Risultati da 1 a 15 di 15

Discussione: Nuke Mars!

  1. #1
    Party Crasher L'avatar di okno
    Data Registrazione
    30/03/06
    Località
    Paper St.
    Messaggi
    15,181

    Nuke Mars!

    Recentemente il buon Elon Musk si è reso protagonista di un tweet piuttosto bizzarro.

    L'idea è da villain dei comics: bombardare Marte con bombe H ai poli per sciogliere i ghiacci lì presenti e quindi liberare il biossido di carbonio necessario a creare un effetto serra necessario ad alzare e stabilizzare il range di temperature del pianeta rosso.

    Terraforming, questa parola mi piace un casino!

    Al di là dei vari dubbi "tecnici" che rimangono, e che in definitiva rendono praticamente irrealizzabile la colonizzazione di Marte, sono i dubbi etici a farmi riflettere: ammesso che tutto ciò sia possibile, saremmo giustificati a sacrificare eventuali microorganismi "marziani" (o "venusiani") in virtù di una nostra colonizzazione?
    "Tipo piacevole. Mai scontato. Non banale." - Utente da Empoli


    -=1313=-

  2. #2
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,614
    Il buon Elon Musk forse si dimentica o non sa che fare effetto serra non serve a granché se non ci possiamo andare e stabilirci lì oltre al fattore ossigeno ed atmosfera, che volendo fare un paragone con la Terra, sono stati prodotti e modificati con l'aiuto dei primi microrganismi fotosintetici.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  3. #3
    Party Crasher L'avatar di okno
    Data Registrazione
    30/03/06
    Località
    Paper St.
    Messaggi
    15,181
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Il buon Elon Musk forse si dimentica o non sa che fare effetto serra non serve a granché se non ci possiamo andare e stabilirci lì oltre al fattore ossigeno ed atmosfera, che volendo fare un paragone con la Terra, sono stati prodotti e modificati con l'aiuto dei primi microrganismi fotosintetici.
    In realtà la (pazza) idea di Musk non è così campata per aria. Si basa su un prospetto prodotto in collaborazione tra la NASA e due testate divulgative qualche anno fa:



    Per Musk sarebbe possibile saltare i primi 3 step nell'immagine sopra "semplicemente" nuclearizzando i poli. Poi si dovrebbero comunque seguire gli ultimi 2 passaggi, piantando le foreste utili a convertire il CO2 in O2.

    Uno dei grossi problemi tecnici rimarrebbe l'assenza di un campo magnetico a proteggerci dalle radiazioni solari, per cui la vita rimarrebbe leggermente complicata. Oltre al fatto che non è detto che ci sia così tanto ghiaccio e CO2 su Marte da garantire effetto serra e crezione di oceani.

    Però, ammettiamo che tutto ciò sia possibile, che cioè si possa terraformare Marte (anche in un modo meno violento come quello proposto da Musk): le eventuali forme di vita (si tratta di microorganismi) presenti sul pianeta verrebbero certamente uccise. Per te è giustificabile, se porta ad una nostra colonizzazione?
    "Tipo piacevole. Mai scontato. Non banale." - Utente da Empoli


    -=1313=-

  4. #4
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,614
    Già non andiamo da qui a lì, figuriamoci a piantare foreste su Marte!

    Se ci fossero almeno dei batteri, l'eventualità di distruggerli potrebbe porre il discorso bioetico e inoltre ci priveremmo di studiare altre specie di vita esterne alla Terra, con tutto ciò che comporta in termini di scoperte.

    Prima di bombardare Marte abbiamo da fare tanta strada e avere tante informazioni in più.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  5. #5
    Party Crasher L'avatar di okno
    Data Registrazione
    30/03/06
    Località
    Paper St.
    Messaggi
    15,181
    E' proprio il discorso etico quello su cui volevo incentrare il 3d.

    Facciamo finta che si può, che abbiamo i soldi e l'interesse economico per colonizzare Marte. Fanculo i batteri o no?
    "Tipo piacevole. Mai scontato. Non banale." - Utente da Empoli


    -=1313=-

  6. #6
    Opinionista
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    344
    Citazione Originariamente Scritto da okno Visualizza Messaggio
    Recentemente il buon Elon Musk si è reso protagonista di un tweet piuttosto bizzarro.

    L'idea è da villain dei comics: bombardare Marte con bombe H ai poli per sciogliere i ghiacci lì presenti e quindi liberare il biossido di carbonio necessario a creare un effetto serra necessario ad alzare e stabilizzare il range di temperature del pianeta rosso.

    Terraforming, questa parola mi piace un casino!

    Al di là dei vari dubbi "tecnici" che rimangono, e che in definitiva rendono praticamente irrealizzabile la colonizzazione di Marte, sono i dubbi etici a farmi riflettere: ammesso che tutto ciò sia possibile, saremmo giustificati a sacrificare eventuali microorganismi "marziani" (o "venusiani") in virtù di una nostra colonizzazione?
    Prima si manda una sonda capace di raccogliere più campioni possibili e conservarli in coltura, poi si bombarda.
    Ti sei pacificato la coscienza?

  7. #7
    Party Crasher L'avatar di okno
    Data Registrazione
    30/03/06
    Località
    Paper St.
    Messaggi
    15,181
    Citazione Originariamente Scritto da Breakthru Visualizza Messaggio
    Prima si manda una sonda capace di raccogliere più campioni possibili e conservarli in coltura, poi si bombarda.
    Ti sei pacificato la coscienza?
    Nen tant! Per due motivi:

    1) questa "arca" escluderà certamente forme di vita non ancora scoperte o irraggiungibili;

    2) l'ecosistema su cui questi microorganismi si sono evoluti verrà modificato irrimediabilmente.
    "Tipo piacevole. Mai scontato. Non banale." - Utente da Empoli


    -=1313=-

  8. #8
    Opinionista
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    344
    Citazione Originariamente Scritto da okno Visualizza Messaggio
    Nen tant! Per due motivi:

    1) questa "arca" escluderà certamente forme di vita non ancora scoperte o irraggiungibili;

    2) l'ecosistema su cui questi microorganismi si sono evoluti verrà modificato irrimediabilmente.
    Bisogna valutare le priorità, se dall'oggi al domani il terraforming (piace un sacco anche a me questa parola) diventasse un'urgenza per la sopravvivenza del genere umano?

  9. #9
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,614
    Dipende. Certo, se ci fossero animaletti carini e coccolosi, ci sarebbe di sicuro più ostruzionismo e scrupoli nel trasformare gli habitat del pianeta.
    Non è detto che poi venga stravolto tutto se molti microrganismi dovessero vivere in habitat come il sottosuolo, meno influenzati dai cambiamenti in superficie.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  10. #10
    Immagino già i marziani gridare "aiuto, i terrestri ci stanno colonizzando"... una guerra dei mondi in stile classico, raccontata alla "Orson Wells" come accaduto nel '38, mi pare, dove i cattivi saremmo noi, stavolta, tanto per (non) cambiare.
    Bambol utente of the decade

  11. #11
    Party Crasher L'avatar di okno
    Data Registrazione
    30/03/06
    Località
    Paper St.
    Messaggi
    15,181
    Non lo so, io non riesco a convincermi del tutto che sia sbagliato interferire con l'ecosistema di forme di vita "inferiori" per raggiungere i propri scopi.

    Fa più paura quando sai che può succedere altrettanto a te, di colpo diventa eticamente mostruoso.

    Anche per i conquistadores le Americhe erano popolate da forme di vita "inferiori".
    "Tipo piacevole. Mai scontato. Non banale." - Utente da Empoli


    -=1313=-

  12. #12
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,614
    A livello psicologico è più facile sicuramente avere meno scrupoli per un microrganismo che non per micetti marziani se ce ne fossero
    Si sa, quando tocca alle proprie chiappe la situazione si ribalta.
    Un altro problema che si pone è se i cambiamenti apportati ad un habitat o un ecosistema poi non si rivelino negativi anche per noi e per il pianeta.
    Anche nel caso di soli batteri, come potrebbe essere su Marte, chi ci dice che eliminare quelle specie sia un bene?
    Basta pensare a noi ed a quello che fanno ed hanno fatto sul nostro pianeta da quando esistono, fra cui anche la formazione di rocce e depositi minerari come le banded iron formations, depositi ferriferi di più di 2 miliardi di anni fa che rappresentano le fonti maggiori dove estrarre ferro.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  13. #13
    Eufonista L'avatar di BiO-dEiStA
    Data Registrazione
    22/02/10
    Località
    La terra delle tre stirpi
    Messaggi
    5,102
    Gli europei sbarcati in America e in Australia hanno portato con sé non solo il bestiame d'allevamento, sconvolgendo la piramide alimentare e l'ecosistema in genere, ma anche le specie vegetali di cui si nutre e che in molti casi hanno completamente soppiantato la flora locale. Nessuno si faceva problemi all'epoca, e non credo che la vita sul pianeta ne sia rimasta più traumatizzata di una qualsiasi catastrofe naturale, è solo un punto d'equilibrio che si sposta. Casomai ciò di cui non ci rendiamo conto è che, da questo punto di vista, anche la specie umana è tranquillamente sacrificabile.
    Citazione Originariamente Scritto da Ned Flanders Visualizza Messaggio
    Sono stato tanto...ma tanto Laurina, lontano dal Signore: Ne ho combinate di cotte e di crude. Ti basti sapere soltanto questo....

  14. #14
    Opinionista
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    344
    Citazione Originariamente Scritto da BiO-dEiStA Visualizza Messaggio
    Gli europei sbarcati in America e in Australia hanno portato con sé non solo il bestiame d'allevamento, sconvolgendo la piramide alimentare e l'ecosistema in genere, ma anche le specie vegetali di cui si nutre e che in molti casi hanno completamente soppiantato la flora locale. Nessuno si faceva problemi all'epoca, e non credo che la vita sul pianeta ne sia rimasta più traumatizzata di una qualsiasi catastrofe naturale, è solo un punto d'equilibrio che si sposta. Casomai ciò di cui non ci rendiamo conto è che, da questo punto di vista, anche la specie umana è tranquillamente sacrificabile.
    Vale anche l'inverso, specie invasive che hanno soppiantato flora e fauna locale nel vecchio continente.

  15. #15
    Citazione Originariamente Scritto da BiO-dEiStA Visualizza Messaggio
    Casomai ciò di cui non ci rendiamo conto è che, da questo punto di vista, anche la specie umana è tranquillamente sacrificabile.
    Quoto

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •