Pagina 86 di 86 PrimaPrima ... 36 76 82 83 84 85 86
Risultati da 1,276 a 1,282 di 1282

Discussione: L’affetto allargato

  1. #1276
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,306
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Ma almeno l'hai letto? La sottomissione cristiana o è vicendevole o non ha ragione d'essere....

    "Siate sottomessi gli uni agli altri". (Efesini 5) implica assoluta reciprocità! La continuazione del libro di Costanza Miriano poi, ha per titolo "Amala. E muori per lei!" ed è ancora più bello e ricco del primo
    beh, all'uomo non si dice di sottomettersi alla donna;

    all'imbecillità del primo titolo, si aggiunge quella del secondo; posto che Paolo, cui la Miriano si basa, dice "che l'uomo sia il capo della donna così come Cristo lo è della Chiesa";
    il diavolo si nasconde nei dettagli, e questi sono espressi proprio in quella dottrina dei "carismi", inequivoca sulle gerarchie di genere, l'attitudine al comando, alle regole, ecc...

    poi, non si capisce perché un'uomo dovrebbe morire per l'amata; morire di che ? in duello rusticano con un rivale, d'infarto mentre la tromba, per non richiesto narcisismo spinto all'eroismo ? di che, perché ?

    ora, siccome la cretina si è accorta di averla fatta fuori dal vaso, è corsa ai ripari con una par condicio in cui la toppa è peggio del buco; non foss'altro che perché quegli uomini che muoiono per le loro donne il più delle volte si suicidano dopo averle accoppate e fatto altrettanto coi figli; alle persone normali non capita di dover morire per la famiglia;

    alla sottomissione, la cretina aggiunge il carico da undici della morte; lo vediamo bene chi muore in famiglia e perché, un giorno sì e uno no; il 2,4 % degli uomini uccisi è vittima della partner, contro il 57% delle donne;

    Mi confermi che l'unico valore solido, per questa Società, è quello della libertà individuale. Da perseguire ad ogni costo.
    perché sei malizioso, e i tuoi pensieri - per dirla con Paolo - si accusano:
    per te la libertà è automaticamente il perseguimento di fini eventuali, egoistici; evidentemente è ciò che ti risulta istintivo desiderare e che attribuisci agli altri, finendo col vivere in quell'inferno di diffidenza e atteggiamento infantile che mostri:
    gli altri sono cattivi e tu stesso ti senti perduto senza un'autorità cui obbedire; incapace di senso di responsabilità e ancoraggio etico, proietti sul mondo i tuoi istinti che non sei stato educato a gestire in modo equilibrato, e che temi; è un tratto umano, comprensibile, ma certamente subalterno, inadatto a suggerire un'etica, nemmeno se formulata da altri;

    per Paolo, Agostino, Lutero, Kant, la libertà è l'unica possibilità per, e la premessa indispensabile della virtù, l'essere a immagine e somiglianza, cui tu stesso non credi, anche se dici di farlo;
    e la libertà è o non è, come la stessa virtù; se la postuli - come fai sempre: ognuno è libero... siamo stati cerati liberi... - non puoi lamentarti se in coscienza le persone decidono diversamente da come vorresti e ti manifestano apertamente le ragioni morali delle loro scelte, senza nascondersi;

    "I Bambini? Evvabbè, si abitueranno a questa sana rivoluzione". Sono ancora parole tue. La lasci anche a me la libertà di dire che tutto ciò è abominevole?
    certamente ! io , infatti, non contesto le tue opinioni, ma solo quello che selezioni della realtà per avvalorarle;

    io ti dico che abominevole è la tua disonestà polemica, con cui mi attribuisci concetti che non ho mai espresso, pur di sostenere le tue stupidaggini; in questo caso posso dire che sono un falso, materiale:

    io non ho mai scritto che le rivoluzioni sarebbero "sane", semplicemente perché per formazione non confondo l'osservazione dei fatti col giudizio, l'opinione; ho scritto che la società è da sempre conflitto di forze, interessi divergenti; questo è un fatto, non una mia opinione;
    le rivoluzioni non sono sane; sono fisiologiche, inevitabili;


    chi ha un potere e lo perde, dal suo punto di vista considera il cambiamento malsano, così come lo hanno considerato i monarchi assoluti, i mercanti e proprietari di schiavi, i dittatori e, infine, ultimi, ma primi nella meschinità, i padri e mariti-padroni, poveri caporaletti di casa, i kapò della storia, che svendono la loro dignità di uguali per mendicare una piccola gratificazione in cambio del disonore di farsi oppressori a loro volta;

    quanto ai bambini, oggettivamente - è un fatto, non una mia opinione - non c'è società che li tuteli di più della nostra, in tutti i modi; la storia della famiglia "tradizionale" - se solo tu avessi l'ispirazione ad aprire un libro - ti mostra lo sfruttamento e l'oppressione dell'infanzia-oggetto del passato, tanto visibile in alcune società ancora oggi, così come da noi, ieri;

    vabbè... vivi in un mondo in cui un giorno sì e uno no, e a poca distanza dalle tue mura domestiche, qualche uomo educato a quell'idea di famiglia uccide quella che considera la "sua" donna perché quella non accetta di essere suo possesso e vuole esercitare la sua libertà; e tu punti il dito proprio su quella libertà di auto-determinarsi come causa di degrado della società;

    direi che questo è davvero abominevole e spiega il senso del tuo pensiero oltre ogni ragionevole dubbio e maldestra capriola retorica, con cui aggiri il sentimento di vergogna che la coscienza evidentemente ti suggerisce, poiché già sai, da te.
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #1277
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,306
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Tradotto? Qualcuno, per caso, vuole limitarti? La LIBERTA' è un concetto altissimo! Guai a confonderla con la possibilità di fare tutto quel che vogliamo.
    che stupidaggine; certo che la libertà - cioè, cosa è ammesso, lecito - è esattamente libertà di fare cosa più ci piace in quell'ambito del consentito dalla legge; cosa, se no ???
    Specie se produce sofferenza nei soggetti più fragili della Società...
    ciò che produce un danno ingiusto agli altri, infatti, è vietato dalla legge;

    se la legge non pone limiti alla libertà di fare quanti figli vuoi, non è che arriva uno e ti eccepisce: sì, sei libero, ma tre al massimo, non cinque o dodici... e nemmeno qualcuno può obiettarti che se hai pochi soldi e la casa piccola quelli soffrono a stare stipati e a non avere i giocattoli che vorrebbero;
    o sei libero, oppure no.
    c' del lardo in Garfagnana

  3. #1278
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    22,128
    Io seguo la vicenda con molto interesse perché mi sta a cuore
    Ringrazio tanto Axe per i suoi interventi dettagliati e pazienti
    E leggo tutto con attenzione

    Ora
    Perché uno deve morire d’infarto mentre scopa una?!
    Per carità
    Se scopa bene
    Che lui sia benedetto! Nessuno slancio e sacrificio estremo
    Che è meglio che duri nel tempo

    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  4. #1279
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    11,866
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    La sottomissione cristiana non è annullamento della Persona, Laura. Ma il suo esatto contrario! E lo ripeto ancora una volta: Esige la reciprocità. Sottomettersi a vicenda è l'opposto di ergersi sopra l'Altro. Significa riconoscere che la Moglie e il Marito hanno Doni, Peculiarità e Carismi specifici. Molte volte diversissimi dai nostri, ma che vanno accolti come occasione di crescita e maturazione. Spesso i rapporti si guastano proprio perchè, invece di accoglierli come opportunità di crescita e di completamento, iniziamo a detestare o ad invidiare i Doni del partner. Iniziare a competere è il punto di partenza di tutti i guai.
    Perchè usare un termine di merda se volete dire l'esatto contrario? Se cadiamo sul discorso dei carismi e dei ruoli allora ci sta, facendo sempre un pò di supercazzole per girare la frittata e dorare la pillola, il termine sottomissione. Tutto ovviamente presentato e condito dalla solita ipocrisia e falsità.

    I "Doni" uno ce li ha o non ce li ha, non per elezione di genere e per essere portatori di genitali fatti in un modo invece che in un altro.
    Che l'invidia del pene magari ce l'abbiamo, ma solo per la comodità di pisciare in certe situazioni!
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  5. #1280
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    22,128
    Io personalmente mi abbasso con facilità e destrezza, pure in mezzo ai rovi, a depositare ciò che la mia vescica ha prodotto
    Non mi servirebbe nemmeno per quello!
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  6. #1281
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    11,866
    Evitare il ciclo ogni mese potrebbe fare al caso?
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  7. #1282
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    22,128
    Si
    Pero' poi non squirto
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •