Risultati da 1 a 15 di 15

Discussione: Mi sento strano...

  1. #1
    Opinionista
    Data Registrazione
    31/07/19
    Messaggi
    1

    Mi sento strano...

    Buonasera, mi chiedevo se qualcuno di voi ha mai sperimentato la depressione, perché io non so più cosa pensare. Ci sono momenti in cui sono “sereno”, anche se Questa definizione è di per se piuttosto inesatta, altri momenti come ora che non so se riuscirò ad andare avanti.
    Mi ritrovo senza un impiego da 2 anni nonostante io continui a mandare curriculum, negli ultimi mesi ho lavorato saltuariamente giusto per portare a casa, quando è stato tanto 200 euro, ovviamente in nero perché legalmente non assumono.
    La mia ragazza lavora e provvede alle spese, questo mi porta ad avere un senso di colpa lancinante, ho venduto gran parte delle mie cose per cercare di tamponare le spese vive e ora non mi è rimasto più un cazzo da vendere. La macchina sta per dirmi addio, la banca non riceve più il pagamento della rata da 4 mesi e mi telefonano a tutte le ore, ho persino fatto, mesi fa, un lavoro piuttosto discutibile da un punto di vista etico e me ne sono andato perché la coscienza urlava.
    Non riesco a parlarne con lei, ogni volta che ho provato a farlo mi sembra di essere un peso morto.
    Non sono felice, ho iniziato a commuovermi anche per cose senza la minima importanza, ho iniziato ad arrabbiarmi facilmente, e più volte ho pensato di farla finita.
    È che da un po’ di tempo inizio a sentire come se il problema economico non fosse il problema principale. Si accalcano mille pensieri, apprezzo la vita ma inizio ad essere tanto stanco.
    Ho perso la mia fede dopo che mia madre è morta dopo una brutta malattia anni fa, questa è forse la cosa che mi perdono di meno.
    Mi guardo attorno e penso che c’è chi sta peggio di me, dopotutto ho una casa, una ragazza che vive con me, sto apparentemente bene di salute da un punto di vista fisico.
    Ma è come in queste settimane è come se si fosse rotto qualcosa.
    Non riesco a fare l’amore e mi nascondo dietro a stupide scuse, uscire sta diventando sempre più faticoso, complice anche questo caldo soffocante che odio con tutto me stesso.
    Eppure non va tutto così male, lo so, lo sento.
    Ma una voce dentro di me continua a bisbigliarmi che ne ha abbastanza, che non ne può più.
    È un atteggiamento duale che mi opprime, di cui non riesco a liberarmi.
    Sorrido sempre. A tutto e tutti. Sono sempre presente per chiunque.
    Ma sono tanto stanco.
    Ho pensato a delle visite da uno psicologo ma economicamente non è il momento adatto.
    Non so cosa fare. È come se a volte la mia testa, come in questo momento, si sentisse ovattata, non riesco a pensare, sento solo una sensazione riconducibile ad un lieve attacco di panico.
    Sono stufo di sorridere. Sono stufo di far buon viso a cattivo gioco.
    Mi guardo intorno e mi sento più sensibile nei confronti delle miserie del mondo, sofferenze che si sommano alle mie e mi opprimono facendomi passare i momenti quando non vado in giro a cercare lavoro seduto davanti a una parete a fissare il vuoto.
    Sono tanto stanco, e non riesco a svegliarmi da questo torpore.
    Qualcuno può aiutarmi a capire come fare?
    Ho iniziato a preoccuparmi quando la settimana scorsa per la prima volta nei miei 43 anni di vita ho accarezzato l’idea di morire, pianificando tutto nei minimi dettagli. Cosa mi ferma? Il non voler far soffrire le persone che contano su di me e che mi vogliono bene.
    Vorrei solo essere lasciato in pace, sparire sulla cima di una montagna innevata..

  2. #2
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    49,760
    Hai decisamente bisogno di un consulto psicologico. Economicamente non è un grande problema: in ogni città ci sono i consultori che offrono consulenza gratuita. E credo tu ne abbia un bisogno incredibile. La depressione se non curata è una bruttissima bestia. Stai passando un momento molto difficile e capisco benissimo che non sia facile, ma devi avere la forza di farti aiutare. E per quanto riguarda il lavoro, puoi chiedere anche aiuto ai servizi sociali. In bocca al lupo!
    Qui si tratta di vivere, non di arrivare primo, e al diavolo il destino

  3. #3
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    4,507
    Condivido l'opinione di Dark, rivolgiti ad una struttura seria per un aiuto psicologico.

  4. #4
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Data Registrazione
    24/03/05
    Località
    estero
    Messaggi
    14,936
    mio padre (pace all´anima sua)
    tornato a casa dal lavoro raccontó di essere stato fermato nel metró da un tizio che chiedendo l elemosina si rivolse a lui esclamando;
    "voglio morire!"
    mio padre dopo averlo fissato negli ochhi rispose;
    "pure io"

    fú il piu grande insegnamento che abbia avuto da mio padre
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  5. #5
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    874
    Anch'io concordo con i suggerimenti dati finora, intanto ti consiglierei, se hai un medico di base di fiducia, di raccontargli quello che stai vivendo e chiedere aiuto e consiglio.
    Di solito il medico di base è quello che conosce meglio il proprio assistito, se ti segue da anni, e sa indirizzare nelle strutture più idonee.

  6. #6
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,084
    Ti capisco benissimo. Tante volte nella mia vita, imbottito di psicofarmaci, ho avuto il terrore di potere impazzire. Venti anni di terapie mi sono serviti relativamente. Ma se tu ti trovi in una situazione del genere col lavoro, è un motivo più che sufficiente per spiegare il tuo stato. Risolto quel problema starai molto meglio. A meno che nella tua vita la depressione non rappresenti uno stato che si presenta ciclicamente, come avviene a me...
    È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante

  7. #7
    Opinionista L'avatar di Eternauta
    Data Registrazione
    19/10/05
    Messaggi
    511
    Leggo solo ora, ma intervengo per dire che il primo consiglio secondo me fa già centro (al netto di altre utili considerazioni).
    La Sanità Pubblica è in grado di offrire in questo campo ottima assistenza con personale qualificato formato da una infinita esperienza. Nella mia città vi opera addirittura un "grande nome" nel privato, di quelli da tot Euro ogni minuto di seduta. Se serve, ti prendono in carico con appuntamenti fino a tempo indeterminato, pagando un solo ticket, e forse manco quello.
    E in caso di crisi: Pronto Soccorso dell'ospedale più vicino ed incontro con lo psichiatra/neurologo in turno, anzi si potrebbe iniziare così.

  8. #8
    Alive and Kickin' L'avatar di Jerda
    Data Registrazione
    12/04/19
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    1,492
    Concordo con i suggerimenti per cercare aiuto psicologico, ma uno psicologo non vale affatto un altro, soprattutto se ti rivolgerai ai presidi pubblici. Per curiosità, ti va di parlare del tuo curriculum e di cosa sai fare? Se posso darti qualche consiglio lo faccio volentieri. Ma parlane con la tua ragazza di tutto questo: forse non sarà quella giusta per capire, ma molto meglio scoprirlo prima... se capisce sposala, se si innervosisce soltanto a sentirti parlare dei tuoi problemi o sopporta due settimane e poi se la prende con te per il primo non-motivo, mollala. Ti creerebbe problemi molto più gravi di quelli che hai ora. Se sei nella media ti avrà parlato a profusione dei suoi problemi. Vedi come reagisce con reciprocità. Se non lo fa, ce ne sono mille che si comportano diversamente.
    Come va con l’inglese?
    Ci son più cose in cielo e in terra, Orazio, che non sogni la tua filosofia.

    We've got to get in to get out

  9. #9
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    516

    Angry

    Citazione Originariamente Scritto da Jerda Visualizza Messaggio
    Concordo con i suggerimenti per cercare aiuto psicologico, ma uno psicologo non vale affatto un altro, soprattutto se ti rivolgerai ai presidi pubblici. Per curiosità, ti va di parlare del tuo curriculum e di cosa sai fare? Se posso darti qualche consiglio lo faccio volentieri. Ma parlane con la tua ragazza di tutto questo: forse non sarà quella giusta per capire, ma molto meglio scoprirlo prima... se capisce sposala, se si innervosisce soltanto a sentirti parlare dei tuoi problemi o sopporta due settimane e poi se la prende con te per il primo non-motivo, mollala. Ti creerebbe problemi molto più gravi di quelli che hai ora. Se sei nella media ti avrà parlato a profusione dei suoi problemi. Vedi come reagisce con reciprocità. Se non lo fa, ce ne sono mille che si comportano diversamente.
    Come va con l’inglese?
    Ma ti serve il lavoro , non lo psicologo.

  10. #10
    Alive and Kickin' L'avatar di Jerda
    Data Registrazione
    12/04/19
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    1,492
    Ma a chi dici?
    Ci son più cose in cielo e in terra, Orazio, che non sogni la tua filosofia.

    We've got to get in to get out

  11. #11
    Opinionista L'avatar di Host eria
    Data Registrazione
    05/02/15
    Messaggi
    356
    concordo con Lilia altro che psicologo, urge attività lavorativa, ci mancherebbe che dopo 2-3 anni a spasso non ti senta un pelo depresso

  12. #12
    Citazione Originariamente Scritto da Legolas Visualizza Messaggio
    Vorrei solo essere lasciato in pace, sparire sulla cima di una montagna innevata..
    ...e quindi arrivi (improvvisato ospite) su un forum...

    Posso chiedermi quali siano le tue reali motivazioni, oltre alla "pesca del gonzo"?

  13. #13
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    516

    Angry

    Citazione Originariamente Scritto da restodelcarlino Visualizza Messaggio
    ...e quindi arrivi (improvvisato ospite) su un forum...

    Posso chiedermi quali siano le tue reali motivazioni, oltre alla "pesca del gonzo"?
    @ Resto del carlino.

    Come vedi Legolas non c'è più, avrà trovato lavoro.Tu, piuttosto,
    quando levi questo orrido avatar che vediamo nelle tabaccherie ,
    stampato sui pacchetti di sigarette, per dire che il fumo fa venire anche
    la tromboangioite obliterante?

  14. #14
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    516
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Ti capisco benissimo. Tante volte nella mia vita, imbottito di psicofarmaci, ho avuto il terrore di potere impazzire. Venti anni di terapie mi sono serviti relativamente. Ma se tu ti trovi in una situazione del genere col lavoro, è un motivo più che sufficiente per spiegare il tuo stato. Risolto quel problema starai molto meglio. A meno che nella tua vita la depressione non rappresenti uno stato che si presenta ciclicamente, come avviene a me...
    @ Turbociclo.
    E ma perchè ti deve venire la depressione a te? Sei bravo,
    colto, ma quale depressione, dai, scala i farmaci e affronta
    una nuova vita.

  15. #15
    Alive and Kickin' L'avatar di Jerda
    Data Registrazione
    12/04/19
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    1,492
    Rivolgetevi ad un medico di fiducia mi raccomando!
    Qualsiasi sia, basta che si prenda la responsabilità di quello che ti dice, così scarico la mia e poi sono cazzi vostri. Cosa dici? Si contraddicono? Ma chissenefrega! Hanno la laurea, non sono "quelli che hanno studiato su google!"

    Ma non chiederti perché sia guardia medica da 25 anni, sennò scoppia l'incantesimo... fidati!
    A tal scopo va bene un qualsiasi stregone, ma se ci credi muori soddisfatto. Forse? Mai.

    Cambia vita. Esplora ogni molecola se vuoi, ma solo se ti serve a trovare le forze per riprenderti, non per accettare col sorriso una vita di merda.
    Tanto la consapevolezza non va via con lo zirtec, solo il momento della verità, che si sa, è ineludibile e sarà solo peggiorato da tanti rimandamenti.

    Cambia vita. Metti in dubbio le tue radici e dimentica il meglio, altrimenti resti come tutti i depressi attaccato al divano e a netflix con la precisa idea di cosa potrebbe cambiare la tua vita, vs. le indicazioni mediche.

    Il maestro è dentro di te. O capisci adesso, che sai già cosa devi fare, che è puntualmente quello che non vuoi, o ti compri una confezione di antidepressivi a vita finché non scopri, nel momento più adatto, che hanno solo remato contro.
    Ultima modifica di Jerda; 06-10-2019 alle 17:36
    Ci son più cose in cielo e in terra, Orazio, che non sogni la tua filosofia.

    We've got to get in to get out

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •