Pagina 1 di 11 1 2 3 4 5 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 161

Discussione: Ira e castighi.

  1. #1

    Ira e castighi.

    Il termine “ira di Dio” usato tanto spesso anche nei testi sacri (probabilmente per un’errata interpretazione o traduzione) è un’offesa a Dio.
    L’ira è un vizio umano,un peccato che non può essere attribuito a un Dio che è Bontà e Misericordia infinita( neanche per giustificare azioni di giustizia).
    Per lo stesso motivo non si può parlare di castighi divini:l’uomo si castiga da sé con i suoi comportamenti sregolati.
    Come il castigo anche il premio non fa parte dell’atteggiamento divino perché il rapporto uomo-Dio assumerebbe l’aspetto di una compra-vendita.
    Il comportamento dell’uomo è corretto se corre sul binario dell’amore senza secondi fini.
    L’amore anche verso un nemico e la morte di Gesù ,segno di solidarietà con un’Umanità sofferente,sconvolge le coscienze di quanti cercano risposte per una serenità che non guarda al mondo ma allo Spirito.L’amore verso sé e gli altri potrebbe sembrare solo un comando divino a cui obbedire,una sdolcinatura / alibi per affrontare la vita già così avversa.
    Perché amare un nemico,perdonare a chi mi ha fatto del male andando contro una logica umana? Probabilmente per vivere più in pace perché la vendetta chiama vendetta,la violenza accende violenza e spesso il violento ha la meglio sull’innocente.
    Per rispondere ai” perché “delle fondamentali indicazioni divine(che si possono leggere nei testi sacri) e vederci più chiaro è necessario indossare gli “occhiali” dell’amore( non quello astratto,sdolcinato,ripetuto come un ritornello ma quell’atteggiamento interiore che coinvolge tutta la persona dal suo pensare,al suo atteggiarsi,al suo programmare,al suo agire).Ogni giorno è necessario andare a scuola di questo amore ricercando l’aiuto dello Spirito Divino.

  2. #2
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    3,190
    Citazione Originariamente Scritto da Rachele Giacobi Visualizza Messaggio
    Il termine “ira di Dio” usato tanto spesso anche nei testi sacri (probabilmente per un’errata interpretazione o traduzione) è un’offesa a Dio.
    L’ira è un vizio umano,un peccato che non può essere attribuito a un Dio che è Bontà e Misericordia infinita( neanche per giustificare azioni di giustizia).
    Per lo stesso motivo non si può parlare di castighi divini:l’uomo si castiga da sé con i suoi comportamenti sregolati.
    Come il castigo anche il premio non fa parte dell’atteggiamento divino perché il rapporto uomo-Dio assumerebbe l’aspetto di una compra-vendita.
    Questa è una teologia tutta tua, che non trova riscontro nella Bibbia.
    Non è che per essere moderni e più avanti si possono cancellare intere pagine della Bibbia, Nuovo Testamento compreso.
    Un credente non fa così, a meno che non pensi che i testi considerati rivelati in realtà siano opera umana.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  3. #3
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    24,116
    In Gesù la tradizione acquista senso nel momento che viene superata. Per "superata" intendo, se si possa rendere l'idea, come un salire una scala dove il gradino precedente è necessario per attivare lì ma per andare oltre su passa al gradino superiore, ed una volta lì, più in alto, quello più basso non serve più, a meno che si voglia ritornare indietro.
    Io penserei che per il cristiano il Vecchio Testamento non serva più se non indirettamente, ossia come mero sapere.

  4. #4
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    3,190
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Io penserei che per il cristiano il Vecchio Testamento non serva più se non indirettamente, ossia come mero sapere.
    Io, invece, penso che il NT sostituisca solo in parte il VT. Lo stesso discorso vale per il Corano, che sostituisce solo in parte la Bibbia. E così via per le rivelazioni successive.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  5. #5
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    57,151
    Citazione Originariamente Scritto da Rachele Giacobi Visualizza Messaggio
    Il termine “ira di Dio” usato tanto spesso anche nei testi sacri (probabilmente per un’errata interpretazione o traduzione) è un’offesa a Dio.
    L’ira è un vizio umano,un peccato che non può essere attribuito a un Dio che è Bontà e Misericordia infinita( neanche per giustificare azioni di giustizia).
    Per lo stesso motivo non si può parlare di castighi divini:l’uomo si castiga da sé con i suoi comportamenti sregolati.
    Come il castigo anche il premio non fa parte dell’atteggiamento divino perché il rapporto uomo-Dio assumerebbe l’aspetto di una compra-vendita.
    Il comportamento dell’uomo è corretto se corre sul binario dell’amore senza secondi fini.
    L’amore anche verso un nemico e la morte di Gesù ,segno di solidarietà con un’Umanità sofferente,sconvolge le coscienze di quanti cercano risposte per una serenità che non guarda al mondo ma allo Spirito.L’amore verso sé e gli altri potrebbe sembrare solo un comando divino a cui obbedire,una sdolcinatura / alibi per affrontare la vita già così avversa.
    Perché amare un nemico,perdonare a chi mi ha fatto del male andando contro una logica umana? Probabilmente per vivere più in pace perché la vendetta chiama vendetta,la violenza accende violenza e spesso il violento ha la meglio sull’innocente.
    Per rispondere ai” perché “delle fondamentali indicazioni divine(che si possono leggere nei testi sacri) e vederci più chiaro è necessario indossare gli “occhiali” dell’amore( non quello astratto,sdolcinato,ripetuto come un ritornello ma quell’atteggiamento interiore che coinvolge tutta la persona dal suo pensare,al suo atteggiarsi,al suo programmare,al suo agire).Ogni giorno è necessario andare a scuola di questo amore ricercando l’aiuto dello Spirito Divino.
    Se non ci fossi bisognerebbe inventarti, dolce Rachele.
    Grazie di esistere!
    amate i vostri nemici

  6. #6
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    57,151
    Citazione Originariamente Scritto da Arcobaleno Visualizza Messaggio
    Io, invece, penso che il NT sostituisca solo in parte il VT. Lo stesso discorso vale per il Corano, che sostituisce solo in parte la Bibbia. E così via per le rivelazioni successive.
    Il Nuovo non sostituisce il Vecchio, amico Arcobaleno. Gli dà compimento!!!
    amate i vostri nemici

  7. #7
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    20,322
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Il Nuovo non sostituisce il Vecchio, amico Arcobaleno. Gli dà compimento!!!
    ancora ?
    il dio-creatore perfetto, onnisciente e onnipotente avrebbe fatto qualcosa di incompiuto, che necessitava di ulteriori interventi, una Legge incompiuta, inefficace e insufficiente a discernere il bene dal male, per millenni ?
    c' del lardo in Garfagnana

  8. #8
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    13,333
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Se non ci fossi bisognerebbe inventarti, dolce Rachele.
    Grazie di esistere!
    A parte la traduzione del termine ira, sul quale non ho competenza per pronunciarmi, direi che varie volte il vostro Dio nell'AT dia testimonianza di una certa incazzatura.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  9. #9
    Opinionista L'avatar di Breakthru
    Data Registrazione
    30/04/19
    Messaggi
    2,568
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    A parte la traduzione del termine ira, sul quale non ho competenza per pronunciarmi
    Tranquilla neanche Rachele ha dato prove dell'errata traduzione

  10. #10
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    57,151
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ancora ?
    il dio-creatore perfetto, onnisciente e onnipotente avrebbe fatto qualcosa di incompiuto, che necessitava di ulteriori interventi, una Legge incompiuta, inefficace e insufficiente a discernere il bene dal male, per millenni ?
    Tutto avviene per gradi, Axe. La Storia della Salvezza è una realtà dinamica. Non statica. Al cui centro, splendente di Luce, sta Gesù Cristo. Tutto era in attesa di Lui.
    amate i vostri nemici

  11. #11
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    57,151
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    A parte la traduzione del termine ira, sul quale non ho competenza per pronunciarmi, direi che varie volte il vostro Dio nell'AT dia testimonianza di una certa incazzatura.
    Rifletti: può uno arrabbiato mandare Suo Figlio a morire per tutti? Sempre prevale in Dio la Misericordia.
    amate i vostri nemici

  12. #12
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    13,333
    Ma tu sei rimasto arrabbiato a vita coi tuoi figli per qualcosa?
    Che poi questi tuoi discorsi sembrano sempre volti a coprire le magagne più che a dipanare la matassa.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  13. #13
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    20,322
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Tutto avviene per gradi, Axe. La Storia della Salvezza è una realtà dinamica. Non statica. Al cui centro, splendente di Luce, sta Gesù Cristo. Tutto era in attesa di Lui.
    tu puoi essere contento di una formula come questa; ma ti assicuro che non è una gran risposta, se devi raccontare la cosa a menti, non dico sofisticate, ma minimamente critiche;
    un dio pertfettissimo, onnipotente e onnisciente, soprattutto giusto, detta delle regole, sulla base delle quali giudica i recipienti di quelle, per millenni;
    poi le cambia; evidentemente, erano sbagliate, insufficienti; possibile Dio che "sbaglia" ?

    correttamente, per ovviare al problema, dici che "tutto era in attesa"; ma questo è un copione, con tutti i suoi "obbligati", e allora dovrebbe necessariamente escludere quella libertà che vuoi far rientrare dalla finestra;

    per me puoi raccontarla come credi, tanto conta solo il concreto morale che ne desumi;

    ma se ti rivolgi a gente per cui le Scritture hanno davvero un valore di derivazione divina, non puoi raccontare un dio fatto in quel modo, che cambia le carte in tavola e fa i condoni tombali, come fosse Tremonti;
    se Cristo è indispensabile, la gente prima ne era priva, e la Legge, i Comandamenti, insufficienti; tutti assolti; evidentemente, no;

    in caso contrario, Cristo diventa solo il prof di sostegno per i rimandati a settembre, che sarebbe una cosa ancora meno accettabile per il cristiano, no ?

    magari i catechizzandi di 8 anni non ci fanno caso, ma un adulto in genere sì.
    c' del lardo in Garfagnana

  14. #14
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    A parte la traduzione del termine ira, sul quale non ho competenza per pronunciarmi, direi che varie volte il vostro Dio nell'AT dia testimonianza di una certa incazzatura.
    A parte che il "nostro" Dio è il Dio di tutti anche di chi non ci crede ma non riesco a capire come mai tu che affermi la sua non esistenza ti soffermi poi a trovare nelle scritture tutti i difetti e consideri poco i pregi.La tua avversione non è per Dio(per fortuna) ma per la categoria dei credenti.Che t'importa se uno crede ?Tu vivi ugualmente la tua vita in piena libertà di scelta.Un credente non ci guadagna niente a proclamare la sua fede anzi al giorno d'oggi ci rimette di brutto.Dirai che questo è il rischio del fedele e in questo ti dò ragione.Aspetto le pietre!!

  15. #15
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    A parte la traduzione del termine ira, sul quale non ho competenza per pronunciarmi, direi che varie volte il vostro Dio nell'AT dia testimonianza di una certa incazzatura.
    A parte che il "nostro" Dio è il Dio di tutti anche di chi non ci crede ma non riesco a capire come mai tu che affermi la sua non esistenza ti soffermi poi a trovare nelle scritture tutti i difetti e consideri poco i pregi.La tua avversione non è per Dio(per fortuna) ma per la categoria dei credenti.Che t'importa se uno crede ?Tu vivi ugualmente la tua vita in piena libertà di scelta.Un credente non ci guadagna niente a proclamare la sua fede anzi al giorno d'oggi ci rimette di brutto.Dirai che questo è il rischio del fedele e in questo ti dò ragione.Aspetto le pietre!!

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •