Pagina 2 di 8 PrimaPrima 1 2 3 4 5 6 ... UltimaUltima
Risultati da 16 a 30 di 106

Discussione: I morti nel Mediterraneo continuano ma ora nessuno ne parla

  1. #16
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,337
    Citazione Originariamente Scritto da meogatto Visualizza Messaggio
    Certo sceglindo, ma sorge la questione di quanti, con che qualifiche, con che cultura di formazione sociale.
    Salvo decidere come sbarazzarsi di eccedenti e indesiderati.
    quanti li vedi dal grafico: a parità di posti da coprire sono circa tra gli 8 e i 10 milioni in 10-15 anni, scontando un paio di milioni per lavori cui sopperisce l'automazione;
    ma questo in pura teoria; perché, in effetti, queste persone dovrebbero essere teoricamente rincalzi di bassa qualifica, laddove i nostri nazionali dovrebbero ricoprire le posizioni "buone", qualificate;
    purtroppo una gran parte dei giovani italiani non si qualifica, non studia, e allora hai Fincantieri - Fincantieri, la punta di diamante del sistema industriale nazionale ! - che non trova 6mila addetti specializzati; la Confindustria lombarda è in allarme, perché nei prossimi anni serviranno 200mila addetti che non si trovano tra gli italiani, e nemmeno tra gli stranieri;
    mancano i medici e gli infermieri; quelli che ci sono, sono precari a 50 anni, ma nel giro di 10, coi baby-boomers in pensione, tutto il sistema sarà sottorganico;

    il guaio è che questo genere di problemi si affronta solo con pianificazione e razionalità, perché gli effetti di ogni politica, economica e demografica, sono differiti nei decenni; mentre la politica nazionale rispecchia interessi frammentari e divisi che puntano al breve e si avvalgono di demagogie; non solo quella anti-immigrati e sovranista-nazionalista delle destre, ma anche quella vetero-sindacalese di certa sinistra;
    quando ti accorgi di un problema, è troppo tardi, almeno per i prossimi 20 o 30 anni; si è starnazzato per anni dei negri invasori, quando il vero problema è che ogni anno perdiamo decine di migliaia di laureati che emigrano, quelli che restano non studiano, non lavorano e nemmeno hanno famiglia, ovviamente;

    il risultato è che i pezzi d'Italia vanno per conto loro: chi corre e si aggancia alle realtà più solide, anche se in modo disordinato, e chi resta al palo, non si sa con quali prospettive; gli industriali lombardi si arrangeranno come possono con gli immigrati, e così Fincantieri; ma i giovani italiani continueranno a emigrare e qui arriverà gente che, potendo scegliere, sarebbe andata altrove, i meno qualificati;

    noi dovremmo pregare in aramaico per gli Stati Uniti d'Europa, per avere investitori nordeuropei che si comprano la possibilità di investire qui, anziché cinesi o russi; perché gli europei hanno un'idea media di relazioni industriali e politiche sociali affine alle aspettative italiane; in poche parole, un gruppo alberghiero olandese tratta i dipendenti e l'ambiente meglio di quello che farebbero altri, e con prospettive più durature.
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #17
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    51,336
    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    Concordo con chi ha detto che ora non è più utile parlarne, ora ci sono altri problemi e notizie da affrontare, quando tornerà utile ricominceranno a parlarne e discuterne pubblicamente.
    Riguardo al bambino morto nel carrello aereo tutti parlano di "decina di anni" non importa se dodicenne o decenne, due anni non fanno una grande differenza, resta il fatto che non è tanto vittima del Mediterraneo ma probabilmente del desiderio d'immigrare, del sogno di raggiungere l'Europa, come tanti che s'imbarcano su una imbarcazione precaria con la speranza di fuggire da condizioni invivibili e migliorare la propria realtà di vita.

    Che poi non possiamo, noi come unico paese accogliere l'intera Africa si sa, aggiungerei senza sconvolgimenti di vita ed equilibri, ma sappiamo anche che le migrazioni ci sono sempre state ed è estremamente difficile impedirle.
    ...specie se accade come in questi giorni: L'Occidente bombarda e semina morte in Iraq e pretendiamo che quei poveracci lì rimangano. Zitti e buoni. Meglio se rassegnati, così non ci rompono i testicoli.
    amate i vostri nemici

  3. #18
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    51,336
    Citazione Originariamente Scritto da meogatto Visualizza Messaggio
    Certo sceglindo, ma sorge la questione di quanti, con che qualifiche, con che cultura di formazione sociale.
    Salvo decidere come sbarazzarsi di eccedenti e indesiderati.
    Il Canada ha trovato la soluzione all’immigrazione?
    È uno dei paesi al mondo con la più alta percentuale di stranieri, il multiculturalismo è tutelato dalla costituzione e non ha partiti xenofobi: perché?

    I migranti che arrivano in Canada lo fanno in maniera selezionata e controllata, dopo che il governo ha deciso chi far entrare e a quali condizioni. I canadesi non conoscono il fenomeno dei centri di accoglienza di fortuna e i loro telegiornali non hanno mai mostrato loro stazioni piene di migranti accomodati in sistemazioni di fortuna.
    la lezione principale che insegna il Canada è che una volta che l’immigrazione ha raggiunto una certa soglia, la tolleranza diventa un fenomeno che si autoalimenta. Quando una percentuale consistente della popolazione è nata all’estero o comunque non si identifica completamente con la popolazione nativa, i politici non possono più ignorare i loro voti. In questo contesto, “prima i canadesi” rischia di essere uno slogan che assicura la disfatta elettorale. Per questo è possibile assistere a competizioni elettorali come le primarie del partito conservatore dell’anno scorso, in cui i vari candidati si sfidavano su “quanti” migranti accogliere, senza considerare l’ipotesi di non accoglierli. Il Canada è un paese accogliente e tollerante, ma non è detto che lo rimanga per sempre. Le condizioni che hanno portato il paese a inserire il multiculturalismo addirittura nella sua Costituzione possono cambiare e non è impossibile che presto o tardi il Canada finisca con l’assomigliare di più agli Stati Uniti o ai paesi europei. Ma, come sostiene Thompson, è possibile anche il contrario. Se i politici conservatori dovessero iniziare a vedere nell’immigrazione un potenziale serbatoio di voti invece che una minaccia in grado di galvanizzare i propri elettori, potrebbero essere l’Europa e gli Stati Uniti a finire per assomigliare un po’ di più al Canada.

    https://www.ilpost.it/2018/08/12/can...iculturalismo/
    amate i vostri nemici

  4. #19
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,800
    Se i politici conservatori dovessero iniziare a vedere nell’immigrazione un potenziale serbatoio di voti invece che una minaccia in grado di galvanizzare i propri elettori, potrebbero essere l’Europa e gli Stati Uniti a finire per assomigliare un po’ di più al Canada.

    Sai Cono, i terribili fascisti di casa nostra sospettano proprio che fra accoglienza indiscriminata, ius soli si cerchi, da parte dei "buoni", di acquisire col tempo un "potenziale serbatoio di voti", proprio come scrivi tu. Ma noi sappiamo che chi pensa male va all'Inferno, vero?
    È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante

  5. #20
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,337
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Se i politici conservatori dovessero iniziare a vedere nell’immigrazione un potenziale serbatoio di voti invece che una minaccia in grado di galvanizzare i propri elettori, potrebbero essere l’Europa e gli Stati Uniti a finire per assomigliare un po’ di più al Canada.

    Sai Cono, i terribili fascisti di casa nostra sospettano proprio che fra accoglienza indiscriminata, ius soli si cerchi, da parte dei "buoni", di acquisire col tempo un "potenziale serbatoio di voti", proprio come scrivi tu. Ma noi sappiamo che chi pensa male va all'Inferno, vero?
    non è una prospettiva realistica, ma una suggestione per i poco informati;

    di solito, gli immigrati, non appena integrati, tendono a votare a destra, e per tre motivi circostanziati e osservati:
    a) sotto il profilo economico, si tratta dei segmenti della popolazione più competitivi e con meno pretese di tutele sociali; pertanto, sarebbero avvantaggiati da politiche di destra di deregulation e meritocrazia;

    b) sotto il profilo sociale, è accertato che i gruppi con un livello di istruzione inferiore tendono a votare a destra, perché rispondono a sollecitazioni ideologiche più elementari, "di pancia" e tradizionaliste, slogan semplici, ecc...

    b) sotto il profilo psicologico, l'immigrato integrato anela a sentirsi parte della comunità, e la contiguità alla sua condizione precedente lo disturba, gli genera insicurezza; perciò tende automaticamente ad assimilarsi all'estremo opposto; abbiamo avuto nel Nord-est il fenomeno di massa del terrone leghista, oramai da 30 anni, e che oggi è il più feroce anti-immigrati;

    questi sono fenomeni che tu puoi non aver presenti, e quindi non ti torna l'ipotesi dei conservatori che vedono negli immigrati un serbatoio di voti; ma qualsiasi politologo in erba delle direzioni di partito conosce bene, perché è pieno di studi, a partire dal dilagante voto repubblicano USA tra le minoranze immigrate e integrate di recente;

    io ti inviterei a guardare attentamente il grafico che ho postato e a farti per cinque minuti parte diligente:
    se, per i prossimi 30 anni è certo che non ci saranno italiani a sostenere la parte alta della colonna, dove sei tu, coi baby-boomers pensionandi dei prossimi 10-15 anni, che vivranno in media oltre 80 anni, chi li sostituirà nei posti di lavoro ? chi pagherà le pensioni, quando ogni lavoratore dovrebbe essere talmente produttivo da mantenere se stesso, un minore e due anziani con un solo reddito ?

    si tratta di ammanchi di medici, infermieri, vigili del fuoco, carabinieri, manutentori ambientali, di professione o di circostanza, cioè gente che fa manutenzione delle strutture e infrastrutture, che abita le case e lavora nei fondi; un ammanco stimato tra i 10 e i 12 milioni di persone nei prossimi 10-15 anni;

    ora, dopo averla pensata male, immaginati per cinque minuti decisore, responsabile del futuro di questo paese; problema:
    per almeno 30 anni non ci saranno figli italiani in grado di sostenere la demografia d'insieme; che si fa ?

    prova ad indicare soluzioni, così vediamo di capire quale sia davvero il punto.
    c' del lardo in Garfagnana

  6. #21
    Alive and Kickin' L'avatar di Jerda
    Data Registrazione
    12/04/19
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    2,198
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    non è una prospettiva realistica, ma una suggestione per i poco informati;

    di solito, gli immigrati, non appena integrati, tendono a votare a destra, e per tre motivi circostanziati e osservati:
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    a) sotto il profilo economico, si tratta dei segmenti della popolazione più competitivi e con meno pretese di tutele sociali; pertanto, sarebbero avvantaggiati da politiche di destra di deregulation e meritocrazia;
    Ridicolo. Prendi tre variabili di un sistema complesso, che siano:
    1) Funzionali al tuo argomentare
    2) astratte e non confortabili con dati ma sempre dimostrabili solo a parole e sei a posto, ricami una situazione molto più complessa in modo completamente diverso dalla realtà.

    Gli immigrati, che non riesce o che riescano ad integrarsi vivono sfruttando ogni possibilità di tutela sociale, come noi pari pari. Sembra che tu non abbia conosciuto nemmeno un extracomunitario integrato e che lavora: come noi e tutti gli altri, coglie ogni possibilità di aiuto sociale. Ecco, anche i non integrati e magari dediti ad attività illecite per necessità o mancanza di alternative, non facilitate dalla scarsa connessione con gli abitanti del posto, approfitta di ogni sussidio e richiede ogni casa sociale. Questa degli immigrati yuppie che cercano la competizione per emergere è ridicola, come se fosse riferita agli italiani, né più e né meno.

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    b) sotto il profilo sociale, è accertato che i gruppi con un livello di istruzione inferiore tendono a votare a destra, perché rispondono a sollecitazioni ideologiche più elementari, "di pancia" e tradizionaliste, slogan semplici, ecc...
    Destra sociale e conservatrice italiana gli immigrati? Vai a vedere che siano il bacino preferenziale per forza nuova e fratelli d'Italia, mi mancava. Queste considerazioni che fai hanno più a che fare con l'etimo delle parole e con semplici accostamenti ignorante=vota destra sociale italiana tenendo conto di una ristretta fascia di elementi statistici per dipiù scelti a convenienza tra mille altri. Ma hai presente i partigiani medi? Le loro canzoni tradizionali bandiera rossa/riscossa? Fasce sicuramente particolarmente colte della società si.

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    b) sotto il profilo psicologico, l'immigrato integrato anela a sentirsi parte della comunità, e la contiguità alla sua condizione precedente lo disturba, gli genera insicurezza; perciò tende automaticamente ad assimilarsi all'estremo opposto; abbiamo avuto nel Nord-est il fenomeno di massa del terrone leghista, oramai da 30 anni, e che oggi è il più feroce anti-immigrati;
    Sono stato immigrato, e il "nero" della situazione essendo italiano in Danimarca, Germania soprattutto, ma in fondo anche qui nei Paesi Bassi. Quello che dici sono vaghe suggestioni prendendo solo certi caratteri più esteriori e nemmeno validi per ognuno in quanto immigrato, perché molto dipende dal gruppo sociale di appartenenza. Vediamo, i cinesi a prato anelano a integrarsi? Gli italiani all'estero che si assimilano? In Danimarca dopo anni non hanno imparato la lingua, come spesso in ogni posto dove si parla inglese diffusamente. Il fatto del terrone leghista riguarda solo lo spauracchio degli immigrati e il fatto che oggi, indipendentemente da ieri, la lega è pro-italiani e contro gli stranieri e molti votano per tenersi il posto di lavoro, nella loro mente.

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    io ti inviterei a guardare attentamente il grafico che ho postato e a farti per cinque minuti parte diligente:
    se, per i prossimi 30 anni è certo che non ci saranno italiani a sostenere la parte alta della colonna, dove sei tu, coi baby-boomers pensionandi dei prossimi 10-15 anni, che vivranno in media oltre 80 anni, chi li sostituirà nei posti di lavoro ? chi pagherà le pensioni, quando ogni lavoratore dovrebbe essere talmente produttivo da mantenere se stesso, un minore e due anziani con un solo reddito ?
    Questo non c'entra col fatto per cui gli immigrati dovrebbero votar destra.
    Del resto non ho adesso le fonti sottomano, ma accordi sui voti degli immigrati alla propria parte sono stati fatti da entrambe le parti, con una certa preponderanza, situazionale e non certo per motivi ideologici, della sinistra essendo vicina alle ong, incluse e certo non escluse appositamente quelle meno trasparenti e più affariste.
    Ultima modifica di Jerda; 14-01-2020 alle 10:58
    Il vostro compito non è cercare l’amore, ma, semplicemente, cercare e trovare dentro di voi tutte le barriere che avete costruito contro di esso.

    Giamal al-Din Rumi

  7. #22
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,337
    Citazione Originariamente Scritto da Jerda Visualizza Messaggio
    Ridicolo. Prendi tre variabili di un sistema complesso, che siano:
    1) Funzionali al tuo argomentare
    2) astratte e non confortabili con dati ma sempre dimostrabili solo a parole e sei a posto, ricami una situazione molto più complessa in modo completamente diverso dalla realtà.

    Gli immigrati, che non riesce o che riescano ad integrarsi vivono sfruttando ogni possibilità di tutela sociale, come noi pari pari. Sembra che tu non abbia conosciuto nemmeno un extracomunitario integrato e che lavora: come noi e tutti gli altri, coglie ogni possibilità di aiuto sociale. Ecco, anche i non integrati e magari dediti ad attività illecite per necessità o mancanza di alternative, non facilitate dalla scarsa connessione con gli abitanti del posto, approfitta di ogni sussidio e richiede ogni casa sociale. Questa degli immigrati yuppie che cercano la competizione per emergere è ridicola, come se fosse riferita agli italiani, né più e né meno.



    Destra sociale e conservatrice italiana gli immigrati? Vai a vedere che siano il bacino preferenziale per forza nuova e fratelli d'Italia, mi mancava. Queste considerazioni che fai hanno più a che fare con l'etimo delle parole e con semplici accostamenti ignorante=vota destra sociale italiana tenendo conto di una ristretta fascia di elementi statistici per dipiù scelti a convenienza tra mille altri. Ma hai presente i partigiani medi? Le loro canzoni tradizionali bandiera rossa/riscossa? Fasce sicuramente particolarmente colte della società si.



    Sono stato immigrato, e il "nero" della situazione essendo italiano in Danimarca, Germania soprattutto, ma in fondo anche qui nei Paesi Bassi. Quello che dici sono vaghe suggestioni prendendo solo certi caratteri più esteriori e nemmeno validi per ognuno in quanto immigrato, perché molto dipende dal gruppo sociale di appartenenza. Vediamo, i cinesi a prato anelano a integrarsi? Gli italiani all'estero che si assimilano? In Danimarca dopo anni non hanno imparato la lingua, come spesso in ogni posto dove si parla inglese diffusamente. Il fatto del terrone leghista riguarda solo lo spauracchio degli immigrati e il fatto che oggi, indipendentemente da ieri, la lega è pro-italiani e contro gli stranieri e molti votano per tenersi il posto di lavoro, nella loro mente.



    Questo non c'entra col fatto per cui gli immigrati dovrebbero votar destra.
    Del resto non ho adesso le fonti sottomano, ma accordi sui voti degli immigrati alla propria parte sono stati fatti da entrambe le parti, con una certa preponderanza, situazionale e non certo per motivi ideologici, della sinistra essendo vicina alle ong, incluse e certo non escluse appositamente quelle meno trasparenti e più affariste.
    tu, in Germania, Olanda o Danimarca non sei tecnicamente un "immigrato", visto che nessuno può impedirti di andarci e starci, come cittadino UE; in nessun modo puoi paragonarti al "nero" che sta qui;

    se poi avessi incrociato il tema del voto ispanico negli USA, ti saresti risparmiato tutto il pippone, visto che in moltissimi casi c'è una preponderanza di voto repubblicano;
    sia la Lega, sia FdI esibiscono i loro zio Tom, anzi, cousin Tom, come l'esponente marchigiano che va in tv; il terrone leghista è un topos da decenni, tanto è diffuso;

    è ovvio che nell'immediato, uno sbarcato voterebbe a sinistra; ma non c'è nessun progetto di diritto al voto per gli sbarcati; quando si tratta di gente radicata che è qui da anni, non hai davvero alcuna corresponsione ideologica;

    anche e soprattutto perché con gente che proviene da culture politiche e modelli d'autorità generalmente non democratici, come quasi tutti i paesi di provenienza, è molto facile che vengano ignorate tutte le normali obiezioni che un italiano potrebbe porre ad una destra, pure estrema;
    sanno una sega il filippino, il gahnese, il peruviano, l'egiziano di questioni costituzionali; una volta che son dentro e legittimati non è che ti citano Bobbio o Cassese; per una buona fetta di est-europei poco istruiti una democratura è la condizione normale quanto a modello d'autorità, in proposito c'è uno studio su come il massiccio arrivo di russi in Israele sia connesso ad una 20ennale politica di tendenza autoritaria e aggressiva, visto che votano tutti a destra e provengono da Putinlandia.
    c' del lardo in Garfagnana

  8. #23
    Alive and Kickin' L'avatar di Jerda
    Data Registrazione
    12/04/19
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    2,198
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    tu, in Germania, Olanda o Danimarca non sei tecnicamente un "immigrato", visto che nessuno può impedirti di andarci e starci, come cittadino UE; in nessun modo puoi paragonarti al "nero" che sta qui;
    Tu stavi prlando delle naturali tendenze di un immigrato. Socialmente e economicamente anche qui in olanda, dove prendo 13 euro l'ora nette, ne prenderei 28 se fossi olandese. Agli stranieri di votare, in generale frega meno che agli italiani, ed è un tratto umano. Anche perché pochi immigrati oggi intendono restare in Italia e quindi di integrarsi. Ma vale anche per ogni altra nazionalità che si trovi all'estero, non sono fatti né contingenti né a base nazionale, si chiama genere umano.
    Il vostro compito non è cercare l’amore, ma, semplicemente, cercare e trovare dentro di voi tutte le barriere che avete costruito contro di esso.

    Giamal al-Din Rumi

  9. #24
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,337
    Citazione Originariamente Scritto da Jerda Visualizza Messaggio
    Tu stavi prlando delle naturali tendenze di un immigrato. Socialmente e economicamente anche qui in olanda, dove prendo 13 euro l'ora nette, ne prenderei 28 se fossi olandese.
    sulla base di quale legge ? sono curioso di sapere dove nell'ordinamento olandese si dispone che un non olandese cittadino UE possa per questo essere retribuito di meno; faremmo un bello scoop...
    c' del lardo in Garfagnana

  10. #25
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    1,380
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    non è una prospettiva realistica, ma una suggestione per i poco informati;

    di solito, gli immigrati, non appena integrati, tendono a votare a destra, e per tre motivi circostanziati e osservati:
    a) sotto il profilo economico, si tratta dei segmenti della popolazione più competitivi e con meno pretese di tutele sociali; pertanto, sarebbero avvantaggiati da politiche di destra di deregulation e meritocrazia;

    b) sotto il profilo sociale, è accertato che i gruppi con un livello di istruzione inferiore tendono a votare a destra, perché rispondono a sollecitazioni ideologiche più elementari, "di pancia" e tradizionaliste, slogan semplici, ecc...

    b) sotto il profilo psicologico, l'immigrato integrato anela a sentirsi parte della comunità, e la contiguità alla sua condizione precedente lo disturba, gli genera insicurezza; perciò tende automaticamente ad assimilarsi all'estremo opposto; abbiamo avuto nel Nord-est il fenomeno di massa del terrone leghista, oramai da 30 anni, e che oggi è il più feroce anti-immigrati;
    Scusate ma io a sta cosa proprio non riesco a credere, mi piacerebbe conoscerli e quanti sono i potenziali votanti di destra.
    Salvini dovrebbe felicitarsi dunque invece che respingere gli immigrati sul barcone

  11. #26
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    5,003
    Non sembra che vi siano altri che li cercano a braccia aperte tanto siano utili.
    Poi una immigrazione evoluta e utile e' diversa da quella che occupa stabili e trasforma i giardinetti in piazze di spaccio, mediamente tacciando di infedeli chi suo malgrado se li carica.

  12. #27
    Alive and Kickin' L'avatar di Jerda
    Data Registrazione
    12/04/19
    Località
    Amsterdam
    Messaggi
    2,198
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    sulla base di quale legge ? sono curioso di sapere dove nell'ordinamento olandese si dispone che un non olandese cittadino UE possa per questo essere retribuito di meno; faremmo un bello scoop...
    Ah non so davvero, ma è quello che guadagno io e quello che guadagna lei, e ciò mi è stato confermato come normale dal rechtshulp e da numerose conferme su facebook di altri più informati di me. Probabilmente si tratta di una sommatoria di benefit e di scatti di anzianità e altri scatti misti. Aldilà della legge è quello che guadagno, confermato dagli enti pubblici di appoggio legale che è normale. Se vuoi cerco la legge, non fa fatica a me prende solo tempo, ma se poi mi spieghi con la stessa sollecitudine con cui hai fatto questa domanda perché l'hai fatta e in che cosa hai cambiato idea nel fare l'errata obiezione. O continuiamo a spararle così, immuni alle prove contrarie, in base a quello che ci dice la retorica più che da informazioni sul posto.
    A proposito, se io sono stato al Rechtshulp, tu da che ente o dato hai avuto modo di dubitare al punto di ipotizzare uno scoop?
    Il vostro compito non è cercare l’amore, ma, semplicemente, cercare e trovare dentro di voi tutte le barriere che avete costruito contro di esso.

    Giamal al-Din Rumi

  13. #28
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    5,003
    Le leggi stabiliscono i minimi retributivi su un lordo molto articolato, cosa che ad es portava il lordo medio degli impiegati della sede di roma ad essere superiori di quelli della mia sede in abruzzo, su considerazioni di costo della vita.
    Piuttosto che le retribuzioni dei trasfrontalieri sul confine svizzero concorrenziali con quelle degli svizzeri, scontenti della concorrenza.

  14. #29
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    5,003
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Il Canada ha trovato la soluzione all’immigrazione?
    È uno dei paesi al mondo con la più alta percentuale di stranieri, il multiculturalismo è tutelato dalla costituzione e non ha partiti xenofobi: perché?

    I migranti che arrivano in Canada lo fanno in maniera selezionata e controllata, dopo che il governo ha deciso chi far entrare e a quali condizioni. I canadesi non conoscono il fenomeno dei centri di accoglienza di fortuna e i loro telegiornali non hanno mai mostrato loro stazioni piene di migranti accomodati in sistemazioni di fortuna.
    la lezione principale che insegna il Canada è che una volta che l’immigrazione ha raggiunto una certa soglia, la tolleranza diventa un fenomeno che si autoalimenta. Quando una percentuale consistente della popolazione è nata all’estero o comunque non si identifica completamente con la popolazione nativa, i politici non possono più ignorare i loro voti. In questo contesto, “prima i canadesi” rischia di essere uno slogan che assicura la disfatta elettorale. Per questo è possibile assistere a competizioni elettorali come le primarie del partito conservatore dell’anno scorso, in cui i vari candidati si sfidavano su “quanti” migranti accogliere, senza considerare l’ipotesi di non accoglierli. Il Canada è un paese accogliente e tollerante, ma non è detto che lo rimanga per sempre. Le condizioni che hanno portato il paese a inserire il multiculturalismo addirittura nella sua Costituzione possono cambiare e non è impossibile che presto o tardi il Canada finisca con l’assomigliare di più agli Stati Uniti o ai paesi europei. Ma, come sostiene Thompson, è possibile anche il contrario. Se i politici conservatori dovessero iniziare a vedere nell’immigrazione un potenziale serbatoio di voti invece che una minaccia in grado di galvanizzare i propri elettori, potrebbero essere l’Europa e gli Stati Uniti a finire per assomigliare un po’ di più al Canada.

    https://www.ilpost.it/2018/08/12/can...iculturalismo/
    Ma anche con una delle piu' basse densita' di popolazione, salvo poi vedere di chi sono questi immigrati.
    Non risulta che abbiano dato la disponibilita' a caricarsi degli immigrati sud americani che premono sugli usa.

  15. #30
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,337
    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    Scusate ma io a sta cosa proprio non riesco a credere, mi piacerebbe conoscerli e quanti sono i potenziali votanti di destra.
    Salvini dovrebbe felicitarsi dunque invece che respingere gli immigrati sul barcone
    certo che finché non sono cittadini, è difficile che tu li veda;
    io conosco molto bene il nord, urbano e profondo, da sempre; me li ricordo bene i Capone e Cutrufo entusiasti della Lega-nord secessionista, quando ancora, sotto la calata monzese, si sentiva quella d'origine; al centro e al sud, sembrava impensabile, eppure erano tantissimi
    negli USA il partito repubblicano pesca a piene mani tra gli ispanici, latinos vari e messicani, soprattutto in Texas, Arizona, New Mexico; in California hanno un po' meno successo.
    c' del lardo in Garfagnana

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •