Risultati da 1 a 6 di 6

Discussione: Maturità 2022

  1. #1
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    56,663

    Maturità 2022

    Molto interessanti quest'anno i temi scelti dal ministero. Personalmente avrei optato per quello sui cambiamenti climatici.....

    Dal discorso pronunciato da Giorgio Parisi, premio Nobel per la Fisica 2021, il giorno 8 ottobre 2021 alla Camera dei Deputati in occasione del Pre-COP26 Parliamentary Meeting, la riunione dei parlamenti nazionali in vista della COP26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici tenutasi a Glasgow (1-12 novembre 2021). Il testo completo del discorso è reperibile su https://www.valigiablu.it/nobel-parisi-discorso-clima/ "L'umanità deve fare delle scelte essenziali, deve contrastare con forza il cambiamento climatico. Sono decenni che la scienza ci ha avvertiti che i comportamenti umani stanno mettendo le basi per un aumento vertiginoso della temperatura del nostro pianeta. Sfortunatamente, le azioni intraprese dai governi non sono state all'altezza di questa sfida e i risultati finora sono stati assolutamente modesti. Negli ultimi anni gli effetti del cambiamento climatico sono sotto gli occhi di tutti: le inondazioni, gli uragani, le ondate di calore e gli incendidevastanti, di cui siamo stati spettatori attoniti, sono un timidissimo assaggio di quello che avverrà nel futuro su una scala enormemente più grande. Adesso, comincia a esserci una reazione forse più risoluta ma abbiamo bisogno di misure decisamente più incisive. Dall'esperienza del COVID sappiamo che non è facile prendere misure efficaci in tempo. Spesso le misure di contenimento della pandemia sono state prese in ritardo, solo in un momento in cui non erano più rimandabili. Sappiamo tutti che "il medico pietoso fece la piaga purulenta". Voi avete il dovere di non essere medici pietosi. Il vostrocompito storico è di aiutare l'umanità a passare per una strada piena di pericoli. È come guidare di notte. Le scienze sono i fari, ma poi la responsabilità di non andare fuori strada è del guidatore, che deve anche tenere conto che i fari hanno una portata limitata. Anche gli scienziati non sanno tutto, è un lavoro faticoso durante il quale le conoscenze si accumulano una dopo l'altra e le sacche di incertezza vengono pian piano eliminate. La scienza fa delle previsioni oneste sulle quali si forma pian piano gradualmente un consenso scientifico.

    Quando l'IPCC1 prevede che in uno scenario intermedio di riduzione delle emissioni di gas serra la temperatura potrebbe salire tra i 2 e i 3,5 gradi, questo intervallo è quello che possiamo stimare al meglio delle conoscenze attuali. Tuttavia deve essere chiaro a tutti che la correttezza dei modelli del clima è stata verificata confrontando le previsioni di questi modelli con il passato. Se la temperatura aumenta più di 2 gradi entriamo in una terra incognita in cui ci possono essere anche altri fenomeni che non abbiamo previsto, che possono peggiorare enormemente la situazione. Per esempio, incendi di foreste colossali come l'Amazzonia emetterebbero quantità catastrofiche di gas serra. Ma quando potrebbe accadere? L'aumento della temperatura non è controllato solo dalle emissioni dirette, ma è mitigato dai tantissimi meccanismi che potrebbero cessare di funzionare con l'aumento della temperatura. Mentre il limite inferiore dei 2 gradi è qualcosa sul quale possiamo essere abbastanza sicuri, è molto più difficile capire quale sia lo scenario più pessimistico. Potrebbe essere anche molto peggiore di quello che noi ci immaginiamo. Abbiamo di fronte un enorme problema che ha bisogno di interventi decisi - non solo per bloccare le emissioni di gas serra - ma anche di investimenti scientifici. Dobbiamo essere in grado di sviluppare nuove tecnologie per conservare l'energia, trasformandola anche in carburanti, tecnologie non inquinanti che si basano su risorse rinnovabili. Non solo dobbiamo salvarci dall'effetto serra, ma dobbiamo evitare di cadere nella trappola terribile dell'esaurimento delle risorse naturali. Il risparmio energetico è anche un
    capitolo da affrontare con decisione. Per esempio, finché la temperatura interna delle nostre case rimarrà quasi costante tra estate e inverno, sarà difficile fermare le emissioni. Bloccare il cambiamento climatico con successo richiede uno sforzo mostruoso da parte di tutti. È un'operazione con un costo colossale non solo finanziario, ma anche sociale, con cambiamenti che incideranno sulle nostre esistenze. La politica deve far sì che questi costi siano accettati da tutti. Chi ha più usato le risorse deve contribuire di più, in maniera da incidere il meno possibile sul grosso della popolazione. I costi devono essere distribuiti in maniera equa e solidale tra tutti i paesi."

    Comprensione e Analisi. Puoi rispondere punto per punto oppure costruire un unico discorso che comprenda le risposte a tutte le domande proposte. 1. Riassumi il brano proposto nei suoi snodi tematici essenziali. 2. Spiega il significato della similitudine presente nel testo: che cosa rappresentano i fari e cosa il guidatore? E l'automobile? 3. Quali interventi fondamentali, a giudizio di Parisi, è necessario intraprendere per fornire possibili soluzioni ai problemi descritti nel discorso? 4. Nel suo discorso Parisi affronta anche il tema dei limiti delle previsioni scientifiche: quali sono questi limiti? Produzione Il premio Nobel Parisi delinea possibili drammatici scenari legati ai temi del cambiamento climatico e dell'esaurimento delle risorse energetiche prospettando la necessità di urgenti interventi politici; condividi le considerazioni contenute nel brano? Esprimi le tue opinioni al riguardo, sulla base di quanto appreso nel tuo percorso di studi.


    E voi?
    amate i vostri nemici

  2. #2
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    5,755
    Noi cosa?
    Cosa avremmo scelto?
    Mah! Forse quello del razzismo di Liliana Segre, ma avrei dovuto leggere anche il relativo libro.

    Oppure sul titolo di attualità quello dell' iperconnessione: "tienilo acceso".
    La vita è veramente molto semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata.
    Confucio

  3. #3
    Opinionista
    Data Registrazione
    16/11/08
    Messaggi
    1,817
    Caro conogelato hai messo tanta di quella carne al fuoco pur essendo giusta nel merito che evaderla direi che é impossibile, é sufficiente fare un pur minima riflessione di cosa ci sta accadendo da molti decenni e che provvedimenti abbiamo preso, pochissimi nella migliore della ipotesi. La siccità che abbiamo e che si é ripetuta da tantissimi anni, che iniziative abbiamo preso? Dal momento che stiamo soffrendo di questa situazione vuol dire che non abbiamo fatto tentativi di nessuna sorta, altrimenti non ci trovavamo in questa profonda crisi idrica. Ci viene detto in Italia ci sono 143 mila km di impianti di acquedotti e che la dispersione delle acque supera il 45% purtroppo ci sono ingegneri del settore che stando ai loro studi le perdite sono superiori, comprendo che rinnovare l'impiantistica delle condotte dell'acqua sono lavori faraonici, mi domando, e l'alternativa quale é? Non di meno é l'inquinamento dell'aria che respiriamo, se ne parla a profusione, e i provvedimenti e le iniziative dove sono? Capisco che convertire i motori a scoppio cioè termici a emissione quasi a zero insieme alle industrie che usiamo attualmente combustibili fossili non é facile. Si mettono nel mercato auto elettriche, ebbene se fai una ricerca sulla componentistica dei materiali per fare le batterie elettriche ti renderai conto che lo smaltimento di esse non è a inquinamento ridotto, poi c'é l'inquinamento del suolo che é meglio sorvolare. Ti ho portato tre elementi non solo necessari alla vita del pianeta, ma indispensabili. Ho il timore che interessi più il business che la salute del pianeta. Speriamo che diversi maturandi riportino delle serie opportunità di cambiamenti all'inquinamento e consecutivamente alla questione climatica, sempre che la politica non latiti.

  4. #4
    Opinionista
    Data Registrazione
    25/05/21
    Messaggi
    376
    A me non me ne frega niente della maturita', l'ho fatta, superata, fatto pure la tesi,

    esame di stato, chi ha studiato passi lo scoglio, chi non ha studiato ripeta, sai che mi importa.

  5. #5
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    59,419
    Io avrei scelto credo quello sui cambiamenti climatici.
    “Io e il mio gatto... siamo due randagi senza nome che non appartengono a nessuno e a cui nessuno appartiene” [cit. Colazione da Tiffany]

    Noi vogliamo cantare l'amor del pericolo, l'abitudine all'energia e alla temerità [cit: Manifesto futurista] .

  6. #6
    Cosmo-Agonica L'avatar di Bauxite
    Data Registrazione
    25/12/09
    Messaggi
    31,766
    Le tracce facevano caca', si salvava solo il brano tratto da Musicophilia di Oliver Sacks.
    un po' di possibile, sennò soffoco.
    G. Deleuze

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •