Pagina 5 di 10 PrimaPrima 1 2 3 4 5 6 7 8 9 ... UltimaUltima
Risultati da 61 a 75 di 145

Discussione: il lavoro dal punto di vista del credente.

  1. #61
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    61,039
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Se si tratta di leggere la realtà, allora siete quasi sempre fuori strada
    Perché te, anche se sei atea, non ti senti responsabile della Bellezza che ti circonda? Quando vai al mare, in montagna, a fare un pic nic non ti prendi cura di quel pezzettino di bosco? Di quel tratto di spiaggia?
    Io non so che lavoro fai, ma mentre sei impegnata a svolgerlo, non pensi che la tua opera sta portando giovamento all'intera comunità? Lavori solo per te stessa forse? Solo per lo stipendio? Non credo.
    Non siamo isole, Laura. Non siamo esseri asociali, slegati fra loro. Dio ci ha voluti, pensati e creati come Fratelli. Ognuno col suo proprio talento, ognuno col suo proprio carisma: nei laboratori scientifici o nelle miniere, per dire. Per Dio tutto ha l'identico valore....
    amate i vostri nemici

  2. #62
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    61,039
    Citazione Originariamente Scritto da Arcobaleno Visualizza Messaggio
    Visto che sei malata di realtà, guardiamo come è oggi il mondo. Se scoppia un incendio, magari per un fulmine o per un fenomeno di autocombustione, chi custodisce il mondo cerca di spegnerlo, mentre chi non si sente custode di nulla lascia che sia una pioggia a spegnere l'incendio.
    Bravissimo! Il prendersi cura, prima ancora che religioso è un VALORE MORALE. Civico. Etico.
    Non a caso definiamo come vandali coloro che sporcano le spiagge, i boschi, la campagna. O quelli che imbrattano con la vernice musei e opere d'arte. Sentiamo che fanno parte di noi, che sono legate a noi. Che viene data una ferita a ciò che abbiamo di prezioso.....
    amate i vostri nemici

  3. #63
    Procurarsi il necessario per nutrirsi, proteggersi dalle intemperie, procreare e allevare la prole, organizzare l'habitat etc...primo livello della piramide marlowiana, comune a tutti gli esseri viventi (dal lichene a SE la Donna), allora non é una ovvia banalità "naturale", conseguenza dell'esistenza e della legge di sopravvivenza, ma "Una missione".
    Vabbé. Buono a sapersi.
    Tutto sta nell'imballaggio, é cosa nota.

  4. #64
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    15,007
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Perché te, anche se sei atea, non ti senti responsabile della Bellezza che ti circonda? Quando vai al mare, in montagna, a fare un pic nic non ti prendi cura di quel pezzettino di bosco? Di quel tratto di spiaggia?
    Io non so che lavoro fai, ma mentre sei impegnata a svolgerlo, non pensi che la tua opera sta portando giovamento all'intera comunità? Lavori solo per te stessa forse? Solo per lo stipendio? Non credo.
    Non siamo isole, Laura. Non siamo esseri asociali, slegati fra loro. Dio ci ha voluti, pensati e creati come Fratelli. Ognuno col suo proprio talento, ognuno col suo proprio carisma: nei laboratori scientifici o nelle miniere, per dire. Per Dio tutto ha l'identico valore....
    La mia critica è sul ruolo di custode, ruolo che come crednte affermi che sia lo scopo, missione, lavoro se vuoi, del'uomo e che dio ci abbia creati anche per questo..
    Quindi io critico questa visione e ruolo dell'uomo dal punto di vista religioso. Il fatto di essere sensibili è, come sempre, altra questione, così come le azioni che per sensibilità e conoscenze facciamo per la natura.

    Inutile appellarti alle pippe sulla fratellanza, alla socialità per tirare acqua al mulino e non affrontare il problema di certe affermazioni, come essere insigniti del ruolo di custode della natura dall'amico invisibile.

    Ognuno col suo proprio talento, ognuno col suo proprio carisma: nei laboratori scientifici o nelle miniere, per dire. Per Dio tutto ha l'identico valore....
    Sì cono, certo che uno dovrebbe metterci un pò del suo e la voglia di fare bene, ma un discorso del genere, che criticavo anche a suor Rachele, è questa visione sdolcinata, che implicherebbe che ognuno fosse nel lavoro giusto per far fruttare le proprie capacità o che anche se non lo fosse, metterebbe a frutto sempre e comunque le sue capacità. Questo in un mondo ideale. Nella realtà non è proprio così. C'è chi si trova a dover fare un lavoro ma le vere conoscenze e capacità non le può esattamente mettere a frutto. E non tutti sono felici e contenti del lavoro che hanno., pieni dei pensieri aulici che qui ci avete fatto presente.

    Che agli occhi di dio tutto abbia valore, dicesi sempre altro paio di maniche.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  5. #65
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    24,570
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    E voi sareste liberi? Liberi da che?

    A me sembrate solo tanto pieni di pastoie religiose.
    Visto che la tua domanda era indirizzata a tutti i credenti, io rispondo solo per me, in maniera personal-credente e ti dico, cara Vega, che mi sento libero di pensarla come mi pare, ed aggiungo pure di pensare ed agire bene rivolgendo spesso il mio "io" all'esterno per istaurare contatti sincroni. Comunque, per questo vizio di pensarla come mi pare, la "mentalita del mondo", che al tempo dell'Apocalisse di Giovanni era identificata con il potere regnante che tortura ed uccide come spiega bene nel libro, attribuendo alla Bestia del tempo il numero di Nerone, ossia il 666, mi ha messo in punizione, infatti vivo da solo.
    Alle pastoie, che fanno ingrassare, preferisco i naturali spaghetti.
    Ultima modifica di crepuscolo; 13-05-2023 alle 17:39

  6. #66
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    15,007
    Lo sproloquio per dire cosa? Cosa c'incastra la mentalità del mondo un tempo, il potere, Nerone e l'apocalisse?
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  7. #67
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    24,570
    Se non riesci a riconoscere i collegamenti religiosi che ho cucito nel vestitino di una certa "sarta laica", bada bene non santa ma sarta, con tendenze antireligiose, vuol solo dire che non credi in Dio e quindi, oltre a non dirti niente intellettualmente, tali collegamenti, non ti susciterebbero neppure sentimenti piacevoli, anzi, dalle tue risposte direi sgradevoli.
    Non capisco perché.

  8. #68
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    15,007
    Ti riposto quello che avevi scritto tu:

    Essere nel mondo perché prima di noi i nostri genitori si son fatti una bella scopata pensando magari a me, vuol dire essere "nel mondo", un caso, un destino, un disegno, chissa?
    Invece essere "del mondo" vuol dire condividere la società in cui si è, il modo di pensare, gli usi e costumi di quel popolo, senza ma e senza se, magari meglio un pochino di ipocrisia quotidiana altro sale sul salato, ...na schifezza; ma anche cedere ai ricatti che il mondo ti propone vuol dire essere "del mondo", a volte costi quel che costi.
    Anche Gesù era fatto di carne ed ossa ....e ciccia soprattutto se dopo 40 giorni passati nel deserto ebbe fame. Comunque Gesù sostenne sempre che egli non ragionava come "comandava il mondo", infatti verso la fine poté affermare: "Io ho vinto il mondo", cioè è tirarsi e trovarsi fuori da quella mentalità che rende schiavi e non liberi.
    Quanto detto lo possiamo verificare per esperienza personale tutti i giorni.
    Quindi cara Vega c'è differenza eccome tra essere "nel mondo" ed essere "del mondo".
    Vorrei capire i discorsi sull'apocalisse, Nerone, che collegamenti dovrei fare, se tu avevi scritto questo, già di per sè non proprio chiaro come sempre.
    Parli di mentalità e ricatti del mondo e di sperimentare una libertà che, mi pare di capire, sia simile a quella di Gesù.

    Ti rchiedo, liberi da cosa? Dalla moda, dagli usi, dal modo di pensare...?

    Per quanto mi riguarda, sembrate lo stesso schiavi di qualcosa, ed è la religione.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  9. #69
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    24,570
    Dalle regole!

    Ma qui ritorniamo a diversi anni fa nelle discussioni con Axe.
    E' un dire inascoltate le stesse parole di allora.
    Cosa sono le regole o leggi? Bisogna dirlo sia dal punto di vista laico, esente dalla religiosità estrema, sia religioso con una religiosità fino a che punto?; ossia misurare l'intensità del credere.
    Per i cosiddetti laici c'è negazione di Dio, per i cosiddetti credenti c'è la gradazione, ad esempio, usando parole direi il credente freddo, quello tiepido e quello pieno di zelo verso Dio come Gesù.
    Se non credi alle variazioni o gradi di fede non puoi capire come è fatta la persona che crede.
    Per esempio per parlare dei martiri torturati ed uccisi da Nerone esiste solo il risultato e pure visto dall'esterno, non esiste il travaglio interiore e la presenza di Dio nel martirizzato, nessuno può sapere se non il diretto interessato se ci sia stata oppure no la presenza di Dio in lui al momento del trapasso.
    E chi poteva essere per Giovanni, il redattore o meno dell'Apocalisse, Nerone?
    il Diavolo, la bestia in persona, il tentatore, si identificavano facilmente infatti con il superbo re romano, le cui iniziali componevano, secondo la numerologia del tempo, il numero della bestia annunciata: 666?
    Infine l'Apocalisse era un testo consolatorio ed infondeva coraggio ai tentati per la numinosa aspettativa.
    Ultima modifica di crepuscolo; 14-05-2023 alle 20:38

  10. #70
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    15,007
    Un laico è chi non appartiene al clero e può essere credente o non credente.

    Crepuscolo, io sfido veramente chiunque a capire cosa vuoi esprimere. Le gradazioni della fede, i martiri e la presenza di dio nel trapasso, l'apocalisse, Nerone...che problema c'è a spiegare semplicemente cosa significa essere liberi dalle cose del mondo e liberi da cosa?
    Non credi freghi a nessuno tutto questo girare e rigirare i discorsi, che è davero senza senso.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  11. #71
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    61,039
    Citazione Originariamente Scritto da restodelcarlino Visualizza Messaggio
    Procurarsi il necessario per nutrirsi, proteggersi dalle intemperie, procreare e allevare la prole, organizzare l'habitat etc...primo livello della piramide marlowiana, comune a tutti gli esseri viventi (dal lichene a SE la Donna), allora non é una ovvia banalità "naturale", conseguenza dell'esistenza e della legge di sopravvivenza, ma "Una missione".
    Vabbé. Buono a sapersi.
    Tutto sta nell'imballaggio, é cosa nota.
    Benissimo, bravissimo, il punto è proprio questo! È una LEGGE NATURALE il prendersi cura, il Yes I care. Il cui esatto contrario è il No, me ne frego.
    Dal punto di vista religioso (e qua torniamo al titolo scelto da Rachele) possiamo dunque affermare che Dio ci chiama alla prima affermazione, mentre il Male ci spinge all'altra.

    Grazie RDC
    amate i vostri nemici

  12. #72
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    24,570
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Un laico è chi non appartiene al clero e può essere credente o non credente.
    Si hai ragione.

  13. #73
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Benissimo, bravissimo,......Grazie RDC

    Calma, Cono. Calma.
    Prima di sdilinquirti in (immeritati) complimenti e ringraziamenti, rifletti sul significato del post: io dico che "il lavoro" non ha proprio nulla di una "missione" o cose del genere. E' una banalissima necessità esistenziale, comune a tutti i viventi...dall'ameba in poi. Insomma, il solito post provocatorio restodelcarlinico

  14. #74
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    24,570
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Un laico è chi non appartiene al clero e può essere credente o non credente.

    Crepuscolo, io sfido veramente chiunque a capire cosa vuoi esprimere. Le gradazioni della fede, i martiri e la presenza di dio nel trapasso, l'apocalisse, Nerone...che problema c'è a spiegare semplicemente cosa significa essere liberi dalle cose del mondo e liberi da cosa?
    Non credi freghi a nessuno tutto questo girare e rigirare i discorsi, che è davero senza senso.
    Nooo, non sfidare nessuno; meglio un crepuscolo più scuro che chiaro.

  15. #75
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    15,007
    Citazione Originariamente Scritto da restodelcarlino Visualizza Messaggio

    Calma, Cono. Calma.
    Prima di sdilinquirti in (immeritati) complimenti e ringraziamenti, rifletti sul significato del post: io dico che "il lavoro" non ha proprio nulla di una "missione" o cose del genere. E' una banalissima necessità esistenziale, comune a tutti i viventi...dall'ameba in poi. Insomma, il solito post provocatorio restodelcarlinico
    Cono difficilmente coglie il signicato ed il contenuti, prende e parte e tutto gli sembra riportare alle sue idee.

    Rimanendo alla base della piramide o semplicemente nei bisogni che ti fanno sopravvivere, ci potrebbe essere pure poco di altruistico.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BBAttivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG]Attivato
  • Il codice [VIDEO]Attivato
  • Il codice HTML � Disattivato