Risultati da 1 a 9 di 9

Discussione: Cosa significa per un credente dire "Sia fatta la VolontÃ* di Dio".

  1. #1

    Cosa significa per un credente dire "Sia fatta la VolontÃ* di Dio".

    Dire a Dio "Sia fatta la tua VolontÃ*" per il credente è una richiesta di protezione in quanto la VolontÃ* di Dio,sempre positiva e benefica,non è un capriccio a cui l'uomo deve sottomettersi m(come per un idolo)ma indica l'atteggiamento più corretto per non incorrere in pericoli(sia fisici che morali)
    Gesù prima della morte,pur nel terrore,ha richiesto che fosse fatta la VolontÃ* di Dio.A prima vista Dio potrebbe dimostrarsi crudele ma la VolontÃ* di Dio non era il supplizio della croce (essendo volontÃ* umana) ma la fermezza di Gesù nel portare a termine la sua missione.
    Nel deserto Gesù vince le tentazioni compiendo la VolontÃ* di Dio.Non è detto che Gesù avrebbe comunque vinto sul male essendo in relazione con Dio.Essendo uomo veramente Gesù avrebbe potuto fare una scelta diversa altrimenti le tentazioni sarebbero state una farsa inutile.Al momento della prova Gesù è riuscito a capire quale fosse veramente la VolontÃ* di Dio cioè un grande beneficio per l'UmanitÃ*.
    Se l'UmanitÃ* facesse veramente la VolontÃ* di Dio non ci sarebbero più violenze e ingiustizie.
    Quando succedono episodi terribili,violenze inaudite specialmente sugli innocenti ci si chiede dov'è Dio perchè vorremmo che Dio fermasse certi mali senza renderci conto che la responsabilitÃ* è di chi non ha saputo fare la VolontÃ* di Dio e ha voluto essere libero delle proprie azioni.
    Il credente invoca la VolontÃ* di Dio proprio perchè queste cose non accadano.
    Se Dio fosse l'autore e il regista della vita degli uomini avrebbe giÃ* predisposto tutto:chi vince,chi perde,buoni,cattivi e muoverebbe i fili dei suoi burattini secondo un copione.
    Che senso avrebbe allora la vita umana?L'uomo ha un libero arbitrio che gli permette di condurre la vita secondo una propria regia.
    Ognuno parte da situazioni diverse che a volte possono sembrare tragiche (malattie,povertÃ*,solitudine) ma tutti possono avere delle carte da giocare per lottare e rendere la propria vita degna di essere vissuta pur nelle difficoltÃ*.Ci sono disabili che riescono a gestire la vita in maniera incredibile e che riescono a trovare una felicitÃ* che altri non hanno mentre tane persone in salute si gettano via con la droga .
    Dare la colpa al destino è una fuga dalle responsabilitÃ*.Se ci fosse un destino ogni decisione,ogni azione,ogni parola sarebbero predisposti in un concatenarsi di eventi collegati da cause ed effetti che portano ad una meta determinata.
    In questo caso l'uomo risulterebbe avvilito dal pensiero che tutto ciò che fa dipende da una volontÃ* guidata.
    La vita è dura piena di bivi e di scelte da fare ed è per questo che chi ha fede chiede per ogni scelta che sia fatta la VolontÃ* di Dio.

  2. #2
    Sovrana di Bellezza L'avatar di ReginaD'Autunno
    Data Registrazione
    01/05/19
    Messaggi
    1,363
    Scusa ma la fede allora dov'è? Dio vuole tutte le cose positive che hai detto ma se le impone diventa un dittatore dipende dall'uomo se ha una coscienza e una fede solida a decidere se una cosa è giusta o sbagliata, il libero arbitrio c'è ma certe persone lo usano o bene o male, è sempre una questione di decisioni dettate da sè stessi.
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa
    CLAUDIO ACHILLINI

  3. #3
    Io credo negli "Atti di Dio".

    Nel codice della navigazione gli "Atti di Dio" sono tutti quegli eventi imprevedibili che capitano durante la navigazione e che possono portare a sacrifici, dai più comuni, come per esempio deviare la rotta prevista, per evitare una tempesta pericolosa per nave, passeggeri e carico, o estremi, come quelli di decidere per un comandante, di gettare il carico a mare, per salvare la nave da sicuro affondamento, alleggerendola, oppure anche di sacrificare la nave, facendola incagliare in un basso fondale per salvare sia la stessa nave, sia l'equipaggio che i passeggeri ed anche il carico.

    Sia Chiaro.. per "Atto di Dio" non si intende ciò che è capitato alla Costa Concordia!
    Bambol utente of the decade

  4. #4
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    51,080
    Citazione Originariamente Scritto da Rachele Giacobi Visualizza Messaggio
    Dire a Dio "Sia fatta la tua Volont�*" per il credente è una richiesta di protezione in quanto la Volont�* di Dio,sempre positiva e benefica,non è un capriccio a cui l'uomo deve sottomettersi m(come per un idolo)ma indica l'atteggiamento più corretto per non incorrere in pericoli(sia fisici che morali)
    Gesù prima della morte,pur nel terrore,ha richiesto che fosse fatta la Volont�* di Dio.A prima vista Dio potrebbe dimostrarsi crudele ma la Volont�* di Dio non era il supplizio della croce (essendo volont�* umana) ma la fermezza di Gesù nel portare a termine la sua missione.
    Nel deserto Gesù vince le tentazioni compiendo la Volont�* di Dio.Non è detto che Gesù avrebbe comunque vinto sul male essendo in relazione con Dio.Essendo uomo veramente Gesù avrebbe potuto fare una scelta diversa altrimenti le tentazioni sarebbero state una farsa inutile.Al momento della prova Gesù è riuscito a capire quale fosse veramente la Volont�* di Dio cioè un grande beneficio per l'Umanit�*.
    Se l'Umanit�* facesse veramente la Volont�* di Dio non ci sarebbero più violenze e ingiustizie.
    Quando succedono episodi terribili,violenze inaudite specialmente sugli innocenti ci si chiede dov'è Dio perchè vorremmo che Dio fermasse certi mali senza renderci conto che la responsabilit�* è di chi non ha saputo fare la Volont�* di Dio e ha voluto essere libero delle proprie azioni.
    Il credente invoca la Volont�* di Dio proprio perchè queste cose non accadano.
    Se Dio fosse l'autore e il regista della vita degli uomini avrebbe gi�* predisposto tutto:chi vince,chi perde,buoni,cattivi e muoverebbe i fili dei suoi burattini secondo un copione.
    Che senso avrebbe allora la vita umana?L'uomo ha un libero arbitrio che gli permette di condurre la vita secondo una propria regia.
    Ognuno parte da situazioni diverse che a volte possono sembrare tragiche (malattie,povert�*,solitudine) ma tutti possono avere delle carte da giocare per lottare e rendere la propria vita degna di essere vissuta pur nelle difficolt�*.Ci sono disabili che riescono a gestire la vita in maniera incredibile e che riescono a trovare una felicit�* che altri non hanno mentre tane persone in salute si gettano via con la droga .
    Dare la colpa al destino è una fuga dalle responsabilit�*.Se ci fosse un destino ogni decisione,ogni azione,ogni parola sarebbero predisposti in un concatenarsi di eventi collegati da cause ed effetti che portano ad una meta determinata.
    In questo caso l'uomo risulterebbe avvilito dal pensiero che tutto ciò che fa dipende da una volont�* guidata.
    La vita è dura piena di bivi e di scelte da fare ed è per questo che chi ha fede chiede per ogni scelta che sia fatta la Volont�* di Dio.
    Grazie di esistere, Rachele! Sposo ogni singolo pensiero. Anche le virgole.
    amate i vostri nemici

  5. #5
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,225
    Citazione Originariamente Scritto da Rachele Giacobi Visualizza Messaggio
    Il credente invoca la Volont�* di Dio proprio perchè queste cose non accadano.
    Se Dio fosse l'autore e il regista della vita degli uomini avrebbe gi�* predisposto tutto:chi vince,chi perde,buoni,cattivi e muoverebbe i fili dei suoi burattini secondo un copione.
    è curiosa questa idea;
    immagino che tu, e Cono, che condivide, recitiate l'Ave Maria, no ?
    beh, non si dice forse: prega per noi peccatori ? non si invita la Vergine ad intercedere con le sue preghiere per la salvezza dei peccatori ?
    cosa altro significherebbe questo, se non che è Dio stesso ad intervenire motu proprio sul peccatore, cambiandone la disposizione al male, contro la volontà e la libertà stessa del peccatore ?

    guardate che su questi interrogativi non si può svicolare con sofismi, eh...
    c'è del lardo in Garfagnana

  6. #6
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    833
    @Rachele
    All'affermazione "Sia fatta la volontà di dio" preferisco l'affermazione "Conosci te stesso".
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  7. #7
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    51,080
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    è curiosa questa idea;
    immagino che tu, e Cono, che condivide, recitiate l'Ave Maria, no ?
    beh, non si dice forse: prega per noi peccatori ? non si invita la Vergine ad intercedere con le sue preghiere per la salvezza dei peccatori ?
    cosa altro significherebbe questo, se non che è Dio stesso ad intervenire motu proprio sul peccatore, cambiandone la disposizione al male, contro la volontà e la libertà stessa del peccatore ?

    guardate che su questi interrogativi non si può svicolare con sofismi, eh...
    "Salvaci, o Dio. Salvaci nonostante i nostri peccati" Nell'Ave Maria il credente chiede l'intercessione della Beata Vergine per questo. Non si chiede a Dio di diventare "buoni", siamo perfettamente consapevoli della nostra condizione....
    amate i vostri nemici

  8. #8
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,225
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    "Salvaci, o Dio. Salvaci nonostante i nostri peccati" Nell'Ave Maria il credente chiede l'intercessione della Beata Vergine per questo. Non si chiede a Dio di diventare "buoni", siamo perfettamente consapevoli della nostra condizione....
    ma ragiona:
    come fa Dio onnipotente a salvare anche il peccatore più impenitente e renitente, se non convertendolo prima, contro il suo libero arbitrio che lo spinge convintamente a peccare ???
    perché, in caso contrario, avresti tutti salvi, il giusto e l'empio, tutto azzerato;
    quando Gesù dice coloro che il Padre mi manda, e non coloro che vengono per loro decisione, non parla certo a vanvera;
    non è che me lo invento io; è Vangelo, e non puoi far finta che non sia scritto.
    c'è del lardo in Garfagnana

  9. #9
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    51,080
    No, contro la volontà renitente dell'Uomo libero, Dio non agisce: E' troppo rispettoso della nostra Libertà, Axe.
    Nell'Ave Maria, preghiamo Dio sapendo di essere peccatori. Peccatori però che implorano Misericordia, desiderosi di Salvezza. La differenza è sostanziale.
    amate i vostri nemici

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •