Pagina 4 di 4 PrimaPrima 1 2 3 4
Risultati da 46 a 54 di 54

Discussione: Referendum

  1. #46
    Opinionista
    Data Registrazione
    06/02/16
    Messaggi
    5,035
    Da tenere conto che la ciurma dei peones serve alla raccolta di voti nel proprio ambito parentale, lavorativo e sociale, sempre vendendo promesse fantasmagoriche e, senza una possibilita' di essere eletto, nessuno si presta a fare il trombato per la gloria del partito, come avviene nelle elezioni comunali dove reclutare peones a fare i portatori di acqua e' un vero problema.

  2. #47
    Opinionista
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    393
    X e axe, quando andrete a votare il referendum ricordatevi che …


    slogan inventato da Giovannino Guareschi sul "Candido" poi riportato anche sui manifesti elettorali della Democrazia Cristiana contro il Fronte Democratico Popolare nelle elezioni del 1948.

    Ma quale "dimezzamento della democrazia" temete ? Non vi bastano i rappresentanti politici regionali ? Sono loro che devono tutelare gli interessi locali nel territorio di competenza. Nel 1970 le regioni a statuto ordinario furono istituite proprio per questo.

    Chi pretende il deputato o il senatore della propria zona e rifiuta di volerne uno della stessa provincia, è chiaro che preferisce il sistema “clientelare”, il “do ut des”.
    Più è piccola è la circoscrizione elettorale maggiore è la probabilità che il politico locale si sia accordato con il boss o i “notabili” del luogo e riesca a conquistare un seggio.

    “Nihil sub sole novum” (= nulla di nuovo sotto il sole), frase biblica, contenuta nel libro dell’Ecclesiaste (1, 10), con cui l’autore intende affermare la monotonia, il ripetersi delle solite cose. Infatti il “do ut des” è da millenni praticato dai devoti verso il loro santo protettore. In cambio della grazia ti offro…

    I “peones” nel parlamento ? Sono i cosiddetti rappresentanti del popolo senza rilievo e senza cariche importanti, utili solo per esprimere il voto deciso dagli organi dirigenti del proprio partito.

    I peones politici nostrani sono sempre presenti quando ci sono le votazioni alla Camera o al Senato. Assicurano la tenuta del governo. Compensano le assenze dei colleghi della maggioranza. Ma vengono usati solo come stampella per far approvare le leggi. Sulle quali riescono a incidere poco o nulla.

    I tanti sconosciuti deputati e senatori non presentano propri progetti di legge, non sono capaci di raccogliere il consenso trasversale. Hanno il ruolo negletto di schiacciare i pulsanti per conto del governo o dell’opposizione.

    Questi sono i deputati e i senatori che gridano alla democrazia ferita, perché temono che la parte bassa della loro schiena rimanga senza poltrona.

    Sono numerosi quelli che non verranno rieletti, ed hanno l’aggravante che non hanno una professionalità, un mestiere.

  3. #48
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,426
    E giustamente Sgarbi osserva che quello che sta bene a Di Maio, Grillo, Scanzi e compagnia bella, non può stare bene a noi...

    " L' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."

    Dostoevskij.

  4. #49
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,139
    Citazione Originariamente Scritto da doxa Visualizza Messaggio
    X e axe, quando andrete a votare il referendum ricordatevi che …

    Ma quale "dimezzamento della democrazia" temete ? Non vi bastano i rappresentanti politici regionali ? Sono loro che devono tutelare gli interessi locali nel territorio di competenza. Nel 1970 le regioni a statuto ordinario furono istituite proprio per questo.
    se tu mi leggessi, avresti visto che ho scritto esattamente questo;
    posto che:
    Chi pretende il deputato o il senatore della propria zona e rifiuta di volerne uno della stessa provincia, è chiaro che preferisce il sistema “clientelare”, il “do ut des”.
    Più è piccola è la circoscrizione elettorale maggiore è la probabilità che il politico locale si sia accordato con il boss o i “notabili” del luogo e riesca a conquistare un seggio.
    chi si perita di informarsi davvero sa che il deputato rappresenta il collegio unico nazionale, tutto il corpo elettorale; non ha titolo costituzionale per esercitare il suo mandato come "locale", al contrario di altre forme di democrazia - quelle anglosassoni - poiché i nostri collegi uninominali sono solo il risultato della superfetazione di una mera legge elettorale su un impianto originariamente concepito in un quadro diverso; esattamente come per ora, non esistono coalizioni vincolate e non c'è premierato, il preteso "governo eletto";

    io ho spiegato bene il perché del mio No, e si tratta esattamente di far risaltare l'errore prospettico che induce in queste considerazioni:

    Questi sono i deputati e i senatori che gridano alla democrazia ferita, perché temono che la parte bassa della loro schiena rimanga senza poltrona.

    Sono numerosi quelli che non verranno rieletti, ed hanno l’aggravante che non hanno una professionalità, un mestiere.
    questo è un falso problema; il che, potrebbe non essere tanto grave, uno sfizio;

    il punto è che con questa propaganda si è convinta per decenni l'opinione pubblica che i problemi italiani fossero nella "politica" politicante, ossia nella tendenziale corruzione dei politici-persone; questo è il vero danno, perché ritarda la presa di coscienza delle reali dinamiche di interesse che presiedono alla rappresentanza;

    col che, il guaio è che si vota qualcuno che, vuoi con atteggiamento da guerra di religione identitaria, vuoi con promesse fuori dal reale, manca di proporre linee politiche trasparenti sui veri interessi dei rispettivi elettorati; così, poi la politica vera, quella che decide, davvero si gioca su un tavolo di sottogoverno, dove la corruzione e la mancanza di trasparenza sono inevitabili, ma non riguardano i bruscolini delle retribuzioni a due o trecento parlamentari, bensì le centinaia di miliardi delle tasse, delle pensioni, dei lavori pubblici, delle municipalizzate, dell'intervento statale nell'economia;

    la "disonestà" del politico c'è sempre, almeno in una certa misura; ma, almeno in gran parte, è figlia del trasformismo che si determina quando le opzioni non sono trasparenti;
    e non basta nemmeno un sistema elettoral-costituzionale diverso - pure necessario - come la politologia ha dovuto ammettere;

    sono proprio gli interessi, che un tempo si sarebbero definiti "di classe", a doversi far rappresentare e negoziare, in modo aperto;

    da un 30ennio in Italia è evidente una frattura di fondo, che riguarda la spesa pubblica; la caduta del Muro e il Trattato di Maastricht hanno decretato la fine di un sistema in cui la potenza USA garantiva un sistema di debito, col quale in Italia si compensavano i conflitti sociali;
    la Lega è nata per questo, cioè forzare in senso autonomista la gestione dei soldi delle tasse;
    Tangentopoli è stata il risultato di quell'annuncio: da domani lo stato non può più finanziare tutto e tutti con banche pubbliche, e quindi nemmeno vale più la pena di pagare mazzette ai politici che nominano i vertici di quelle banche, ora divenute normali operatori di lucro, imprese a tutti gli effetti;

    la politica è distribuzione di risorse, e sarebbe bene che l'opinione pubblica inizi a pensare in termini di proprio interesse e di interesse altrui; stai a Foggia e vuoi l'alta velocità tra Napoli e Bari ? ti conviene eleggere qualcuno in grado di negoziare efficacemente quella spesa con chi vorrebbe spendere quei soldi altrove, e magari ribatte al tuo eletto che non è capace di esigere i tributi, e quindi si oppone:

    ah, tu vuoi l'AV, coi soldi delle mie tasse, mentre il tuo sindaco, governatore, ecc... ti consente di evadere la TARI, non pagare le multe, condona o non reprime gli abusi, ecc...? col caxxo ! io i miei soldi voglio che siano spesi sotto casa mia, visto che sono costretto a pagare tutto...

    puntualmente, la realtà politica rappresenta questi rapporti di forza economici; infatti, i lavori pubblici si fanno tutti al nord;

    la retorica grillina dell'anti-politica ha illuso e rintronato metà dell'opinione pubblica, ritardando questa presa di coscienza dei veri problemi; poi, con l'anti-europeismo la Lega formato Salvini ha offerto la polpetta avvelenata, illudendo quella gente di voler uscire dall'euro e rifare un impossibile Bengodi assistenzialista, quando il piano è quello di mandare in crisi i conti per imporre il federalismo fiscale;

    chi continua a concentrarsi su dettagli triviali della politica, finirà a trovarsi un cetriolone tra le chiappe perché non ha visto arrivare le mazzate sulle questioni vere.
    c' del lardo in Garfagnana

  5. #50
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,367
    Netta vittoria del SI.
    Alle Regionali niente spallata della Lega in Toscana, in Puglia e in Campania. Tiene bene il PD, anche senza i cinque stelle. Zaia superstar in Veneto, bene Toti in Liguria.
    amate i vostri nemici

  6. #51
    Superstite L'avatar di Doppio
    Data Registrazione
    04/08/10
    Località
    Dietro di te
    Messaggi
    3,249
    Sinceramente me l'aspettavo, io a votare non ci sono andato ed è la seconda volta da quando ho diritto, la prima è stato l'ultimo referendum costituzionale che proponeva qualcosa di simile a questo, ma era fatto meglio e già mi era sembrato una presa in giro (e l'avevo studiato nel dettaglio, volevo veramente capire) questo mi era parso una semplificazione di quello, e se in se può pure avere senso ora toccherà partire con una serie di riforme a partire dai collegi elettorali, vedremo... bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno, è anche carino che i politici lavorino, almeno ogni tanto.
    Non avete ancora visto niente

    Moderatore droghe

  7. #52
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,367
    Io sempre andato. Devo ricordarmi la prossima volta di rifare la tessera perchè ho esaurito tutti gli spazi.
    Nel complesso possiamo affermare che da questa tornata elettorale, il Governo risulta rafforzato. Vedremo come e se impiegherà bene i miliardi europei in arrivo.
    amate i vostri nemici

  8. #53
    Party Crasher L'avatar di okno
    Data Registrazione
    30/03/06
    Località
    Paper St.
    Messaggi
    15,238
    Citazione Originariamente Scritto da doxa Visualizza Messaggio


    slogan inventato da Giovannino Guareschi sul "Candido" poi riportato anche sui manifesti elettorali della Democrazia Cristiana contro il Fronte Democratico Popolare nelle elezioni del 1948.
    Proprio domenica ho ricordato questa vignetta, dicendo che lo slogan valeva solo in Italia perché in Unione Sovietica si votava davanti a tutti.
    "Tipo piacevole. Mai scontato. Non banale." - Utente da Empoli


    -=1313=-

  9. #54
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    2,758
    Citazione Originariamente Scritto da okno Visualizza Messaggio
    Proprio domenica ho ricordato questa vignetta, dicendo che lo slogan valeva solo in Italia perché in Unione Sovietica si votava davanti a tutti.
    chiedo scusa in "anticipo", ma sento il dovere di "commentare" la vignetta del '48. allora se "dio ti vede", comunque, e stalin, dato che non vede, le elezioni non te le "faceva fare", allora in cabina elettorale, qui da noi in italia, deve essere garantito primo, che il padreterno non faccia "il delatore" e secondo, che si dica in che maniera bisogna votare. cioè che la matita serve per scrivere, anche se ha quel gommino "rosa" che può servire a più cose: ad esempio a modificare la "preferenza" da parte dei ministri del "culto". ma anche a soddisfare il bisogno di, in qualche modo, "superare" la "fase orale" o qualcos'altro da parte del singolo elettore. abbiate pazienza...
    Ultima modifica di sandor; 24-09-2020 alle 06:03

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •