Pagina 1 di 42 1 2 3 4 5 11 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 627

Discussione: Pensieri del gufo

  1. #1
    Opinionista
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    190

    Pensieri del gufo


    “Sopra una vecchia quercia c’era un vecchio gufo, più sapeva e più taceva, più taceva e più sapeva”.

    Questa epigrafe, scolpita sulla lastra petrosa, la legge chi arriva nel monastero di Bose, in provincia di Biella. Il cenòbio, fondato da Enzo Bianchi nel 1965, ospita la comunità di monaci e monache di chiese cristiane diverse ed è un centro di spiritualità.

    Bianchi ha 76 anni, e da uomo anziano dice: “Pensando al mio passato capisco che ciò che conta è l’aver amato e l’essere stato amato. Tutto il resto sfiorisce. Il vero senso della vita è amare ed essere amati".

    Anche nel Vangelo di Giovanni c'è scritto: "Il mio comandamento è questo: amatevi gli uni gli altri come io ho amato voi. Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. Voi siete miei amici" (15,12-14).

  2. #2
    Alive and Kickin' L'avatar di Jerda
    Data Registrazione
    12/04/19
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    1,735
    Come non concordare?

  3. #3
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    20,330
    Il fatto è che non sappiamo cosa frullasse nella mente di Gesù quando amava, e che cosa frullasse nell'intimo di chi lo amava, quelle cose si pensano, poco si dicono e non si scrive.
    Infatti il citato detto è riferito a Gesù, ma neanche l'apostolo sarebbe riuscito a sapere ciò che Gesù intendesse se Gesù non si fosse offerto loro quotidianamente di rivelarlo.
    Per questo penso che il vecchio Dna di quella particolare ed unica comunità, dopo 2.000 anni si sia molto indebolito, soprattutto a livello mentale.

  4. #4
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,198
    gran personaggio Bianchi; lo ascolto sempre con piacere e difficilmente dice banalità.
    c' del lardo in Garfagnana

  5. #5
    Opinionista
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    190
    Ciao Jerda, per essere sincero non mi è chiaro il silenzio del gufo sulla quercia e l’aumento della sua conoscenza. Non vedo il nesso tra i due fatti. Enzo Bianchi ha detto che tale affermazione l’ha vista scritta in un casolare nella campagna pugliese.

    Ciao Crepuscolo, ma quel Dna è stato alterato nel tempo dagli stessi cristiani e dalla gerarchia cattolica o dall’influenza di altre religioni ?

  6. #6
    Sovrana di Bellezza L'avatar di ReginaD'Autunno
    Data Registrazione
    01/05/19
    Messaggi
    1,337
    Bianchi ha 76 anni, e da uomo anziano dice: “Pensando al mio passato capisco che ciò che conta è l’aver amato e l’essere stato amato. Tutto il resto sfiorisce. Il vero senso della vita è amare ed essere amati".

    Sia il vecchio gufo che questo Bianchi dicono la verità! Essere amati dovrebbe essere il nostro unico scopo di vita, come il gufo che più taceva e più sapeva. Certe volte per entrare in contatto con l'amore bisogna anche saper tacere.
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa
    CLAUDIO ACHILLINI

  7. #7
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    4,758
    Fatemi sapere, Bianchi chi?

  8. #8
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,318
    Se il nostro scopo nella vita dovesse essere quello di sentirci amati, saremmo veramente esseri degni di compatimento. Perché mancando dell'amore altrui vivremmo malissimo. L'amore vero invece è come una freccia che parte da infinito e va verso infinito, annullando la persona nella sua soggettività e nei suoi bisogni. Non ha quindi necessità di contraccambio, è amore che si esprime liberamente irradiando cose e persone. Non sono "io" che amo, è l'amore che si esprime attraverso di me...
    È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante

  9. #9
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    2,101
    Mi pare che il gufo non c'entri nulla con la questione amore. Lì si parla di conoscenza abbinata al silenzio.
    Chi parla poco si può concentrare sullo studio e sull'osservazione della realtà, che aumentano la conoscenza.

    Io sono convinto che l'amore necessiti di reciprocità. Amare senza essere corrisposti è solamente dolore.
    Questa è la mia esperienza di vita; questa è anche la richiesta di Dio agli uomini: che il suo amore sia contraccambiato.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  10. #10
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    51,021
    No! L'Amore di Dio è sempre comunque gratuito, Arcobaleno. Non può fare a meno di amare così. Per Sua propria natura.
    E chiede a noi di imitarLo. In che modo? Con la sola nostra volontà? Con le sole nostre forze? Impossibile!
    Possiamo amare gratuitamente, alla Sua maniera, solo confidando in Lui, solo venendo trasformati radicalmente da Lui.
    L'uomo terreno esige il contraccambio.
    L'Uomo Celeste si realizza e trova felicità amando senza pretenderlo.
    amate i vostri nemici

  11. #11
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    2,101
    Eppure è scritto qualcosa d'altro. Dio pretende di essere amato al di sopra di ogni cosa.
    Le frasi fatte, procedere come un carro armato cieco o un treno su un binario, non porta alla verità, ma a quelle che sono tue convinzioni errate.
    L'uomo celeste, Gesù, trovò felicità nel venire crocifisso in cambio dell'amore mostrato col suo messaggio di superamento della ritualità della legge mosaica?
    E il Cristo del secondo avvento trova felicità per essere rinnegato in cambio dell'abolizione di tutte le ritualità?
    Guarda la realtà dei fatti, non le tue fantasie!
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  12. #12
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    1,006
    Chi parla poco si può concentrare sullo studio e sull'osservazione della realtà, che aumentano la conoscenza
    Sono d'accordo anch' io su questa interpretazione.
    Si adatta proprio alla vita all'interno di un monastero.

  13. #13
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    2,303
    credo il nome esatto possa essere "bosè": a parte il nome c'è tutto: diavolo e corna comprese...

  14. #14
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    20,330
    Citazione Originariamente Scritto da doxa Visualizza Messaggio
    Ciao Jerda, per essere sincero non mi è chiaro il silenzio del gufo sulla quercia e l’aumento della sua conoscenza. Non vedo il nesso tra i due fatti. Enzo Bianchi ha detto che tale affermazione l’ha vista scritta in un casolare nella campagna pugliese.

    Ciao Crepuscolo, ma quel Dna è stato alterato nel tempo dagli stessi cristiani e dalla gerarchia cattolica o dall’influenza di altre religioni ?
    Esatto, le religioni hanno stravolto quel caro messaggio per la mente che c'era nello spirituale del mondo, oltreché sociale; questo è avvenuto non per demerito del fondatore di religioni, che probabilmente neanche lo desiderava, pensare al futuro quando sappiamo, noi credenti, che Dio è nel presente, mi sembra un'assurdità attribuire al figlio di Dio un'apocalittica.
    Questo per dire che la figura di Gesù esce dalle religioni ufficiali perché Gesù era un uomo libero, la situazione è diversa per i capi religiosi perché non sono uomini liberi, basta seguire le vicissitudini di questo Papa.
    E per questo che non condivido più il messaggio religioso di coloro che si sono rimpastati nel mondo.
    Inoltre perché Gesù doveva fondare la chiesa se la chiesa era lui? che vuoi che fondi un uomo-dio casomai insegna; ma le religioni insegnano solo a non capire: è obbligatorio.
    No, io immagino un Gesù che non era religioso nel senso ufficiale, infatti fu accusato dal clero di ogni colpa; proprio il contrario di ciò che era, poiché, lui, le colpe, le levava.
    Ma levare le colpe al posto del clero non si può, poiché un sistema semplice e democratico come quello di Gesù, va ad intaccare i forzieri e quindi lo stomaco della chiesa, ma un sistema confessionale è il contrario dell'apertura mentale, quale mai peccato ha bisogno di parlare in tanta segretezza?
    Cara doxa, come ieri anche oggi, se non ci fosse il messaggio di un uomo-dio nel Vangelo a picconare la chiesa, la chiesa stessa, per i suoi componenti, sarebbe già stata picconata da un pezzo, forse dai tempi di Costantino.

    Mi piace Enzo Bianchi e la sua idea ma della comunità non so nulla.
    Ultima modifica di crepuscolo; 16-09-2019 alle 17:20

  15. #15
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    20,330
    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    Sono d'accordo anch' io su questa interpretazione.
    Si adatta proprio alla vita all'interno di un monastero.
    Infatti a me sembra che nel detto non ci sia alcuna socialità, forse perché si presume che la socialità non sia pertinente con la personale ascesa mistica; ma a parte la socialità a cui oggigiorno siamo costretti, volenti o nolenti, ho notato che le mie cose od i miei pensieri più geniali mi vengono di solito quando mi estraneo dal mondo.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •