Pagina 78 di 98 PrimaPrima ... 28 68 74 75 76 77 78 79 80 81 82 88 ... UltimaUltima
Risultati da 1,156 a 1,170 di 1459

Discussione: L’affetto allargato

  1. #1156
    Scrivere con il telefonino è un casino, però.
    Bambol utente of the decade

  2. #1157
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,894
    Citazione Originariamente Scritto da bumble-bee Visualizza Messaggio
    Cono, quello che tu non comprendi è il fatto che tutte queste cose che dici, perdono, comprensione, accettazione dell'altro, sovvenirsi, ecc., cadono nel momento in cui termina l'amore che unisce due persone. C'è poco da fare. L'amore non è un sentimento che si comanda con l'imposizione o l'auto imposizione, altrimenti è peggio di una punizione, una condanna a vita e nessuno merita, a prescindere dai propri comportamenti, la condanna a stare a vita con un altro.

    Pertanto il termine "Finché morte non vi separi" è da bandire, anche perché probabilmente alcuni uomini la intendono nel senso di autorizzazione al femminicidio.
    Niente, non riusciamo proprio a capire che non è possibile basare il Rapporto di Coppia solo sul sentimento. E' qua, su questo punto, che gira tutto il problema....

    "E’ importante chiedersi se è possibile amarsi “per sempre”. Questa è una domanda che dobbiamo fare: è possibile amarsi “per sempre”? Oggi tante persone hanno paura di fare scelte definitive. Ma è una paura generale, propria della nostra cultura. Fare scelte per tutta la vita, sembra impossibile. Oggi tutto cambia rapidamente, niente dura a lungo… E questa mentalità porta tanti che si preparano al matrimonio a dire: “stiamo insieme finché dura l’amore”, e poi? Tanti saluti e ci vediamo… E finisce così il matrimonio. Ma cosa intendiamo per “amore”? Solo un sentimento, uno stato psicofisico? Certo, se è questo, non si può costruirci sopra qualcosa di solido. Ma se invece l’amore è una relazione, allora è una realtà che cresce, e possiamo anche dire a modo di esempio che si costruisce come una casa. E la casa si costruisce assieme, non da soli! Costruire qui significa favorire e aiutare la crescita. Cari fidanzati, voi vi state preparando a crescere insieme, a costruire questa casa, per vivere insieme per sempre. Non volete fondarla sulla sabbia dei sentimenti che vanno e vengono, ma sulla roccia dell’amore vero, l’amore che viene da Dio. La famiglia nasce da questo progetto d’amore che vuole crescere come si costruisce una casa che sia luogo di affetto, di aiuto, di speranza, di sostegno. Come l’amore di Dio è stabile e per sempre, così anche l’amore che fonda la famiglia vogliamo che sia stabile e per sempre. Per favore, non dobbiamo lasciarci vincere dalla “cultura del provvisorio”! Questa cultura che oggi ci invade tutti, questa cultura del provvisorio. Questo non va!

    Dunque come si cura questa paura del “per sempre”? Si cura giorno per giorno affidandosi al Signore Gesù in una vita che diventa un cammino spirituale quotidiano, fatto di passi - passi piccoli, passi di crescita comune - fatto di impegno a diventare donne e uomini maturi nella fede. Perché, cari fidanzati, il “per sempre” non è solo una questione di durata! Un matrimonio non è riuscito solo se dura, ma è importante la sua qualità. Stare insieme e sapersi amare per sempre è la sfida degli sposi cristiani."

    http://www.vatican.va/content/france...fidanzati.html
    amate i vostri nemici

  3. #1158
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,894
    Citazione Originariamente Scritto da efua Visualizza Messaggio
    Auguratevi tante di quelle crisi che poi il rapporto risulta migliorato
    Rinvigorito
    Addirittura rinfrescato, per la miseria!
    Perche’ altrimenti si salta da una storia all’altra
    Da una persona all’altra
    Veramente Cono crede che stiamo a Hollywood
    Vado a fare una doccia va
    Buongiorno!
    Tutti vivono prima o poi momenti di crisi, nel Rapporto di Coppia (sia esso Matrimonio od Unione Civile): Quel che voglio dire è che, una volta affrontati e superati insieme tali periodi, poi il Rapporto risulta più forte, Efua. Più solido di prima!
    E' un combattimento, lo so. E la tentazione della via più agevole si fa presente da subito. Ma vale la pena affrontarlo. Specie se ad essere coinvolti sono anche i Bambini. Noi tante volte pensiamo che la cosa migliore per loro sia di tenerli fuori, dalle nostre diatribe, ignorando che i loro occhi vedono ed osservano tutto. E se fanno esperienza che Mamma e Papà sono Persone in grado di perdonarsi, diventeranno poi col tempo Uomini e Donne retti, responsabili, con una spina dorsale ben dritta! Uomini e Donne che sapranno affrontare la Vita in tutti i suoi aspetti.
    amate i vostri nemici

  4. #1159
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,894
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    qui la questione non riguarda i cattolici - per i quali la cosa dovrebbe essere più o meno ovvia - ma un preteso Bene comune, ossia una morale pubblica, per come la intende Cono;
    ora, dobbiamo intendere - come società, intendo - il matrimonio e istituti o condizioni assimilabili, come legami fondati essenzialmente sul sentimento, spontaneo, oppure no ? in questo caso, se il sentimento è elemento essenziale di quel negozio giuridico, va da sé che potendo mutare quel sentimento viene a decadere anche un presupposto essenziale di quel vincolo;

    altrimenti, si statuisce che il vincolo prevale sul sentimento, perché si considera valore sociale - cioè, il comportamento di chi intenda sciogliere quel vincolo danneggia la società, e allora il caveat è che quel comportamento vada vietato, per legge, motivatamente e in modo articolato, visto che comporta una limitazione alla libertà personale;

    può darsi che per un cattolico osservante sia essenziale non divorziare, onorando così il sacramento; ma poi si pone la questione di conformità evangelica nel trattenere il coniuge renitente, contro il suo volere, ma a favore di un personale status quo che si trova soddisfacente;
    cioè, se mia moglie non mi ama più e magari ama un altro, quanto è cristiano trattenerla in nome del sacramento, ma anche del set di servizi e garanzie che quella mi offre, dai calzini lavati e camicie stirate, fino ai cd doveri coniugali ?

    visto che la religione cristiana, e non solo la confessione cattolica, postulano precetti morali che si intendono universali, rivolti ad un generale apprezzamento, anche di chi non abbia ancora la fede, la domanda a cui va risposto è: è una colpa, un peccato, ecc... non amare più ?
    se andiamo a vedere la procedura, che spiega sempre bene il senso delle istituzioni, persino la Rota considera eventuali vizi originari della volontà, benché il matrimonio sia stato consumato, con figli, ecc... anche a distanza di decenni.
    La Società Occidentale è forse formata solo dai Cattolici?!?! Quando la crema dei pensatori moderni parla di "tramonto di una civiltà, di crisi valoriale e di decadenza morale" secondo te non parla di tutto quanto il tessuto sociale di un popolo, di una nazione e di interi continenti? Ne sono stati postati almeno una dozzina Axe e di questi solo uno può essere definito credente: Il Papa!!!!! Tutti sono concordi nel ritenere l'individualismo, l'edonismo e il narcisismo come una vera e propria piaga etica. A loro (come a me) non interessa il singolo caso, dove ognuno può legittimamente descrivere la sua storia e la sua situazione. A loro (come a me) non interessa il trito e ritrito dibattito divorzio si/divorzio no. Interessa prendere sul serio o no il dilemma su cosa sia più conveniente fondare il Futuro delle nuove Generazioni. Sulle cose liquide o su quelle solide? Che un Bambino possa crescere a contatto con una Mamma, un Babbo e dei Fratelli è la cosa più solida e naturale del mondo. Farlo crescere con una nuova mamma o un nuovo babbo e con altri fratelli solo finchè dura il sentimento per poi passare ancora ad altro, è la cosa più liquida e più innaturale del mondo. E che spesso produce in loro cicatrici visibili e invisibili, dure a rimarginarsi. Bisogna dirlo, questo. Bisogna averlo sempre ben presente.
    amate i vostri nemici

  5. #1160
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Niente, non riusciamo proprio a capire che non è possibile basare il Rapporto di Coppia solo sul sentimento. E' qua, su questo punto, che gira tutto il problema....

    "E’ importante chiedersi se è possibile amarsi “per sempre”. Questa è una domanda che dobbiamo fare: è possibile amarsi “per sempre”?
    No. A volte non accade, punto

    Poi, il sentimento è l'ingrediente principale che forma la coppia ed è necessario che provenga da entrambi, non basta la fede di uno, per sopperire il sentimento dell'altro.

    Augurati sempre che la tua cona abbia sempre un sorriso spontaneo sulle labbra, quando ti vede o pensa a te, altrimenti, non c'è Dio che possa fare molto per la tua felicità.
    Ultima modifica di bumble-bee; 12-11-2020 alle 06:36
    Bambol utente of the decade

  6. #1161
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    23,399
    Citazione Originariamente Scritto da bumble-bee Visualizza Messaggio
    No. A volte non accade, punto

    Poi, il sentimento è l'ingrediente principale che forma la coppia ed è necessario che provenga da entrambi, non basta la fede di uno, per sopperire il sentimento dell'altro.

    Augurati sempre che la tua cona abbia sempre un sorriso spontaneo sulle labbra, quando ti vede o pensa a te, altrimenti, non c'è Dio che possa fare molto per la tua felicità.
    *
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  7. #1162
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,468
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    La Società Occidentale è forse formata solo dai Cattolici?!?! Quando la crema dei pensatori moderni parla di "tramonto di una civiltà, di crisi valoriale e di decadenza morale" secondo te non parla di tutto quanto il tessuto sociale di un popolo, di una nazione e di interi continenti? Ne sono stati postati almeno una dozzina Axe e di questi solo uno può essere definito credente: Il Papa!!!!!
    infatti; rispondevo a Lilia che una critica, se è "morale", riguarda - appunto - l'etica della società;
    ma se la critica è sensata, deve necessariamente far conseguire un precetto vincolante, altrimenti non ha rilievo morale forte; se si censura un comportamento, si deve poter essere in grado di vietarlo, così come si vieta il furto;

    Tutti sono concordi nel ritenere l'individualismo, l'edonismo e il narcisismo come una vera e propria piaga etica.
    niente affatto; sei tu ad equivocare questi comportamenti come non etici;

    posto che andrebbero specificati, senza mettere nel calderone tutto quello che a te non piace, si possono individuare come individualmente discutibili, nel senso di non convenienti a chi li ponga in essere per motivi psicologici, religiosi, ecc...

    ma l'etica pubblica non c'entra nulla: la tua vita e la mia non sono toccate da questi comportamenti in modo tale da poter argomentare una qualche ingerenza; se uno è narcisista, individualista, edonista, e rispetta le leggi, ha facoltà di essere come gli pare, esattamente come tu hai facoltà di fare quanti figli vuoi a fronte di esimi pensatori che denunciano la crescita demografica come il maggior fattore di crisi del pianeta: uno fra tantissimi, il politologo fiorentino, il massimo esponente della sociologia politica italiana, Giovanni Sartori, mancato qualche anno fa;

    A loro (come a me) non interessa il singolo caso, dove ognuno può legittimamente descrivere la sua storia e la sua situazione.
    questa è ipocrisia; la società è fatta di individui, e sono questi a scegliere;

    se ritieni legittima la libertà individuale - qui non si capisce il perché tu dica descrivere la sua storia, e non scegliere cosa fare; forse proprio non ti veniva - devi accettare il principio; non è che esiste un qualcosa di separato e autonomo che si chiama "società";

    per tutelare l'insieme che interagisce, la società, si fanno le leggi;
    se trovi non pubblicamente etico un comportamento, devi assumerti la responsabilità di enunciare una legge che lo vieti, argomentando quella privazione di libertà individuale, esattamente come questa viene limitata al semaforo; col rosso, anche se hai fretta, ti fermi e fai passare gli altri; è così che funziona la società;

    A loro (come a me) non interessa il trito e ritrito dibattito divorzio si/divorzio no. Interessa prendere sul serio o no il dilemma su cosa sia più conveniente fondare il Futuro delle nuove Generazioni. Sulle cose liquide o su quelle solide? Che un Bambino possa crescere a contatto con una Mamma, un Babbo e dei Fratelli è la cosa più solida e naturale del mondo. Farlo crescere con una nuova mamma o un nuovo babbo e con altri fratelli solo finchè dura il sentimento per poi passare ancora ad altro, è la cosa più liquida e più innaturale del mondo.
    ma per carità...
    tu vivi in un mondo di fantasia e fantasmi... in cui l'impiegata delle poste con due figli che si separa e a malapena riesce a chiedere un contributo all'ex-coniuge, esce la sera a rimorchiare e poi porta i figli in giro nelle case degli amanti occasionali; un trasloco ogni lunedì
    secondo me, al campus c'è qualche studente burlone che ti droga il caffè della macchinetta

    la gente che ha famiglia e figli, materialmente, con tutti i gravami economici e vincoli giuridici, mutui, affido congiunto, ecc... in caso di una rottura di quel nucleo, non solo è estremamente prudente su qualsiasi nuova relazione, ma si risposa - e ricrea condizioni analoghe - solo in caso di incontri davvero importanti e di qualità, vista la fatica immane del tutto;

    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Niente, non riusciamo proprio a capire che non è possibile basare il Rapporto di Coppia solo sul sentimento. E' qua, su questo punto, che gira tutto il problema....

    "E’ importante chiedersi se è possibile amarsi “per sempre”. Questa è una domanda che dobbiamo fare: è possibile amarsi “per sempre”? Oggi tante persone hanno paura di fare scelte definitive. Ma è una paura generale, propria della nostra cultura. Fare scelte per tutta la vita, sembra impossibile.
    benissimo;
    vuoi alzare l'asticella ? non ti lamentare della prudenza di chi si deve cimentare; se devo scegliere per sempre, mi costringi all'estrema prudenza; nel frattempo, ammesso e non concesso che si trovi la persona giusta, mi diverto, sperimento, osservo;
    questo è il risultato a cui ha condotto la tua cultura del per sempre, che le persone in carne ed ossa riferiscono a ciò che hanno vissuto in famiglia, da figli o nipoti; e decidono diversamente, perché il prezzo non è giusto, è iniquo;

    senza giudicare il merito dei contenuti, promuovere quel tipo di famiglia che intendi è facile quanto convincere oggi i tuoi figli a piantare una baionetta in pancia di un austriaco in nome di Trento e Trieste, o per l'italianità dell'Istria.
    c' del lardo in Garfagnana

  8. #1163
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    23,399
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Tutti vivono prima o poi momenti di crisi, nel Rapporto di Coppia (sia esso Matrimonio od Unione Civile): Quel che voglio dire è che, una volta affrontati e superati insieme tali periodi, poi il Rapporto risulta più forte, Efua. Più solido di prima!
    E' un combattimento, lo so. E la tentazione della via più agevole si fa presente da subito. Ma vale la pena affrontarlo. Specie se ad essere coinvolti sono anche i Bambini. Noi tante volte pensiamo che la cosa migliore per loro sia di tenerli fuori, dalle nostre diatribe, ignorando che i loro occhi vedono ed osservano tutto. E se fanno esperienza che Mamma e Papà sono Persone in grado di perdonars poi col tempo Uomini e Donne retti, responsabili, con una spina dorsale ben dritta! Uomini e Donne che sapranno affrontare la Vita in tutti i suoi aspetti.
    Ora Cono, abbi pazienza
    Io a male parole non prendo nessuno, però dopo 77 pagine di picconamenti, qualcuno degli interessati al simposio potrebbe pure prendertici eh
    Se ti rileggi sei come quell’articolo stonato di corriere, scritto per il femminicidio di qualche giorno fa
    Ma tu cerchi di capirli gli altri, li leggi?
    Mi hai letta?
    Poi è proprio una mancanza di rispetto nei confronti di chi ti mette vita vissuta davanti e non casi ipotetici
    Non parli di me certo ma se anche solo uno ti espone fatti che vanno in contraddizione con quanto ostinatamente ti ostini a propinarci, beh questo ha il diritto di esprimersi relativamente alle tue affermazioni
    Nella tua mente prendono vita tutta una serie di supposizioni, per cui tutto si riconduce a quello
    Chi te l’ha detto che la tentazione della via più agevole si presenta subito?
    Quale sarebbe la via più agevole?
    Quale la tentazione?
    Il combattimento lo ingaggia chi vuole che tutto vada esattamente come vuole lui/lei, senza sapere che in una situazione c’è anche l’altro/a, che potrebbe avere da dire cose diverse dalle sue
    E questo capita e molto spesso, purtroppo per te
    I figli devono avere esperienza di genitori che si amano
    Da perdonarsi non c’è nulla se non si vuole più stare in una situazione che arreca sofferenza
    La spina dorsale la fa vedere genitori felici, che insegnano ai figli la gioia e non la frustrazione e la rassegnazione
    Cono di persone come te ne ho viste tante
    Troppe
    Io mi sono salvata, altri no
    Non voglio nemmeno renderti l’appiglio di sapermi che volo di fiore in fiore, come sarebbe più utile al tuo pensiero per semplicare
    Sono fedele, stabile e faccio l’amore
    Visto? Puff
    Niente ganzo di mamma
    Ma una persona da amare
    Finalmente
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  9. #1164
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    11,934
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Niente, non riusciamo proprio a capire che non è possibile basare il Rapporto di Coppia solo sul sentimento. E' qua, su questo punto, che gira tutto il problema....

    "E’ importante chiedersi se è possibile amarsi “per sempre”. Questa è una domanda che dobbiamo fare: è possibile amarsi “per sempre”? Oggi tante persone hanno paura di fare scelte definitive. Ma è una paura generale, propria della nostra cultura. Fare scelte per tutta la vita, sembra impossibile. Oggi tutto cambia rapidamente, niente dura a lungo… E questa mentalità porta tanti che si preparano al matrimonio a dire: “stiamo insieme finché dura l’amore”, e poi? Tanti saluti e ci vediamo… E finisce così il matrimonio. Ma cosa intendiamo per “amore”? Solo un sentimento, uno stato psicofisico? Certo, se è questo, non si può costruirci sopra qualcosa di solido. Ma se invece l’amore è una relazione, allora è una realtà che cresce, e possiamo anche dire a modo di esempio che si costruisce come una casa. E la casa si costruisce assieme, non da soli! Costruire qui significa favorire e aiutare la crescita. Cari fidanzati, voi vi state preparando a crescere insieme, a costruire questa casa, per vivere insieme per sempre. Non volete fondarla sulla sabbia dei sentimenti che vanno e vengono, ma sulla roccia dell’amore vero, l’amore che viene da Dio. La famiglia nasce da questo progetto d’amore che vuole crescere come si costruisce una casa che sia luogo di affetto, di aiuto, di speranza, di sostegno. Come l’amore di Dio è stabile e per sempre, così anche l’amore che fonda la famiglia vogliamo che sia stabile e per sempre. Per favore, non dobbiamo lasciarci vincere dalla “cultura del provvisorio”! Questa cultura che oggi ci invade tutti, questa cultura del provvisorio. Questo non va!

    Dunque come si cura questa paura del “per sempre”? Si cura giorno per giorno affidandosi al Signore Gesù in una vita che diventa un cammino spirituale quotidiano, fatto di passi - passi piccoli, passi di crescita comune - fatto di impegno a diventare donne e uomini maturi nella fede. Perché, cari fidanzati, il “per sempre” non è solo una questione di durata! Un matrimonio non è riuscito solo se dura, ma è importante la sua qualità. Stare insieme e sapersi amare per sempre è la sfida degli sposi cristiani."

    http://www.vatican.va/content/france...fidanzati.html
    Credo sempre che tu ed il Papa dobbiate fare pace col cervello.
    Se non deve contare il sentimento cosa deve contare, solo il dovere ad un certo punto? Se parte la pippa sul chiedersi se si può amare per sempre, ovvio che il sentimento c'entra sempre. A che serve parlare di sabbia dei sentimenti se poi è un ridondare di parole come amore ed affetto. Prendete una decisione, se sia un elemento chiave o no di un rapporto di coppia.
    Altrimenti quello che viene chiamato amore, qualità del rapporto è solo la forma camuffata del dovere e dell'attaccarsi al tram, del rassegnarsi.
    Chiediti anche se il sentimento non conta quando due sono a letto. Anche qui, se il sentimento conta meno di altro, subentra il dovere e la sottomissione ed il farlo per istinto e obbligo.
    Ora non credo che tu andresti con una che non ti ama, non credo chiederesti obbligo della prestazione sessuale e forse manco ci sarebbe l'alzabandiera.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  10. #1165
    Banned
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    758
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    parrebbe di no, visto che il divorzio è previsto quasi ovunque, e motivato dal semplice venir meno del sentimento e:


    per questo, si dispone anche in caso di scioglimento, come per qualsiasi negozio giuridico;


    chi dice cosa è male in termini di ordine pubblico ? la legge, che registra quell'aggettivo, comune;
    tutti o quasi sono concordi che il furto e le trasgressioni del codice della strada vadano perseguiti; quasi nessuno obietta sulla liceità di interrompere una relazione; questo è comune intendimento di un'etica della società;

    nulla vieta che altri la pensino diversamente, e tantomeno che privatamente si regolino lecitamente osservando regole diverse;
    ma se pubblicamente si argomenta un valore morale, questo si intende come etica pubblica, perché questa è la postura della morale, non l'indifferenza che relega i comportamenti in questione all'ambito del facoltativo;

    quindi, sostenere che determinate scelte di vita famigliare, sessuale o sentimentale sarebbero contrarie al Bene comune implica sostanziare la lesione di un proprio interesse legittimo ed enunciare un principio normativo diretto a porre fine a quel comportamento;
    aver 30 amanti in un anno, o non volere figli è "male" ? mi si spieghi in cosa questo condiziona la tua vita, la libertà altrui di decidere diversamente e si esprima in positum una norma che mi inibisca a quella condotta; mi pare semplice la questione...

    il perdono è solo un escamotage retorico per spostare la divergenza in coppia da un piano di incompatibilità - per cessato sentimento - ad uno negoziabile, in cui il risultato è che c'è comunque un soccombente de lege, e cioè quel sentimento che la cultura diffusa - anche di massa, oramai da due secoli pone a fondamento delle relazioni;

    se si vuole il matrimonio=patrimonio, allora si codifichino favorite e guardiacaccia, si ammettano i contratti veri e propri, e stiamo tutti in pace;
    io ho bellissime giacche di tweed o velluto verde bosco, coi tasconi
    Egregio AXE,

    tu dici che una critica, se é morale, riguarda

    appunto l'etica della società e se la critica è

    sensata deve far seguire un precetto vincolante

    ad es.vietarla. Parlando de ldivorzio con figli e bambni,

    tu mi dirai che ciò non influisce sulla società,ed

    invece sì. Ho consciuto donne in procinto di divorziare

    e poi dopo il divorzio con i bimbi a carico,sempre soli,

    oggi é turno di mamma, domani di papà, non si risaliva mai

    a una causa precisa, ma cercando bene,c'era sempre di mezzo

    quella definita "la maiala" del paese, una rovinafamiglie.<mi dirai

    meglio così che vedere i genitori tirarsi i piatti addosso, non lo so,

    almeno stavamo la', però per un bambino, sapere che il babbo se ne va

    per colpa della maiala del paese, é un brutto colpo. Poi la maiala si stufs,

    va in cerca di altri, ecc, ecc.

    Veramente siamo arrivati al divorzio parlando in senso un po' lato,

    si parlaava di perdono, parola misteriosa, nessuno sa più cosa sia e cosa

    significhi, forse la spiegazione é nascosta nei libelli del catechismo che nessuno apre.

    Io ho detto che per il cristianesimo il perdono è molto importante, è scritto in Mt

    5,21_32 , Se tuo fratello ha qualcosa contro di te lascia la tua offerta davanti all'altare

    vai prima a riconciliarti con tuo fratello e poi porta i tuoi doni all'altare. Come ho detto é

    l'offeso che va dall'offensore.Questa é una legge di Dio per la vita eterna.

    Riguardo ai coniugi ( o compagni, non si sposa più nessuno) se uno parte per la tangente

    per la maiala del paese,come viene nominata, altro che perdono, prima bisogna aspettare

    che a lui passi la sbornia, poi se vorrà tornare a casa deve attendere il perdono della moglie,

    se é una buona cristiana glielo dà, sennò lo prende a calci in culo,che é meglio.

    Ciao

  11. #1166
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,468
    Citazione Originariamente Scritto da Lilia Visualizza Messaggio
    Egregio AXE,

    tu dici che una critica, se é morale, riguarda

    appunto l'etica della società e se la critica è

    sensata deve far seguire un precetto vincolante

    ad es.vietarla. Parlando de ldivorzio con figli e bambni,
    tu mi dirai che ciò non influisce sulla società,ed
    invece sì.
    io non ti dico affatto di no;
    dico che se tu postuli un valore come di salute pubblica, devi necessariamente argomentare una norma che lo faccia valere e ponga rimedio al problema;

    dopodiché, andremo a discutere di come quella norma si relaziona al complesso delle libertà e dei diritti, nonché degli effetti pratici della sua attuazione;
    vuoi vietare il divorzio in caso di figli ? la gente non si sposerà più; a quel punto, che fai ? vieti la procreazione ai non sposati ? e se fanno figli lo stesso, che fai, glieli togli ?
    è questa la prospettiva in cui si deve porre chi postuli una morale pubblica;

    Veramente siamo arrivati al divorzio parlando in senso un po' lato,
    si parlaava di perdono, parola misteriosa, nessuno sa più cosa sia e cosa
    significhi, forse la spiegazione é nascosta nei libelli del catechismo che nessuno apre.
    no scusa; l'oggetto della discussione non è il perdono, ma la nozione di affetti allargati, la condizione che si produce con eventuali seconde nozze/famiglie, come la mia, in cui il mio padre biologico ha fatto da padre ai miei due fratelli maggiori, e in cui i miei genitori sono insieme da più di 60 anni; quando sono nato io, ero "illegittimo" e non riconoscibile da mia madre, ancora sposata col padre dei miei fratelli; tanto per dirne una, pionieristica

    evocare il perdono è solo un diversivo retorico, che sposta l'attenzione dalla circostanza di insanabilità che si determina in caso di sentimenti divergenti, in un sistema morale che stabilisce l'autodeterminazione, all'eventuale conflittualità sanabile di un patto;

    ripeto: il senso morale di una questione si capisce solo nel momento in cui ci si assume la responsabilità di dirimerla de jure, non a chiacchiere ed esortazioni, voli pindarici, fantasie varie, ecc...

    poi - anche se non è questa la sezione giusta - se proprio vuoi metterla dal punto di vista cristiano, nel momento in cui il coniuge ti manifesta la volontà di non stare più con te, che fai ? anche se ci fossero norme che te lo consentono, sarebbe cristiano trattenerlo contro la sua volontà ? e quale contesto umano virtuoso si viene a generare, quale esempio degno di essere emulato ?
    sei in grado di esprimere una risposta, se non risolutiva, almeno intellegibile, che invece Cono aggira ?
    c' del lardo in Garfagnana

  12. #1167
    Banned
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    758
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    io non ti dico affatto di no;
    dico che se tu postuli un valore come di salute pubblica, devi necessariamente argomentare una norma che lo faccia valere e ponga rimedio al problema;

    dopodiché, andremo a discutere di come quella norma si relaziona al complesso delle libertà e dei diritti, nonché degli effetti pratici della sua attuazione;
    vuoi vietare il divorzio in caso di figli ? la gente non si sposerà più; a quel punto, che fai ? vieti la procreazione ai non sposati ? e se fanno figli lo stesso, che fai, glieli togli ?
    è questa la prospettiva in cui si deve porre chi postuli una morale pubblica;



    no scusa; l'oggetto della discussione non è il perdono, ma la nozione di affetti allargati, la condizione che si produce con eventuali seconde nozze/famiglie, come la mia, in cui il mio padre biologico ha fatto da padre ai miei due fratelli maggiori, e in cui i miei genitori sono insieme da più di 60 anni; quando sono nato io, ero "illegittimo" e non riconoscibile da mia madre, ancora sposata col padre dei miei fratelli; tanto per dirne una, pionieristica

    evocare il perdono è solo un diversivo retorico, che sposta l'attenzione dalla circostanza di insanabilità che si determina in caso di sentimenti divergenti, in un sistema morale che stabilisce l'autodeterminazione, all'eventuale conflittualità sanabile di un patto;

    ripeto: il senso morale di una questione si capisce solo nel momento in cui ci si assume la responsabilità di dirimerla de jure, non a chiacchiere ed esortazioni, voli pindarici, fantasie varie, ecc...

    poi - anche se non è questa la sezione giusta - se proprio vuoi metterla dal punto di vista cristiano, nel momento in cui il coniuge ti manifesta la volontà di non stare più con te, che fai ? anche se ci fossero norme che te lo consentono, sarebbe cristiano trattenerlo contro la sua volontà ? e quale contesto umano virtuoso si viene a generare, quale esempio degno di essere emulato ?
    sei in grado di esprimere una risposta, se non risolutiva, almeno intellegibile, che invece Cono aggira ?
    Sì, infatti questa discussione ha molte valenze.
    So che i figli di quella signora divorziata hanno ri
    sentito pesantemente del divorzio, mentre i cugini hanno
    studiato, si sono laureati, loro hanno fatto a stento ragioneria,
    poi hanno lavorato qua e là,ora per niente, in questa grave
    situazione di instabilità non hanno fatto figli, i loro cugini sì. Ora
    sono senza lavoro perchè virus e crisi galoppano, i loro cugini
    laureati stanno molto meglio. Ecco, io penserei soprattutto al
    bene dei bambini, pregherei il marito adultero e fedifrago di non
    spiattellare in famiglia-pur se lo vengono a sapere- quanto é bona
    la troia del paese, e stessero con questa troia in modo sobrio e discreto,
    senza turbare molto i bambini che devono studiare e farsi un'avvenire.
    Cio' che si é fatto sempre, gli uomini cacciatori e le donne a figliare, tutto
    senza mettere il bando che la maiala di turno va a letto con il loro padre
    Certo la moglie capirà che qualcosa va mal,forse lo aveva messo in conto,
    ma quel che conta sono i bambini che vanno tutelati. Mi dirai , é difficile
    stare vicino a una donna che non si ama più, ma come? fino a un mese
    prima si amava e ora tutto cambia? Arriva la troia e il matrimonio va all'aria?
    Sì, ma tanto lui quando si stufa di quella troia se ne trova un'altra, e così,
    via, anche lei si farà unmuovo amante, forse continueranno a vedersi tutti
    e si faranno delle belle ammucchiate a quattro.
    Non ho altro da dirti, che lui, il fedifrago continui come se nulla fosse per la
    salute mentale dei figli, in fin dei conti li ha fatti lui.
    Ciao.

  13. #1168
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,468
    Citazione Originariamente Scritto da Lilia Visualizza Messaggio
    Sì, infatti questa discussione ha molte valenze.
    So che i figli di quella signora divorziata hanno ri
    sentito pesantemente del divorzio, mentre i cugini hanno
    studiato, si sono laureati, loro hanno fatto a stento ragioneria,
    poi hanno lavorato qua e là,ora per niente, in questa grave
    situazione di instabilità non hanno fatto figli, i loro cugini sì.
    ...

    Ecco, io penserei soprattutto al
    bene dei bambini, pregherei il marito adultero e fedifrago di non
    spiattellare in famiglia-pur se lo vengono a sapere- quanto é bona
    la troia del paese...
    non sei un'analfabeta rurale, magari attratta dal gossip o dalle circostanze pruriginose;
    come medico sei parte della classe dirigente ed istruita;

    io ho risposto alla questione, messa in termini di morale pubblica, che richiede la ponderazione di valori e la sintesi normativa, non i pettegolezzi;

    se una persona mi dice che è contrario al bene pubblico la libertà individuale di cambiare partner, non fare figli, dedicarsi al proprio personale piacere o altro, io chiedo di esprimere un'ipotesi di normazione e argomentarla; e poi si discute di tutte le implicazioni; non è un concetto difficile per una persona istruita;

    quando non arriva la risposta o questa è reticente, è segno che il contenuto morale della questione è molto debole, perché se qualcuno ruba o passa col rosso non è tanto difficile formulare o ribadire la norma, in termini di interesse e salute pubblica;
    qui non va al rogo nessuno, nemmeno i nazisti dell'Illinois, i negazionisti covid, o gli ultrà di qualsiasi cosa; ma almeno discutiamo di qualcosa di concreto, esplicito, no ?
    c' del lardo in Garfagnana

  14. #1169
    Banned
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    758
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    non sei un'analfabeta rurale, magari attratta dal gossip o dalle circostanze pruriginose;
    come medico sei parte della classe dirigente ed istruita;

    io ho risposto alla questione, messa in termini di morale pubblica, che richiede la ponderazione di valori e la sintesi normativa, non i pettegolezzi;

    se una persona mi dice che è contrario al bene pubblico la libertà individuale di cambiare partner, non fare figli, dedicarsi al proprio personale piacere o altro, io chiedo di esprimere un'ipotesi di normazione e argomentarla; e poi si discute di tutte le implicazioni; non è un concetto difficile per una persona istruita;

    quando non arriva la risposta o questa è reticente, è segno che il contenuto morale della questione è molto debole, perché se qualcuno ruba o passa col rosso non è tanto difficile formulare o ribadire la norma, in termini di interesse e salute pubblica;
    qui non va al rogo nessuno, nemmeno i nazisti dell'Illinois, i negazionisti covid, o gli ultrà di qualsiasi cosa; ma almeno discutiamo di qualcosa di concreto, esplicito, no ?
    Sì, hai ragione, ma iomora devo scappare, ho ripreso il mio lavoro nel mio stidio e anche a Tor vergata. Poi, appena posso di faccio il post come vuoi tu.

  15. #1170
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    23,399
    @ Axe: complimenti per un trasloco ogni lunedì
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •