Pagina 45 di 58 PrimaPrima ... 35 41 42 43 44 45 46 47 48 49 55 ... UltimaUltima
Risultati da 661 a 675 di 865

Discussione: Cosa sta succedendo oggi...?

  1. #661
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,473
    Citazione Originariamente Scritto da follemente Visualizza Messaggio
    Se tu prendi per buone le insinuazioni del Giornale, come se fossero dei dati di fatto, io non so che farci. Ti stai creando una versione falsata della realtà, ma fai come vuoi. Ma visto che questo è un luogo pubblico, ci tenevo a precisare.
    Mah. Gli articoli che ti ho linkato non contengono "insinuazioni". Ci sono anche i filmati.
    Non mi sembra molto "antifascista" circondare un banchetto della Lega e intimidire le persone.
    Si può essere d'accordo o meno con la Lega. Tuttavia io non ho mai visto militanti della Lega "circondare" il banchetto di una forza politica avversaria.
    Come ti dicevo all'inizio...non basta leggere la Costituzione per essere antifascisti. Bisogna vedere i fatti.
    E sarebbe anche meglio per tutti riconoscere semplicemente che certi atteggiamenti sono atti squadristi e fascisti, senza far finta di "non vedere" la realtà.

    https://www.ilmessaggero.it/italia/f...i-4896901.html

    https://bari.repubblica.it/cronaca/2...nne-226659998/

    https://voxnews.info/2019/12/01/le-s...la-lega-video/

    Per non parlare di quello che è successo a Bologna.
    Hai mai sentito di una manifestazione della Lega che ha cercato di "aggredire" una contemporanea manifestazione di un gruppo politico avversario?

    https://www.ilfattoquotidiano.it/201...-odio/5564678/
    Ultima modifica di xmanx; 17-12-2019 alle 09:18
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  2. #662
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    5,906
    Citazione Originariamente Scritto da xmanx Visualizza Messaggio
    Mah. Gli articoli che ti ho linkato non contengono "insinuazioni". Ci sono anche i filmati.
    Non mi sembra molto "antifascista" circondare un banchetto della Lega e intimidire le persone.
    Si può essere d'accordo o meno con la Lega. Tuttavia io non ho mai visto militanti della Lega "circondare" il banchetto di una forza politica avversaria.
    Come ti dicevo all'inizio...non basta leggere la Costituzione per essere antifascisti. Bisogna vedere i fatti.
    E sarebbe anche meglio per tutti riconoscere semplicemente che certi atteggiamenti sono atti squadristi e fascisti, senza far finta di "non vedere" la realtà.

    https://www.ilmessaggero.it/italia/f...i-4896901.html

    https://bari.repubblica.it/cronaca/2...nne-226659998/

    https://voxnews.info/2019/12/01/le-s...la-lega-video/

    Per non parlare di quello che è successo a Bologna.
    Hai mai sentito di una manifestazione della Lega che ha cercato di "aggredire" una contemporanea manifestazione di un gruppo politico avversario?

    https://www.ilfattoquotidiano.it/201...-odio/5564678/

    Come ho già scritto prima, non c’è una prova che questi anarchici e giovani dei centri sociali aggressivi siano delle sardine. D’altronde sarebbe un controsenso chiedere maggiore moderazione nel linguaggio e nella comunicazione della Lega e poi aggredirla.

    Ma tu sei libero di pensarla come vuoi, però non pretendere di convincermi citando chi vorrebbe screditare il movimento.

  3. #663
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    5,906
    Vorrei condividere con voi questa testimonianza di Claudio Dentale (Heliandros) su FB.

    Capisco e condivido molte perplessità sulle Sardine: non credo che avranno un’incidenza determinante nel nostro scenario politico. Tra l'altro, il passaggio da movimento spontaneo a una qualche forma di organizzazione politica sarebbe con buone probabilità mortifero.

    Però, se comprendo l’avversione viscerale dei destri verso di loro, mi sorprende (si fa per dire) l’irrisione e il disprezzo livoroso che trasudano da una buona parte della sedicente sinistra radicale, dalla voce curiosamente flebile verso il salvinismo imperante.

    Sono stato a una manifestazione delle Sardine, per capirci di più: c'era la minoranza silenziosa. Quella che, fuori dalla comfort zone di FB, è costretta ogni giorno a subire i berci dei destri. Nelle sale d'aspetto del medico di base, al bar, in coda alle poste, ovunque. Perché la marea nera nella vita reale si è arrogata il diritto alla libertà di parola, o di strepito.
    Ci si guardava in faccia increduli in quella piazza: “Ma allora non sono solo!”.
    E sarò anche terra terra, ma vi confesso che da stagionato e disincantato antifascista cantare a squarciagola Bella Ciao con quella gente è stato liberatorio. Una boccata d’ossigeno.

  4. #664
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,740
    Anch'io avrei sull'argomento dell'antifascismo un bell'articolo da citare, che mette in luce l'attuale impotenza intrisa di intolleranza della sinistra verso chi non la pensa allo stesso modo, insieme alla paura di una possibile disfatta storica che bene ha intuito il giornalista di sinistra Federico Rampini (già citato) che scrive su Repubblica...

    "Nell'ultimo bel libro di Bruno Vespa, che non a caso è dedicato proprio a questo argomento, il ministro della cultura Franceschini ha candidamente paragonato il governo giallorosso a quello di Facta che fu il preludio a quello Mussoliniano. Beh il fatto che un importante dirigente del PD si lanci in un simile paragone, indica probabilmente due cose: la prima è che si ha una irrefrenabile paura di Salvini e del centrodestra che avanza e la seconda è che non si ha la minima idea di come combatterla sul campo delle idee e perciò si evoca la paura del ritorno ad una sorta di dittatura, che fa spesso da collante tra chi ha povertà di idee e che per questo tende ad accusare l'avversario di essere comunque peggio di lui. Ma non si va lontano se come unica arma di lotta politica si usa la paura e lo spettro di un ritorno ad un passato, fortunatamente morto e sepolto, e che mai potrà tornare, come ben spiega Bruno Vespa nella sua ultima fatica letteraria. La causa scatenante di questa nuova ondata di odio antifascista, come appunto ha apertamente detto Franceschini a Vespa, ha un nome ed un cognome: Matteo Salvini.

    La sua improvvisa ascesa lo ha di fatto reso il facile bersaglio di tutte le paranoie, gli isterismi, le contraddizioni e le debolezze che pervadono la sinistra da oltre un decennio. Quando non si sa come fermare il "nemico" questa sinistra, che lei si non riesce a liberarsi di tutto quel mondo che orbita intorno ai centri sociali e all'estremismo di sinistra, lo addita al pubblico ludibrio come pericolo fascista. Stessa cosa era accaduta nel 1993 a Silvio Berlusconi, quando "sdoganò" Giuanfranco Fini e l'Espresso subito coniò una copertina con l'immagine del "cavaliere nero" con fez e camicia in tinta. Gli anticorpi che ha creato la nostrra democrazia in oltre settanta anni rendono immuni il paese da qualsiasi ipotetica idea fascista.Grazie a Dio quel passato è passato e mai tornerà, ed è perciò stucchevole questa polemica manichea fra i buoni antifascisti e i cattivi di destra".
    http://www.affaritaliani.it/politica...tml?refresh_ce

    lo scritto di Rampini: https://www.corriere.it/19_giugno_01...65a010cf.shtml
    È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante

  5. #665
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    5,906
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    Anch'io avrei sull'argomento dell'antifascismo un bell'articolo da citare, che mette in luce l'attuale impotenza intrisa di intolleranza della sinistra verso chi non la pensa allo stesso modo, insieme alla paura di una possibile disfatta storica che bene ha intuito il giornalista di sinistra Federico Rampini (già citato) che scrive su Repubblica...

    "Nell'ultimo bel libro di Bruno Vespa, che non a caso è dedicato proprio a questo argomento, il ministro della cultura Franceschini ha candidamente paragonato il governo giallorosso a quello di Facta che fu il preludio a quello Mussoliniano. Beh il fatto che un importante dirigente del PD si lanci in un simile paragone, indica probabilmente due cose: la prima è che si ha una irrefrenabile paura di Salvini e del centrodestra che avanza e la seconda è che non si ha la minima idea di come combatterla sul campo delle idee e perciò si evoca la paura del ritorno ad una sorta di dittatura, che fa spesso da collante tra chi ha povertà di idee e che per questo tende ad accusare l'avversario di essere comunque peggio di lui. Ma non si va lontano se come unica arma di lotta politica si usa la paura e lo spettro di un ritorno ad un passato, fortunatamente morto e sepolto, e che mai potrà tornare, come ben spiega Bruno Vespa nella sua ultima fatica letteraria. La causa scatenante di questa nuova ondata di odio antifascista, come appunto ha apertamente detto Franceschini a Vespa, ha un nome ed un cognome: Matteo Salvini.

    La sua improvvisa ascesa lo ha di fatto reso il facile bersaglio di tutte le paranoie, gli isterismi, le contraddizioni e le debolezze che pervadono la sinistra da oltre un decennio. Quando non si sa come fermare il "nemico" questa sinistra, che lei si non riesce a liberarsi di tutto quel mondo che orbita intorno ai centri sociali e all'estremismo di sinistra, lo addita al pubblico ludibrio come pericolo fascista. Stessa cosa era accaduta nel 1993 a Silvio Berlusconi, quando "sdoganò" Giuanfranco Fini e l'Espresso subito coniò una copertina con l'immagine del "cavaliere nero" con fez e camicia in tinta. Gli anticorpi che ha creato la nostrra democrazia in oltre settanta anni rendono immuni il paese da qualsiasi ipotetica idea fascista.Grazie a Dio quel passato è passato e mai tornerà, ed è perciò stucchevole questa polemica manichea fra i buoni antifascisti e i cattivi di destra".
    http://www.affaritaliani.it/politica...tml?refresh_ce

    lo scritto di Rampini: https://www.corriere.it/19_giugno_01...65a010cf.shtml
    Chiacchiere.
    Salvini ha avuto il suo momento che ha sprecato.

  6. #666
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,473
    @Turbo

    Tutto chiaro. Tutto evidente. Verrebbe da dire...lapalissiano.
    Per quanto riguarda gli "antifascisti" a me fanno ridere. Perchè sono proprio loro a sostenere le politiche neofasciste e neoliberiste in Europa.
    Basti pensare al PD che per ben 2 volte (nel 2012 e oggi) ha approvato il MES. Uno strumento neofascista pensato e attuato per fare colpi di stato finanziari, per saccheggiare una nazione e massacrare i popoli.
    La cosa ridicola...ma veramente ridicola...sono quelli che votano e PD e dicono di essere antifascisti perchè cantano "Bella ciao".
    Andassero a vedere in Grecia cosa hanno causato le loro politiche antifasciste.
    Ma non c'è niente da fare. Quando uno ha le fette di salame sugli occhi vede solo salami.

    In ogni caso, le "sardine" sono solo un fenomeno folkloristico. Un fenomeno neofascista e neoliberista...a loro insaputa. Un fenomeno nato solo per cercare di contrastare Salvini nelle prossime elezioni regionali. Ma non sono assolutamente fonte di preoccupazione. La preoccupazione vera è l'Europa neofascista e neoliberista. Basta vedere cosa sta avvenendo in Francia. L'Euro sta distruggendo il sogno europeo. E dietro c'è sempre la Germania, con il suo nazionalismo che non è mai tramontato.
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  7. #667
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    5,906
    Tu , Xmanx, sei fuori di testa e fuori di tutto.

  8. #668
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,473
    Citazione Originariamente Scritto da follemente Visualizza Messaggio
    Tu , Xmanx, sei fuori di testa e fuori di tutto.
    Guarda che è il PD che appoggia Macron.
    E guarda cosa sta avvenendo in Francia:

    https://www.repubblica.it/esteri/201...one-243679438/

    Perchè Macron è un neofascista...e ovviamente è appoggiato dal PD, partito neofascista.
    O credi che siano fascisti quelli che scioperano?
    Quando aprirai gli occhi?
    Te lo ripeto: le sardine contrastano Salvini perchè vuole chiudere le frontiere. Quando le frontiere aperte è proprio ciò che vuole il capitalismo neofascista e neoliberista.

    Cito ancora Rampini:
    Ma l’errore più grave della sinistra è stato non accorgersi che, preoccupata degli ultimi — per buon cuore o anche per autocompiacimento —, si stava scordando dei penultimi. Degli americani — e degli italiani — poveri. Degli operai che hanno perso il lavoro, o dei «nuovi operai», il commesso di Amazon, il centralinista dei call center, i giovani precari che si sentono e a volte sono davvero scavalcati da migranti arrivati clandestinamente e disposti a lavorare molto in cambio di poco, magari in nero; del resto, se sono entrati in un Paese violando le sue norme, perché dovrebbero rispettarle in seguito? Ricorda Rampini che i messicani o gli africani non sono certo venuti in America o in Italia per comprimere i diritti e i salari dei lavoratori; ma un’immigrazione senza controllo è destinata inevitabilmente a comprimere i diritti e i salari dei lavoratori. Non a caso i due presidenti-icona del progressismo del XX secolo, Franklin Delano Roosevelt e John Fitzgerald Kennedy, fecero una politica molto dura sull’immigrazione, chiudendo di fatto le frontiere; mentre i capitalismi d’assalto di frontiere non vogliono sentir parlare, perché hanno bisogno di manodopera a basso costo.

    Apri gli occhi.
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  9. #669
    Opinionista L'avatar di Turbociclo
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma
    Messaggi
    2,740
    Ma vogliamo citare un grande in assoluto (e spero per tutti), cioè Giorgio Gaber in questa infinita diatriba su destra e sinistra? Così disse tanti anni fa rispondendo a una domanda e parlando di una sua famosa canzone:
    «Con Destra-Sinistra cosa volevo dire? La polemica è su questo apparente fortissimo antagonismo delle due parti. Io sono convinto che in questo momento la politica ha poche possibilità di risolvere i nostri problemi e che esasperare questi contrasti fa bene solo alla politica e non al Paese. Quindi la canzone nasce per smontare questo dualismo così violento e riportare tutto alle cose che riguardano la gente e che interessano al Paese.»
    La citazione è tratta da un articolo in cui si parlava dell'uscita televisiva di uno dei tanti soloni della sinistra, Corrado Augias, il quale pontificava sul fatto che essere di destra è "facile", perché significa rivolgersi a "spinte istintive", mentre il lucido ragionamento e l'analisi attenta dei fatti è solo a sinistra, ed è più difficile.... Secondo il suo illuminato pensiero uno di destra pensa semplicemente che "l'immigrato fa schifo"...Guardate un po' come un simile ragionamento a membro di segugio possa rendere conto delle lucide analisi della sinistra... https://www.ilsussidiario.net/news/a...istra/1951715/
    È il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha reso la tua rosa così importante

  10. #670
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,963
    se si ha una cultura di base e si è mentalmente lucidi, ordinati, non è tanto difficile orientarsi, purché non si venga rintronati da discorsi cialtroni e confusionari:

    il principio fondamentale della "sinistra", espresso nella Rivoluzione francese è quello dell'Uguaglianza e della Solidarietà, che in quella rivoluzione era temperato da quello della Libertà, che condiziona i primi due:
    cioè, l'uguaglianza di tutti è per nascita; la Libertà implica la meritocrazia, con la Solidarietà-Fratellanza, a compensare le discrepanze; sostanzialmente, le tasse; c'è una "destra" liberale e democratica che modula in senso più restrittivo questa solidarietà;

    poi c'è la destra anti-rivoluzionaria, la quale, al contrario, postula le differenze per nascita, dall'aristocrazia alla "nazione", il sangue;

    una politica che nei fatti postuli il diritto, in via di principio, di una nazione a chiudersi, in un contesto di potenza - quale è storicamente e materialmente quello occidentale - può anche avvalersi dell'argomentazione per cui il liberismo sfrutta l'immigrazione per abbassare il salario medio, ed è senz'altro vero;

    ma se la conclusione è che se sei nato nel posto sbagliato crepi di fame e sete e io "nazionale" ho due case e due automobili, butto e spreco quello che per te sarebbe sopravvivenza, e rivendico il diritto di impedirti l'accesso a quella, questo non si può spacciare per "sinistra" a fronte di pretesi "fascisti";

    Marx esortava i proletari ad unirsi, non a nazionalizzarsi; e sosteneva che il nazionalismo è uno strumento del capitale per contrapporre i lavoratori;

    oggi subiamo il contraccolpo dell'ingresso di 4 miliardi di persone nel mercato della produzione e del consumo, gente che 30 anni fa crepava letteralmente di fame ed era esclusa da tutto; e questo, visto da qui, è ovviamente un nostro impoverimento;
    visto dall'altra parte è un riequilibrio, seppure ancora molto esiguo;

    il benessere che difendiamo significa petrolio, esportazione di armi, guerre, ecc... premi il bottone e si accende la caldaia, riscaldi l'appartamento; apri il rubinetto e ti fai la doccia calda per un quarto d'ora; giri la chiave e l'auto parte, così la sera porti i figli al cinema, o in vacanza;
    lo puoi fare perché una multinazionale corrompe i governi di quegli africani che poi vengono qui, oppure proprio perché il tuo stato, o uno amico, ci manda i suoi soldati a "garantire" l'ordine; questo avviene da due, tre, quattro secoli...

    certo, poi ci rompe i coglioni se questi "stranieri" non vogliono restarsene a crepare di fame e di sete a casa loro; e se alzano la testa, come i cinesi e gli indiani, chiudiamo, nemmeno del tutto a torto;
    è una guerra; a me può pure stare bene che uno prenda posizione e dica che gli africani se ne stiano a crepare a casa loro; basta che non mi venga a prospettare questa cosa come "sinistra", o dire che tradisce quella sinistra che non vuole essere nazionale.
    c' del lardo in Garfagnana

  11. #671
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,473
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio


    il benessere che difendiamo significa petrolio, esportazione di armi, guerre, ecc... premi il bottone e si accende la caldaia, riscaldi l'appartamento; apri il rubinetto e ti fai la doccia calda per un quarto d'ora; giri la chiave e l'auto parte, così la sera porti i figli al cinema, o in vacanza;
    lo puoi fare perché una multinazionale corrompe i governi di quegli africani che poi vengono qui, oppure proprio perché il tuo stato, o uno amico, ci manda i suoi soldati a "garantire" l'ordine; questo avviene da due, tre, quattro secoli...
    Axe ...sei furbissimo. Sei proprio un genio.

    Se una multinazionale corrompe i governi africani IMPEDENDO le riforme democratiche che aumenterebbero le ricchezze dei paesi africani e dei giovani africani (esattamente come fa la Francia col Franco Africano), tu NON dici che occorre colpire la Francia, le multinazionali e i governi africani corrotti per riformare quei paesi e sostenere le democrazie di quei paesi. Ma chiedi di fare PROPRIO CIO' CHE LE MULTINAZIONALI VOGLIONO. E cioè eliminare i confini, liberalizzare il commercio di SCHIAVI e DEPORTARE quei giovani dall'Africa (così in Africa non rompono più i coglioni con rivendicazioni salariali e di diritti) per farli arrivare in Italia in modo da causare l'abbassamento dei salari e dei diritti dei lavoratori anche qui in Italia..così da far diventare i lavoratori italiani SFRUTTATI come quelli africani. Così le multinazionali ci guadagnano anche in Italia. E ci guadagnano DUE VOLTE: in Africa e in Italia.

    Sei davvero un genio.
    Ed è per questo che voti PD e sei pure un fervido sostenitore di Macron, il neofascista e neocolonialista, che continua indisturbato a fare i suoi PORCI comodi in Africa e manda a noi centinaia di migliaia di clandestini per mandare all'aria la nostra democrazia.

    Questa me la segno. Sei proprio una macchietta. Fai ridere i polli esattamente come le "sardine" che si guardano bene dal protestare contro la politica neocolonialista e neofascista della Francia che blocca i paesi africani nella povertà anche grazie al Franco Africano e al sostegno di dittatorelli da strapazzo (vedi Libia)...ma non trova niente di meglio da fare che manifestare contro Salvini che fa e dice COSE DI SINISTRA.
    Ultima modifica di xmanx; 17-12-2019 alle 20:07
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  12. #672
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,963
    Citazione Originariamente Scritto da xmanx Visualizza Messaggio
    Axe ...sei furbissimo.
    Se una multinazionale corrompe i governi africani impedendo le riforme per aumentare le ricchezze dei paesi africani (esattamente come fa la Francia col Franco Africano), tu non dici che occorre colpire la Francia, le multinazionali e i governi africani corrotti. Ma chiedi di fare PROPRIO CIO' CHE LE MULTINAZIONALI VOGLIONO. E cioè DEPORTARE quei giovani dall'Africa (così in Africa non rompono più i coglioni) per farli arrivare in Italia in modo da causare abbassamente dei salari e dei diritti dei lavoratori anche in Italia..così da far diventare i lavoratori italiani SFRUTTATI come quelli africani. Così le multinazionali ci guadagnano anche in Italia. E ci guadagnano DUE VOLTE: in Africa e in Italia.
    io non ho soluzioni, né facili, né difficili; in Africa ci sono anche multinazionali "nostre", posto che la nazionalità di un'impresa UE non vuol dire una ceppa, visto che tu o il tuo italianissimo cognato potreste essere benissimo azioniste di quelle imprese "francesi", tutelate da Macron;
    peccato che tu voglia restare nell'ignoranza, non capire che queste definizioni "nazionali" della politica non hanno alcun senso, almeno da 28 anni;
    come se un secolo fa si fosse parlato di Piemonte e Regno delle due Sicilie, dopo decenni di unità nazionale;

    poi, ho solo spiegato la differenza tra un'ideologia di sinistra e una di destra, senza che tu dovessi consultare un manuale di storia delle dottrine politiche;

    Sei davvero un genio.
    Ed è per questo che voti PD.
    dì la verità: tu sei un militante PD in incognito e questa rappresentazione che fai serve ad indurre al voto PD anche chi non avrebbe alcuna intenzione a votarli:
    uno ti legge e si dice: questi sono quelli che odiano il PD ? allora forse non è proprio un partito inutile...

    un po' come certi clericali, che sono la miglior propaganda all'anticlericalismo.
    c' del lardo in Garfagnana

  13. #673
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,473
    @Axe

    Ecco...allora vai da Macron a dirgli di non rompere i coglioni sostenendo un leader Libico in contrapposizione a quello riconosciuto ufficialmente solo per fare i suoi SPORCHI giochetti NEOCOLONIALISTI in Africa. Lo stesso Macron che DICE A NOI di aprire i nostri porti e poi i suoi li tiene BEN CHIUSI e ci rispedisce i clandestini di notte in mezzo ai boschi.
    E' vero...tu non hai soluzioni facili. Fai solo discorsi senza senso.
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  14. #674
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,963
    Citazione Originariamente Scritto da xmanx Visualizza Messaggio
    @Axe

    Ecco...allora vai da Macron a dirgli di non rompere i coglioni sostenendo un leader Libico in contrapposizione a quello riconosciuto ufficialmente solo per fare i suoi SPORCHI giochetti NEOCOLONIALISTI in Africa.
    ma perché "suoi" ?
    se compri le azioni delle banche e degli investitori "francesi" sono anche i tuoi, guarda che puoi, eh...puoi comprare titoli di strato francesi, tedeschi, ecc...

    se hai investito in un fondo è probabile tu abbia già quei titoli, ma non lo sai.
    c' del lardo in Garfagnana

  15. #675
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,473
    @axe

    La tua sudditanza e sottomissione alle politiche nazionaliste, neofasciste e neocolonialiste di francia e germania è davvero imbarazzante.
    Direi, senza dubbio, che tu appartieni a quel partito storico italiano da sempre presente che si fonda sul motto: "Francia o Spagna, purchè se magna".
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •