Pagina 67 di 98 PrimaPrima ... 17 57 63 64 65 66 67 68 69 70 71 77 ... UltimaUltima
Risultati da 991 a 1,005 di 1459

Discussione: L’affetto allargato

  1. #991
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,487
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Molto bene: Puoi pensarlo. Come il sottoscritto può pensare che invece lui (insieme a moltissimi altri grandi filosofi, pensatori, sociologi ed esperti) abbia una visione lucida e attenta della REALTA'. Lo scrivo sempre a caratteri cubitali perchè il metro di giudizio, Barbara, non può che essere quella. Se pensate che la Società odierna vada benissimo così e che non sia affatto conflittuale, frammentata, egoista, individualista e che ai nostri Giovani stiamo preparando un Futuro attraente e pieno di virtù, speranze e opportunità.....altro che cazzate: Bauman & company stanno dicendo bugìe grosse come una casa!
    Se al contrario, portiamo quantomeno rispetto per le loro analisi, senza sentirci subito colpiti nel personale, ecco che allora qualcosa di buono può nascere.
    e che è il "rispetto" ? non dissentire, perché quello si chiama Bauman o Recalcati e fa il comizio, senza contraddittorio ?

    la società è sempre stata, per definizione, un luogo di conflitti; infatti, si fanno le leggi per dirimerli; Ubi Societas, ibi Ius, recita il brocardo...

    invece di lagnarci, ringraziamo l'oggi, in cui grazie al riconoscimento dell'individuo quei conflitti non generano più guerre, rivoluzioni, violenza diffusa, ma conseguenze amministrate dalla legge;
    posto che viviamo ancora in mezzo a troppi uomini incapaci di accettare l'autodeterminazione femminile, e questo è il vero ritardo, la vera malattia sociale.
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #992
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    23,681
    Infatti va a finire che le femmine migliori se le pappa chi le lascia fare
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  3. #993
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,980
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    e che è il "rispetto" ? non dissentire, perché quello si chiama Bauman o Recalcati e fa il comizio, senza contraddittorio ?

    la società è sempre stata, per definizione, un luogo di conflitti; infatti, si fanno le leggi per dirimerli; Ubi Societas, ibi Ius, recita il brocardo...

    invece di lagnarci, ringraziamo l'oggi, in cui grazie al riconoscimento dell'individuo quei conflitti non generano più guerre, rivoluzioni, violenza diffusa, ma conseguenze amministrate dalla legge;
    posto che viviamo ancora in mezzo a troppi uomini incapaci di accettare l'autodeterminazione femminile, e questo è il vero ritardo, la vera malattia sociale.
    Sei stato te che hai definito "vecchie cariatidi" pensatori di fama internazionale e mi chiedi cos'è il rispetto?

    Non stiamo giocando a chi ha torto e chi ragione: Stiamo cercando, attraverso un confronto civile, di capire che tempo stiamo attraversando Axe. Cosa possiamo fare per preparare alle nuove generazioni un mondo sostenibile, apprezzabile e vivibile. La vera malattia sociale è l'egoismo. Vedere in chi non la pensa come noi, un nemico e non un interlocutore. Vedere nel Marito o nella Moglie qualcuno che ci limita e non qualcuno che ci completa. Vedere in un Figlio un costo e non un Dono immenso.
    amate i vostri nemici

  4. #994
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,487
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Sei stato te che hai definito "vecchie cariatidi" pensatori di fama internazionale e mi chiedi cos'è il rispetto?
    questa la inventi tu, posto che gente come Recalcati ha più o meno la mia età; non è proprio il mio modo di ragionare;

    io ti ho fatto notare un mero fatto; e cioè che da che mondo è mondo ci sono alcuni intellettuali delle generazioni anziane che puntualmente vaticinano la decadenza irreversibile dei costumi delle nuove generazioni; se tu leggessi altro dalle encicliche, che sfogli pure distrattamente, capendo fischi per fiaschi, sapresti bene che che questo sentimento lo possiamo osservare in tutte le epoche storiche; eppure, la società va avanti; l'idea cristiana a cui aderisci tu era percepita dai ceti dirigenti anziani di Roma come molle e pecorile, niente affatto virtuosa; e così per tutto il resto di ciò che è nuovo agli occhi degli anziani;

    Non stiamo giocando a chi ha torto e chi ragione: Stiamo cercando, attraverso un confronto civile, di capire che tempo stiamo attraversando Axe. Cosa possiamo fare per preparare alle nuove generazioni un mondo sostenibile, apprezzabile e vivibile. La vera malattia sociale è l'egoismo. Vedere in chi non la pensa come noi, un nemico e non un interlocutore. Vedere nel Marito o nella Moglie qualcuno che ci limita e non qualcuno che ci completa. Vedere in un Figlio un costo e non un Dono immenso.
    ecco, questa idea - vuoi per ingenuo romanticismo, vuoi per propaganda di livello discutibile, è esattamente la fregatura;

    innanzitutto, ti sfugge che pensare ad un coniuge come proprio "completamento" è esattamente una manifestazione di quell'egoismo che vorresti censurare, e che invece torna a galla non appena si scrosta un po' la vernice delle belle parole;

    siccome sono incompleto, mi serve una persona che faccia da protesi a ciò che mi manca; questa è proprio una rappresentazione della vita di coppia che predispone alle peggiori modalità di relazione;

    ma, mettendo da parte l'aspetto morale, c'è anche una fregatura funzionale: un coniuge, in effetti, ci limita, per definizione; è stupido educare ai sentimenti senza rendere esplicita questa circostanza;

    stupido perché poi ti ritrovi proprio nella situazione di cui ti lagni:

    i partner si scelgono - egoisticamente - per "completarsi", cioè in vista di un proprio bisogno, che difficilmente coincide in toto con quello dell'altro, il quale è ancor più raramente percepito lucidamente;

    e, non contemplando che la circostanza di coppia è naturalmente limitante, si valuta male la sostenibilità di quel limite, ritrovandosi poi nelle barbe, quando la realtà dell'altro che non si è stati educati a vedere, presenta il suo conto;

    preferenze a parte, non c'è niente da fare; quell'idea di famiglia è finita, perché rispondeva ad un'antropologia che non esiste più e non esisterà più nemmeno in futuro; questo perché siamo immersi - che tu te ne renda conto o meno, è lo stesso - da almeno un paio di secoli in una mentalità totalmente differente, che per prima si è diffusa nelle classi agiate, e poi nella massa;
    Dante poteva essere sposato con la moglie e raccontare del suo amor cortese per Beatrice, che sua moglie non era; Manzoni - che se la faceva con le servette di casa - raccontava del sentimento ingenuo di due poveretti analfabeti;

    ma la cultura degli ultimi secoli, dai romanzi romantici alla psicanalisi, fino ai film, le canzoni e le rivistine di gossip del parrucchiere - la cultura "popolare" - è ridondante dell'affermazione dell'individualità dello spontaneismo dei sentimenti;

    anche solo pensare di ignorare questa circostanza è stupido; sarebbe come pensare di poterti convincere a sparare ad un tuo collega francese o far massacrare i tuoi figli per restituire Nizza e Savoia alla Patria perché un intellettuale si rammarica che non esista più il sentimento nazionale di uno o due secoli fa, e vede in questo una decadenza, laddove tu leggi Fratelli tutti;

    beh, per la famiglia la cosa funziona esattamente allo stesso modo; non c'è più egoismo di prima, ma solo la consapevolezza dell'altro come soggetto, e quindi la prudenza; così come un ragazzino nato nel 1930 ha visto il papà accorrere festante sotto il balcone, plaudendo all'Ora Fatale, per poi vedersi sepolto sotto le bombe dei B29, le generazioni attuali sono cresciute nelle famiglie tradizionali e scansano come la peste certi destini tristi che hanno osservato nei genitori, sacrificati per qualcosa che non vale; che ci vuoi fare ?

    sicuramente le ultime generazioni sono disorientate, perché siamo in una fase di transizione tra una cultura imbevuta di miti romantici e un realismo quotidiano, spesso puntellato da circostanze di necessità, almeno per i più; spesso c'è la tentazione o l'esigenza di sistemarsi, e si accetta quello che passa il convento, sperando o illudendosi che le cose vadano decentemente, ma anche rimuovendo i segnali in senso divergente, con le conseguenze che vedi;

    volendo porsi l'obiettivo di famiglie più stabili, nella realtà di oggi l'unica strada realistica è quella di un'educazione alle responsabilità che esoneri il più possibile le persone giovani dalle finzioni di impegno, per essere capaci di un approccio ponderato e consapevole delle criticità;

    in parole povere, si tratta di dire ai giovani: divertitevi, fate esperienza in modo rispettoso e leale, senza menzogne e finzioni di impegno, abituatevi alla realtà, a vedere i difetti e le esigenze dell'altro, che non è al vostro servizio;

    imparate che una relazione può finire, e non è una colpa non amare più; quando sarete consapevoli di tutto questo, sarete in grado di gestire i pro e i contro di una relazione stabile, e anche di reggere la circostanza della fine di quella, senza prendere a martellate il coniuge perché ha smesso di essere lo strumento, il puntello alle vostre insicurezze e nevrosi;

    capisco che l'idea possa non piacerti; ma non c'è alternativa; non puoi fare autodafé di due secoli di cultura popolare ridondante ovunque, nemmeno volendo; non puoi ricreare Renzo e Lucia, che già erano fittizi di loro, perché il popolo ne ha sempre fatte di ogni, visto che la genetica ha appurato che quasi un 30 della popolazione non discende da chi si suppone essere l'antenato legittimo

    io ho rispetto di qualsiasi pensatore sociale e politico e di qualsiasi tesi questi espongano; purché ad una critica corrisponda una soluzione, concreta ed agibile nella realtà;

    quindi, che siano Bauman, Recalcati, il papa, o Conogelato, nel momento in cui si indica un problema si deve indicare anche la soluzione, che deve in qualche modo essere normativa; questo si fa, questo non si fa, per legge, per questo e quest'altro motivo di ordine pubblico; e poi si vede se la cosa ha un senso morale e sociale e una praticabilità;

    le doléances sui diversi sentimenti altrui non sono cose da intellettuali onesti, ma espressioni di narcisismo o, spesso, marchette per qualche entità reazionaria che ha potere economico e politico di garantire apparizioni tv e promozioni editoriali.
    Ultima modifica di axeUgene; 21-10-2020 alle 08:07
    c' del lardo in Garfagnana

  5. #995
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Sei stato te che hai definito "vecchie cariatidi" pensatori di fama internazionale e mi chiedi cos'è il rispetto?

    Non stiamo giocando a chi ha torto e chi ragione: Stiamo cercando, attraverso un confronto civile, di capire che tempo stiamo attraversando Axe. Cosa possiamo fare per preparare alle nuove generazioni un mondo sostenibile, apprezzabile e vivibile. La vera malattia sociale è l'egoismo. Vedere in chi non la pensa come noi, un nemico e non un interlocutore. Vedere nel Marito o nella Moglie qualcuno che ci limita e non qualcuno che ci completa. Vedere in un Figlio un costo e non un Dono immenso.
    una domanda , senza un'influenza o corrente di pensiero esterna politica religiosa sportiva o qualunque sia , saresti in grado di avere un tuo equilibrio interiore o centro di gravità permanente ed estrapolare un pensiero utile per chi ti legge come esempio di giustizia e maturita ?

    questo malessere sociale che esponi in continuazione lo vivi direttamente oppure lo vedi all'esterno della tua bolla di vetro ?

    si certo , le cose potrebbero andare meglio sicuramente ma questo è determinato perchè conosciamo il peggio e sappiamo la direzione che prima non conoscevamo , il tuo incitamento a migliorare la società in cui viviamo credi si possa realizzare con proclami e parole ?

    formare la coscienza di chiunque non è compito di nessuno ad eccetto di chi la possiede

  6. #996
    straniera L'avatar di nahui
    Data Registrazione
    05/03/09
    Località
    in una nuvola di smog
    Messaggi
    19,681
    Citazione Originariamente Scritto da efua Visualizza Messaggio
    Infatti va a finire che le femmine migliori se le pappa chi le lascia fare
    Siamo rompicoglioni, troppo impegnative, mentalmente stancanti, sessualmente esigenti... A trovare chi ci sopporta
    Chissà se è meglio non capire un cazzo.
    Forse campi meglio
    Efua

  7. #997
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    23,681
    Citazione Originariamente Scritto da nahui Visualizza Messaggio
    Siamo rompicoglioni, troppo impegnative, mentalmente stancanti, sessualmente esigenti... A trovare chi ci sopporta
    In Veneto ho trovato roba buona
    Tutte li!!!
    Io mi rendo conto di essere esigente ma solo perché libera da ogni cosa che non sia il mio sentire profondo
    Adesso mi sento compresa pienamente, come mai mi è successo prima finora
    Non sono rinata
    Sono proprio nata adesso
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  8. #998
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    23,681
    Due paGGine amici e facciamo il 69
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  9. #999
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,980
    Citazione Originariamente Scritto da dietrologo Visualizza Messaggio
    una domanda , senza un'influenza o corrente di pensiero esterna politica religiosa sportiva o qualunque sia , saresti in grado di avere un tuo equilibrio interiore o centro di gravità permanente ed estrapolare un pensiero utile per chi ti legge come esempio di giustizia e maturita ?

    questo malessere sociale che esponi in continuazione lo vivi direttamente oppure lo vedi all'esterno della tua bolla di vetro ?

    si certo , le cose potrebbero andare meglio sicuramente ma questo è determinato perchè conosciamo il peggio e sappiamo la direzione che prima non conoscevamo , il tuo incitamento a migliorare la società in cui viviamo credi si possa realizzare con proclami e parole ?

    formare la coscienza di chiunque non è compito di nessuno ad eccetto di chi la possiede
    Dell due l'una, Mik: O vivo io sotto una bolla di vetro oppure ci vivi te. Non ci sono vie di mezzo.
    La Società è divisa, conflittuale, frammentata e disorientata. Oppure è felice, serena, speranzosa, con orizzonti di Futuro sconfinati e allettanti.
    I Rapporti di Coppia sono fragili, brevi, momentanei, insicuri, spesso violenti, dove il Partner è visto come un rivale che ci limita. Oppure sono stabili, solidi, fondati su Valori condivisi, dove il Partner è visto come uno che ci completa. Delle due l'una, Mik. O noi incontriamo fantasmi, oppure incontriamo Persone. In carne e ossa!

    Tradotto:

    O stiamo parlando di problemi reali (portando come contributo al dibattito, pensieri e riflessioni di chi studia per lavoro tali questioni) o stiamo parlando di fuffa. Dimmelo te.
    amate i vostri nemici

  10. #1000
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Dell due l'una, Mik: O vivo io sotto una bolla di vetro oppure ci vivi te. Non ci sono vie di mezzo.
    La Società è divisa, conflittuale, frammentata e disorientata. Oppure è felice, serena, speranzosa, con orizzonti di Futuro sconfinati e allettanti.
    I Rapporti di Coppia sono fragili, brevi, momentanei, insicuri, spesso violenti, dove il Partner è visto come un rivale che ci limita. Oppure sono stabili, solidi, fondati su Valori condivisi, dove il Partner è visto come uno che ci completa. Delle due l'una, Mik. O noi incontriamo fantasmi, oppure incontriamo Persone. In carne e ossa!

    Tradotto:

    O stiamo parlando di problemi reali (portando come contributo al dibattito, pensieri e riflessioni di chi studia per lavoro tali questioni) o stiamo parlando di fuffa. Dimmelo te.
    Stai messo male amico con la tua bolla pessima e negativa

    poi questa invasione della sfera privata altrui sommata all'invidia di chi vive più felicemente traspare in modo così evidente

    sei conciato parecchio male , guarisci te stesso e fai da esempio agli altri...è così che funziona sai
    Ultima modifica di dietrologo; 22-10-2020 alle 08:37

  11. #1001
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,487
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Dell due l'una, Mik: O vivo io sotto una bolla di vetro oppure ci vivi te. Non ci sono vie di mezzo.
    nella bolla sei tu a vivere, perché quella bolla ti sei costruito;
    la prova evidente è che da anni oramai ti chiedo di indicare una società del passato migliore, da contrapporre all'oggi degradato, ma non rispondi;
    e non rispondi perché sai benissimo che quella società non esiste e per un motivo semplicissimo:

    La Società è divisa, conflittuale, frammentata e disorientata.
    la società è per definizione un luogo di conflitti tra pluralità di individui con aspirazioni diverse, non quel soggetto antropomorfo che fingi essere e a cui attribuisci le tue aspirazioni; se tu non mangi carne sei in conflitto col macellaio e l'allevatore, che ti considerano un degradato; e così via... ogni scelta individuale si fonda su una morale che una parte della società non condivide, percepisce come dannosa, e perciò immorale;

    Oppure è felice, serena, speranzosa, con orizzonti di Futuro sconfinati e allettanti.
    qui ti posso dare ragione: nel senso che spesso chi viene scarcerato prova un certo disorientamento, se si era rassegnato alla vita carceraria; è il prezzo della libertà, da sempre;
    I Rapporti di Coppia sono fragili, brevi, momentanei, insicuri, spesso violenti, dove il Partner è visto come un rivale che ci limita. Oppure sono stabili, solidi, fondati su Valori condivisi, dove il Partner è visto come uno che ci completa. Delle due l'una, Mik. O noi incontriamo fantasmi, oppure incontriamo Persone. In carne e ossa!
    il dato di realtà mostra che la vera patologia sociale è più spesso quella di un mondo maschile incapace di accettare l'auto-determinazione femminile, e reagisce in modo violento, proprio perché educato ad aspettative fondate sul tuo immaginario tradizionalista, che cerchi di puntellare così ingenuamente;
    la famiglia tradizionale si fondava su regole di prigionia, un ergastolo, "scelto" solo pro-forma dai soggetti più deboli, per i quali si trattava di una scelta obbligata;

    Tradotto:

    O stiamo parlando di problemi reali (portando come contributo al dibattito, pensieri e riflessioni di chi studia per lavoro tali questioni) o stiamo parlando di fuffa. Dimmelo te.
    no, non è affatto fuffa; è la constatazione della crisi fisiologica di un modello inadeguato, l'onda lunga di un cambiamento radicale della mentalità che è in corso da due secoli, come - volendo - potresti constatare in tutte le manifestazioni della cultura, quella "alta" e quella popolare, dalla letteratura alle canzoni;

    da almeno un secolo quel modello di famiglia che piace a te è in crisi, perché è finito il modello sociale in cui quella famiglia era incastonata, nazione, guerra, gerarchia, obbedienza; e famiglia come primo anello di quella catena, di quell'ordine fondato sui carismi di genere, ecc...

    puoi vivere in quella tua bolla, contromano in autostrada che si lagna di quelli sbagliati che vede pararsi incontro, perché decidi di ignorare i motivi storici e sociali di quello che leggi dei pensatori che citi;

    le persone in carne ed ossa le vedi qui, e certamente non ti odiano; ma nessuna ti segue, perché sono modelli umani diversi dal tuo prototipo immaginario, che è quello - se va bene - di un secolo fa, e oggi non trova quasi persone disposte ad incarnarlo, almeno da noi; in certe società distanti, o seguaci di altri culti, per ancora un po' di tempo ci sarà gente che la pensa come te; tempo una generazione o due e sarà tutto finito anche da loro.
    Ultima modifica di axeUgene; 22-10-2020 alle 12:20
    c' del lardo in Garfagnana

  12. #1002
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    23,681
    Cono ci vuole con un solo stipendio, per il quale dobbiamo ringraziare Dio che si arriva a fine mese
    Non capisce che di stipendi ce ne possono essere due e possono esserci pure molti più pompini
    Una donna realizzata e felice, oltre che a esserlo per lei, lo è pure per colui che le sta accanto
    Tanto elementare, quanto inconcepibile
    Il disastro di molti uomini è che hanno avuto delle madri che andrebbero appese al muro, come un quadro
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  13. #1003
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,572
    Disprezzano una donna che cede a venti uomini, eppure ognuno d ’essi ha tentato, nel corso della propria giovinezza, di sedurre venti donne e magari cento; e nessuno d ’essi se ne vergogna, anzi chi più ne ha sedotte ne mena vanto. Cosicché, se Narciso riesce a godersi segretamente o senza troppa esibizione le venti donne innamorate di lui, sarà reputato un simpatico scavezzacollo. Strana incoerenza!

    (Charles Fourier)
    Ultima modifica di efua; 22-10-2020 alle 19:26 Motivo: Volevo quotare!!
    " L' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."

    Dostoevskij.

  14. #1004
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    23,681
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Disprezzano una donna che cede a venti uomini, eppure ognuno d ’essi ha tentato, nel corso della propria giovinezza, di sedurre venti donne e magari cento; e nessuno d ’essi se ne vergogna, anzi chi più ne ha sedotte ne mena vanto. Cosicché, se Narciso riesce a godersi segretamente o senza troppa esibizione le venti donne innamorate di lui, sarà reputato un simpatico scavezzacollo. Strana incoerenza!

    (Charles Fourier)

    Piccolo appunto
    Magari le donne non cedono ma se li fanno 20 uomini
    Magari una parte di loro si racconteranno di averci fatto l’amore
    Anche se può essere stato solo sesso
    Come lo è per i giovani aitanti puledri
    Perché le vogliono così, nella cultura della virtù
    Io mi sono fatta assai meno uomini di quanti invece avrei voluto e potuto avere, in passato
    Una donna che sa quello che vuole non fa paura
    Fa terrore
    E capita che chi la capisce, l’avrà
    Where there’s will there’s a way

    -Work hard have fun & be nice-

  15. #1005
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,487
    Citazione Originariamente Scritto da efua Visualizza Messaggio
    Una donna che sa quello che vuole non fa paura
    Fa terrore
    direi che fa risparmiare tempo; e stress che è già tanta roba, soprattutto a 'na certa

    il guaio - ed è una realtà - sta in quello che cantano gli Stones in You can't always get what you want,e cioè il seguito della strofa:
    but if you try, sometimes you get what you need;

    quello che si vuole è qualcosa di statico; il momento bello è inatteso, sfugge al volere.
    c' del lardo in Garfagnana

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •