Pagina 2 di 2 PrimaPrima 1 2
Risultati da 16 a 21 di 21

Discussione: La farina del diavolo

  1. #16
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    17,932
    Citazione Originariamente Scritto da Doppio Visualizza Messaggio
    È una domanda valida, forse sì, anche se la parte più divertente per me resta la composizione, però la soddisfazione di un prodotto finito più professionale non va sottovalutata.
    guarda che non si tratta affatto di suonare "professionali", ma esattamente di divertirsi con la composizione;
    te lo dice uno che praticamente occupa così quasi tutta la sua giornata, quando può;

    se ti appropri di 3 o 4 nozioni fondamentali ti si apre un mondo di gioco, praticamente infinito, e vorrai capire e utilizzare tutto il resto; è come imparare a nuotare, andare in bicicletta o a vela; poi decidi tu dove andare.
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #17
    Superstite L'avatar di Doppio
    Data Registrazione
    04/08/10
    Località
    Dietro di te
    Messaggi
    3,220
    Ti ascolto, a cosa ti riferisci di preciso?
    Non avete ancora visto niente

    Moderatore droghe

  3. #18
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    17,932
    Citazione Originariamente Scritto da Doppio Visualizza Messaggio
    Ti ascolto, a cosa ti riferisci di preciso?
    beh, un concetto essenziale è che:

    a) il piacere dell'ascolto dipende dall'aspettativa/sorpresa, che in musica è domanda/risposta, ossia tensione --> risoluzione; ci sono altre fasi interlocutorie, ma quello è; per esempio, il penultimo accordo di un giro che suoni è - dovrebbe avere - sempre una funzione "tensiva", che risolve nell'ultimo, cioè il primo, quello di chiave;

    b) il concetto di "chiave" diatonica ti apre una serie di scenari infiniti e incredibili per comporre, perché ti orienta nel quadro delle sensazioni che puoi voler produrre nell'ascoltatore;
    il modo più facile e intuitivo è quello di guardare la tastiera del pianoforte, i tasti bianchi: dal do al do un'ottava sopra: sei in chiave di do maggiore;

    tu sai già che un accordo - facciamo una triade, per semplicità - si costruisce con la tonica, la terza (caratteristica o mediante) e la quinta; l'accordo di do maggiore sarà composto dalle note do-mi-sol;
    ora, se tu parti dalle altre note di quella scala do-re-mi-fa-sol-la-si... otterrai a scalare questi accordi, che si chiamano gradi, 1°,2°, 3°...
    re minore, mi minore, fa maggiore, sol maggiore, la minore, si diminuito; questa si chiama armonizzazione della scala, nel caso, di do maggiore;
    la canzone, tipicamente è una progressione di gradi; il classico "giro di do" o turnaround è una progressione primo/sesto/secondo/quinto, do, la-m, re-m, sol(7)

    perché è importante, fondamentale ?

    questo è il concetto primo che ti cambia la vita di musicista, perché ti raggruppa gli accordi per famiglie di appartenenza; in pratica, se tu hai cantato una melodia su un gruppo di accordi della stessa chiave diatonica, come quelli che ti ho elencato, quegli accordi sono tutti fungibili tra loro; mentre se introduci qualcosa di "estraneo", - che so, un fa minore - stai mettendo pepe nella canzone; e lì la cosa comincia a farsi interessante...

    per il momento, ti linko un simpatico insegnante che in 3 minuti spiega alcuni rudimenti; parti dalla lezione 14 o 15, se quelle prima ti annoiano:

    c' del lardo in Garfagnana

  4. #19
    Superstite L'avatar di Doppio
    Data Registrazione
    04/08/10
    Località
    Dietro di te
    Messaggi
    3,220
    Non avete ancora visto niente

    Moderatore droghe

  5. #20
    Superstite L'avatar di Doppio
    Data Registrazione
    04/08/10
    Località
    Dietro di te
    Messaggi
    3,220
    Pare che io non capisca nel modo più assoluto quello che piace alle persone (non che ci abbia mai provato), le canzoni che ho messo sul canale che piacciono di più a me vengono a malapena cagate, poi ieri pubblico questa (che è carina, ma non l'ho mai considerata particolarmente valida) e ho il più rapido riscontro che abbia visto fino adesso. Boh, forse quelle che piacciono a me sono troppo intimiste.

    Non avete ancora visto niente

    Moderatore droghe

  6. #21
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    55,653
    Anche a me piace molto questa ultima. Sai cosa? Come stile mi ricorda un po' De Andrè. E ha un ritmo incalzante che coinvolge.
    “Io e il mio gatto... siamo due randagi senza nome che non appartengono a nessuno e a cui nessuno appartiene” [cit. Colazione da Tiffany]

    Noi vogliamo cantare l'amor del pericolo, l'abitudine all'energia e alla temerità [cit: Manifesto futurista] .

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •