Risultati da 1 a 7 di 7

Discussione: Alito e cose simili

  1. #1
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    523

    Alito e cose simili

    Ma voi lo fate notare a un amico quando gli puzza l'alito?

  2. #2
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    536
    Non è carino, dipende dal rapporto che c'è , però allontanarsi un po', indietreggiare mentre si parla dovrebbe mettere sul chi va là e magari porsi qualche domanda.
    E' risaputo che certi alimenti influiscono sull'alitosi, come l'aglio ad esempio, c'è poco da fare o lo si mangia in due o ci vuol la maschera antigas, in mancanza o lo si fa notare o si sopporta.

  3. #3
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    523
    Sì, la questione dell'alito voleva essere solo esemplificativa. Il quesito in generale sarebbe questo: siamo disposti con un amico a critiche "costruttive" o che vorrebbero essere tali sul suo comportamento, sul suo modo di mostrarsi all'esterno? Oppure possiamo dire che "il vero amico lo riconosci da come ti mente"? (Morandotti). A volte non si tratta di ipocrisia, c'è una forma di timidezza che ci impedisce di dire tutta la verità a un amico, ma anche a un parente...

  4. #4
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    3,924
    Solo con quattro persone sono così in confidenza da poterle criticare per una cosa simile o perché sono vestite male o qualcosa del genere. Negli altri casi mi metto a debita distanza, tollero, anche se non apprezzo.

  5. #5
    Opinionista
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    328
    Una sera, rientrando a casa e specchiandomi nello specchio dell'ascensore, ho notato una piccola macchia di caffè sulla punta del naso. probabilmente era lì dalla pausa pranzo, quindi almeno cinque ore.
    Ho pensato a tutte le persone che ho incontrato e a cui ho parlato dalle 13.00 alle 18.00, ci sono rimasta male che nessuno mi abbia detto niente.

  6. #6
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    536
    Sì a volte non si osa per una forma di timidezza e poi dipende da cosa, per dire la macchia di caffè, magari anche senza essere amici, poteva essere fatta notare, non è una critica alla persona o all'aspetto, è qualcosa che può capitare a tutti.

    Le critiche sul comportamento di un amico, dipende dal rapporto che c'è come dicevo, il grado di sensibilità dell'altro magari si può far notare con un approccio gentile, diplomatico. Dipende anche se il comportamento che si va criticando danneggia o meno qualcuno, o noi che lo stiamo criticando, altrimenti ognuno è libero di comportarsi come vuole, l'amico non deve comportarsi in un certo modo per piacerci e noi dovremmo accettarlo per com'è e non per come lo vorremmo.
    Anche sul modo di mostrarsi all'esterno, criticare quello che non piace a noi o riteniamo sbagliato, c'è il rischio che l'altro non la prenda bene.

  7. #7
    Opinionista L'avatar di Kanyu
    Data Registrazione
    10/05/19
    Messaggi
    387
    La sincerità però è troppo difficile da dire e da ascoltare.
    Qui si parla di alito cattivo. Se entri in qualche metropolitana senti l'odore della vita di chi ti sta accanto, centinaia di persone. Siamo esseri umani e non siamo fatti di brezza profumata.
    Ma l'incipit è se dire la verità o meno, tante volte si può far finta di niente ma in altre conviene cavarsi il sasseto e dire davvero quello che pensi. Può essere un bene specialmente per chi ti ascolta. La prossima volta potrebbe capitare a noi.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •