Pagina 3 di 3 PrimaPrima 1 2 3
Risultati da 31 a 33 di 33

Discussione: Due pesi e due misure...

  1. #31
    France
    Guest
    [QUOTE=Noah]1)Soffro di manie di persecuzione
    2)Purtroppo oltre che girarmi i pollici e tagliarmi le unghie il giorno non so come riempirlo
    3)Mah, faccio la vittima, vivo esclusivamente in funzione degli altri, il giorno non ho niente da fare....sono io!! scusa se mi sono permessa di dedurre che tu deducessi che io...mah vabb

  2. #32
    Citazione Originariamente Scritto da karina
    Ragionare e mostrare l'errore di fondo funziona solo con chi è predisposto ad ascoltare, per gli altri bisogna disinnescare le armi. Bisogna distinguere tra intenti e mezzi. L'intento reale è offendere, svilire. Chi definisce un'altra persona "mignotta" non lo fa perché la immagina a fare marchette, solo per ferirla. Se cuscino fosse considerato offensivo, la chiamerebbe cuscino.

    Il sessismo più sentito del razzismo? Dipende dai contesti. Credo sia legato al grado di apertura mentale di un individuo. Dal mio punto di vista dipende da un'ipocrisia di fondo: la liberalità di facciata porta ad una facile negazione dei soprusi, quando però essi non riguardino il proprio orticello.
    Li trovo spunti interessanti. Prima non avevo capito cosa intendessi. Sono sempre convinta che sia importante curare le radici malate, ma come giustamente scrivi tu, se si riuscisse a "disarmare" certe offese, a renderle innoffensive, scomparirebbero da se.

    Per quanto riguarda il secondo punto, quello che scrivi è condivisibile. Negare l'esistenza di determinati soprusi, aiuta a mantenerli in vita. Inoltre finchè non viene intaccato il proprio modo di vivere, tutti sono capaci di fare i liberali.
    Ma io mi riferivo più che altro al differente grado di indignazione causato da insulti rivolti alle donne ed a persone di razza differente.
    Ultima modifica di Noah; 12-02-2006 alle 10:38
    [FONT="Book Antiqua"][COLOR="Black"]

  3. #33
    Citazione Originariamente Scritto da France
    Siamo andati un po fuori tema credo, pensarla diversamente su alcune cose è un conto ma le accuse che mi hai fatto mi hanno dato fastidio perchè le ritengo infondate.
    Non volevo accusarti di nulla, e di certo non pretendo che tu sia d'accordo con me, anzi. Se tutti la pensassimo allo stesso modo non esisterebbero i presupposti base di ogni sana discussione. Solo che ti ripeto, se io apro un post per scambiare opinioni su un determinato argomento, e salta fuori la parola "vittimismo", se permetti mi infastidisco un po'.
    I pregiudizi a cui fai riferimento forse c'erano diversi anni fa,nella società di oggi io non ne sento parlare...spero di non essere solo uno dei pochi fortunati, o forse so scegliermi bene le persone da frequentare
    Forse non ci fai caso perchè, come diceva lenina, non ti toccano personalmente in quanto uomo. Inoltre da quello che scrivi mi sembri estraneo al modo di pensare di parecchi ragazzi, dunque sei lontano da ogni tipo di pregiudizio.
    Non sempre si possono scegliere le persone da frequentare (vedi ambito lavorativo).
    Aggiungo che il discorso non si basa su mie esperienze personali (almeno non che io sappia, poi non so in mia assenza...). Poi tu puoi ripetermi che i tempi sono cambiati ed io ti rispondo che è vero, per fortuna, ma che ancora alcuni pregiudizi rimangono.
    Nulla di personale ovviamente, per me è sempre educativo scambiare opinioni con gli altri,che la pensino come me o meno
    Anche per me lo è. Soprattutto con persone aperte al dialogo come sembri tu, diverse da altre che pensano: per me non è così, quindi non è così, dunque stop a questa discussione!
    Ultima modifica di Noah; 12-02-2006 alle 10:37
    [FONT="Book Antiqua"][COLOR="Black"]

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •