Pagina 5 di 6 PrimaPrima 1 2 3 4 5 6 UltimaUltima
Risultati da 61 a 75 di 76

Discussione: Corona virus

  1. #61
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,541
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Comunque, al di là delle generalizzazioni, molti dei rom CHE VIVONO NEI CAMPI sono soliti rubare, questo non mi pare contestabile, chi si è integrato (ma ce ne sono così tanti? Chiedo, non lo so) è ovvio che sia fuori dal discorso.
    non è tanto ovvio;
    io sono perfettamente consapevole che tu non ti percepisci, né vuoi esprimere concetti razzisti;
    certe cose le faccio presenti proprio perché facilmente, nella buona fede, non si valutano le implicazioni dei concetti che si esprimono; è la mia parte leguleia che emerge e mi impone la logica;
    non so darti le cifre, ma i rom integrati, che hanno da generazioni rinunciato al nomadismo, sono la stragrande maggioranza, e ovviamente non fanno notizia; si parla di generazioni e generazioni, diverse decine di migliaia, quando nei campi in effetti sono poche migliaia in tutta Italia;
    negli anni 20 erano giostrai, circensi e artigiani ambulanti; poi, col tempo, si sono concentrati soprattutto nelle cinture periferiche di Napoli, Roma e Abruzzo, e negli anni 60 e 70 stabilizzati in quelle periferie e borgate, fino a diventare indistinguibili; le famiglie rom mafiose famose a Roma sono tutte abruzzesi e "normalizzati" da decenni; non sono tutti mafiosi, ma sono comunque dei clan, che vivono in villette, spesso di lusso, temutissimi e rispettatissimi; guardati il caso Ostia e l'alleanza col neo-fascismo locale...


    Di fatto quelli che balzano agli occhi sono proprio quelli che vivono nei campi, di solito non posti ai Parioli, ma in borgate fatiscenti dove la gente si vive già molti problemi. E quelli che vivono nei campi io avevo a scuola, i pochi ragazzi volenterosi che dopo essersi iscritti ai corsi per la licenza media di fatto frequentarono. Di loro certo che non mi sono mai preoccupato potessero rubarmi qualcosa. Ma che poi mi si venga a dire che ci sono degli italiani che rubano...che scoperta...Però voglio vedere Axe su un autobus affollato avvicinato da minorenni rom che non si preoccupa un attimo del suo borsello o del suo portafoglio.
    guarda che io per primo ho scritto che in quei casi sono diffidente e prevenuto, e che provo istintivo fastidio anche per una cifra assolutamente innocua, che però richiama disordine, anche se sempre meno diffusa; io prendo il bus, e li vedo; sempre meno spesso e sempre più discreti; difficile vederli litigare o far casino come 20 anni fa; sono anche più decorosi e discreti;

    Sapete come cantava il grande Gaber, rivolto pure a tanti sinistrati col paraocchi? "Un concetto, un'idea, un'idea, finché resta un'idea è soltanto un'astrazione...Se potessi mangiare un'idea avrei fatto la mia...rivoluzione!" E per finire: qualche volta ho rubato anch'io, Axe. Sull'autobus, non ho pagato il biglietto, mi ero dimenticato di comprarlo. Quindi di certo mi paragonerai al ladro che entra in casa scassinando la serratura, rubando l'argenteria, puntando il coltello a chi eventualmente si trova in casa. Padronissimo, ognuno è libero di vederla a modo suo. Perdonami se io la vedo in modo un po' diverso.
    non so; io non ho particolari idee da "sinistrato"
    sono piuttosto un uomo d'ordine e non mi piace chi fa casino e accende risse sociali, estremizza, falsifica; non faccio morale a nessuno, sono liberale e libertario;
    solidarista e di sinistra per convenienza, visto che una società in cui non ci sono poveri è più bella e vivo meglio anche io, che povero non sono; quindi sono disposto a pagare per questo;
    faccio solo presente che sovreccitare l'umore diffuso con rancori esagerati quando, oggettivamente, certe questioni non sono davvero di allarme intollerabile, rischia di minare la pace sociale in modo imprevedibile per chi solleva queste onde;
    io direi che non cosa astuta allarmare la gente tranquilla e ben disposta con istanze avventurose e inutilmente conflittuali, quando la sostanza delle maggioranze è desiderio di tranquillità, avversione agli eccessi;
    il nostro standard è europeo, quello della maggioranza; sono leggi di tolleranza e uguaglianza, con alcune cose che non vanno, ma con una maggioranza che ha desiderio di farle funzionare;
    mettere a repentaglio tutto questo può sembrare divertente, un modo per animare un po' la scena; ma non si dovrebbe sottovalutare la paura e l'incazzatura della gente tranquilla che non vuole grane; ricorda il 18 aprile 48, quando sembrava che il Fronte popolare dovesse vincere a mani basse, e invece stravinse la DC;
    gli italiani sono così; magari strepitano un po', ma poi chi prende strade avventurose prende un sacco di bastonate e resta ai margini;
    dopo un po' le grullerie e le salvinate stufano, perché non producono robba che se magna;
    sì, i negri per strada inquietano, ma poi la badante ti serve per il genitore; gli imprenditori chiedono operai che non si trovano, altrimenti si chiude e si disloca, ed è un guaio; i tedeschi ti fanno lavorare, e non è il caso di incasinare i rapporti; la gente normale, le famiglie, le piccole imprese, hanno mutui in euro, che resteranno in euro; non hanno voglia di essere pagati in neo-lirette svalutate o anche solo di veder salire lo spread perché qualcuno sobilla e fa casino, le spara troppo sopra le righe;
    mo' lo vedi, dopo la caduta dei pentastellati come pure il ganassa viene commissariato da quelli posati, che stanno sul territorio e sanno fare politica di governo; la ricreazione è finita.

    meglio discutere civilmente, sulla base di quanto la legge e i principi condivisi stabiliscono; meglio il cervello della pancia; poi, se uno vuole far parlare la pancia, faccia pure, ma consapevole che difficilmente la protesta e la sovreccitazione, la ricerca di nemici e guerre da combattere hanno vita lunga;
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #62
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    2,371

    Arrow

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    certo che c'è differenza; una differenza di genus tecnico, fattispecie operativa dell'appropriazione indebita; non di deprecabilità morale;
    no, axe, se permetti dissento. se metti sullo stesso piano evasione fiscale e mettiamo "furto" o "omicidio", così come definiti dal relativo codice, è perché probabilmente non conosci le "ragioni" che portano i ladri a rubare e gli evasori a non pagare il fisco. furto e evasione non sono la stessa cosa. e ovviamente i motivi sono tanti. ma tra tutti quelli a cui posso pensare, c'è quello per cui il furto è il più delle volte motivato da bassi ragionamenti, come un "distorto" senso dei propri diritti, invidia sociale, "mala gioventù", ecc. e inoltre la fattispecie del furto è sempre quella "codificata" perché il reato è quello. diverso con l'evasione, la quale è ad esempio "legislativamente" giustificata al di sotto di un certo "reddito", legge che peraltro viene modificata ogni tot di tempo, e quindi anche la relativa "fattispecie". quello che sto dicendo è che l'evasione è tollerata più che il furto, sempre a livello di sanzioni, perché c'è una sorta di "consapevolezza", da parte della politica, relativamente al fatto che esiste un tot di reddito nazionale, che si alimenta proprio attraverso un tot di evasione.


    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    io sono il primo ad essere d'accordo sull'insostenibilità di ceri regimi fiscali, anche perché la cosa riguarda anche me, autonomo da sempre;
    si. dove, alla camera?

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ma questo non toglie che si tratta comunque di un reato che comporta la sottrazione di risorse a chi le tasse le paga, via uso dei servizi;
    vuoi farne un formalismo di definizione giuridica ? mi sta bene; ma ribadisco che i controlli e le sanzioni per l'evasione all'estero sono molto più severi;
    sono più severi perché ci sono proprio quei "servizi" che da noi non ci sono. se io cittadino, non ho la percezione di uno stato sociale che "funziona", e se anzi la politica mi toglie soldi perché non crea lavoro, allora come faccio a considerare le "tasse" bellissime come diceva il defunto ministro?

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    se il disagio dell'artigiano diventa alibi per disobbedire alla legge, allora a fortiori non puoi nemmeno obiettare sull'africano che ha sete e sbarca qui, mentre a casa sua un'impresa italiana si compra tutte la risorse per due spicci;
    no, axe. l'africano sbarca da noi, al sud. non da te. e se tanto mi dà tanto direi che reddito, occupazione e servizi qui da noi non soddisfano "neanche" le modeste richieste del senegalese, che giustamente se ne viene da voi.


    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    c'entra nella misura in cui il cittadino "medio" strilla invettive verso gruppi accusati di essere "ladri" e non vede le travi nel proprio occhio;
    i ladri, carissimo, tra i politici esistono perché, oltre a mangiare "gratis" alla buvette, vogliono la barca e 5000 euro al mese. ma neanche questo basta, con tutto quello che ne deriva.

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    non ti piace l'argomento evasione ?
    bene, parliamo delle pensioni e dei pensionati con la retributiva, magari da enti inutili, o imprese sussidiate, finanziate o altrimenti foraggiate dal debito, sgravi, ecc... debito che paghiamo noi oggi; io ho versato nella gestione separata soldi che non rivedrò mai e che sono andati a pagare la pensione a gente che con le vecchie regole ha versato anche solo 15 o 20 anni di contributi, fittizi, poi;
    ecco. adesso ci troviamo. ovviamente la "pulizia fiscale" la si invoca quando si è pronti a pagare, senza lamentarsi. poi scusa: tra gli enti "inutili" quali "istituzioni" citeresti?


    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    se erano agricoltori, avevano un reddito reale degli attuarializzati 500 euro; il resto sussidi, ivi inclusi i contributi; idem per tanti piccoli commercianti e artigiani; in economia, si chiama "disoccupazione mascherata" da economia delle perdite; si sta al banco, si denuncia una perdita, vera o falsa, o entrambe, e lo stato compensa; si è fatto per 30 anni e passa, e maturava pensione e diritti;
    grazie a dio ci sono anche "i sindacati" che "pagano" la pensione a quelli che "voi" definite "ladri e mantenuti". anziché altri, che campano una vita sulle spalle di quelli.

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    tutta l'economia nazionale fino ai primi 90 è stata remunerata a debito, sulle spalle mie, per decisione politica degli stessi beneficiari; beh, non è un furto questo ? costringono me a pagare il debito procurato dalla politica che ha creato posti di lavoro improduttivi in cambio di voti, tollerato l'evasione per lo stesso motivo per decenni; ripianato i debiti di aziende fallimentari, prestato soldi mediante banche pubbliche ad amici incapaci...
    si. tu però ti puoi chiamare fuori perché c'hai un'età. e poi, e so di dire il già detto, anche su libri e cd, ammesso che c'entrino qualcosa, si fanno "da sempre" le "collette".

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ora, io non voglio crocifiggere nessuno, perché le cose sono complesse e ho volutamente semplificato; ma almeno evitiamo i toni accesi e tonitruanti quando si proviene un po' tutti da un'economia di "furto", più o meno camuffato; solo questo volevo puntualizzare.
    si. questo davvero...

  3. #63
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,541
    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    no, axe, se permetti dissento. se metti sullo stesso piano evasione fiscale e mettiamo "furto"
    risparmiatela; la mia era solo una considerazione generale sull'appropriazione indebita di risorse; serviva da orientamento, senza alcuna pretesa tecnica

    sono più severi perché ci sono proprio quei "servizi" che da noi non ci sono. se io cittadino, non ho la percezione di uno stato sociale che "funziona", e se anzi la politica mi toglie soldi perché non crea lavoro, allora come faccio a considerare le "tasse" bellissime come diceva il defunto ministro?
    no, sono più severi perché la tradizione giuridica è meno accondiscendente; negli USA i servizi sono minimi, ma se evadi il fisco ti fanno un culo come un cesto, anni di galera;

    ecco. adesso ci troviamo. ovviamente la "pulizia fiscale" la si invoca quando si è pronti a pagare, senza lamentarsi. poi scusa: tra gli enti "inutili" quali "istituzioni" citeresti?
    negli anni 80 ne hanno aboliti centinaia; c'era un ente apposito

    ma questo è il vero problema storico italiano, pre-politico:
    il nostro è un sistema di relazioni sociali che non premia la competizione, ma l'obbedienza e il familismo, l'economia di relazione;
    finché si potevano fare debiti, garantiti dalla Guerra fredda e dall'appoggio americano, la cosa funzionava;
    finito quel mondo, finita la festa;
    già il Fascismo stesso era una soluzione - provvisoria - all'incapacità di un sistema rachitico di sostenere la necessaria modernizzazione; per essere una potenza industriale e militare, dovevi mobilitare i ceti subalterni, responsabilizzarli con l'istruzione e l'ascensore sociale; l'Italia era troppo retriva, con classi dirigenti spaventate dal "popolo", sempre odiato e temuto, e una chiesa che spalleggiava questo timore della modernità;

    poi è venuta l'Italia dei buffi, fino a Berlusconi incluso, che non era né destra, né sinistra; rimandava la resa dei conti;
    ora non basta più nemmeno un miracolo;
    l'unica sarebbe dare tutto, chiavi in mano, agli olandesi, che almeno rispetto ai tedeschi hanno meno complessi; è una battuta ovviamente;
    ma io sono europeista, oltre che di necessità e identità, anche perché amando l'Italia sono convinto che ci salviamo solo assieme agli altri vicini e affini; da soli siamo come i tossici, posto che quali mezza Italia è già "Germania" e va per conto suo.




    grazie a dio ci sono anche "i sindacati" che "pagano" la pensione a quelli che "voi" definite "ladri e mantenuti". anziché altri, che campano una vita sulle spalle di quelli.



    si. tu però ti puoi chiamare fuori perché c'hai un'età. e poi, e so di dire il già detto, anche su libri e cd, ammesso che c'entrino qualcosa, si fanno "da sempre" le "collette".



    si. questo davvero...[/QUOTE]
    c' del lardo in Garfagnana

  4. #64
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    2,371
    Citazione Originariamente Scritto da axeugene Visualizza Messaggio
    risparmiatela; la mia era solo una considerazione generale sull'appropriazione indebita di risorse; serviva da orientamento, senza alcuna pretesa tecnica
    si. ma per "appropriazione indebita" si intende come sai un reato, che è molto più grave che "non pagare le tasse".


    Citazione Originariamente Scritto da axeugene Visualizza Messaggio
    no, sono più severi perché la tradizione giuridica è meno accondiscendente; negli usa i servizi sono minimi, ma se evadi il fisco ti fanno un culo come un cesto, anni di galera;
    ti domando: quando un cameriere a manhattan ti fotte il 15% del prezzo come mancia, che sta facendo, l'esattore?

    Citazione Originariamente Scritto da axeugene Visualizza Messaggio
    negli anni 80 ne hanno aboliti centinaia; c'era un ente apposito :d
    grazie a dio...

    Citazione Originariamente Scritto da axeugene Visualizza Messaggio
    ma questo è il vero problema storico italiano, pre-politico:
    Il nostro è un sistema di relazioni sociali che non premia la competizione, ma l'obbedienza e il familismo, l'economia di relazione;
    finché si potevano fare debiti, garantiti dalla guerra fredda e dall'appoggio americano, la cosa funzionava;
    finito quel mondo, finita la festa;
    già il fascismo stesso era una soluzione - provvisoria - all'incapacità di un sistema rachitico di sostenere la necessaria modernizzazione; per essere una potenza industriale e militare, dovevi mobilitare i ceti subalterni, responsabilizzarli con l'istruzione e l'ascensore sociale; l'italia era troppo retriva, con classi dirigenti spaventate dal "popolo", sempre odiato e temuto, e una chiesa che spalleggiava questo timore della modernità;
    mi viene da pensare che noi italiani "siamo delle pecore", anche se, da bravi "comunisti", facciamo i leoni. ovviamente "a parole"...

    Citazione Originariamente Scritto da axeugene Visualizza Messaggio
    poi è venuta l'italia dei buffi, fino a berlusconi incluso, che non era né destra, né sinistra; rimandava la resa dei conti;
    ora non basta più nemmeno un miracolo;
    l'unica sarebbe dare tutto, chiavi in mano, agli olandesi, che almeno rispetto ai tedeschi hanno meno complessi; è una battuta ovviamente;
    ma io sono europeista, oltre che di necessità e identità, anche perché amando l'italia sono convinto che ci salviamo solo assieme agli altri vicini e affini; da soli siamo come i tossici, posto che quali mezza italia è già "germania" e va per conto suo.
    si. esattamente. in fondo tutto il mondo è "paese".

  5. #65
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,541
    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    si. ma per "appropriazione indebita" si intende come sai un reato, che è molto più grave che "non pagare le tasse".
    non mi riferivo al reato specifico come da dicitura, ma al senso generico di appropriarsi dei cosa altrui; sulla gravità , il criterio varia, e in molti casi l'evasione è punita di più;

    ti domando: quando un cameriere a manhattan ti fotte il 15% del prezzo come mancia, che sta facendo, l'esattore?
    non ti fotte; quella è la consuetudine locale, che sei tenuto a conoscere, come chiunque viaggi; non è un taglieggio, ma il risultato della paga minima del cameriere, che consente il prezzo base più basso; ma serve per consentire un meccanismo premiale per cui il cameriere è incentivato a farsi imprenditore di se stesso;
    è un sistema discutibile. nel senso che se ne può discutere; ma non è una truffa a danno del cliente.



    grazie a dio...



    mi viene da pensare che noi italiani "siamo delle pecore", anche se, da bravi "comunisti", facciamo i leoni. ovviamente "a parole"...



    si. esattamente. in fondo tutto il mondo è "paese".[/QUOTE]
    c' del lardo in Garfagnana

  6. #66
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    2,371
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    non mi riferivo al reato specifico come da dicitura, ma al senso generico di appropriarsi dei cosa altrui; sulla gravità , il criterio varia, e in molti casi l'evasione è punita di più;

    si. guarda, sarebbe come dire che il debitore che, in virtù di un piano "omologato" che gli consente, per effetto di provvedimento "giudiziale", di pagare "meno" di quanto sarebbe altrimenti obbligato a pagare, di fatto "espropri" il creditore di una certa percentuale di ciò che, in forza del contratto, gli spetterebbe di diritto. ovviamente a ciò si può "rispondere" che, in forza dell'art. 42 della nostra costituzione, in certi casi, detti di "sovraindebitamento", si potrebbe convenire sulla "esdebitazione parziale", in base alla necessità, di pubblico "interesse", di tutelare i "consumi", e quindi il nostro "debitore", che può ben essere definito, in questo tipo di situazioni, "consumatore", sarebbe legittimato a pagare "meno".
    questo per raffigurare, in certo modo, il rapporto tra contribuente, cioè debitore, e stato, cioè creditore. stessa dinamica. stesse soluzioni. e grazie a dio.


    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    non ti fotte; quella è la consuetudine locale, che sei tenuto a conoscere, come chiunque viaggi; non è un taglieggio, ma il risultato della paga minima del cameriere, che consente il prezzo base più basso; ma serve per consentire un meccanismo premiale per cui il cameriere è incentivato a farsi imprenditore di se stesso;

    si, perdio. ma il cameriere le tasse le paga?

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    è un sistema discutibile. nel senso che se ne può discutere; ma non è una truffa a danno del cliente.
    non è una truffa ma è come pagare "in nero" il ROM a porta portese. quello "dichiara"?

  7. #67
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,541
    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    si. guarda, sarebbe come dire che il debitore...
    sei partito per la tangente; io ho solo sostenuto che molte persone che si lagnano dell'illegalità altrui spesso non vedono la propria posizione discutibile nel quedro della sostanza;
    si, perdio. ma il cameriere le tasse le paga?
    in USA le pagano tutti; sono letteralmente terrorizzati dal fisco; le tasse sono basse, ma se le evadi passi i guai veri;

    non è una truffa ma è come pagare "in nero" il ROM a porta portese. quello "dichiara"?
    no, non sei in Italia, non lo scordare
    c' del lardo in Garfagnana

  8. #68
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    2,371
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    sei partito per la tangente; io ho solo sostenuto che molte persone che si lagnano dell'illegalità altrui spesso non vedono la propria posizione discutibile nel quedro della sostanza;

    va bene, anzi scusa: non avevo capito...

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    in USA le pagano tutti; sono letteralmente terrorizzati dal fisco; le tasse sono basse, ma se le evadi passi i guai veri;

    si, ma in un paese dove tutto è lasciato all'iniziativa del singolo, mi domando in "che modo" operi una "autorità" fiscale. se permetti qualche "documentario" su come funziona lì l'economia pubblica l'ho anche guardato. e mi pare che siano piuttosto gli istituti di credito a sostituire una attività fiscale "autoritativa e centralizzata" che, per molti motivi, mi pare non potrebbe esserci, proprio per quella che è la "mentalità economica" usa. mi pare che siano le banche a lucrare percentuali altissime dai redditi "privati", offrendo però e nel contempo una "sicurezza" dei depositi che in un'ottica "continentale" è premiante nella misura in cui sempre gli usa, e a quanto ho modo di sapere, non hanno mai conosciuto, a parte nel '29, quegli sconvolgimenti a carattere macroeconomico, che da sempre sono invece subiti da tutti (o quasi) gli altri paesi dell'area. i quali, dinanzi a tali fenomeni, non possono fare altro che "nazionalizzare" il loro sistema bancario, e quindi i depositi "privati", peraltro senza accennare, prima, ad una potenziale assenza di tutela in casi di crisi "del sistema".

    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    no, non sei in Italia, non lo scordare
    si. noi del sud siamo un'appendice retroversa della tunisia. pietà!

  9. #69
    Opinionista L'avatar di Tommaso
    Data Registrazione
    24/01/20
    Messaggi
    97
    Mi piacerebbe parlare del coronavirus, anche se, vista la piega presa dalla discussione, forse bisognerebbe aprire un nuovo thread...
    Comunque volevo solo dire di non farsi influenzare dall'apparente boom di nuovi casi in Cina, dipende soltanto da un nuovo sistema di calcolo usato dalle Autorità cinesi, da domani il computo totale di infettati e vittime torna a calare.
    P.S comunque finora sono morti in tutto il mondo per il Coronavirus più o meno tante persone quante ne muoiono in una sola ora per il fumo di sigaretta

  10. #70
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    2,371
    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    Mi piacerebbe parlare del coronavirus, anche se, vista la piega presa dalla discussione, forse bisognerebbe aprire un nuovo thread...
    Comunque volevo solo dire di non farsi influenzare dall'apparente boom di nuovi casi in Cina, dipende soltanto da un nuovo sistema di calcolo usato dalle Autorità cinesi, da domani il computo totale di infettati e vittime torna a calare.
    P.S comunque finora sono morti in tutto il mondo per il Coronavirus più o meno tante persone quante ne muoiono in una sola ora per il fumo di sigaretta
    guarda, se vuoi ti dico la mia. penso che il virus sia una specie di "trovata", da parte dei cinesi, per veicolare non il virus, ma la accettazione, da parte di noi occidentali, del fatto che sempre i cinesi hanno deciso "in qualche modo", di inviare da noi occidentali, quelli che da loro sono come dire "idonei all'espatrio". in altro modo non saprei come descrivere il "fatto" che da noi ci siano sempre più persone con gli occhi a mandorla. altra cosa: ovviamente un nuovo "virus" rappresenta sempre, e non a caso "periodicamente", una sorta di "benedizione" per i produttori di farmaci, che così hanno qualcosa su cui "lucrare". poi a quanto ne so il fumo di sigaretta danneggia solo coloro che ad esso sono intolleranti, e non coloro che fumano perché "gli piace". e niente a che vedere tra sigarette e virus.

  11. #71
    Opinionista L'avatar di Tommaso
    Data Registrazione
    24/01/20
    Messaggi
    97
    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    guarda, se vuoi ti dico la mia. penso che il virus sia una specie di "trovata", da parte dei cinesi, per veicolare non il virus, ma la accettazione, da parte di noi occidentali, del fatto che sempre i cinesi hanno deciso "in qualche modo", di inviare da noi occidentali, quelli che da loro sono come dire "idonei all'espatrio".
    Scusa, ma questa è proprio bizarra...
    Quindi la Cina per far emigrare un maggior numero di persone ( che, peraltro, emigrano da un secolo almeno in tutto il mondo, senza bisogno di alcuna particolare spinta, anzi negli ultimi anni ci sono fenomeni inversi, con la Cina che "attira" personale qualificato dall'estero che va lì per studiare nelle ottime Università cinesi e per lavorare... ) avrebbe escogitato questa macchinazione diabolica... Che, però, ad occhio, dovrebbe avere un effetto esattamente opposto, visto che, semmai, OSTACOLA la partenza di cinesi verso l'estero ( l'Italia in questo è in prima linea avendo CANCELLATO tutti i voli da e per la Cina )


    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    poi a quanto ne so il fumo di sigaretta danneggia solo coloro che ad esso sono intolleranti, e non coloro che fumano perché "gli piace". e niente a che vedere tra sigarette e virus.
    Sbagli di grosso: il fumo di sigaretta è la principale causa di morte nei Paesi occidentali, nel mondo provoca 8 milioni di morti all'anno, un'ecatombe, anzi un genocidio... In Italia ne muoiono 70.000 all'anno, per intenderci una città come Pavia che scompare OGNI ANNO. E non esiste una "intolleranza" al fumo, il fumo fa male A TUTTI: non esiste NESSUNO che non venga più o meno danneggiato, anche se non tutti muoiono.

  12. #72
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    2,371
    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    Scusa, ma questa è proprio bizarra...
    Quindi la Cina per far emigrare un maggior numero di persone ( che, peraltro, emigrano da un secolo almeno in tutto il mondo, senza bisogno di alcuna particolare spinta, anzi negli ultimi anni ci sono fenomeni inversi, con la Cina che "attira" personale qualificato dall'estero che va lì per studiare nelle ottime Università cinesi e per lavorare... )

    si. ma partendo dal presupposto che quello che tu citi è un insieme di "informazioni" che non possono essere "verificate", ma che nondimeno si fanno "condividere" perché sono "rassicuranti" riguardo all'analogia, che ne consegue, tra cina e paesi occidentali, dando per certo lo stesso tipo di rapporto, tra cina e occidente, che tra paesi "dell'occidente", mi verrebbe da osservare che, nelle attività "propriamente" economiche, l'etica del lavoro "cinese" sia paragonabile a quella di un gruppo di individui tra i quali corra un "legame" identitario motivato dall'appartenere ad una etnia, come dire, "a sé". cioè quando il cinese viene ad esempio "a roma", città che ne ospita "molti", non è che tenda ad apprendere, ad esempio, la "cucina italiana", ma che invece tenti di imporre la "propria cucina" all'avventore italiano. questo ovviamente vale per i ristoranti, ma vale anche, mutatis mutandis, ad esempio per l'occupazione del tibet. non integrare ma "dominare". non so e è chiaro.

    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    avrebbe escogitato questa macchinazione diabolica... Che, però, ad occhio, dovrebbe avere un effetto esattamente opposto, visto che, semmai, OSTACOLA la partenza di cinesi verso l'estero ( l'Italia in questo è in prima linea avendo CANCELLATO tutti i voli da e per la Cina )

    questo mi pare una cavolata. poi non è che se prendi un volo per la cina ti portano "in cina". dal diritto internazionale mi pare di capire che, a parte il nostro continente, quando si prendono voli "fuori europa", e non "per lavoro", magari spendendo poco, allora non è che ti portano "proprio là". ti portano dove "possono". questo credo valga anche per la cina.

    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    Sbagli di grosso: il fumo di sigaretta è la principale causa di morte nei Paesi occidentali, nel mondo provoca 8 milioni di morti all'anno, un'ecatombe, anzi un genocidio... In Italia ne muoiono 70.000 all'anno, per intenderci una città come Pavia che scompare OGNI ANNO. E non esiste una "intolleranza" al fumo, il fumo fa male A TUTTI: non esiste NESSUNO che non venga più o meno danneggiato, anche se non tutti muoiono.
    sarebbe peggiore e più pervasiva, come causa di "morte", mettiamo "una guerra", oppure una dittatura, comunista o fascista. non trovi?

  13. #73
    Opinionista L'avatar di Tommaso
    Data Registrazione
    24/01/20
    Messaggi
    97
    Premetto che faccio fatica a seguirti, per cui sarei stato tentato a chiudere qui la discussione, però un paio di punti richiedono assolutamente una precisazione

    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    si. ma partendo dal presupposto che quello che tu citi è un insieme di "informazioni" che non possono essere "verificate", ma che nondimeno si fanno "condividere" perché sono "rassicuranti" riguardo all'analogia, che ne consegue, tra cina e paesi occidentali,
    Io in Cina ci sono stato, anche più volte, un mio caro amico lavora lí, e ti posso assicurare che, almeno nelle grandi metropoli ( in periferia è sicuramente diverso ) la Cina non è "uguale" ai Paesi occidentali: è più avanti, per diversi aspetti... Pensa che le Università cinesi sfornano ogni anno 8 milioni di laureati, buona parte dei quali ingegneri o informatici, mentre le grandi metropoli cinesi sono ormai indistinguibili da quelle americane ( sono, anzi, forse più pulite e meglio organizzate ).
    I mali della Cina sono concentrati nelle sacche, ancora sicuramente evidenti, di arretratezza e povertà delle campagne e delle periferie ( è da lì che partono le epidemie influenzali ) ma visti gli enormi progressi fatti in così poco tempo, sarei pronto a scommettere che tra 20-30 anni anche quelle aree saranno risanate.


    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    quando il cinese viene ad esempio "a roma", città che ne ospita "molti", non è che tenda ad apprendere, ad esempio, la "cucina italiana", ma che invece tenti di imporre la "propria cucina" all'avventore italiano.
    Si tratta solo di una questione di "mercato": "tira" il cibo cinese, per cui loro propongono quel cibo... Per esempio, adesso che invece va molto di moda in cibo giapponese, moltissimi ristoranti cinesi si sono "riciclati" in ristoranti giapponesi ( pure se i loro cuochi, probabilmente, il Giappone non l'hanno mai visto neanche in cartolina ), altro che "imporre" la loro cucina.
    Non propongono la pizza perché il mercato Italiano è saturo, ma se ce ne fosse la possibilità non avrebbero problemi a farlo.
    E, comunque, ci sono ristoranti cinesi che propongono anche piatti italiani. A Roma, per esempio, ti consiglio "CiNapoli", a via Trionfale, dove, accanto ai loro classici piatti, propongono anche ottime pizze napoletane.
    Inutile dire, poi, che in Cina ci sono moltissimi ristoranti e pizzerie italiane.






    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    poi non è che se prendi un volo per la cina ti portano "in cina". dal diritto internazionale mi pare di capire che, a parte il nostro continente, quando si prendono voli "fuori europa", e non "per lavoro", magari spendendo poco, allora non è che ti portano "proprio là". ti portano dove "possono". questo credo valga anche per la cina.

    Beh, io quando ci sono andato, ho preso l'aereo e mi ci hanno portato proprio in Cina, te l'assicuro...
    Almeno, erano tutti gialli, ho visto la Muraglia cinese e la città proibita....

    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    sarebbe peggiore e più pervasiva, come causa di "morte", mettiamo "una guerra", oppure una dittatura, comunista o fascista. non trovi?
    No, non lo trovo affatto... E se avessi visto anche tu qualcuno morire per cancro ai polmoni, saresti del mio stesso parere: mille volte meglio un colpo di fucile...
    E, comunque, nessuna guerra, per quanto feroce, ammazza tanta gente quanto il fumo di sigaretta ( ripeto: 8 milioni di morti ogni anno )

  14. #74
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    2,371
    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    Premetto che faccio fatica a seguirti, per cui sarei stato tentato a chiudere qui la discussione, però un paio di punti richiedono assolutamente una precisazione

    ok. va bene...

    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    Io in Cina ci sono stato, anche più volte, un mio caro amico lavora lí, e ti posso assicurare che, almeno nelle grandi metropoli ( in periferia è sicuramente diverso ) la Cina non è "uguale" ai Paesi occidentali: è più avanti, per diversi aspetti... Pensa che le Università cinesi sfornano ogni anno 8 milioni di laureati, buona parte dei quali ingegneri o informatici, mentre le grandi metropoli cinesi sono ormai indistinguibili da quelle americane ( sono, anzi, forse più pulite e meglio organizzate ).

    guarda. so di dire il "già detto", però a quanto mi risulta, se vai in cina e sei italiano e hai sulla cina delle idee "tue", ovviamente in cina trovi "quello che ti aspetti", e questo vale sia per la cina, che ad esempio per il regno unito, che per il canada, che per le americhe ecc. poi dato che la cina è stata per circa settanta anni, un paese "comunista", mi verrebbe da considerare che lì il comunismo sia, come dire, una "realtà", che però non deriva da considerazioni o "schemi ideali" relativi al sistema economico "adottato", bensì da un mutamento "interiore", cioè a livello "personale". mi pare di capire che il cinese sia "intimamente" comunista. questo ovviamente consente ai cinesi di non fare "differenza" tra "capitalismo" e "economia di piano". se hai dei valori e delle idee "personali" e "umane", perché in definitiva il comunismo a questo "è finalizzato", allora puoi fare quello che ti pare. conta in definitiva, la realizzazione, che in cina è stata raggiunta, di un nuovo modo di "sentire", di "ragionare", di concepire le relazioni tra sé stessi e gli altri. e grazie a dio c'è spazio per tutti. quindi se tu vuoi "studiare" in cina, puoi farlo. se vuoi "lavorare" puoi farlo. però sempre considerando che la differenza tra italiani e cinesi è una questione di età. noi italiani siamo, in confronto a quel popolo, dei "poppanti". loro sono dei vecchi incanutiti e "benevoli".

    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    I mali della Cina sono concentrati nelle sacche, ancora sicuramente evidenti, di arretratezza e povertà delle campagne e delle periferie ( è da lì che partono le epidemie influenzali ) ma visti gli enormi progressi fatti in così poco tempo, sarei pronto a scommettere che tra 20-30 anni anche quelle aree saranno risanate.

    questo dal "tuo" punto di vista. a me cinese non me ne frega niente che tu la pensi così. se la pensi così allora faccio in modo di assecondarti, come si farebbe con i bambini o coi pazzi. non so se è chiaro...

    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    Si tratta solo di una questione di "mercato": "tira" il cibo cinese, per cui loro propongono quel cibo... Per esempio, adesso che invece va molto di moda in cibo giapponese, moltissimi ristoranti cinesi si sono "riciclati" in ristoranti giapponesi ( pure se i loro cuochi, probabilmente, il Giappone non l'hanno mai visto neanche in cartolina ), altro che "imporre" la loro cucina.

    allora. sono stato in un ristorante cinese, dove chiedevo "ravioli ai gamberi". il cameriere ha detto che "solo gamberi no", carne e "gamberi" si. questo vuol dire che ti danno quello che hanno. altro esempio: in altro ristorante cinese. mi capitò di avere fame, ma con soli "otto euro". nel ristorante chiesi "tutto quello che si può comprare con otto euro". la cameriera prende il menù, lo sostituisce con un altro, ovviamente con prezzi molto ridotti, tipo un euro a piatto, e mi porta ogni "ben di dio". questo non è un po' come "aiutare il prossimo" o "venire incontro alle esigenze di un mendicante"? non è come "esportare il comunismo", ovviamente "fregandosene" del tipo di "costume locale", cioè italiano?

    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    Non propongono la pizza perché il mercato Italiano è saturo, ma se ce ne fosse la possibilità non avrebbero problemi a farlo.
    E, comunque, ci sono ristoranti cinesi che propongono anche piatti italiani. A Roma, per esempio, ti consiglio "CiNapoli", a via Trionfale, dove, accanto ai loro classici piatti, propongono anche ottime pizze napoletane.

    si. guarda, anche il gelato italiano viene "imitato" dai cinesi. con una differenza sostanziale, per cui il gelato "cinese" è "caldo" e sa di frittura. tanto per dire. e ovviamente pizza italiana e pizza cinese, se tanto mi dà tanto, credo siano "abbastanza diverse".

    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    Inutile dire, poi, che in Cina ci sono moltissimi ristoranti e pizzerie italiane.

    te ce mannano...

    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio

    Beh, io quando ci sono andato, ho preso l'aereo e mi ci hanno portato proprio in Cina, te l'assicuro...
    Almeno, erano tutti gialli, ho visto la Muraglia cinese e la città proibita....

    due domande: 1) quanto hai pagato il viaggio? 2) la città proibita è a pechino, non in tibet. tu quale hai visto?


    Citazione Originariamente Scritto da Tommaso Visualizza Messaggio
    No, non lo trovo affatto... E se avessi visto anche tu qualcuno morire per cancro ai polmoni, saresti del mio stesso parere: mille volte meglio un colpo di fucile...
    E, comunque, nessuna guerra, per quanto feroce, ammazza tanta gente quanto il fumo di sigaretta ( ripeto: 8 milioni di morti ogni anno )
    ma senti, se io decido di morire a causa del tabacco, perché magari sono un chirurgo oncologo che vede "morire la gente" e non ne può più, allora tu che diritto hai di vietarmelo? non trovi?
    Ultima modifica di sandor; Ieri alle 17:21

  15. #75
    Opinionista L'avatar di Tommaso
    Data Registrazione
    24/01/20
    Messaggi
    97
    Sandor, lo dico sul serio, sei il mio mito, Ionesco e Joyce ti fanno un baffo....
    Grande....

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •