Risultati da 1 a 12 di 12

Discussione: Scacciare i demoni?

  1. #1
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    1,792

    Scacciare i demoni?

    Da "Messaggi Scelti" (vol. III):

    Caro fratello e cara sorella, {MS3 305.3}
    Recentemente, durante una visione notturna del 10 dicembre, mi sono state comunicate alcune cose che devo comunicarvi. Mi è stato mostrato che voi siete in errore. Nel vostro studio delle Scritture e delle Testimonianze siete giunti a delle conclusioni errate. L’opera del Signore sarebbe notevolmente male interpretata, se voi continuaste a lavorare come avete cominciato. Voi, infatti, date una falsa interpretazione alla Parola di Dio e alle Testimonianze scritte; di conseguenza svolgete un’opera strana, in armonia col concetto che avete del loro significato, e pensate che tutto quello che fate è alla gloria di Dio, mentre in realtà ingannate voi stessi e gli altri. {MS3 305.4}
    Sua moglie, fratello, con la parola, col canto e con delle strane esibizioni, che non sono in accordo con l’opera autentica dello Spirito Santo, contribuisce ad aprire la porta al fanatismo, fanatismo che recherebbe un grave danno alla causa di Dio, se gli dessimo spazio nella chiesa. {MS3 305.5}
    Scacciando i demoni {MS3 305.6}
    Voi avete anche immaginato di aver ricevuto il potere di scacciare i demoni. Attraverso l’influsso da voi esercitato sulla mente umana, uomini e donne sono stati indotti a credere di essere posseduti dai demoni e che il Signore vi ha designati come suoi agenti per scacciare questi spiriti malefici. {MS3 305.7}
    Mi è stato inoltre mostrato che questi errori che io sono stata costretta ad affrontare fra i credenti avventisti, dopo la crisi avvenuta nel 1844, si ripeteranno in questi ultimi giorni.
    Lettera 358, 1908. {MS3 305.8}

    Un altro tipo di possessione demoniaca {MS3 306.3}
    La notte scorsa ho ricevuto delle istruzioni per il nostro popolo. Mi sembrava di essere in una riunione, dove si rappresentava l’opera strana del fratello Mackin e di sua moglie. Sono stata informata che si trattava di un’opera simile a quella svolta ad Orrington, nello stato del Maine, e in vari altri luoghi dopo la crisi del 1844. Mi è stato chiesto di parlare con decisione contro tale fanatismo. {MS3 306.4}
    Mi fu mostrato che non era lo Spirito del Signore quello che ispirava i fratelli Mackin, ma lo stesso spirito di fanatismo che cerca sempre di penetrare nella chiesa del Rimanente. La loro applicazione della Scrittura alle loro pratiche particolari è sbagliata. L’opera che consiste nel dichiarare le persone possedute dal diavolo e poi pregare per loro, pretendendo di scacciare i demoni, è fanatismo e farà cadere nel discredito qualunque chiesa che approva tale opera. {MS3 306.5}
    Mi è stato rivelato che noi non dobbiamo incoraggiare tali dimostrazioni, ma dobbiamo proteggere il popolo, mediante risolute censure, contro quello che potrebbe macchiare il nome degli Avventisti del 7° Giorno e distruggere la fiducia del popolo nel messaggio di Verità, che loro devono presentare al mondo.
    Pacific Union Recorder - 31 dicembre, 1908. (Ristampato in Messaggi Scelti, vol. 2 p. 46) {MS3 307.1}
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  2. #2
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,638
    Il Vangelo parla varie volte di indemoniati, ma una cosa è credere che tali soggetti siano in squilibrio psicofisico, ed una cosa è pensare che dove non viene riscontrata la presenza di Dio ci sia Satana.
    E poiché tutti i cristiani si rifanno a parti del Vangelo è normale imputare di demoniaco tutto ciò che non si conosce perché non si vuole conoscere a fondo.
    E' pure evidente che la nostra anima, se tu, Arcobaleno, la intendi come io la intendo, viene strappata nella sua integrità fresca di creazione, quando Dio colloquiava internamente con l'umanità, e ancora sanguinante si ammuffisce nel nostro egoismo che, per compassione divina, Gesù chiamò Mammona perché a Lui si opponeva, che poi il Lui di Gesù è sempre l'altro, il suo ascoltatore.
    Ultima modifica di crepuscolo; 15-06-2019 alle 21:07

  3. #3
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    1,792
    Io distinguerei tra la vera e propria possessione demoniaca, che dà manifestazioni tipo quelle viste ne "L'esorcista", e il lavorare per Satana, che è altra cosa. Gesù definì figli di Satana gli scribi e i farisei che gli si opponevano.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  4. #4
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    4,961
    Ma cosi' ogni masaniello puo' affermare che chi non sposa le sue tesi lavora per satana, o piu' attuale e' un corvo, ladro e spia.

    Magari poi satanico e' proprio il masaniello di turno, o piu' realisticamente nessuno e' convincente.e semplicemente si fa gli affari suoi.

  5. #5
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    1,792
    Citazione Originariamente Scritto da meogatto Visualizza Messaggio
    Ma cosi' ogni masaniello puo' affermare che chi non sposa le sue tesi lavora per satana, o piu' attuale e' un corvo, ladro e spia.

    Magari poi satanico e' proprio il masaniello di turno, o piu' realisticamente nessuno e' convincente.e semplicemente si fa gli affari suoi.
    Ma così tutti potrebbero aver ragione. Che è la tesi sposata da Axe, con le sue storie di semafori e automobilisti. Solo in teoria tutti potrebbero aver ragione. La verità è una e dobbiamo capire qual è con gli elementi a disposizione. Quindi una e non nessuna e centomila. La scelta è individuale.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  6. #6
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    4,961
    La verita' sara' una, ma, per ora, resta fra tante altre, ciascuna affermata vera dai suoi sostenitori e la scelta fra quale sia la piu' vera fra le vere dipende dai criteri personali di chi valuta, criteri validi per lui, ma non per tutti, cosa per cui questa verita' unica resta una incognita, quantomeno fino a quando chi sostiene le diverse verita' uniche perviene ad una unica descrizione comune.

  7. #7
    Opinionista L'avatar di esterno
    Data Registrazione
    23/07/14
    Messaggi
    458
    Citazione Originariamente Scritto da meogatto Visualizza Messaggio
    -- La verita' sara' una, ma, per ora, resta fra tante altre, ciascuna affermata vera dai suoi sostenitori e la scelta fra quale sia la piu' vera fra le vere dipende dai criteri personali di chi valuta, criteri validi per lui, ma non per tutti, cosa per cui questa verita' unica resta una incognita, quantomeno fino a quando chi sostiene le diverse verita' uniche perviene ad una unica descrizione comune.



  8. #8
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,638
    Citazione Originariamente Scritto da meogatto Visualizza Messaggio
    La verita' sara' una, ma, per ora, resta fra tante altre, ciascuna affermata vera dai suoi sostenitori e la scelta fra quale sia la piu' vera fra le vere dipende dai criteri personali di chi valuta, criteri validi per lui, ma non per tutti, cosa per cui questa verita' unica resta una incognita, quantomeno fino a quando chi sostiene le diverse verita' uniche perviene ad una unica descrizione comune.
    Se un sordo, cioè uno che sente solo ciò che vuole sentire, esce dal suo isolamento e comincia a sentire anche quello che gli altri vogliono dire credo sia un bel risultato per tutti; o un un cieco che vede solo ciò che vuol vedere e non vede altro, negando così l'evidenza, tu credi che vadano lasciati a se stessi? O resi obbiettivi?
    Cosa intendi, caro meogatto, per libertà del malato?

  9. #9
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    4,961
    Trovami qualcuno, convinto di qualunque cosa,, che non accusi chi non sposa la sua opinione di essere cieco e sordo a qualcosa di oggettivo che oggettivo non e', visto il gran numero di ipotesi controverse e anche contrarie presenti nell'interpretazione della stessa "lapalissiana", per chi l'afferma, verita', incontrovertibile, sempre per lo stesso, ma controvertibile per tutti gli altri, incluso chi la condivide, ma a grandi linee.

  10. #10
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,638
    Citazione Originariamente Scritto da meogatto Visualizza Messaggio
    Trovami qualcuno, convinto di qualunque cosa,, che non accusi chi non sposa la sua opinione di essere cieco e sordo a qualcosa di oggettivo che oggettivo non e', visto il gran numero di ipotesi controverse e anche contrarie presenti nell'interpretazione della stessa "lapalissiana", per chi l'afferma, verita', incontrovertibile, sempre per lo stesso, ma controvertibile per tutti gli altri, incluso chi la condivide, ma a grandi linee.
    Certamente il metro di misura è: mi piace quello che dice? Si
    Mi piace quello che fa? Si
    Allora può andarmi anche bene.
    Ma se non mi piace quello che dice o quello che fa, essendoci oggigiorno libertà di scegliere, il tizio può andarsene tranquillamente.

  11. #11
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    4,961
    Certo, ma resta il giudizio negativo di chi dopo tanto suo predicare e fare non viene seguito che, al meglio, ti affibbia il non aver voluto sentire e vedere cio' che per lui era la vera verita' testimoniata dal suo fare, tutto buono per lui, ma con punti dubbi per tanti altri.

  12. #12
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    19,638
    Come ti dissi una volta, non è tanto il cercare, che è un gusto particolare per se stesso considerando che la nostra insaziabilità intellettuale va in perfette nozze con la curiosità umana, ma è il trovare, in tutte le maniere, sia fisiche che intellettuali, ciò che avevi dato per perduto è lì davanti ai tuoi occhi.
    Tutto ciò prescinde però dalle debolezze umane sia singole che collettive.
    Ti sei mai chiesto perché Gesù se ne sia andato di casa?
    O perché abbia risposto così male a sua madre e ad i suoi fratelli che volevano riportarlo a casa?
    Forse è scomodo pensare in un certo modo ma se Gesù venisse in questo caso considerato come uomo tutto combacerebbe.: i suoi cari gli impedivano di essere quello che voleva essere.
    Scusa meogatto se ho un po' divagato ma a quest'ora è come una ninna nanna.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •