Pagina 66 di 69 PrimaPrima ... 16 56 62 63 64 65 66 67 68 69 UltimaUltima
Risultati da 976 a 990 di 1024

Discussione: L’affetto allargato

  1. #976
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    11,822
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Per quanto?
    La questione non è Famiglia versus affetti allargati, Laura. Ma la stabilità dei rapporti di Coppia. Se sono solidi quelli, tutta la Società sarà di conseguenza più solida....
    Oggi tutto dura poco, tutto viene infilato nel frullatore dell'usa e getta. Nel tritacarne della sub-cultura dello scarto. Anche le Persone. Anche i sentimenti.
    Mah, a questo nuovo giro potrebbe essere quel tuo tanto amato fin che morti non ci separi.

    Io posso capire in parte questo tuo pensiero sulla coppia ed i sentimenti, nel cercare di trovare una via d'uscita per un senso allo stare ancora insieme, ma devi farti una ragione per l'altra faccia della medaglia, di cui tutti ti stiamo dicendo e che tanto sai anche tu, che non si può pensare che mai nulla muti nella vita e dentro di noi e che possiamo essere sì una coppia, una famiglia ma siamo e restiamo individui distinti dagli altri. E non siamo proprietà di qualcuno.

    Non serve a nulla continuare a ripetere a pappagallo le tiritere sull'usa e getta, l'edonismo e l'egoismo, nemmeno queste vignette da Novella 3000.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  2. #977
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    21,040
    Citazione Originariamente Scritto da nahui Visualizza Messaggio
    Io in un certo senso ho fatto delle scelte "coniche"
    Ebbene, mia figlia sta per compiere 18 anni, non ho situazioni tragiche in casa, solo un po' tristi, rassegnate. Due brave persone tristi, che non riescono a rendersi felici, pur volendosi bene ed essendo molto legate. Ebbene Cono, ti avrei fatto ascoltare il discorso che mi ha fatto qualche giorno fa mia figlia, quella che volevo proteggere con la stabilità. Ti ho pensato, specialmente quando mi ha detto: "lo vedo che sorridi per finta, me ne accorgo, è inquietante". E adesso lei va via, giustamente. Valga come monito ha chi ha ancora le carte sul tavolo: vivetevi la vostra vita.
    Tu lo sai quanto io ti abbia sentita da sempre
    Purtroppo comprendo bene tutto quello che hai scritto
    Io le chiamavo le facce di ordinanza, quei sorrisi tirati per fare delle foto happy family, da lasciare nei ricordi belli di mia figlia
    Ostinatamente ci ho creduto, ho tenuto botta a lungo, per anni
    Tempi lunghi, un po' più di quelle frettolosità che sono tanto care a Cono
    Mi sono messa da parte, pensando al bene di mia figlia
    Pensando a non farle mancare nulla, per crescere serena
    Ha avuto la madre vicino, un padre impegnato tanto nella sua carriera da dimenticare che aveva una donna accanto, la quale non pregava che il suo stipendio bastasse per tutti ma che voleva essere vista come una compagna di vita
    E' successo che mi sono percorsa il mio bel calvario personale negli anni in cui avrei dovuto realizzarmi, produrre, gioire e vivere
    Invece ho dovuto tirare avanti, continuare a reggere, a procedere
    Ho viaggiato nell'invisibilita' per tre anni, tre e mezzo per l'esattezza, fino a che mi sono detta che sotterrarmi viva non era proprio il caso
    Da allora è stato tutto un lavoro mio di consapevolezza personale e di volere stare bene
    Sono una donna piacevole, di gradevole compagnia, dall'intelligenza vivace, soprattutto modesta
    Ho scelto di vivere
    Perche' avrei dovuto continuare a morire ogni giorno un po'?
    Sento vicino a me un uomo che sento simile, per modi di essere e sentire, che mi riempie di attenzioni, di entusiasmo, che mi valorizza, mi amplifica, mi aumenta
    Mi rende entusiasta, gioiosa, leggera e felice
    Mi ha fatto ritornare la voglia di ridere, di progetti, del sesso, del futuro
    E' un barbaro del nord ma nessuno è perfetto

    Chi può dirmi che questo che sto vivendo e' sbagliato?
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  3. #978
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,375
    Nessuno! Tutti quanti non riuscite ad entrare nella prospettiva SOCIALE e non individuale del problema che stiamo trattando. Non sono le vite personali e le singole storie e scelte di Nahui, di Axe, di Efua, di Kanyu, di Vega e di Cono ad essere oggetto della discussione. Quando uno dei più grandi filosofi del novecento come Zygmunt Bauman parla di Società liquida e di Amore liquido, quando sociologi di fama internazionale come Galimberti e Recalcati parlano di edonismo e individualismo diffuso e di inabissamento del concetto di BENE COMUNE, quando uno dei Pontefici più aperti della storia della Chiesa parla di cultura dello scarto, quando un Piero Angela scienziato ateo sottolinea la catastrofe della denatalità, certo non puntano il dito contro di voi personalmente, ma contro tutto un modo di agire e di pensare che contraddistingue la nostra Società e che (in questo sono unanimi nel sottolinearlo) conduce soprattutto i più piccoli, i più deboli e i più fragili, a dover fare i conti con un modo di vivere sempre più frastagliato, frammentato e disordinato. Che preferisce pensare all'immanente piuttosto che al loro Futuro. Tutto qua, amici ed amiche. Se poi preferiamo sorvolare, possiamo fare come alcuni di voi: Li definiamo "vecchie cariatidi" o "signori che chiacchierano" e risolviamo la questione. Ma sarebbe come nascondere la polvere sotto il tappeto.
    In sintesi: Nessuno deve sentirsi offeso nel personale. Stiamo cercando di capire tutti insieme, dove sta andando il tessuto e il consesso civile della Società occidentale. Se vivere come stiamo vivendo ci sta portando al tramonto di una cultura e di una civiltà. Se i segnali rossi di pericolo lanciati a più riprese, hanno ragion d'essere oppure no.
    Il mio pensiero spero sia chiaro: E lo dico da cittadino laico più che da cittadino credente. La Società senza più figli, senza più padri, senza più fratelli, senza più rapporti stabili, senza più un minimo di valori condivisi, senza differenze, dove tutto è annacquato, grigio, uguale.....si, secondo me dicono bene loro: Non ha Futuro. E' destinata a far pagare un prezzo altissimo e salatissimo alle nuove Generazioni.
    amate i vostri nemici

  4. #979
    Sto iniziando a odiare Bauman quanto le olive saclà e la mayo

  5. #980
    straniera L'avatar di nahui
    Data Registrazione
    05/03/09
    Località
    in una nuvola di smog
    Messaggi
    19,441

    Poi con me le citazioni non funzionano, sono eretica, non soffro di timore reverenziale, se un BAUMAN scrive na cazzata, è na cazzata...
    Chissà se è meglio non capire un cazzo.
    Forse campi meglio
    Efua

  6. #981
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,160
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Nessuno! Tutti quanti non riuscite ad entrare nella prospettiva SOCIALE e non individuale del problema che stiamo trattando. Non sono le vite personali e le singole storie e scelte di Nahui, di Axe, di Efua, di Kanyu, di Vega e di Cono ad essere oggetto della discussione. Quando uno dei più grandi filosofi del novecento come Zygmunt Bauman parla di Società liquida e di Amore liquido, quando sociologi di fama internazionale...
    quello che ti sfugge è che quella stessa sociologia - che tu non conosci - per sua stessa ammissione può essere solo descrittiva, e non prescrittiva;

    cioè, descrive la crisi di un modello, ma ammette - perché così è anche confermato dalla storia - che è impossibile governare i fenomeni sociali, i cambiamenti di mentalità e le aspirazioni fondamentali delle persone, singole o per aggregati sociali;

    come Galimberti e Recalcati parlano di edonismo e individualismo diffuso e di inabissamento del concetto di BENE COMUNE, quando uno dei Pontefici più aperti della storia della Chiesa parla di cultura dello scarto, quando un Piero Angela scienziato ateo sottolinea la catastrofe della denatalità, certo non puntano il dito contro di voi personalmente, ma contro tutto un modo di agire e di pensare che contraddistingue la nostra Società
    la società non esiste come soggetto autonomo; è la somma delle scelte individuali, alcune delle quali non sono governabili;

    e che (in questo sono unanimi nel sottolinearlo) conduce soprattutto i più piccoli, i più deboli e i più fragili, a dover fare i conti con un modo di vivere sempre più frastagliato, frammentato e disordinato. Che preferisce pensare all'immanente piuttosto che al loro Futuro. Tutto qua, amici ed amiche. Se poi preferiamo sorvolare, possiamo fare come alcuni di voi: Li definiamo "vecchie cariatidi" o "signori che chiacchierano" e risolviamo la questione. Ma sarebbe come nascondere la polvere sotto il tappeto.
    questo lo fai tu, quando vuoi ignorare che gli sviluppi che deplori sono esattamente figli del tuo modello prediletto, che evidentemente ha fallito, visto che è stato ripudiato dai figli;

    In sintesi: Nessuno deve sentirsi offeso nel personale. Stiamo cercando di capire tutti insieme, dove sta andando il tessuto e il consesso civile della Società occidentale. Se vivere come stiamo vivendo ci sta portando al tramonto di una cultura e di una civiltà. Se i segnali rossi di pericolo lanciati a più riprese, hanno ragion d'essere oppure no.
    Il mio pensiero spero sia chiaro: E lo dico da cittadino laico più che da cittadino credente. La Società senza più figli, senza più padri, senza più fratelli, senza più rapporti stabili, senza più un minimo di valori condivisi, senza differenze, dove tutto è annacquato, grigio, uguale.....si, secondo me dicono bene loro: Non ha Futuro. E' destinata a far pagare un prezzo altissimo e salatissimo alle nuove Generazioni.
    hai ragione: non ci sono più quelle belle uniformi e trincee del passato, quel clima di certezze e obbedienza

    parli di annacquato, grigio e uguale, ma in effetti tu hai avuto 5 figli e critichi chi, per suoi motivi legittimi, non ne vuole, o chi ne vuole uno solo; critichi esattamente chi non è uguale a te, non si conforma alla tua idea di società;
    io, ripeto, questa "liquidità" non la vedo proprio, anzi;
    anche qui dentro, siamo tutti molto solidi nei valori e negli affetti; se pure un rapporto termina, dopo 10 o 30 anni, non siamo certo allo sfrenato libertinismo e al disimpegno, al cedimento alla prima difficoltà;

    se poi quello che desumi dal pensiero dei luminari riguarda i giovani che si dedicano a rapporti disimpegnati invece di sposarsi col primo che passa, allora io la trovo una sana fase di passaggio, proprio dovuta alla prudenza, al desiderio di capire se stessi e gli altri prima di trascinare quelli ed eventuali figli in avventure sconsiderate; può anche essere un processo difficile e irto di trappole; ma questo accade sempre a chi decida in libertà;

    può essere la crisi della famiglia, ma di un certo modello di famiglia, e l'inizio di uno nuovo, come sempre nella storia; e, come sempre, serve tempo perché si consolidino modi nuovi, equilibri pacifici; ma indietro non si torna; e non certo perché lo dica io....
    c' del lardo in Garfagnana

  7. #982
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    21,040
    Axe non dire a Cono che indietro non si torna che lo perdiamo
    Però ci ha nominati e ha detto che i caxxi nostri non fanno testo
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  8. #983
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,160
    Citazione Originariamente Scritto da efua Visualizza Messaggio
    Axe non dire a Cono che indietro non si torna che lo perdiamo
    Però ci ha nominati e ha detto che i caxxi nostri non fanno testo
    beh, infatti la cosa interessante di tutto il discorso è proprio questa;
    cioè, io non avrei nulla da eccepire se un interlocutore mi dicesse che vuole abolire il divorzio, ripristinare la fasistissima tassa sugli scapoli, e persino se intendesse mandare in campi di rieducazione chi non vuole figli; di freaks in giro ce ne son tanti...

    ma qui torna il furbo adagio pretesco, si dice il peccato, non il peccatore, come se ognuno di noi fosse legittimato, e le doléances rivolte alla sig.ra Società, via Garibaldi 32 bis, int. 8

    così ci si libera dall'onere di discutere con le persone in carne ed ossa delle questioni concrete, dei principi, dei perché e percome; perché, in effetti, il caveat è che quelle non si convincono, il pensiero d'ordine pubblico è che andrebbero costretti in qualche modo;

    e, davvero, non è per dileggiare il povero Cono, che avrà le sue private ragioni psicologiche per pensare quel che vuole, e che le esprime in modo vistoso;

    il punto è che tra le pieghe di quell'argomentare ingenuo, si annidano tanti preconcetti apparentemente più innocui - i vari doni, lo status psicologico ed educativo dei figli, la misura in cui una famiglia può essere definita funzionale e sostenibile - a cui si fa meno caso, e che si imbucano nel subconscio, come un romano si imbuca a una festa di gente che non conosce

    uno legge e dice: vabbè, questo è grullo... ma poi, nelle circostanze concrete della vita non aver approfondito in modo esplicito certe cose produce ritardi fatali nell'elaborare in tempo reale quello che ci succede, perché quelle idee apparentemente passabili puntellano tante paure e/o propensioni nevrotiche;

    per essere espliciti: se una donna ha un partner violento e ha paura a lasciarlo, l'argomento di Cono sulla stabilità affettiva dei figli può tornare utile a puntellare quella paura in modo da renderla funzionale, buona; cioè, quella donna obbedirà alla paura, ma lo farà raccontandosi che il motivo è in un valore superiore, sul quale però non c'è stata una riflessione lucida.
    c' del lardo in Garfagnana

  9. #984
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    21,040
    Si, ti seguo
    Tra quelle che non si convincono ci sono pure io
    Per convincermi mi servono altre argomentazioni
    Ho messo su il brodo, perché poi accompagno mia figlia a danza
    Ma il brodo non mi basta
    Come si deve fare?
    Io non ho nessun valore superiore al quale obbedire
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  10. #985
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,160
    Citazione Originariamente Scritto da efua Visualizza Messaggio
    Ho messo su il brodo
    Ma il brodo non mi basta
    Come si deve fare?
    ti serve il lesso
    anche quello è affetto allargato, espanso
    c' del lardo in Garfagnana

  11. #986
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    21,040
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ti serve il lesso
    anche quello è affetto allargato, espanso


    Ho messo dentro, con tutte le verdure, il filetto
    Poi lo condisco con olio e aceto
    Il brodo a Maria piace così
    Questa è un’altra che non si accontenta
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  12. #987
    Ma se più o meno tutti, tranne gli statali, viviamo giorno per giorno, senza certezza di un domani... cioè se non ci ammazza il covid, ci penserà l'economia, di questo passo... altro che famiglia, cinque figli...
    Bambol utente of the decade

  13. #988
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    11,822
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ti serve il lesso
    anche quello è affetto allargato, espanso
    Una bella Francesina!
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  14. #989
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,482
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ti serve il lesso
    anche quello è affetto allargato, espanso
    Né io sono per anche un manzoniano
    Che tiri quattro paghe per il lesso.

    (Giosuè Carducci, "Davanti a san Guido")
    " L' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."

    Dostoevskij.

  15. #990
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,375
    Citazione Originariamente Scritto da nahui Visualizza Messaggio

    Poi con me le citazioni non funzionano, sono eretica, non soffro di timore reverenziale, se un BAUMAN scrive na cazzata, è na cazzata...
    Molto bene: Puoi pensarlo. Come il sottoscritto può pensare che invece lui (insieme a moltissimi altri grandi filosofi, pensatori, sociologi ed esperti) abbia una visione lucida e attenta della REALTA'. Lo scrivo sempre a caratteri cubitali perchè il metro di giudizio, Barbara, non può che essere quella. Se pensate che la Società odierna vada benissimo così e che non sia affatto conflittuale, frammentata, egoista, individualista e che ai nostri Giovani stiamo preparando un Futuro attraente e pieno di virtù, speranze e opportunità.....altro che cazzate: Bauman & company stanno dicendo bugìe grosse come una casa!
    Se al contrario, portiamo quantomeno rispetto per le loro analisi, senza sentirci subito colpiti nel personale, ecco che allora qualcosa di buono può nascere.
    amate i vostri nemici

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •