Pagina 1 di 7 1 2 3 4 5 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 100

Discussione: La triade dialettica dell'amore

  1. #1
    Opinionista
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    129

    La triade dialettica dell'amore

    la triade dialettica dell’amore.

    La complementarità degli opposti di pari dignità ontologica convergono verso un’unità ontologica superiore, chiamata amore che è diversa dalle due dualità.
    Nella triade: "Uomo-Donna-Amore” l'uomo e la donna sono due ontologie opposte, ma al termine di un ideale processo di integrazione profonda, essi tendono a quell'unità superiore chiamata Amore, che non cancella la dualità, ma la esalta, cioè completa sia la virilità di lui sia la femminilità di lei. La massima dualità nella massima unità!
    Il processo amoroso per giungere all’amore di coppia ha schemi di comportamento ripetitivi pur con le variabili. Sono antichi "meccanismi" psicologici escogitati dalla natura per la continuità della specie.

    Conoscere le "regole del gioco" è importante. L’iter amoroso si basa sui segnali sensoriali, i meccanismi ormonali, l’attività psichica che si combina con la neurofisiologia e la biochimica.
    Certamente la dissezione scientifica toglie all'amore il velo di romanticismo passionale, poetico, però è un modo per comprenderlo, per capire che l’iter amoroso si svolge come un percorso ciclistico a tappe, per ognuna delle quali oggi la scienza dà la spiegazione.

    Le diverse fasi del metaforico viaggio sono caratterizzate da scansioni temporali. Il traguardo finale è simbolicamente rappresentato dall’amore di coppia, ma spesso uno od entrambi i partner scelgono di fermarsi, di non proseguire il processo amoroso.

    L’itinerario comincia con l’attrazione, che può avvenire in ambiente reale oppure virtuale: forum, chat, social network, e-mail, telefonate possono creare idealizzazioni, che poi debbono essere confermate o disconfermate durante l’incontro vis a vis.
    Se l’attrazione è reciproca, se la percezione di alcune caratteristiche esteriori (fisiche e comportamentali) riesce ad emozionare, se in entrambi c’è la volontà di conoscersi ed il contesto permette l’approccio, comincia il dialogo, che permette, se possibile, il feeling, la reciproca simpatia, ed anche di capire se la persona può interessare come amico/a o come partner.

    Se entrambi decidono di cominciare la relazione amorosa si entra nella fase della reciproca seduzione, alla quale di solito segue l’infatuazione, che è il primo livello dell’innamoramento, connesso con l’attaccamento.

    “Mi sto innamorando di te” , è la frase che di solito viene usata per dire al/alla possibile partner: “dentro di me sta nascendo l’affetto per te, forse è innamoramento, ma sei in tempo per bloccarlo oppure per darmi modo di andare avanti.” La risposta serve per capire cosa l'altro/a pensa in merito, se il sentimento è reciproco, se la relazione deve proseguire o deve essere interrotta.

    Molti giovani per timidezza od orgoglio temono di rivelare la loro infatuazione perché non sopportano la possibile sconfitta.
    La “dichiarazione” è "rischiosa", un rifiuto fa svanire i “sogni ad occhi aperti”, ma comunque vada è importante tentare… se si tace per timore si perde la possibilità di sapere.

    Innamorarsi è facile ed è un’esperienza piacevole, ma non è l’amore. L’innamoramento serve per creare le basi di un amore duraturo, ma chi resta ancorato all’utopia dello stato d’innamoramento finché vive può incontrare seri problemi nel costruire un durevole rapporto di coppia.

    Infine c’è l’amore, ma anche la possibile crisi di coppia e, purtroppo, la fine dell’amore, la separazione. che spesso lascia conseguenze psicologiche traumatiche.

    Comunque, al di là di queste fasi, valide generalmente per tutte le coppie, la complessità della vita amorosa è legata a numerose variabili: la vita adulta è frutto delle esperienze, delle relazioni con i genitori e quelle che si incontrano crescendo, del rapporto che si ha con se stessi e con il proprio corpo, del grado di autostima e di accettazione del proprio essere e della propensione ad affidarsi all’interno di una relazione.

  2. #2
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Data Registrazione
    24/03/05
    Località
    estero
    Messaggi
    14,921
    Citazione Originariamente Scritto da doxa Visualizza Messaggio
    la triade dialettica dell’amore.

    La complementarità degli opposti di pari dignità ontologica convergono verso un’unità ontologica superiore, chiamata amore che è diversa dalle due dualità.
    Nella triade: "Uomo-Donna-Amore” l'uomo e la donna sono due ontologie opposte, ma al termine di un ideale processo di integrazione profonda, essi tendono a quell'unità superiore chiamata Amore, che non cancella la dualità, ma la esalta, cioè completa sia la virilità di lui sia la femminilità di lei. La massima dualità nella massima unità!
    Il processo amoroso per giungere all’amore di coppia ha schemi di comportamento ripetitivi pur con le variabili. Sono antichi "meccanismi" psicologici escogitati dalla natura per la continuità della specie.

    Conoscere le "regole del gioco" è importante. L’iter amoroso si basa sui segnali sensoriali, i meccanismi ormonali, l’attività psichica che si combina con la neurofisiologia e la biochimica.
    Certamente la dissezione scientifica toglie all'amore il velo di romanticismo passionale, poetico, però è un modo per comprenderlo, per capire che l’iter amoroso si svolge come un percorso ciclistico a tappe, per ognuna delle quali oggi la scienza dà la spiegazione.

    Le diverse fasi del metaforico viaggio sono caratterizzate da scansioni temporali. Il traguardo finale è simbolicamente rappresentato dall’amore di coppia, ma spesso uno od entrambi i partner scelgono di fermarsi, di non proseguire il processo amoroso.

    L’itinerario comincia con l’attrazione, che può avvenire in ambiente reale oppure virtuale: forum, chat, social network, e-mail, telefonate possono creare idealizzazioni, che poi debbono essere confermate o disconfermate durante l’incontro vis a vis.
    Se l’attrazione è reciproca, se la percezione di alcune caratteristiche esteriori (fisiche e comportamentali) riesce ad emozionare, se in entrambi c’è la volontà di conoscersi ed il contesto permette l’approccio, comincia il dialogo, che permette, se possibile, il feeling, la reciproca simpatia, ed anche di capire se la persona può interessare come amico/a o come partner.

    Se entrambi decidono di cominciare la relazione amorosa si entra nella fase della reciproca seduzione, alla quale di solito segue l’infatuazione, che è il primo livello dell’innamoramento, connesso con l’attaccamento.

    “Mi sto innamorando di te” , è la frase che di solito viene usata per dire al/alla possibile partner: “dentro di me sta nascendo l’affetto per te, forse è innamoramento, ma sei in tempo per bloccarlo oppure per darmi modo di andare avanti.” La risposta serve per capire cosa l'altro/a pensa in merito, se il sentimento è reciproco, se la relazione deve proseguire o deve essere interrotta.

    Molti giovani per timidezza od orgoglio temono di rivelare la loro infatuazione perché non sopportano la possibile sconfitta.
    La “dichiarazione” è "rischiosa", un rifiuto fa svanire i “sogni ad occhi aperti”, ma comunque vada è importante tentare… se si tace per timore si perde la possibilità di sapere.

    Innamorarsi è facile ed è un’esperienza piacevole, ma non è l’amore. L’innamoramento serve per creare le basi di un amore duraturo, ma chi resta ancorato all’utopia dello stato d’innamoramento finché vive può incontrare seri problemi nel costruire un durevole rapporto di coppia.

    Infine c’è l’amore, ma anche la possibile crisi di coppia e, purtroppo, la fine dell’amore, la separazione. che spesso lascia conseguenze psicologiche traumatiche.

    Comunque, al di là di queste fasi, valide generalmente per tutte le coppie, la complessità della vita amorosa è legata a numerose variabili: la vita adulta è frutto delle esperienze, delle relazioni con i genitori e quelle che si incontrano crescendo, del rapporto che si ha con se stessi e con il proprio corpo, del grado di autostima e di accettazione del proprio essere e della propensione ad affidarsi all’interno di una relazione.
    invece i problemi seri li ha chi cerca di vivisezionare i meccanismi dell Amore come se quest´emozione fosse un animale da laboratorio..


    Innamorarsi è facile ed è un’esperienza piacevole, ma non è l’amore. L’innamoramento serve per creare le basi di un amore duraturo, ma chi resta ancorato all’utopia dello stato d’innamoramento finché vive può incontrare seri problemi nel costruire un durevole rapporto di coppia.
    due volte; duraturo e durevole in due righi
    niente;gioioso
    niente; piacevole
    niente;felice

    il mtrimonio DEVE durare fin che morte non ci separi vero?

    e quá la dice lunga chi c´é dietro a questi messaggi sublimali...
    ma con me non attacca "cara" adepta
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  3. #3
    Sovrana di Bellezza L'avatar di ReginaD'Autunno
    Data Registrazione
    01/05/19
    Messaggi
    1,113
    L'amore è anche un sentimento che sboccia all'improvviso tra due persone, e come dice un aforisma: l'amore nato di colpo è il più lungo da dimenticare...
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa
    CLAUDIO ACHILLINI

  4. #4
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    689
    Innamorarsi è facile ed è un’esperienza piacevole, ma non è l’amore. L’innamoramento serve per creare le basi di un amore duraturo, ma chi resta ancorato all’utopia dello stato d’innamoramento finché vive può incontrare seri problemi nel costruire un durevole rapporto di coppia.

    Infine c’è l’amore, ma anche la possibile crisi di coppia e, purtroppo, la fine dell’amore, la separazione. che spesso lascia conseguenze psicologiche traumatiche.

    Comunque, al di là di queste fasi, valide generalmente per tutte le coppie, la complessità della vita amorosa è legata a numerose variabili: la vita adulta è frutto delle esperienze, delle relazioni con i genitori e quelle che si incontrano crescendo, del rapporto che si ha con se stessi e con il proprio corpo, del grado di autostima e di accettazione del proprio essere e della propensione ad affidarsi all’interno di una relazione.
    Avevo letto anch'io qualcosa a proposito dei meccanismi dell'amore, spesso si tende a confondere l'innamoramento con l'amore che è qualcosa di differente. Al periodo d'innamoramento fatto di reazioni chimiche e sensazioni fisiche che sembrano attivare gli stessi circuiti cerebrali che si accendono quando si assumono stupefacenti e che quindi non può durare per sempre,segue un periodo di calo di desiderio e un ritorno alla normalità delle differenze ormonali, quindi se una coppia sta ancora insieme la naturale evoluzione è l'amore se si costruiscono le giuste basi.
    Non credo che innamorarsi sia così tanto facile o forse dipende dall'età, certo poi non è neanche facile costruire un rapporto duraturo,le crisi di coppia sono uno degli aspetti del vivere insieme e del percorso, non credo ci sia una coppia di lunga durata che non abbia avuto il suo momento di crisi, magari poi superato oppure anche no, almeno di quante ne conosco io.

  5. #5
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,605
    I momenti di crisi sono utilissimi! Una volta superati, ci si scopre più forti. Più uniti e più forti.
    amate i vostri nemici

  6. #6
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    49,246
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    I momenti di crisi sono utilissimi! Una volta superati, ci si scopre più forti. Più uniti e più forti.
    Vero, ma non è neppure detto che li si superi.
    Nel mio caso la crisi è stata estrema, visto che ha portato a una rottura, però poi anche ad un riavvicinamento.
    Un'esperienza che ha migliorato di molto il nostro essere coppia, il nostro modo di stare insieme, perché sono subentrate differenti consapevolezze.
    Però ci sono casi in cui una rottura è una rottura e basta e non vi è modo di tornare indietro.
    Qui si tratta di vivere, non di arrivare primo, e al diavolo il destino

  7. #7
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    689
    Cono se si riescono a superare le crisi è vero rendono più forti ma come detto non sempre succede, quindi non è scontato, a volte segnano la fine di una relazione o di un matrimonio, soprattutto quando non si riesce, entrambi a mettersi in discussione e si chiude il dialogo, la comunicazione, senza cercare di capire cosa si vuole veramente e se si hanno ancora obiettivi comuni, oltre che reciproci sentimenti.
    Dipende anche dalle cause, perchè il mio parere è che anche l'amore( quello di coppia) come qualunque sentimento può finire, siamo esseri umani può capitare che qualcuno s'innamori di altri, allora piuttosto che vivere una vita infelice solo per tener fede ad un impegno meglio lasciarsi.
    Così come se subentra un'incompatibilità che non si riesce a superare, liti quotidiane, meglio ognuno per la sua strada.
    Per quanto mi riguarda avrei avuto motivi per rompere definitivamente eppure mettendosi in discussione ( entrambi) anche con l'aiuto di una figura professionale esterna la crisi l'abbiamo superata ma conosco invece un'amica che al contrario chiudendosi nel mutismo, vivendo sotto lo stesso tetto ma con vite separate, ognuno faceva quello che voleva mantenendo l'apparenza di coppia perchè avevano anche un figlio e lei oltretutto temeva la reazione di lui se gli avesse chiesto di andarsene, be' alla fine dopo anni e anni la separazione e richiesta di divorzio è arrivata da parte di lui che nel frattempo aveva costruito una nuova relazione e comprato una nuova casa all'insaputa. Chi ha pagato di più per questa situazione è il figlio che segue terapia psicologica.

  8. #8
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Data Registrazione
    24/03/05
    Località
    estero
    Messaggi
    14,921
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    I momenti di crisi sono utilissimi! Una volta superati, ci si scopre più forti. Più uniti e più forti.
    allora ti auguro di avere tanti momenti di crisi cosí diventerete forti come delle rocce

    non tutti son disposti a star male per vocazione.. non tutti firmano contratti per poi essere prigionieri di cose che non possono essere cambiate..
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  9. #9
    Sovrana di Bellezza L'avatar di ReginaD'Autunno
    Data Registrazione
    01/05/19
    Messaggi
    1,113
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    I momenti di crisi sono utilissimi! Una volta superati, ci si scopre più forti. Più uniti e più forti.
    Forse è vero quello che dici, Cono ma i momenti dolorosi certe volte fanno male e basta.
    Citazione Originariamente Scritto da Misterikx Visualizza Messaggio
    allora ti auguro di avere tanti momenti di crisi cosí diventerete forti come delle rocce

    non tutti son disposti a star male per vocazione.. non tutti firmano contratti per poi essere prigionieri di cose che non possono essere cambiate..
    E se cambiassero?
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa
    CLAUDIO ACHILLINI

  10. #10
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,863
    Citazione Originariamente Scritto da Misterikx Visualizza Messaggio
    due volte; duraturo e durevole in due righi
    niente;gioioso
    niente; piacevole
    niente;felice

    il mtrimonio DEVE durare fin che morte non ci separi vero?

    e quá la dice lunga chi c´é dietro a questi messaggi sublimali...
    ma con me non attacca "cara" adepta
    vabbè, ma se non ti piace la doxa, puoi rivolgerti alla demo-scopea, un nome, un programma, molto democratico

    p.s. per i più giovani: negli anni 70 e 80, doxa e demoscopea erano le due agenzie di rilevamento statistico concorrenti che effettuavano i sondaggi elettorali e le proiezioni in giorno del voto.
    c' del lardo in Garfagnana

  11. #11
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    4,965
    Citazione Originariamente Scritto da ReginaAutunno Visualizza Messaggio
    Forse è vero quello che dici, Cono ma i momenti dolorosi certe volte fanno male e basta.

    E se cambiassero?
    Per questo nei contratti ci sono sempre le clausole di rescissione, revisione e la dizione "per volonta' di dio" per risultati disastrosi non imputabili a colpa dei contraenti.

  12. #12
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Data Registrazione
    24/03/05
    Località
    estero
    Messaggi
    14,921
    Citazione Originariamente Scritto da ReginaAutunno Visualizza Messaggio

    E se cambiassero?
    se i conflitti nascono é perché la forza naturale del cambiamento vuole esprimersi..vuole liberarsi dai vincoli della coppia o semplicemente della persona che non
    rispecchia piú le aspettative di una volta..o ancora piu semplicemente non ami piú (e tiri i remi della barca per il quieto vivere) tu che gli dici?
    "vai a confessarti dall esorcista per farti togliere le idee strampalate!"

    e si perché ormai la linea da seguire (da una coppia cattolica praticante),il patto,il dogma é quello controfirmato sull´altare ..col benestare di Dio in persona (pensa te)

    che cambiamento vuoi che faccia una coppia cattolica praticante se non il mettersi in riga!
    c´mon!

    p.s
    abbia pazienza
    leggendomi accetta la mia sgrammaticatura, non cambio!
    Ultima modifica di Misterikx; 14-06-2019 alle 23:19
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  13. #13
    Sovrana di Bellezza L'avatar di ReginaD'Autunno
    Data Registrazione
    01/05/19
    Messaggi
    1,113
    Se le cose non cambiano allora bisogna rassegnarsi alla realtà dei fatti...
    C'è chi dopo una crisi diventa più forte e chi invece non ce la fa e allora lascia perdere tutto, è una questione di decisioni!
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa
    CLAUDIO ACHILLINI

  14. #14
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    459

    Angry

    @ Doxa.

    Ho letto parecchi libri e riviste e giornali sull'amore, il più famoso
    è quello di Alberoni di circa 40 anni fa( La moglie com'era brutta mamma
    mia, sarà morta? Si chiamava Rosa Alberoni, era bionda, tutta stiracchiata male,
    la bocca storta, gli occhi storti, un sopracciglo più su e uno più giu', terrifi-
    cante...)il titolo, mi pare "Innamoramento e amore". In genere èsempre lui
    ad andare a comprare le sigarette e ascomparire ( anche se non fuma più nessuno)
    perchè lei mette su rughe, la sera è stanca e non ha voglia di fargli lo spettacoli-
    no erotico, e quindi prende la nave e se ne va.Ma ho letto che è sempre piu' fre-
    quente l'amore tra lui con 40 anni di meno e lei con 40 anni di piu' ( altro che Macron e Brigitte
    quelli sono pivelli) con rapporti sessuali compresi, e uno qualche giorno fa su qualche magazine
    di Repubblica e narrava la storia tra lei di 90 anni e lui di 40,e lei lo ama, e hanno rapporti come tutti,
    pero' a vederlo lui ha una faccia strana, leggo ed è affetto dall'Asperger, non so se con questo
    tipo di autismo
    concedano la possibilità di contrarre nozze e figliare. Se c'è invalidità totale di mente no.
    Erano veramnete brutti, tutti e due.

  15. #15
    Citazione Originariamente Scritto da doxa Visualizza Messaggio
    La complementarità degli opposti di pari dignità ontologica convergono verso un’unità ontologica superiore, chiamata amore che è diversa dalle due dualità.
    Immagino che l'obbiettivo di scrivere qualcosa é di comunicare, quindi, per prima cosa, farsi capire.
    Io (che, ammetto, sono un incolto in filosofia e tantissime altre cose. Anzi, diciamo la verità, sono incolto in tutto) non ho capito nulla. A cominciare da chi é che converge (se la complementarità degli opposti, o gli opposti) ed, ovviamente, che cos'é la dignità ontologica, e cosa é un'unità ontologica, superiore.Superiore a cosa?
    Senza polemica alcuna, ma solo per poter imparare qualcosa, puoi spiegarmi (in parole facili adatte a me) cosa volevi dire?
    Ti ringrazio e scusa il disturbo.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •