Pagina 2 di 2 PrimaPrima 1 2
Risultati da 16 a 19 di 19

Discussione: Una società senza religione

  1. #16
    Opinionista L'avatar di esterno
    Data Registrazione
    23/07/14
    Messaggi
    458
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    - Infatti il decadimento morale e il degrado etico della nostra Società attuale, è il risultato dell'apostasia dell'Europa e dell'occidente in senso lato… --

    Ma questo si era verificato diverse volte "anche" nel tempo antico !!

    Se si RI-legge proprio la storia ebraica _ quella che ha "condizionato" successivamente il nostro mondo.. per via della sua religione "figlia" _ quante volte gli stessi autori biblici riportavano che la "loro" societa' era immersa dalla corruzione e immoralita' ??

    Gia' nei primi passi del primo Libro (Genesi).. perchè mai il divinAbba' "avrebbe" mandato quel fatidico Diluvio.. per sterminare la terra sommersa dall' immoralita', a tal punto che lui stesso si sarebbe rammaricato di aver creato quel bipede.. ingrato, testardo e superbo ?? (che poi quel pentirsi… non va preso "alla lettera") -

    E quante volte i profeti denunciavano apertamente la corruzione sia del potere politico e religioso.. che, con il loro comportamento perverso, traviava il popolo ??

    Cosi' anche in altri ambiti.. come il crollo di Roma. Non viene infatti imputato alla mollezza dei costumi, all' imperante edonismo, al decadimento della societa' _ quale faro della civilta' _ il declino di quella super-potenza, favorendo cosi' il suo crollo ?

    Quindi il ripetersi degli avvenimenti storici... NON sono una novita' !

    Sono i cicli della storia !!

    Piuttosto da osservare che malgrado i tanti Illuminati che hanno divulgato la "fatidica Parola" (in ogni parte del globo) -
    l' uomo NON cambia !
    La sua natura è perversa / e ben riportava Qoelet: il cuore dell' uomo è pieno di voglia.. nel fare il male.
    O se si preferisce l' altro passo della Genesi / l' inclinazione al male è insito.. sin dalla sua fanciullezza (cap.8) !

  2. #17
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,432
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Ti sembra che le legislazioni europee facciano riferimento a Dio? Gli ultimi episodi di eutanasia e "dolce" accompagnamento alla morte ti dicono questo? I respingimenti, i porti chiusi, i muri e i fili spinati non testimoniano forse la volontà di eliminare il concetto stesso di Dio dal vivere civile?

    Papa Francesco «scuote l’Europa dalla sua rassegnazione e dalle sue paure invitando tutti a unirci al suo sogno e a lavorare per un nuovo umanesimo europeo». Lo ha affermato Andrea Riccardi commentando «il discorso toccante» per il conferimento del prestigioso premio Carlo Magno.

    In collegamento con Tv2000 dalla «Sala Regia» del Palazzo apostolico vaticano, il fondatore della Comunità di Sant’Egidio, insignito anche lui del «Karlpreis» nel 2009, ha parlato di «un forte messaggio di speranza» che guarda al futuro e alle nuove generazioni. «L’appello di Francesco, la sua accorata domanda, ”Che cosa ti è successo Europa”, richiede - ha osservato l’ex ministro - una risposta larga e generosa, lontana dagli egoismi e i muri a cui stiamo assistendo negli ultimi tempi. Il suo “Sogno” sull’Europa, ripetuto più volte - che ricorda l’”I have a Dream” di Martin Luther King - ci sollecita a riprendere a sognare, insieme a lui, un’Europa senza muri».

    Ma il Papa, secondo Riccardi, «ci ha anche indicato gli strumenti per realizzare il sogno: essere capaci di integrare, dialogare e generare, le tre capacità di cui deve nutrirsi il nuovo umanesimo».

    http://www.sanfrancescopatronoditali...5#.XS00MOgzZPY
    Nemmeno le anguille "sguisciano" così bene.
    Insomma cono, fai sempre riferimento alle vite orientate delle persone, ai valori, le strade, le opere d'arte, le feste religiose, i papi in TV e ricevuti a destra e a manca, crocifissi in tutti gli angoli ecc...facendo intendere che il tutto è voluto ed avallato dagli stati e poi dici che siamo invece anime perse?
    Via Conino, ritrova un punto di equilibrio perché a seconda dell'occasione, il mondo è credente e altre volte l'opposto.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  3. #18
    Opinionista L'avatar di esterno
    Data Registrazione
    23/07/14
    Messaggi
    458
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    -- E penso che ogni epoca viva i suoi chiaroscuri, sempre mutevoli e diversi... -



    Proprio cosi !
    E' una falsa idea quella di immaginare, rispetto "al presente", un'eta' dell' oro di un tempo che fu !

    Ri-prendendo un passo del Sapienziale Qoelet (dato il tema) riportava come NON sia intelligente rimpiangere un passato "immaginario":

    - Non dire mai: come mai i tempi antichi erano "migliori" dei presenti ? Non è da saggio domandarsi questo !

    Su quel suo celebre passo (7.10) molti si sono cimentati a commentare il Predicatore.. e che ha anche attinenza con il tuo successivo post:

    (Mi sai dire in quale epoca mai la nostra civiltà ha vissuto momenti di splendore grazie a questa "fede" tanto meravigliosa ?).

    La risposta non puo' che essere negativa _ poichè nessuno è (stato) testimone di detto ipotetico (quanto immaginario) periodo "felice"..

  4. #19
    Opinionista
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    215
    Una società senza religione? Ma è possibile?
    Forse una società laica dove la religione e la religiosità vengono vissute in maniera intima e privata, questo è possibile, ma la scomparsa totale della religione, di qualunque religione si tratti, anche il "fideismo scientifico", non credo sia possibile.
    L'essere umano è fallato, cerca sempre un qualcosa oltre, dopo, sopra, è quasi una tara, un difetto che si porta appresso da sempre e sempre se lo porterà.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •