Pagina 1 di 3 1 2 3 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 39

Discussione: Richiesta di aiuto

  1. #1
    Opinionista
    Data Registrazione
    10/06/19
    Messaggi
    12

    Richiesta di aiuto

    Buonasera, mi presento perché questo è il mio primo messaggio, mi chiamò Luca e sento l’enorme necessità di parlare con qualcuno.
    Circa 4 mesi fa si concludeva una “relazione” durata circa 2 mesi.
    Ho messo “relazione” tra virgolette poiché ci siamo conosciuti ad un concerto, abitavamo distanti diversi km ma abbiamo iniziato subito a frequentarci.
    Telefonata dopo telefonata, incontro dopo incontro si è venuto a stabilire un rapporto davvero molto profondo da parte di entrambi sia da un punto di vista mentale ma sopratutto da un punto di vista fisico. Non penso di avere ricordi di essere stato così bene con una persona da... mai, probabilmente. La cosa era davvero reciproca.. non so come spiegarvelo: i suoi sguardi, le sue attenzioni, le sue telefonate, il fatto che mi chiamasse a tutte le ore per fare sesso telefonico... Ho vissuto questa breve relazione in una maniera davvero davvero davvero molto intensa, e così pareva essere anche dall’altra parte.
    Tuttavia c’è un ma. Ovviamente, altrimenti non sarei qui a disperarmi come sto facendo da ormai 4 mesi..
    Lei, donna più grande di me di 4 anni, un figlio di 11 anni e un divorzio alle spalle. Sa cosa vuole, donna in carriera che non ha mai dovuto chiedere “ba” a niente e nessuno. Una cazzo di guerriera spettacolare che si è cresciuta da sola un figlio ed e riuscita ad entrare nei vertici dell’azienda dove lavora con sacrificio e determinazione. E come se non bastasse, gnocca da paura.
    Ciò che mi colpii di lei in primis: questa autonomia ma allo stesso tempo la dolcezza e la determinazione che manifestava anche nei miei confronti quando mi faceva capire determinate cose: come ragionava, cosa voleva senza se e senza ma: il fatto che sapeva ascoltare, e che mi desiderava in una maniera assurda. Un Mix esplosivo sotto ogni punto di vista. Una donna tuttavia molto spaventata, con un matrimonio alle spalle a dir poco turbolento con un narcisista compulsivo che le ha fatto del male nei modi più ignobili e disparati.
    Manifestava in maniera piuttosto chiara un senso di “chi va la” prendendo anche mie azioni normalissime, come ad esempio staccare la suoneria del telefono quando ero con lei come una sorta di tramaccio atto a fare qualcosa di poco chiaro nei suoi confronti.
    Abbiamo avuto modo di parlare molto di queste cose che le mettevano ansia, a volte la rasserenavo, altre volte le davo il telefono per farle capire che non c’era nulla di strano e così via. E lei, sempre con quegli occhi dolci, determinati e allo stesso tempo spaventati mi sorrideva e si tranquillizzava.
    Arriva poi il giorno x. il primo e unico litigio che fece chiudere la relazione.
    Nell’arco di quei 2 mesi di frequentazione, non è mai capitato che lei venisse a casa mia. Questo perché ho sempre cercato di far sì che questa cosa non accadesse, inventandomi le scuse più disparate: una volta c’erano amici a dormire, altre volte mio fratello che aveva litigato con la compagna, altre volte ancora un mio malessere non precisato.
    Lei aveva iniziato (giustamente probabilmente) a pensare che il non farla venire da me era perché nascondessi chissà quale relazione parallela, tant’è che in quell’ultimo periodo la battuttina la faceva sempre in maniera leggera ma evidentemente preoccupata. È quindi accaduto un giorno di 4 mesi fa che io mi inventai una delle mie solite scuse, questa volta piuttosto pessima in termini di veridicità: lei si arrabbiò e mi chiese di interrompere la relazione in quanto non poteva fidarsi ne permettersi di avere accanto una persona insincera dopo tutto quello che aveva passato.
    Ho cercato di fare in modo di farle capire che non c’era nessun’altra, che si sbagliava, che era un malinteso. Tutto questo senza successo.
    Ora voi vi chiederete perché non le ho mai consentito di venire da me e perché le ho mentito in quel modo stupido.
    La verità che non le ho raccontato perché non ero in grado è che sono vedovo. Vivo nella casa dove la mia ex moglie è venuta a mancare 3 anni fa.
    Nel corso di questi 3 anni, 2 dei quali passati in psicoterapia, non ho mai consentito a nessuna donna con cui avevo una relazione (fatta solo di avventure fino a questo momento) di entrare in casa mia. Non c’è l’ho mai fatta, è più forte di me. Avrei voluto.. cazzo se avrei voluto.. ma non c’è l’ho mai fatta.
    Cosi come non c’è l’ho fatta a dirle la verità. Io so solo che abbiamo concluso la relazione con una discussione telefonica piuttosto tranquilla da entrambe le parti e io che le concludevo con: “facciamo che se mi dai un po’ di tempo cambio casa e poi ti spiegherò il perché”.. Non è servito a niente, unica sua risposta “troppo tardi”.
    Parole che mi diceva come “penso di iniziare a sentire qualcosa di profondo per te” cancellate da questa sua sfiducia nel genere maschile che fino ad ora non le ha più consentito di avere relazioni durature.
    Quindi è così che dopo un saluto vicendevole, mi sono congedato da lei definitivamente con la coda tra le gambe cercando inutilmente in tutti i modi di farle capire che davvero per lei avrei scalato le montagne.
    nulla.
    sono passati 4 mesi da allora. In questo lasso temporale ho cercato di fare chiodo schiaccia chiodo, ho avuto tre avventure e sapete cosa è accaduto? Una cosa che non mi è mai capitata prima: non riesco a tenere l’erezione. Funziono per x minuti poi senza neanche riuscire a venire mi affloscio. Praticamente continuo a pensare a lei. La visualizzo in quei momenti capite? Sento che la donna con cui sto in quel momento non riesce a darmi il piacere che mi dava lei sia da un punto di vista fisico ma sopratutto mentale. Stanotte la ho addirittura sognata dopo mesi che non accadeva, ho sognato che parlavamo e che riuscivamo ad appianare questa divergenza a quanto pare insormontabile.
    Prima di chiudere le dissi che ero disposto a trasferirmi nella sua città per farle capire che non avevo nulla da nascondere: non è servito neppure quello, la famosa “sfiducia” che lei aveva per colpa di una testa di cazzo che le ha fatto vivere situazioni di merda mi ha colpito come un treno in faccia.
    All’inizio pensavo che la situazione si sarebbe risolta in poco tempo, cioè io per la prima volta dopo 3 anni ho davvero iniziato a pensare ad una relazione seria, tuttavia vista la poca frequentazione non pensavo di rimanere così legato a lei.
    eppure è così. Sento di avere bisogno di un consiglio, di un aiuto di qualsiasi cosa. Vorrei riconquistarla, parlarle di nuovo, ho persino pensato di trasferirmi dove vive e poi farle sapere che se voleva “ora” abitavamo vicini senza se e senza ma (questa era una delle cose che la terrorizzava di più, la distanza di 100km).
    La verità è che mi sento nella merda e senza uscita. Mai mi era capitato di pensare così tanto ad una donna; la sogno, durante il lavoro fantastico su di lei, ricordo il sesso che facevamo come la cosa più spettacolare mai avuta in vita mia, con lei che mi diceva altrettanto.. poi la sua dolcezza, il suo modo di fare.. E ora questa cazzo di strana impotenza sessuale che si manifesta perché io non faccio altro che pensare a lei. Non so perche, non so perche lei, non so come mai. Ma è così. E ci sto da cani. Perché sento che eravamo davvero due metà complementari, quei colpi di fulmine che non ti aspetti ma che esistono e ti fanno capire che due persone sono destinate in qualche modo a stare insieme.
    cosa devo fare? Come devo fare? Davvero mi sembra di impazzire in determinati contesti non esce dalla mia testa ma non voglio nemmeno che esca dalla mia testa, io vorrei lei, e vorrei farle capire che è stato tutto un malinteso... potete in qualche modo aiutarmi a capire cosa fare? Va bene anche se mi rispondete “sbatti la testa contro il muro finché non la dimentichi”.
    Sto forse impazzendo? Dopo 4 mesi penserà ancora a me? Qualcosa mi dice di sì... eppure non so come muovermi...
    Ultima modifica di Luminen; 10-06-2019 alle 02:19

  2. #2
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    47,656
    Prova a scriverle. Una lettera, alla vecchia maniera. Qualcosa che debba fermarsi a leggere. Scrivile la verità, semplicemente.
    Con tutte le sue insicurezze, è chiaro che tutti le tue scuse le abbia vissute malissimo. Però non attendere troppo, se vuoi rimediare.
    Membro del consiglio degli admin
    Corresponsabile dei rapporti con l'utenza
    Moderatore Salute, alimentazione, omeopatia
    Moderatore Chalet delle Rose


    Tempus fugit

    Salmone inside


    Ci sono novit�, ci sono notti che per niente al mondo perderei... e la curiosit�, e quello che ci porter�...

  3. #3
    Opinionista
    Data Registrazione
    10/06/19
    Messaggi
    12
    Ciao Dark Lady grazie per la risposta:

    Avevo pensato anche io alla lettera vecchio stile scritta a mano, Ma non so se faccio la cosa giusta. In fondo alla mia mente, c'è quella paura che mi fa chiedere "e se si stesse frequentando con qualcun'altro?" (improbabile ma possibile) oppure "e se dovesse rispondermi in maniera glaciale e sulla difensiva come ha fatto 4 mesi fa"? o ancora "e se ridesse di me lasciandomi senza risposta?"
    Per me la situazione è molto delicata, nel senso che parlarle del perchè non le davo accesso a casa mia è una cosa molto intima che mi rende molto molto fragile, non so se riuscirei a sopportare una sua reazione distaccata nei miei confronti... Dici che dovrei aprirmi nonostante il rischio di rimanere molto ferito su una cosa per me molto importante come la memoria della mia ex moglie?

  4. #4
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    275

    Angry

    Citazione Originariamente Scritto da Luminen Visualizza Messaggio
    Ciao Dark Lady grazie per la risposta:

    Avevo pensato anche io alla lettera vecchio stile scritta a mano, Ma non so se faccio la cosa giusta. In fondo alla mia mente, c'è quella paura che mi fa chiedere "e se si stesse frequentando con qualcun'altro?" (improbabile ma possibile) oppure "e se dovesse rispondermi in maniera glaciale e sulla difensiva come ha fatto 4 mesi fa"? o ancora "e se ridesse di me lasciandomi senza risposta?"
    Per me la situazione è molto delicata, nel senso che parlarle del perchè non le davo accesso a casa mia è una cosa molto intima che mi rende molto molto fragile, non so se riuscirei a sopportare una sua reazione distaccata nei miei confronti... Dici che dovrei aprirmi nonostante il rischio di rimanere molto ferito su una cosa per me molto importante come la memoria della mia ex moglie?
    Ciao, Luminem,
    forse avrai risposte con pareri diversi.
    Dimentica questa donna, ti sei comportato in modo insicuro,
    e se ti amava, restava, si vede che non ti amava abbastanza.
    Cercatene un'altra, vai al mare, al lago, in gita, in bus, a
    lezione di tedesco, insomma trovane una nuova, sgombra la
    tua casa
    dai ricordi e falla entrare da te dopo 2 giorni per un aperitivo.
    Che scrivi epistole? Manco sai se le legge, puo' buttarle nel pri-
    mo cestino degli scarti.
    Ciao.lilia

  5. #5
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    47,656
    Citazione Originariamente Scritto da Luminen Visualizza Messaggio
    Ciao Dark Lady grazie per la risposta:

    Avevo pensato anche io alla lettera vecchio stile scritta a mano, Ma non so se faccio la cosa giusta. In fondo alla mia mente, c'è quella paura che mi fa chiedere "e se si stesse frequentando con qualcun'altro?" (improbabile ma possibile) oppure "e se dovesse rispondermi in maniera glaciale e sulla difensiva come ha fatto 4 mesi fa"? o ancora "e se ridesse di me lasciandomi senza risposta?"
    Per me la situazione è molto delicata, nel senso che parlarle del perchè non le davo accesso a casa mia è una cosa molto intima che mi rende molto molto fragile, non so se riuscirei a sopportare una sua reazione distaccata nei miei confronti... Dici che dovrei aprirmi nonostante il rischio di rimanere molto ferito su una cosa per me molto importante come la memoria della mia ex moglie?
    Dipende da quanto sei disposto a rischiare. Dopotutto che hai da perdere? L'orgoglio? E che ti importa? Lei tanto l'hai già persa. E comunque dubito che una donna potrebbe mai deriderti per una cosa del genere. Che è assolutamente comprensibile, normale e anche indice di grande sensibilità.
    Membro del consiglio degli admin
    Corresponsabile dei rapporti con l'utenza
    Moderatore Salute, alimentazione, omeopatia
    Moderatore Chalet delle Rose


    Tempus fugit

    Salmone inside


    Ci sono novit�, ci sono notti che per niente al mondo perderei... e la curiosit�, e quello che ci porter�...

  6. #6
    Opinionista
    Data Registrazione
    10/06/19
    Messaggi
    12
    Citazione Originariamente Scritto da Lilia Visualizza Messaggio
    Ciao, Luminem,
    forse avrai risposte con pareri diversi.
    Dimentica questa donna, ti sei comportato in modo insicuro,
    e se ti amava, restava, si vede che non ti amava abbastanza.
    Cercatene un'altra, vai al mare, al lago, in gita, in bus, a
    lezione di tedesco, insomma trovane una nuova, sgombra la
    tua casa
    dai ricordi e falla entrare da te dopo 2 giorni per un aperitivo.
    Che scrivi epistole? Manco sai se le legge, puo' buttarle nel pri-
    mo cestino degli scarti.
    Ciao.lilia
    E' quello che ho tentato di fare lilia: ma come posso pensare di andare avanti se, detto terra terra, non funziono bene da un punto di vista sessuale perchè l'unico pensiero che ho è lei che faceva determinate cose?
    Come si può andare avanti e avere questa problematica? L'unica risposta sensata è che evidentemente non è il momento per andare avanti. E' come se avessi lasciato la cosa a metà. L'ho gestita male? Sicuramente. Ma lei deve sapere il perchè. Non era perchè non la "amavo" (se dopo due mesi di amore si può parlare), non era perchè ero fedifrago o perchè me ne sbattevo. La motivazione era seria e ho cercato con tutte le mie forze di superarla. E non ci sono riuscito.
    Certo lei poteva aspettare/mi, ma non avendole mai spiegato nulla è alquanto pretenzioso. Sarebbe però potuta venire nella mia direzione quando le dissi "mi trasferisco se hai pazienza e poi ti spiego", questa è l'unica cosa che mi fa storcere il naso, ma che devo dirti...
    Non so se ti è mai capitato di provare, -consentimi di essere schietto in questo frangente ma devo spiegare cosa mi frulla per la testa oltre la parte emotiva- cosa vuol dire trovare qualcuno che fisicamente è una calamita. Guardarsi negli occhi e capire esattamente cosa vuole il partner, come, quando e perchè. Farlo per 5 ore filate volta dopo volta dopo volta con una foga, una passione estrema. Sentirsi al telefono più volte al giorno con lei desiderosa di essere in quei momenti ancora e ancora e ancora.
    Perchè ti sto dicendo questa cosa? Perchè il blocco sessuale con le altre donne viene anche e sopratutto da questa consapevolezza. E quando mai mi ricapita? In 40 anni mi è capitato solo 1 volta ed era con la mia ex moglie (e non sono certo uno che ha avuto poche esperienze).

    Quindi come faccio ad andare oltre se il mio corpo si rifiuta di farlo?
    Come faccio ad andare oltre se la mia mente dopo 4 mesi la pensa ancora di più che 2 mesi fa? A me sembra che più vado avanti più e peggio.... E non so perchè... Perchè è assurdo dire "perchè la amo".. Cazzo in 2 mesi vuoi amare una persona? Ma allora se non è quello come lo si definisce? C'era un intesa sessuale estrema che poi si rifletteva anche da un punto di vista mentale con gusti, modi di vivere e hobby identici..

    E come ne esco?

  7. #7
    Opinionista
    Data Registrazione
    10/06/19
    Messaggi
    12
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    Dipende da quanto sei disposto a rischiare. Dopotutto che hai da perdere? L'orgoglio? E che ti importa? Lei tanto l'hai già persa. E comunque dubito che una donna potrebbe mai deriderti per una cosa del genere. Che è assolutamente comprensibile, normale e anche indice di grande sensibilità.
    E' vero.. L'unica cosa che potrei perdere è l'orgoglio... Io dentro di me sento che devo riprovare... Tentare un ultima volta dicendole esattamente le cose come stavano.. Perchè altrimenti continuerò a vagare con questa sensazione di incompletezza ancora e ancora e ancora...

  8. #8
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    47,656
    Citazione Originariamente Scritto da Luminen Visualizza Messaggio
    E' vero.. L'unica cosa che potrei perdere è l'orgoglio... Io dentro di me sento che devo riprovare... Tentare un ultima volta dicendole esattamente le cose come stavano.. Perchè altrimenti continuerò a vagare con questa sensazione di incompletezza ancora e ancora e ancora...
    Esattamente. E non ne vale la pena. Nella vita se si vuole ottenere qualcosa bisogna rischiare. Almeno non potrai mai rimproverarti di non averci provato.
    Membro del consiglio degli admin
    Corresponsabile dei rapporti con l'utenza
    Moderatore Salute, alimentazione, omeopatia
    Moderatore Chalet delle Rose


    Tempus fugit

    Salmone inside


    Ci sono novit�, ci sono notti che per niente al mondo perderei... e la curiosit�, e quello che ci porter�...

  9. #9
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    275
    Caro Luminem,
    io ti consiglierei di tornare da un bravo analista e di sistemare il tuo attrezzo di piacere come meglio
    puoi, serve un medico qui, non uno psicologo. Dopo aver riaggiustato l'argano devi cominciare
    a pensare a te stesso, cerca di superare la scomparsa di tua moglie, chiama l'architetto, ristruttura
    la casa, e cercatene un'altra, e portala subito a casa. Come diceva Catullo: Cio' che è perso, è perso.
    Dai,su, ma ce ne stanno tante...

  10. #10
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    275

    Angry

    Caro Luminem,
    io ti consiglierei di tornare da un bravo analista e di sistemare il tuo attrezzo di piacere come meglio
    puoi, serve un medico qui, non uno psicologo. Dopo aver riaggiustato l'argano devi cominciare
    a pensare a te stesso, cerca di superare la scomparsa di tua moglie, chiama l'architetto, ristruttura
    la casa, e cercatene un'altra, e portala subito a casa. Come diceva Catullo: Cio' che è perso, è perso.
    Dai,su, ma ce ne stanno tante...

  11. #11
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,869
    Non sono in grado nè di capirti, nè di conseguenza di aiutarti: Mi sfugge il motivo che ti ha spinto a cercare altre donne e di unirti sessualmente a loro, se eri innamorato follemente di lei e solo di lei. Se nella tua mente e nel tuo cuore c'era solo lei, è chiaro che poi nell'intimità il corpo, in qualche modo, si sia ribellato...
    Se non fai chiarezza su te stesso e sui tuoi sentimenti, evita di agire. Anche se quello che ti ha suggerito Dark sembrerebbe la cosa più sensata da fare. Di sicuro, evita il chiodo scaccia chiodo. Roba falsa. Al massimo da adolescenti. Mentre te sei adulto e vaccinato dal lutto.
    Scusami.
    Ciao.
    amate i vostri nemici

  12. #12
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    11,529
    Profondamente per quanto si pensi che si possa comprendere il dolore di qualcun altro
    Non lo si comprende mai per quello che è
    Vi siete dovuti rapportare a dolori diversi, che hanno fatto di voi il vostro modo di essere e di fare
    Se vi siete piaciuti -a qualsiasi titolo che vi faccia stare bene- non ha senso non pensare di cercare quantomeno di spiegarle il reale motivo per il quale accampavi scuse, pure improbabili
    Poi sarà lei ad agire come ritiene opportuno
    Tu intanto non ti consumi in una situazione che non ti aiuta
    E poi hai conosciuto la morte
    Lascia stare l’orgoglio, di cosa poi?
    In bocca al lupo
    La vita è come la fresella
    Se è troppo tosta, sponzala
    By Casa Surace

  13. #13
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    47,656
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Non sono in grado nè di capirti, nè di conseguenza di aiutarti: Mi sfugge il motivo che ti ha spinto a cercare altre donne e di unirti sessualmente a loro, se eri innamorato follemente di lei e solo di lei. Se nella tua mente e nel tuo cuore c'era solo lei, è chiaro che poi nell'intimità il corpo, in qualche modo, si sia ribellato...
    Se non fai chiarezza su te stesso e sui tuoi sentimenti, evita di agire. Anche se quello che ti ha suggerito Dark sembrerebbe la cosa più sensata da fare. Di sicuro, evita il chiodo scaccia chiodo. Roba falsa. Al massimo da adolescenti. Mentre te sei adulto e vaccinato dal lutto.
    Scusami.
    Ciao.
    In realtà il chiodo scaccia chiodo non è una roba da adolescenti. In tantissimi lo fanno. La psicologa a suo tempo mi aveva detto che avevo fatto la scelta migliore, evitando questo atteggiamento, perché alla fine è controproducente. Ma non tutti siamo uguali e non tutti affrontiamo il dolore allo stesso modo.
    Il punto non è certo questo, ma il fatto che lui voglia trovare il modo di riavvicinarla.
    Membro del consiglio degli admin
    Corresponsabile dei rapporti con l'utenza
    Moderatore Salute, alimentazione, omeopatia
    Moderatore Chalet delle Rose


    Tempus fugit

    Salmone inside


    Ci sono novit�, ci sono notti che per niente al mondo perderei... e la curiosit�, e quello che ci porter�...

  14. #14
    Opinionista L'avatar di Kanyu
    Data Registrazione
    10/05/19
    Messaggi
    111
    Al tuo posto cercherei in qualsiasi modo di dimenticare il passato. Il passato non torna più.
    Ora è nella tua mente, certo, è una cosa ovvia, ma cercare di dimenticare in ogni modo è l'unica soluzione. Può essere l'immergersi nel lavoro, può essere una lunga serie di sedute dallo psicologo o dallo psicoterapeuta, può essere cercare un'altra donna che ti aiuti a dimenticare.
    Niente di questo è facile specialmente se la depressione ti opprime. Il male oscuro. L'unica cosa è "voler" uscire da quel pantano appiccicoso e devi volerlo assolutamente tu. L'aiuto dello specialista ci vuole comunque, sia per i problemi fisici che per quelli psichici. Fatti aiutare. Se potessi avere un confidente, una persona amica che ti sa star vicino, sarebbe importantissimo per non lasciarti andare. Qualcuno che ti ascolti.
    Poi credimi, alla fine non servono comunque tanti discorsi, bisogna lasciare le seghe mentali che ripropongono il dolore, devi costringerti ad agire con tutta la forza che hai.
    Te lo dico perchè in qualche modo ci sono passato anch'io, la mia vicenda è diversa, ma so cosa vuol dire essere soli e star male sino a non voler nemmeno più desiderare di vivere. Ma la nostra mente è più forte di quello che pensi, dentro di noi abbiamo delle risorse inimmaginabili. Non per niente l'uomo, essere che si adatta a ogni cosa, ha prevalso su ogni altra forma esistente in natura. E' il potere della mente.
    E' solo un consiglio amico Luminem, mi sento solo di dirti ancora una cosa, cerca la via più semplice senza armarti di orgoglio o di falsi sentimenti, ma soprattutto non piangerti addosso.

  15. #15
    Bah... per come la vedo io.... se questa donna ha toccato il tuo cuore, allora non ti resta altro che riconquistarla. L'unico problema è che devi donarle il cuore per intero e non solo in parte. Per quanto doloroso,
    devi metterti alle spalle il passato e guardare al futuro. Colei che hai perso sarà sempre presente in te, ma in un angolo remoto del tuo cuore, da far riaffiorare in determinati momenti di assoluta solitudine e
    riflessione, per il resto, devi dedicarti a questo nuovo amore in toto. Nessuna donna in natura è disposta a dividere un uomo con un altra, anche (e soprattutto, aggiungo) solo con il pensiero.

    Ogni persona poi è diversa dall'altra e questa donna avrà delle peculiarità che la rendono sicuramente diversa, unica... ebbene concentrati su queste peculiarità, cerca in lei cosa la rende diversa, unica e farti trasportare
    dalle emozioni... e sii in grado di dare emozioni allo stesso tempo. Per quanto ho capito, è una donna indipendente, determinata, sa ciò che vuole... dagli cosa vuole.

    In bocca al lupo.
    Bambol utente of the decade

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •