Pagina 3 di 5 PrimaPrima 1 2 3 4 5 UltimaUltima
Risultati da 31 a 45 di 72

Discussione: Nessuno si salva da solo

  1. #31
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    21,554
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    a me risulta che principalmente parlasse agli apostoli;
    Se leggi qualsiasi testo cristiano sia canonico che apocrifo ( segreto ) potrai riscontrare che gli apostoli ascoltavano sempre in pubblico, come tutti i discepoli dei rabbi.
    Restando ai testi canonici, dalle dispute in particolare, impararono che Gesù aveva sempre l'ultima parola, il che vuol dire che aveva sempre ragione e che i suoi nemici teologici e sacerdotali rimanevano senza risposta ( l'ultima, la definitiva ) alle sue domande ( volgarmente si dice che facevano acqua da tutte le parti ), quindi erano dei perdenti, ma sempre nemici che lo odiavano fino a desiderarne la morte ed in più erano pure gelosi ed oppressivi, non gli davano tregua infiltrandosi da ipocriti tra la gente che gli stava intorno.

    A quei tempi la disputa era normale tra maestri di idee diverse, e Gesù era chiamato rabbi anche dai suoi futuri nemici seppur ipocriti farisei dei farisei (linguaggio orientale ) ed i discepoli ascoltavano la dispute e guardavano soprattutto quello succedeva.
    Sai inoltre dalle scritture come i discepoli di Gesù fossero ubbidienti forse perché in fondo li divertiva, oltre alle dispute, specialmente con miracolo, erano invitati per mezzo di Gesù a favolosi pasti come alle nozze di Cana....o da Zaccheo, o da Simone il lebbroso ( anzi ex), e chissà quanti altri desideravano stare con lui.



    Buona notte e sogni d'oro
    Ultima modifica di crepuscolo; 26-10-2020 alle 22:57

  2. #32
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,579
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Amate i vostri nemici Gesù lo diceva ai nemici suoi.
    Se la grammatica non è un'opinione....
    Tutti quanti noi abbiamo dei nemici. Il nemico è colui o colei che ci limita, che ci contrasta. E' il diverso, il lontano, lo straniero...è chi ci fa del male. Può esserlo la Moglie, può esserlo il Marito, un Figlio o una Figlia, un parente. Ecco, Gesù Cristo ci chiede di amare queste Persone. Come sarà possibile, per noi che a stento riusciamo ad amare gli amici? Può, il Signore, chiederci qualcosa di impossibile? Evidentemente no! Esiste una strada...una via....un cammino che può condurci ad amare la Moglie, il Marito, la Suocera, il Genero, quel Figlio lì così difficile da capire, quel capufficio, quel capo-condominio, quell'extracomunitario arrivato su un barcone eccetera.
    Questa via si chiama RESURREZIONE! Lasciar morire il nostro uomo vecchio, sempre pronto a giudicare, a disprezzare, a vendicarsi, a tradire...e rinascere, risorgere nuovi con Cristo!
    amate i vostri nemici

  3. #33
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    21,554
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Se la grammatica non è un'opinione....
    Dipende dai neuroni.

  4. #34
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    21,554
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    .
    Tutti quanti noi abbiamo dei nemici.
    ma se io manco ti conosco, che vuoi che mi importi dei tuoi nemici, mi dispiace se ne hai così tanti da tenerli a mente di continuo se non a bada, tu fai finta che siano come cagnolini di allevamento; tra l'altro non so neanche chi sono; io caso mai bado ai miei nemici che non mi scassano il C...o, anzi la casa, di ladri ce ne stanno tanti in giro, con tutti questi extracomunitari allo sbaraglio.
    Personalmente devo confessarti anche se non sei un prete che io di nemici, che io sappia, non li ho; ma se consideriamo nemici anche quelli invisibili o frutto della nostra fantasia, devo confermarti che anch'io ne ho tanti e, come disse s. Paolo armiamoci di invulnerabili armature e spade fiammeggianti ( il fatto è che oggi sono oggetti difficili da trovare).

  5. #35
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,307
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Restando ai testi canonici, dalle dispute in particolare, impararono che Gesù aveva sempre l'ultima parola, il che vuol dire che aveva sempre ragione
    posto che è normale in un testo apologetico - puoi immaginare un vangelo in cui Gesù ha torto ?
    e che i suoi nemici teologici e sacerdotali rimanevano senza risposta ( l'ultima, la definitiva ) alle sue domande ( volgarmente si dice che facevano acqua da tutte le parti ), quindi erano dei perdenti, ma sempre nemici che lo odiavano fino a desiderarne la morte ed in più erano pure gelosi ed oppressivi, non gli davano tregua infiltrandosi da ipocriti tra la gente che gli stava intorno.
    questo Gesù epicizzato è molto riduttivo rispetto alla pretesa universalista dei suoi seguaci;

    cioè, se lo racconti così è una storia di sopraffazione, foss'anche solo intellettuale o morale; e mandi a farsi friggere proprio tutte le affermazioni empatiche, del genere amate i vostri nemici, chi è senza peccato... pagliuzze e travi, oltre che tutta la formulazione paradossale; diventa un po' lo spettacolo dei pupi con le gesta di Orlando, un giustiziere di parte, una svendita per un piatto di lenticchie;

    non discuto del Gesù storico, perché ho constatato che c'è il desiderio di rimuovere; ma almeno quello dei vangeli dovrebbe essere compreso nel suo aspetto di persuasione incentrato sulla relativizzazione della Legge - la Sua, che osservava e cui era devoto, non lo dimenticare - in cui anche il più giusto tra i giusti deve dubitare e astenersi da quel giudizio che invece la rappresentazione buoni/cattivi fa rientrare dalla porta di servizio;

    e guarda che non è questione di lana caprina, perché tutti i guai del successivo Cristianesimo e delle chiese nascono proprio dalla rappresentazione epica della vicenda e dall'individuazione dei nemici, con tutto il portato di guerre confessionali per secoli, contro tutti, e persino contro i fratelli di fede.
    c' del lardo in Garfagnana

  6. #36
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    21,554
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    posto che è normale in un testo apologetico - puoi immaginare un vangelo in cui Gesù ha torto ?
    l'apologetico ha un doppio senso.
    Metti che tu vuoi scrivere una cosa accaduta che ti ha colpito, per quanto puoi ricamarla per insegnare c'è sempre un insegnamento nascosto originale, non originario.
    Quindi, sempre secondo il Vangelo, quando insistentemente gli chiedevano gli apostoli ( fanno anche domande ) quando sarebbe giunta la fine dei tempi, così si sarebbero fatti trovare, da furbetti, pronti per l'evento, Gesù rispose loro che non spettava a lui saperlo, quindi era logico e spontaneo per loro che erano amici, stare vigili. Prova a penetrare in un cerchio di dodici persone, e per giunta come sospetti tu, potenzialmente violente, con al centro Gesù al centro...sai i goal.
    Dicono che ridere aumenti la circolazione sanguigna con effetti benefici per la persona.
    Quello della vigilanza della casa e del giardino è essenziale per stare in pace e non essere derubati dei concetti trasmessi da Gesù su Dio e sul mondo, sugli amici e sui nemici, dei delitti e delle pene, visto che sapeva tutto li teneva all'erta, sul se.
    Ma il sapere tutto di Gesù non è come il sapere tutto di Dio, come tu credo l'abbia inteso; Gesù sa e fa ciò che gli viene meglio.
    Un buon falegname o carpentiere anticamente era in se così sapiente perché sapeva trattare bene ciò che veniva a contatto con le sue prodigiose mani, specialmente il legno che è malleabile o la creta, avrà sicuramente ( dico io ) fatto anche giocattoli per banbini.
    Addirittura è narrato che un noto credente dei primi tempi abbia trovato da un contadino un aratro fatto da Gesù; era ovvio che vi fosse, non il commercio delle reliquie dei sant'uomini, come successe poi per continuare fino ad oggi, ma quella voglia di soddisfare ogni amena curiosità nella ricerca dei suoi manufatti.

    Poi si è saputo che il contadino vista la frequenza dei curiosi cristiani non si disfece mai dell'aratro di Gesù perché mise su un agriturist
    L'ultima riga è una mia supposizione.
    Ultima modifica di crepuscolo; 27-10-2020 alle 16:12

  7. #37
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    56,154
    Citazione Originariamente Scritto da xmanx Visualizza Messaggio
    ma vè a chegher...Vè a chegher in mezz a i ortigh
    Non ti è bastato il ban di qualche giorno fa? Vedi di regolarti nel tuo porti nei confronti degli altri utenti, per favore. Altrimenti alla prossima la lunghezza della vacanza aumenta.
    “Io e il mio gatto... siamo due randagi senza nome che non appartengono a nessuno e a cui nessuno appartiene” [cit. Colazione da Tiffany]

    Noi vogliamo cantare l'amor del pericolo, l'abitudine all'energia e alla temerità [cit: Manifesto futurista] .

  8. #38
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,307
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    l'apologetico ha un doppio senso.
    Metti che tu vuoi scrivere una cosa accaduta che ti ha colpito, per quanto puoi ricamarla per insegnare c'è sempre un insegnamento nascosto originale, non originario.
    che vuol dire ? niente
    se io oggi scrivo un'apologia delle BR, dando ragione a loro per creare un mito, che insegnamento nascosto é ? solo che ho inventato quello che mi pare;


    Prova a penetrare in un cerchio di dodici persone, e per giunta come sospetti tu, potenzialmente violente, con al centro Gesù al centro...sai i goal.
    potenzialmente violente come sospetterei io ? le spade e gli orecchi mozzati non li invento io, eh...

    Ma il sapere tutto di Gesù non è come il sapere tutto di Dio, come tu credo l'abbia inteso; Gesù sa e fa ciò che gli viene meglio.
    le fonti, le fonti...
    io ti chiedo sempre da dove evinci certe cose e non mi rispondi mai; eppure i testi quelli sono e su quelli si dovrebbe ragionare, anche tralasciando le questioni storiche;
    non puoi venirmi a dare lezioni di crep-pensiero, come se io fossi tenuto a conoscerlo al posto della dottrina, che indica Gesù come co-sustanziale al Padre, con tutto ciò che ne consegue;
    prima dovresti farti papa e scrivere una nuova dottrina
    c' del lardo in Garfagnana

  9. #39
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    21,554
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio

    questo Gesù epicizzato è molto riduttivo rispetto alla pretesa universalista dei suoi seguaci;
    Ma che cosa dici?
    A parte che l'universo è ovunque e quindi anche l'universalismo può essere professato ovunque, infatti secondo me essere universali non implica il "dove sei" ma "cosa dici"; Gesù si è spostato poco da casa perché non ne aveva bisogno per percorrere la sua strada, ma loro, i nemici di Gesù, non ci sono voluti andare, anzi, direbbe Lui: mi hanno tolto la parola ( non il logos che permane saldo nel Padre ) e loro mi hanno fatto soffrire ed ucciso ma io li ho perdonati per lasciar loro un'ultima chance,........poi so' cazzi loro".
    Quindi amare il proprio nemico a volte, anzi spesso, non serve; è mitico chi perdona è un pezzente chi non accetta il senso del perdono.

  10. #40
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    5,572
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ecco, pure tu...

    a Teheran i pasdaran la sera inseguono la gente che sui tetti mette le parabole per vedere Beautiful...
    I giovani non occidentali più o meno vorrebbero vivere in Occidente e secondo il nostro stile di vita e libertà; soprattutto le donne e soprattutto nei paesi islamici, non appena hanno uno smartphone e qualche contatto qui, a Parigi o Londra...
    Anch'io tempo fa pensavo ingenuamente che il modello sordiano di "Un americano a Roma" potesse funzionare anche in Occidente. Che cioè la cultura, gli usi dei Paesi più "civilizzati" (virgolette alla Sandor) alla fine catturassero i giovani immigrati in Europa a svantaggio delle arcaiche tradizioni arabo-islamiche. Ho dovuto notare che non sempre è così, a causa della diffusione dell'estremismo e del terrorismo dalle nostre parti fra gli immigrati anche di seconda e terza generazione. Sai bene delle stragi avvenute in Spagna, Francia, Inghilterra, Belgio...Quelle per te non significano nulla? I giovani hanno bisogno di identificarsi in un qualcosa, a volte l'identificazione la trovano nelle loro stesse distorte radici.
    " L' uomo ha una tale passione per il sistema
    e la deduzione logica che è disposto ad alterare la verità,
    per non vedere il visibile, a non udire l' udibile,
    pur di legittimare la propria logica."

    Dostoevskij.

  11. #41
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    21,554
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    che vuol dire ? niente
    se io oggi scrivo un'apologia delle BR, dando ragione a loro per creare un mito, che insegnamento nascosto é ? solo che ho inventato quello che mi pare;


    Saresti mal visto dalla gente perché negando la realtà saresti uno scrittore sputtanato dai contemporanei come stravolgitore della realtà dei fatti, saresti messo all'indice e la case editrici serie si rifiuteranno di trattare con te. L'unica possibilità potrebbe essere una casa editrice che tratti romanzi horror.
    E se proprio dovessi insistere ti ritroveresti in galera o alla neuro.

  12. #42
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    21,554
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio

    le fonti, le fonti...
    io ti chiedo sempre da dove evinci certe cose e non mi rispondi mai;
    Se c'è acqua buona le fonti servono per dissetarsi, poi ognuno ragiona con la sua testa.
    Che fonti vuoi che ti dica?
    Il pensiero vola ed i pensatori con i piedi per terra riflettono; di quale pensiero vuoi la fonte?

    Chi ha mozzato l'orecchio?
    Pietro; evidentemente non aveva appreso tutto dal maestro di vita, non di morte.

  13. #43
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,307
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Anch'io tempo fa pensavo ingenuamente che il modello sordiano di "Un americano a Roma" potesse funzionare anche in Occidente. Che cioè la cultura, gli usi dei Paesi più "civilizzati" (virgolette alla Sandor) alla fine catturassero i giovani immigrati in Europa a svantaggio delle arcaiche tradizioni arabo-islamiche. Ho dovuto notare che non sempre è così, a causa della diffusione dell'estremismo e del terrorismo dalle nostre parti fra gli immigrati anche di seconda e terza generazione. Sai bene delle stragi avvenute in Spagna, Francia, Inghilterra, Belgio...Quelle per te non significano nulla? I giovani hanno bisogno di identificarsi in un qualcosa, a volte l'identificazione la trovano nelle loro stesse distorte radici.
    allora, questa è un'osservazione sensata, che però riguarda qualcosa di molto diverso dal punto che ti ho illustrato;

    proprio perché quegli estremisti sono di seconda o terza generazione, dovresti porti delle domande sul perché adottino quelle posizioni; e la risposta sta nel modello sbagliato di integrazione, che ha creato dei ghetti, umiliato quelle persone, e che ora non trovano ideologie di classe, ma l'integralismo islamico come sponda "antagonista";
    ma a quelli in effetti, alla quasi totalità dei francesi di origine algerina, marocchina, tunisina, non passerebbe nemmeno per l'anticamera del cervello di vivere secondo tradizione islamica, e tanto meno alle loro donne; possono essere tradizionalisti e imbarbariti nella media del sottoproletariato locale, dove certamente il disoccupato alcolizzato francese della banlieu non è un militante del femminismo radicale;
    ma il sindaco di Londra - amatissimo - è figlio di un tassista e di una sarta pachistani, e così tanti esponenti prominenti della vita pubblica francese;
    se parli coi giovani marocchini o algerini - la Tunisia è ancora più avanti, nonostante certe crisi di rigetto, dovute alla crisi economica - è impressionante quanto sono diversi dall'idea terrorizzata che ne abbiamo qui;
    considera che tra Khomeini e noi c'è di mezzo internet, gli smartphone, la vituperata omologazione mondialista, per cui quelli frequentano quotidianamente tutti i nostri modelli esistenziali, buoni o cattivi; il loro immaginario è formato sui nostri contenuti, sin da bambini;

    guarda, su fb mi compaiono i post dei siti ufficiali e no del Milan; la maggior parte dei commenti vengono da tifosi africani o del Vicino oriente, che scrivono in un inglese migliore di quello della maggior parte degli italiani istruiti; e sono tifosi, che fanno gli impiegati a Rabat o i panettieri al Cairo, non manager o ingegneri che viaggiano... è così perché dall'infanzia guardano i film americani o europei, e per loro il nostro mondo quello in cui è radicata una parte essenziale del loro immaginario; certo, a parte i terroristi - una frazione infinitesimale, sempre troppi - c'è ancora differenza, come ce n'era negli anni 60 tra Milano e Acireale; ma c'è più gente di Acireale a Milano che ad Acireale stessa, e non è che quelli a Sesto S. Giovanni vanno in giro sul somaro con le donne vestite di nero

    60 anni fa a Milano e Torino i discorsi degli indigeni sui meridionali erano gli stessi, o peggio; ha'voglia a dire che sono italiani, stessa religione, quando ovunque c'erano i cartelli "non si affitta ai meridionali", in molti luoghi di provincia almeno fino a metà anni '70.
    c' del lardo in Garfagnana

  14. #44
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    53,579
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    ma se io manco ti conosco, che vuoi che mi importi dei tuoi nemici, mi dispiace se ne hai così tanti da tenerli a mente di continuo se non a bada, tu fai finta che siano come cagnolini di allevamento; tra l'altro non so neanche chi sono; io caso mai bado ai miei nemici che non mi scassano il C...o, anzi la casa, di ladri ce ne stanno tanti in giro, con tutti questi extracomunitari allo sbaraglio.
    Personalmente devo confessarti anche se non sei un prete che io di nemici, che io sappia, non li ho; ma se consideriamo nemici anche quelli invisibili o frutto della nostra fantasia, devo confermarti che anch'io ne ho tanti e, come disse s. Paolo armiamoci di invulnerabili armature e spade fiammeggianti ( il fatto è che oggi sono oggetti difficili da trovare).
    Se non hai nemici...perchè ti sei separato da tua Moglie?
    "Amate i vostri nemici": Non scandalizziamoci di fronte a questa ingiunzione, perché ancora oggi siamo testimoni di fenomeni di vendetta moltiplicata, come la “faida” o la rappresaglia nelle guerre, nelle lotte razziali, nella violenza terroristica eccetera.
    Ebbene, con la sua autorità Gesù può dire anche in questo caso: “Ma io vi dico di non resistere al malvagio”, proponendo una pratica di non-violenza che è un nuovo modo di resistenza attiva, una resistenza inaudita perché mite, umile, misericordiosa. Solo così si può arrestare la reazione a catena della violenza. È in questa logica di non-violenza che Gesù propone dei casi, degli esempi di violenza subita, indicando come rispondervi. “Se uno ti percuote con uno schiaffo”, fatto quotidiano anche nella vita famigliare, “se tu vuoi essere discepolo porgi l’altra guancia”. Linguaggio semitico, per noi forse eccessivo, che non vuole suggerire un’esecuzione materiale del comando, ma piuttosto indica lo “spirito” che deve ispirare l’atteggiamento verso l’aggressore. Non a caso, secondo il quarto vangelo, dopo aver ricevuto uno schiaffo da una delle guardie del sommo sacerdote, Gesù non gli porge l’altra guancia, ma replica con assoluta mitezza: “Se ho parlato male, dimostrami dov’è il male. Ma se ho parlato bene, perché mi percuoti?”. Questo comando rivolto personalmente a ogni discepolo non esige ingenuità né passività di fronte alla violenza, ma richiede di essere sempre “artefici di pace”. E lo possiamo essere solo se uniti indissolubilmente a Gesù Cristo.
    amate i vostri nemici

  15. #45
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,307
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Se non hai nemici...perchè ti sei separato da tua Moglie?
    perché, le donne con cui non sei sposato sono tue nemiche ?

    comunque, frase davvero inquietante per il sentimento che manifesta.
    c' del lardo in Garfagnana

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •