Pagina 1 di 14 1 2 3 4 5 11 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 197

Discussione: Mondo invisibile

  1. #1

    Mondo invisibile

    Sappiamo che gli scienziati danno alcune spiegazioni meccaniche. Essi meritano molta considerazione e molto hanno fatto se pensiamo che la scienza non è che all'infanzia, e che ha soltanto cinque sensi e degli strumenti ingegnosi a sua disposizione. Le sue deduzioni sono meravigliosamente vere, ma ciò non significa che non esistano cause invisibili che essa non può, per ora, individuare, ma che permettono una più completa comprensione della materia di quella fornita da una spiegazione puramente meccanica. Ad esempio:
    Due uomini stanno conversando fra loro, quando improvvisamente uno colpisce e atterra l'altro. Abbiamo qui una circostanza, un fatto che possiamo spiegare dicendo: "Ho veduto un uomo contrarre i muscoli del braccio, assestare un colpo all'altro ed atterrarlo". Questa versione è giusta, ma lo scienziato occulto vedrebbe anche la collera che spinse all'azione e darebbe una versione più completa dicendo che l'uomo fu gettato a terra da un pensiero, perché il pugno chiuso non era che lo strumento irresponsabile dell'aggressione. Se l'ira non avesse suggerito di colpire, la mano sarebbe rimasta inerte e il colpo non sarebbe mai stato assestato.


  2. #2
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    56,864
    l'Uomo è materia: ma anche Spirito.
    Corpo: ma anche Anima.
    Scienza e Religione ci aiutano a capire chi siamo.
    amate i vostri nemici

  3. #3
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    23,757
    In effetti pensieri e gesti, od azioni conseguenti, sono per la maggior parte strettamente correlati e quindi da tenere sotto controllo e devo dire che un modello od esercizi come lo Yoga aiutano a dissociare certi pensieri degli atteggiamenti riflessi conseguenti.
    Se poi una persona vuole essere prepotente ci riesce in tutti i momenti e luoghi.
    Ovviamente questo modo di affrontarsi più che affrontare è solo un mio punto di vista, nel senso che in quel modo ho risolto molti aspetti (meglio affinato) del mio carattere che non mi andavano proprio a genio.


    Ps, passami qualche pop corn
    Ultima modifica di crepuscolo; 15-06-2022 alle 16:12

  4. #4
    Sovrana delle Rose dai Petali d'Oro L'avatar di ReginaD'Autunno
    Data Registrazione
    01/05/19
    Località
    In un incantevole paese della regione dei trulli
    Messaggi
    7,457
    Tutti abbiamo dei sentimenti o positivi oppure negativi sono quelli che ci fanno arrabbiare colpendo una persona oppure abbozzare...
    E' tutta una questione che parte sia dalla testa che dal cuore.
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa CLAUDIO ACHILLINI

  5. #5
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    13,235
    Che fa Regina, ti "conizzi" anche tu con la storiella del cuore e dei sentimenti?

    Per piacere, date un ripassino tutti all'anatomia!
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  6. #6
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    56,864
    Citazione Originariamente Scritto da ReginaD'Autunno Visualizza Messaggio
    Tutti abbiamo dei sentimenti o positivi oppure negativi sono quelli che ci fanno arrabbiare colpendo una persona oppure abbozzare...
    E' tutta una questione che parte sia dalla testa che dal cuore.
    ...e che ci fanno essere angeli o bestie: Gandhi o Hitler.
    amate i vostri nemici

  7. #7
    Sovrana delle Rose dai Petali d'Oro L'avatar di ReginaD'Autunno
    Data Registrazione
    01/05/19
    Località
    In un incantevole paese della regione dei trulli
    Messaggi
    7,457
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Che fa Regina, ti "conizzi" anche tu con la storiella del cuore e dei sentimenti?

    Per piacere, date un ripassino tutti all'anatomia!
    L'anatomia del corpo per me non c'entra niente, il punto è: la ragione umana che come un mondo invisibile come dice il titolo della discussione, ci fa diventare ciò che vogliamo essere o diventare con essa.
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    ...e che ci fanno essere angeli o bestie: Gandhi o Hitler.
    Se uno ha un cervello sano non diventerà mai un Hitler, come un cervello malato non diventerà mai un Gandhi!
    Corteggiata da l'aure e dagli amori, siede sul trono de la siepe ombrosa, bella regina dè fioriti odori, in colorita maestà la rosa CLAUDIO ACHILLINI

  8. #8
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    13,235
    Ma se parli mente o della testa e del cuore, fai una scissione che non esiste nella realtà, anche se tu con cuore non intendessi l'organo. Poi hai cercato di riprenderti con quest'ultimo post citando ragione e cervello.
    Che poi la questione mente e comportamenti è un po ' meno banale e scontata dei discorsi o delle nozioni che vengono fatti, soprattutto in questa sezione.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  9. #9
    Superstite L'avatar di Doppio
    Data Registrazione
    04/08/10
    Località
    Dietro di te
    Messaggi
    5,019
    Penso sia riduttivo condensare l'intera fenomenologia emozionale nel cervello. Se in passato si riteneva che il cuore fosse il centro delle emozioni non era per caso, quello che chiamiamo "batticuore" è un fenomeno sia fisiologico che percettivo e molte altre espressioni che si riferiscono all'emotività fanno riferimento a condizioni fisiche che sono poi quello che ci permette di descrivere le emozioni stesse (sono rimasto senza fiato, mi fa rodere il fegato, ho le farfalle nello stomaco, non ci vedo dalla rabbia, mi ha fatto rizzare i capelli, ecc), non è nulla di metafisico, quello che proviamo nasce dal cervello che mette in moto sia il sistema endocrino che queste risposte fisiologiche, ma il nostro esperito coinvolge il corpo nella sua interezza.

    Talvolta mi domando, se un essere umano sostituisse l'intero corpo (a parte il cervello) con una protesi sintetica, sarebbe ancora in grado di provare e riconoscere in se delle emozioni genuine o potrebbe per esempio avere razionalmente paura, ma senza il cuore che accelera, il respiro che si fa affannoso, il sapore dell'adrenalina in fondo alla lingua, ecc, quello che proverebbe sarebbe una idea di paura, più che una vera emozione?
    Non avete ancora visto niente

    Moderatore droghe

  10. #10
    Opinionista
    Data Registrazione
    25/05/21
    Messaggi
    562
    @ Per Vega, che dobbiamo ripassare esattamente di Anatomia?

    Per @Doppio : parli di paura, di emozione, perché la paura non é un'emozione?

    Si sa l'essere umano quando é attasccato o fugge o aggredisce, l'aggressione non é un'emozione?

    Veramente non capisco bene che vuoi dire.Ciao.

  11. #11
    Superstite L'avatar di Doppio
    Data Registrazione
    04/08/10
    Località
    Dietro di te
    Messaggi
    5,019
    Citazione Originariamente Scritto da Fiammetta Visualizza Messaggio
    Per @Doppio : parli di paura, di emozione, perché la paura non é un'emozione?

    Si sa l'essere umano quando é attasccato o fugge o aggredisce, l'aggressione non é un'emozione?

    Veramente non capisco bene che vuoi dire.Ciao.
    La paura è un emozione e come molte altre, per quanto si origini nel cervello è fatta di sensazioni fisiche, facevo una riflessione sulla componente fisica delle emozioni e, ipotizzando di poter eliminare tale componente, se le emozioni stesse non ne risulterebbero completamente snaturate.

    Non so se così sia più chiaro, ma penso di no.
    Non avete ancora visto niente

    Moderatore droghe

  12. #12
    Opinionista
    Data Registrazione
    25/05/21
    Messaggi
    562

    .

    Citazione Originariamente Scritto da Doppio Visualizza Messaggio
    La paura è un emozione e come molte altre, per quanto si origini nel cervello è fatta di sensazioni fisiche, facevo una riflessione sulla componente fisica delle emozioni e, ipotizzando di poter eliminare tale componente, se le emozioni stesse non ne risulterebbero completamente snaturate.

    Non so se così sia più chiaro, ma penso di no.
    Mah, é un discorso un po' strano, nel cervello c'è il centro di comando,

    l'animale quando ha paura o attacca o fugge, si ha una scarica di adrenalina,

    aumenta la frequenza cardiaca, del respiro, e non potendo durare a lungo così o si fugge

    o si attacca. La paura é un'emozione, non so se sarebbe la stessa senza i suoi tentacoli

    fisici, quali aumento di frequenza cardiaca, respiratoria, Ciao.,

  13. #13
    Opinionista
    Data Registrazione
    25/05/21
    Messaggi
    562
    Oggi per tanti ragazzini sono cominciati gli esami di Maturità, avranno avuto paura, penso,

    la maggior parte. Io ricordo con gioia la mia maturità perché la sera prima mentre stavo leggendo

    un libro di Russel vennero 4/ 5 amici a farmi una serenata, soprattutto canzoni di Battisti, poi

    era tardi andai a letto, avevo paura. ma io prendevo sempre 8 allo scritto d'Italiano ma la Maturità mette

    paura quasi come la tesi di laurea. Ci portarono in uno stanzone grande, ci separarono i banchi e ci die

    dero vari temi, scelsi Carducci e il suo Inno a Satana pure se era una scuola cattolica, poco prima aveva ricevuto

    una botta al braccio di destra e diceva che la Morte si stava avvicinando, come per tutti. Poi scelsi fisica mi diedere filosofia

    e la prof d'italiano mi disse , tu , come i migliori andrai a Medicina, nom ti sei ammazzata per Filosofia.. Andò tutto bene e papa'

    voleva che andassi al Gemelli, tanto, mi diceva,dovunque vai i quiz li superi, ma io dissi, basta con le monache vado alla Sapienza.

    I professori con me erano gentili, dopo un po' mi chiedevano, viene dal classico? e io, sì, mi mettevano 30 e si complimentavano..Sono stati gli

    ultimi mesi lieti della mia vita, le malattie sono sempre in agguato.

  14. #14
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    13,235
    Citazione Originariamente Scritto da Doppio Visualizza Messaggio
    Penso sia riduttivo condensare l'intera fenomenologia emozionale nel cervello. Se in passato si riteneva che il cuore fosse il centro delle emozioni non era per caso, quello che chiamiamo "batticuore" è un fenomeno sia fisiologico che percettivo e molte altre espressioni che si riferiscono all'emotività fanno riferimento a condizioni fisiche che sono poi quello che ci permette di descrivere le emozioni stesse (sono rimasto senza fiato, mi fa rodere il fegato, ho le farfalle nello stomaco, non ci vedo dalla rabbia, mi ha fatto rizzare i capelli, ecc), non è nulla di metafisico, quello che proviamo nasce dal cervello che mette in moto sia il sistema endocrino che queste risposte fisiologiche, ma il nostro esperito coinvolge il corpo nella sua interezza.

    Talvolta mi domando, se un essere umano sostituisse l'intero corpo (a parte il cervello) con una protesi sintetica, sarebbe ancora in grado di provare e riconoscere in se delle emozioni genuine o potrebbe per esempio avere razionalmente paura, ma senza il cuore che accelera, il respiro che si fa affannoso, il sapore dell'adrenalina in fondo alla lingua, ecc, quello che proverebbe sarebbe una idea di paura, più che una vera emozione?
    La questione è che c'è qualcuno che vuol sempre spostare altrove nel corpo o in qualcosa di immateriale la sede dei pensieri, coscienza ed emozioni. Queste belle cosette si originano nel cervello, che poi appunto invia segnali al corpo, batticuore, sensazioni allo stomaco, intestino ballerino ecc...Poi, vistoi che anche l'intestino secerne serotonina, se qualcosa lì non funziona puoi averne un riflesso nell'umore, ma è sempre la testa che riceve questa carenza di serotonina e per cui ci sentiamo giù di tono.

    Chi ha avuto un arto amputato riferisce sensazioni come se ancora lo avesse. Una sorta di memoria del cervello. Forse almeno inizialmente il cervello ricreerebbe questa "illusione" percezione. Un tetraplegico che non sente dolore o quasi e ha perdita della sensibilità del corpo potrebbe essere una situazione che si avvicina.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  15. #15
    Opinionista
    Data Registrazione
    25/05/21
    Messaggi
    562
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    La questione è che c'è qualcuno che vuol sempre spostare altrove nel corpo o in qualcosa di immateriale la sede dei pensieri, coscienza ed emozioni. Queste belle cosette si originano nel cervello, che poi appunto invia segnali al corpo, batticuore, sensazioni allo stomaco, intestino ballerino ecc...Poi, vistoi che anche l'intestino secerne serotonina, se qualcosa lì non funziona puoi averne un riflesso nell'umore, ma è sempre la testa che riceve questa carenza di serotonina e per cui ci sentiamo giù di tono.

    Chi ha avuto un arto amputato riferisce sensazioni come se ancora lo avesse. Una sorta di memoria del cervello. Forse almeno inizialmente il cervello ricreerebbe questa "illusione" percezione. Un tetraplegico che non sente dolore o quasi e ha perdita della sensibilità del corpo potrebbe essere una situazione che si avvicina.
    A Milano stanno facendo protesi sempre piu' perfette., Sì, gli amputati hanno la sindrome dell'arto fantasma,
    credono di averlo ancora, sono i nervi che ricrescono e vorrebbero trovare la strada per muovere le dita. Ora sulle protesi
    della mano destra per es, hanno disegnato varie zone dove il paziente sente il medio, il pollice, anulare, e stanno lavorando sem
    pre di piu'.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •