Pagina 7 di 7 PrimaPrima ... 3 4 5 6 7
Risultati da 91 a 94 di 94

Discussione: I contrasti tra Paolo e Gesù

  1. #91
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    2,627
    Io sono convinto che pensiero e fede possano e debbano coesistere. La fede cieca non porta a nulla di buono, come insegnano i presunti fondamentalisti di tutte le religioni. Ricordo che anni fa un prete bevve del veleno davanti ai parrocchiani per dimostrare che erano vere le parole del Vangelo, secondo cui "berrete veleno e non ne avrete danno". Il prete morì. Perché? Probabilmente perché aveva messo alla prova Dio senza necessità. Un conto è che ti obblighino a bere veleno e allora Dio può intervenire a salvarti; altro conto è bere volontariamente veleno per dare una dimostrazione gratuita di fede.
    La fede ti insegna delle cose; con la mediazione del pensiero bisogna cercare di metterle in pratica correttamente. E se c'è scontro tra fede e scienza? Ci si riflette e si cerca di capire.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  2. #92
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,189
    Citazione Originariamente Scritto da esterno Visualizza Messaggio
    Fai bene a prenderne nota del titolo _ Forse (ne dubito) ti "aprira' la tua visione / ma ricorda altresi' di acquistarlo / / Ti ripeto il tutto:
    - Arthur Schopenhauer - O si pensa O si crede _ scritto sulla religione / editor Rizzoli -

    Leggilo.. vedrai che le tue notizie di catechismo _ cadranno come Foglie secche !!


    ---------------------------


    Tu scrivi: San Tommaso d'Aquino, Teologi e Filosofi come Sant'Agostino, mistici come San Giovanni della Croce... .non pensavano ??



    Tu sei certo che "pensassero" ? / o piuttosto un modo di pensare espressamente mirato a dare un decisivo contributo all' edificazione di quell' impressionante quanto imponente struttura dogmatica che è il pagan-cristianesimo ??


    ----------------------------------

    Tu scrivi: Hanno scritto i loro trattati, ancora oggi letti da miriadi di persone....senza riflettere e pensare ?



    Letti da miriadi di persone... esattamente come vengono letti trattati stilati da altrettanto auterevolissimi autori di altre "campane" _ e che nulla avevano in comune con la (tua) religione del divinfiglio.
    Ovvero i personaggi che hai elencato NON sono Unici e/o Esclusivi (per fortuna !) - Quindi un po' di modestia non guasterebbe !


    -------------------------------

    Tu scrivi: Sono arrivati alla Fede senza ragione e senza discernimento



    Basterebbe citare il (tuo) Tertulliano,
    A detto autore (in modo del tutto erroneo) gli vien attribuita quella celeberrima e fatidica frase :
    - Credo quia absurdum ! // In verita' disse qualcosa ancor piu' grave _ ovvero:

    - Credibile est, quia ineptum est (è alquanto credibile perché è Sciocco ! (dal suo: De Carne Christi)

    (l' equivoco, come ben si sa, lo si deve ad un' altra figura... che "pensava molto" _ quel misogeno manicheo: Agostino _ personaggio questo che, sarcasticamente, Voltaire definiva come:
    - un africano dalla testa calda (ovvero "un esaltato"..) e che passo' tutta la sua vita a contraddir se' stesso !!

    Orbene questo pensatore Tertulliano, tra l' altro / oltre a "pensare" sulla sua fede / piaceva assai ridicolizzare i riti pagani _ adducendo che tale pratiche altro non erano che mera "superstizione"
    (come riportava nei suoi famosi suoi testi "pensati" _ Apologeticum + Ad Nationes).

    Come dire che le pratiche di culto del cristianesimo, quelle rivolte:
    - al banchetto eucaristico, alle sacre immagini e/o statue, agli amuleti, alle venerate e adulate parti di cadavere in putrefazione e/o conservate (in formalina)..eccc..eccc..fossero le sole "vere" e dunque meno "scimmiottesche" _ ma efficacissime !!


    ----------------------------

    Tu scrivi: Lo Spirito Santo non guida la Chiesa. Essa è solo istituzione umana. Con niente di Divino. E presto o tardi crollerà.


    Povero illuso: tutto crollera', tutto Evaporera'.. allorquando il sole esurira' il suo carburante..
    / cristo o non cristo _ spirito o non spirito / incarnato o non incarnato.... __ fattene una ragione. ( e comunque.. anche a "te buona attesa" )


    --
    Conosci le Scritture ed ometti volontariamente le Parole pronunciate da Gesù sulla questione?

    [Mc 13,24-32] In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In quei giorni, dopo quella tribolazione, il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire sulle nubi con grande potenza e gloria. Egli manderà gli angeli e radunerà i suoi eletti dai quattro venti, dall’estremità della terra fino all’estremità del cielo. Dalla pianta di fico imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. Così anche voi: quando vedrete accadere queste cose, sappiate che egli è vicino, è alle porte. In verità io vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo avvenga. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. Quanto però a quel giorno o a quell’ora, nessuno lo sa, né gli angeli nel cielo né il Figlio, eccetto il Padre».

    Male amico Esterno: Molto molto male.
    amate i vostri nemici

  3. #93
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,189
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    In effetti "O si pensa o si crede", fa pensare, non è un'idea da scartare a priori.
    Dato che io considero la fede un atto del cuore e non della mente arrivo alla conclusione sconclusionata che o si pensa e si segue il filo logico del ragionamento senza pensare ad altro, senza distrarsi, o si crede, e per questo credere è bene non pensare molto di più del dovuto, pena la perdita della fede, nella fede c'è solo un pensiero sequenziale e condizionato dalla fede stesa, a questo punto è meglio che non ci sia, che è un po' come gettarsi allo sbaraglio.
    Evidentemente chi pensa che questo succedersi duri a nostro piacimento si sbaglia di grosso perché il pensiero è talmente veloce ed il credere così lento che per accordarli ci vorrebbe Stradivari.altro che i menzionati pensatori
    Si può arrivare alla Fede anche per mezzo della ragione, Crep: Altrimenti non si spiegano le migliaia di illustri Scienziati credenti!

    https://www.uccronline.it/2010/12/08...i-e-cattolici/
    amate i vostri nemici

  4. #94
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,189
    Citazione Originariamente Scritto da Arcobaleno Visualizza Messaggio
    Io sono convinto che pensiero e fede possano e debbano coesistere. La fede cieca non porta a nulla di buono, come insegnano i presunti fondamentalisti di tutte le religioni. Ricordo che anni fa un prete bevve del veleno davanti ai parrocchiani per dimostrare che erano vere le parole del Vangelo, secondo cui "berrete veleno e non ne avrete danno". Il prete morì. Perché? Probabilmente perché aveva messo alla prova Dio senza necessità. Un conto è che ti obblighino a bere veleno e allora Dio può intervenire a salvarti; altro conto è bere volontariamente veleno per dare una dimostrazione gratuita di fede.
    La fede ti insegna delle cose; con la mediazione del pensiero bisogna cercare di metterle in pratica correttamente. E se c'è scontro tra fede e scienza? Ci si riflette e si cerca di capire.
    “la scienza senza la religione è zoppa e che la religione senza la scienza è cieca”.

    ALBERT EINSTEIN
    amate i vostri nemici

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •