Pagina 4 di 4 PrimaPrima 1 2 3 4
Risultati da 46 a 48 di 48

Discussione: Omeopatia

  1. #46
    Party Crasher L'avatar di okno
    Data Registrazione
    30/03/06
    Località
    Paper St.
    Messaggi
    15,192
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    Io credo che, a parte certi invasati, sia chiaro a tutti che l'omeopatia non possa sostituire la medicina. Che però possa portare a un sollievo o abbia un effetto preventivo su determinate problematiche, se ne può parlare.
    Anche la cosa dell'effetto psicologico secondo me non sta in piedi.
    Io ho iniziato a prendere sta cosa omeopatica per rinforzare le difese immunitarie, non avevo idea che avrebbe avuto effetto sulle vesciche in bocca (anche perché ero convinta fossero banali afte, solo anni dopo ho scoperto che sono sempre forme di herpes che tendono a manifestarsi con le difese immunitarie basse). Invece poi hanno iniziato a sparirmi. Mi tornano quando per un po' non prendo quel prodotto omeopatico. Finché lo prendo non si fanno vedere.
    In linea di principio funziona tutto come dici tu.

    Nella pratica ci sono i venditori di acqua distillata e zuccherini a 4k euro al kg che fanno pubblicità con la tipa imbavagliata e dichiarando in pratica "c'è un rimedio super efficace per l'influenza ma il regime e le lobby dei farmaci non ci permettono di parlarne".
    Ci sono guaritori in malafede e aimè anche medici (pochi per fortuna, ma ne basta anche solo uno) che in buona o malafede danno supporto a questa pratica la cui efficacia non si discosta minimamente dai numeri che si giustificano con un effetto placebo.

    Quindi poi capita che genitori irresponsabili si rivolgano al ciarlatano di turno e a rimetterci purtroppo è il bambino.

    Allora è giusto parlare dell'omeopatia per quello che è, una ciarlatanata senza alcuna base scientifica, che non funziona.

    Poi uno vuole comprarsi l'acqua distillata per dormire e pagarla come dom perignon? Benissimo! La mamma vuole aggiungere alla tachipirina anche una dose di zucchero pagato come se fosse caviale? Perché no.

    Ma non parliamo di bavagli e di medicina ufficiale vs medicina alternativa, la medicina è una sola, quella che funziona. Il resto sono ciarlatanate.

    Citazione Originariamente Scritto da dietrologo Visualizza Messaggio
    Non tralasciare che l'effetto placebo si può ottenere anche con chi ha fede estrema sulla medicina convenzionale e molto spesso funziona una mentina spacciata per la pasticca miracolosa , i visionari sono da ambo le parti a meno che il nostro cervello non abbia qualche pulsantino nascosto (ancora scienticamente da scoprire pertanto da dimostrare ) che attui un sistema di autoguarigione

    Dietrogolo che parli del fatto che anche per la "medicina convenzionale" si possa godere di una sorta di effetto placebo come se fosse un argomento a favore dell'omeopatia, ti rendi conto che si parla di percentuali enormemente diverse?

    Perché un farmaco sia efficace non basta dichiarare che questo "qualche volta" ha funzionato, si fanno i test e si analizzano le statistiche. Se per quel problema il placebo ha dimostrato un 10% di efficacia (1 persona su 10 è guarita) mentre il farmaco ha dimostrato un 80% di efficacia (8 persone su 10 sono guarite), che dentro a questa percentuale di efficacia ci sia incluso anche un "plus" per l'effetto placebo ben venga, ma di cosa stiamo parlando??
    "Tipo piacevole. Mai scontato. Non banale." - Utente da Empoli


    -=1313=-

  2. #47
    ma queste percentuali da dove sono state estratte ?

  3. #48
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,869
    I problemi nell'omeopatia sono diversi.
    I principi di Hahnemann non sono scientifici, come già dicevo non c'è un principio fisico o chimico che crei nel solvente, acqua o alcool, dinamizzato o scosso che dir si voglia, le proprietà del principio principio attivo diluito.
    Da qui poi andiamo a parare anche sulla famigerata memoria dell"acqua.
    Nel caso ci fosse una % di soluto, seppur abbastanza inferiore ad una dose minima, dovremmo sempre andare a cascare sui principi del funzionamento della medicina allopatica, non certo proprietà date da fenomeni strani ed indimostrati.
    Poi c'è il fattore tempo. Se per curare un'infezione o un'infiammazione devo prendere la medicina omeopatica per più tempo rispetto a quella allopatica, ci sta che il problema scompaia perché passa da sé più che per l'aiuto omeopatico. Discorso diverso può essere quello preventivo, ma bisognerebbe vedere qualche studio comparato.
    Poi ci sarebbero il discorso etico e quello economico.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •