti come te. Parlavo della bontà di Gesù, che c'entrava la Legge?
    c'entra che una religione qualsiasi si atteggia a legge, almeno morale;

    che senso ha richiamarsi ad uno o più testi come sacri - espressione della Volontà divina - se da questi si originano diverse dottrine morali e set diversi di precetti ?
    io ti sembro contorto, ma sto solo cercando di dirimere questa cosa, che è contorta di suo; peraltro restando sull'elementare;

    poi, per me si può anche pensare alla religione come ad una specie di confortorio para-psicanalitico o training autogeno; basta dirlo e precisare che ognuno si regola da sé e non vi sono leggi morali religiose, e che le idee morali sono tutte alla pari; ma questo è passo essenziale;

    se non espliciti, quando tu o qualcun altro dite "Gesù", qualunque interlocutore intende: una delle dottrine morali che si appoggiano sui Vangeli; sempre di qualcosa che si atteggia a precetto morale si tratta, no ?
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #77
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    1,804
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    gli estensori di quel passo non si ponevano proprio il problema, visto che non erano venuti bene a contatto col pensiero greco;

    peccato che tu non possa aver avvertito tutti quei - evidentemente - poveri idioti che da Epicuro fino a Leibniz e ai giorni nostri dibattono di teodicea, senza aver risolto il problema;
    ma saresti ancora in tempo per andare al S. Uffizio e convincere quegli alti prelati a rimuovere la dicitura contenuta nel Catechismo, per cui l'origine del male resta un mistero... chissà, magari ti danno retta.
    Io non parlerei di idioti, considerato che alle loro epoche costoro era già tanto se credevano nei testi di una religione ufficiale. Peraltro la stessa Bibbia ufficiale rimase nascosta ai credenti per secoli e secoli. Ora, però, si può attingere a tutto il sapere ed è veramente "idiota" voler continuare a parlare di misteri, quando si possono avere delle spiegazioni.
    Un altro passo specifico sul tema bene/male è quello della Brhadaranyaka Upanisad, testo induista, (I, 4 primi versi):

    Poiché egli prima che ogni cosa esistesse bruciò tutti i mali, per questo è chiamato purusa. Colui che così sa brucia chi vuol precederlo.

    Io ho già più volte spiegato che bruciare i mali significa condannarli con parole di fuoco, ancor prima che venissero all'esistenza. Anche qui, quindi, si ha una dissociazione completa di Dio dal male.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  3. #78
    Sovrana di Bellezza L'avatar di ReginaAutunno
    Data Registrazione
    01/05/19
    Messaggi
    603
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Non è che tu abbia detto molto, fa un po' scoperta dell'acqua calda. Se credete in un dio e lo mettete al vertice di tutto, della creazione, la vedo dura esonerarlo da qualunque responsabilità dell'esistenza del male.
    Inoltre è un essere che ha conoscenza del bene e del male e difatti è anche colui che ci dà delle regole. Forse sono connaturati in lui. Se gli viene attribuito pure il libero arbitrio il gioco è fatto.

    In fondo se esistono fenomeni che vengono percepiti in senso positivo e negativo e causano danni o benefici, non siamo noi uomini gli artefici delle leggi che regolano il mondo. Un batterio nocivo, un terremoto ad esempio, non possono che essere opera di chi li ha creati.
    E l'uomo allora non c'entra niente? Quando scoppiano guerre, o si creano cose orribili come gli omicidi, le violenze e tutte le cose brutte possibili e immaginabili è troppo facile dare la colpa a Dio, l'uomo ha una sua coscienza e decide da solo da che parte stare!
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa
    CLAUDIO ACHILLINI

  4. #79
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,447
    Ma la chiave di tutto, l'origine è quel dio messo a capo della creazione. Le sue creature sono state "progettate" da lui con caratteristiche che ha voluto dare e nessuno gli ha imposto nulla, nessuno lo ha obbligato a creare in un modo invece che un altro.. Quello che vien fuori non può essere attribuito solo ed esclusivamente alle sue creature, a cui vengono addossate tutte le colpe se qualcosa va storto.
    È come se tu creassi un androide nel quale vuoi riprodurre il più possibile la mente ed i comportamenti umani. Poi se questo combina qualcosa non è che puoi incazzarti esclusivamente con l'androide, l'hai voluto così.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  5. #80
    Sovrana di Bellezza L'avatar di ReginaAutunno
    Data Registrazione
    01/05/19
    Messaggi
    603
    Se vogliamo usare il termine "progettare" allora ti dico: che Dio non ha progettato il male, ma vuole sempre il bene per tutti coloro che gli credono veramente... Il male è una ribellione a Dio quando facciamo delle scelte sbagliate, il libero arbitrio è per tutto e tutti!
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa
    CLAUDIO ACHILLINI

  6. #81
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,447
    Fosse così facile. E chi giudica le scelte e ci dice cosa sia giusto e sbagliato fare? Visto che è dio che fa questo, possiamo dire che il bene ed il male siano due categorie che dio si inventa. Perfino il nostro libero arbitrio, così come quello divino a cui dovrebbe assomigliare il nostro, ci parla di un dio in cui bene e male esistono in lui oppure come forma di conoscenza. Un dio non dà certo delle regole così per fare. E nel momento in cui sorge questa necessità è perché lui sa chi e come ha creato, chi ha voluto creare. Crea lui stesso la necessità del bene e del male nella sua creazione ed il bene ed il male esistono prima della creazione con dio, forse in dio stesso, nella sua "mente", nella sua natura.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  7. #82
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    1,804
    Io rimando i nuovi forumisti alla mia discussione "Quiz per chi considera Dio corresponsabile del male", che si trova a pag. 5 del forum e si è sviluppata su 12 pag.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  8. #83
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,117
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    guarda che qui chi non distingue il "credere ad una certa cosa" e "accettarla come ipotesi" da discutere sei proprio tu;
    io posso non credere che il Sassuolo o la Fiorentina si piazzino per l'Europa League, ma se uno sostiene che la cosa è possibile, discuto con lui l'ipotesi facendo la conta dei punti disponibili; questo non significa certo che io creda possibile la cosa;
    davvero non ci arrivi ? a questo punto di alienazione dalla ragione e umiliazione dell'intelligenza ti spinge la perorazione di certe idee ? e si va di nulla...
    Sei ancora meno credibile, con codeste assurdità Axe: Come può Dio (il Creatore dell'Universo intero!) essere responsabile del Male? Del Dolore? Della Morte? Che tipo di dio hai in mente, di grazia?
    Da esterno alla Fede...da esterno alla Chiesa....pretendi di riscriverla te, la Teologia. Secoli e millenni di Teologia.
    Mi domando perchè continuo a risponderti
    Perfino Vega ammette che il suo intento è quello di contestare Chiesa e Religione. Te giochi a fare il liberale illuminato quando in realtà sei solamente un provocatore.
    amate i vostri nemici

  9. #84
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,117
    Citazione Originariamente Scritto da ReginaAutunno Visualizza Messaggio
    Se vogliamo usare il termine "progettare" allora ti dico: che Dio non ha progettato il male, ma vuole sempre il bene per tutti coloro che gli credono veramente... Il male è una ribellione a Dio quando facciamo delle scelte sbagliate, il libero arbitrio è per tutto e tutti!
    Vedi Regina, te sei entrata qui da pochi giorni ed hai capito tutto, del problema. Vega è entrata 14 anni fa e ancora brancola nel buio. Siccome non arriva a capire, non trova di meglio che dire peste e corna della Chiesa, della Religione, di Dio e di coloro che hanno Fede in Lui.
    amate i vostri nemici

  10. #85
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,447
    Cono io guarderei la trave che hai nell'occhio. Te sono anni che non sai argomentare di tuo pugno su nulla. Copia-incolla, frasi fatte, ripetizione delle tue fisime per ogni argomento.

    E come sono stati creati i fenomeni della morte, del dolore e il male in generale? Perché se c'è un unico dio creatore e progettista di tutte le cose visibili ed invisibili, a chi dobbiamo dare la colpa, al fantasma formaggino?
    Se ogni fenomeno materiale e fisico e ogni fenomeno che riguarda il trascendente così come ogni legge di causa-effetto esistono e sono stati creati da qualcuno, non può che essere dio.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  11. #86
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,464
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Sei ancora meno credibile, con codeste assurdità Axe: Come può Dio (il Creatore dell'Universo intero!) essere responsabile del Male? Del Dolore? Della Morte? Che tipo di dio hai in mente, di grazia?
    di grazia, quello che la tradizione ha modellato per tentare invano di risolvere un problema già noto ai greci, tre millenni fa: un dio trascendente, onnipotente e presciente, che dal nulla crea tutto, tutto, capito ? quindi, consapevolmente, anche ciò che produrrà il male;
    cose che chiunque sia stato a scuola e non abbia giocato a battaglia navale durante le lezioni di filosofia dovrebbe sapere;

    persino la tua stessa chiesa, nel Catechismo, ammette che l'origine del male è un mistero; che vuoi da me ?

    Da esterno alla Fede...da esterno alla Chiesa....pretendi di riscriverla te, la Teologia. Secoli e millenni di Teologia.
    io non sono esterno a nulla, visto che le azioni dei religiosi e dei credenti riguardano anche me, producono conseguenze sulla vita civile;

    i preti non sono "esterni" al matrimonio e a tanti aspetti della vita ? eppure si adoperano per regolarli...
    posto che la tua chiesa è solo una frazione della religione nel mondo e dovresti esserti accorto che esistono anche gli altri, che in nome di Dio si sentirebbero legittimati a fare arrosto anche te;

    Mi domando perchè continuo a risponderti
    Perfino Vega ammette che il suo intento è quello di contestare Chiesa e Religione. Te giochi a fare il liberale illuminato quando in realtà sei solamente un provocatore.
    vedi, tu sei addestrato a rispondere alle ingenue obiezioni ateiste, tipo quelle di Vega, e vorresti interlocutori di questo tipo;
    la mie sono molto diverse, e questo genera frustrazione e dispetto; ma non è colpa mia;

    tu persegui l'ignoranza come stile di vita, mi incolpi di far presenti cose che si studiano a scuola e che hai deciso di ignorare; se tu usassi un centesimo del tempo che impieghi per intonare i tuoi cori da tifoso della curva sagrestia per documentarti un pochino, e magari cercassi informazioni alla voce "teodicea", constateresti che il problema che semplicemente riporto è stato sollevato da millenni - direttamente e indirettamente, via questione Libero arbitrio - da tanti uomini di chiesa, inclusi lo stesso Paolo, Agostino, Lutero e molti altri;

    le tue aggressioni in sé farebbero sorridere, da quanto sono autolesioniste; il tuo modo di discutere alla Willy il coyote che accende la miccia della dinamite su cui è seduto potrebbero indurre persino a tenerezza; ma dispiace vedere un adulto buttare nel cesso l'intelligenza che il suo dio gli avrebbe dato per collezionare figure di palta, in cui l'ignoranza pervicace conduce all'aggressione fanatica, fino a ridicolizzare se stesso.
    c' del lardo in Garfagnana

  12. #87
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,447
    Ma a cono infastidiscono e frustrano un po' tutti ed un pò tutti discorsi che minano il suo dio, il suo credo, ingenui, ateistici o colti che siano.
    Basta fare "pé" che entra nella modalità nota a ciascuno.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  13. #88
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,664
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    c'entra se descrivi un dio con le prerogative sedimentate nella tradizione, in particolare di quella scolastica;
    certo che se sei disposto a descrivere un altro dio, cambia tutto;
    Premesso che Dio è sempre quello, ovunque lo si identifichi, casomai siamo noi che non lo intendiamo.
    Quindi come in fisica son benvenute nuove ipotesi che sostituiscano le vecchie obsolete, anche in religione succede; nell'esempio in oggetto quella che del soffio iniziale che poi si condensa all'aria che c'era prima di noi è un'ipotesi come un altra.
    Certo che cambia tutto, ma dipende quanto uno/a si voglia far strapazzare il cervello da idee filosofiche.

  14. #89
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,464
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Premesso che Dio è sempre quello, ovunque lo si identifichi, casomai siamo noi che non lo intendiamo.
    ...
    Certo che cambia tutto, ma dipende quanto uno/a si voglia far strapazzare il cervello da idee filosofiche.
    capisco, ma se parti dalla tesi: non lo intendiamo, devi anche escludere che qualcuno parli o postuli in Suo nome o in nome di intermediari, vale lo stesso;
    che però è quanto accade; delle due, l'una:
    o si suppone un sistema divino, con tanto di prescrizioni, che hanno da esser coerenti, e allora si giustifica un magistero di sapienti che spigano, amministrano, ma esposti a confutazione;
    oppure si nega la comprensibilità tout-court e ci si astiene - tutti - dal postulare cose;

    ma non che Dio lo capisco io, ma di fronte alle tue obiezioni sulla contraddittorietà del sistema che postulo, ti rispondo: come pretendi di capire Dio ? così so bòni tutti...
    c' del lardo in Garfagnana

  15. #90
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,664
    Se parlo di ipotesi ovviamente la tesi è come l'uomo abbia gestito, come creatura superiore, ciò che aveva in gestione ed è abbastanza semplice fare un calcolo ad occhio e croce.

    Se Dio ha creato, supponiamo, per noi terrestri, visto che non siamo marziani, e poi si è ritirato, credo sia dipeso da noi se ci rifacciamo ai testi ed anche senza consultarli ma solo osservando; comunque, il fatto, per analogia, si percepisce con la scacciata dall'Eden; la domanda da porsi quindi non è chi sia Dio, ma chi siamo noi.

    E poiché se Dio si è ritirato, l'uomo, eccetto la sua origine, si dovrebbe sentire sicuramente libero, se intendiamo la libertà come poter dir di si o di no a qualsiasi pensiero, equilibrato negli opposti, che, volendo, determini una conseguente azione, altrimenti il pensiero risulterebbe, per me, incompiuto, perché rimasto allo stato potenziale, intendendo che non ha esperienza di sé.
    Se poi Gesù, come si dice, sia venuto a completare le scritture, non significa forse che le ha chiuse definitivamente?
    Ultima modifica di crepuscolo; 09-05-2019 alle 16:04

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •