Pagina 9 di 12 PrimaPrima ... 5 6 7 8 9 10 11 12 UltimaUltima
Risultati da 121 a 135 di 167

Discussione: Pagine di storia. I parte.

  1. #121
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    18,705
    Scusa axeUgene, non avevo visto che il tuo era un dialogo con Arcobaleno.

  2. #122
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,070
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Infatti quella non è una tua preoccupazione; la tua preoccupazione, da quanto scrivi, mi sembra sia quella di cercare una logica in un Dio indefinibile che viene definito solo da chi lo sperimenta.
    sai, se si tratta di un dio personale, ognuno si fa la logica che vuole;

    ma se si tratta di un dio religioso, cioè cui si aggancia un tratto di convinzioni comuni a più persone, che si riconoscono accomunate, è ovvio che debba esserci una logica, se non altro perché si intendano tra loro;
    se due persone dichiarassero di credere in un testo sacro dove sono scritte cose contraddittorie e la cosa non fosse diretta logicamente, arbitrata, chiarita, avresti due persone che in nome dello stesso Dio adottano comportamenti opposti, col risultato di negare lo stesso status divino, che dovrebbe imporsi come tale in modo chiaro, quindi razionale.
    c' del lardo in Garfagnana

  3. #123
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    48,070
    Citazione Originariamente Scritto da Arcobaleno Visualizza Messaggio
    Dio non viene sorpreso, perché evidentemente aveva previsto con profezie quanto sarebbe accaduto.
    Cosa avrebbe dovuto fare Dio per accontentare te e Esterno, che ogni giorno lottate strenuamente contro di lui? Trascurare il popolo eletto e rivolgersi direttamente ai pagani attraverso Gesù?
    Come sarebbe stato possibile ciò, se si era scelto un popolo? Ancorché previsto il rifiuto di Gesù da parte della grande maggioranza degli ebrei, era doveroso per Dio rivolgersi al suo popolo. Non si può nemmeno dire che la predicazione di Gesù, e successivamente degli apostoli e dei discepoli, agli ebrei fu totalmente vana. Alcuni credettero e si convertirono. La maggioranza si oppose ed ebbe il sopravvento, perseguitando e mettendo a morte i convertiti.
    Perfetto! Ti ringrazio, Arcobaleno.
    Non si vuol capire che tutto si è svolto secondo un ORDINE. Dio si dispiace del rifiuto di Israele, ma và oltre! Egli sempre, scrive diritto anche nelle righe storte degli uomini. Sempre, sà trarre il Bene anche dal Male...

    "Ora io domando: Forse inciamparono per cadere per sempre? Certamente no. Ma a causa della loro caduta la salvezza è giunta ai pagani, per suscitare la loro gelosia. [12]Se pertanto la loro caduta è stata ricchezza del mondo e il loro fallimento ricchezza dei pagani, che cosa non sarà la loro partecipazione totale! Se le primizie sono sante, lo sarà anche tutta la pasta; se è santa la radice, lo saranno anche i rami. [17]Se però alcuni rami sono stati tagliati e tu, essendo oleastro, sei stato innestato al loro posto, diventando così partecipe della radice e della linfa dell'olivo, [18]non menar tanto vanto contro i rami! Se ti vuoi proprio vantare, sappi che non sei tu che porti la radice, ma è la radice che porta te.

    [19]Dirai certamente: Ma i rami sono stati tagliati perché vi fossi innestato io! [20]Bene; essi però sono stati tagliati a causa dell'infedeltà, mentre tu resti lì in ragione della fede. Non montare dunque in superbia, ma temi! [21]Se infatti Dio non ha risparmiato quelli che erano rami naturali, tanto meno risparmierà te! Quanto al vangelo, essi sono nemici, per vostro vantaggio; ma quanto alla elezione, sono amati, a causa dei padri, [29]perché i doni e la chiamata di Dio sono irrevocabili! [30]Come voi un tempo siete stati disobbedienti a Dio e ora avete ottenuto misericordia per la loro disobbedienza, [31]così anch'essi ora sono diventati disobbedienti in vista della misericordia usata verso di voi, perché anch'essi ottengano misericordia. [32]Dio infatti ha rinchiuso tutti nella disobbedienza, per usare a tutti misericordia!"

    ROMANI 11
    amate i vostri nemici

  4. #124
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    48,070
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    questo lo scrivono gli storici, anche quelli delle facoltà religiose; peccato tu non sappia nulla di storia;

    ad ogni modo, nella tua predicazione cerchi di distruggere le convinzioni di chi aderisce a chiese diverse dalla tua, cioè vuoi traviare i cattolici, ecc...
    al solito, punti il dito contro gli altri se fanno un decimo di quello che riservi a te come diritto;
    tu puoi discernere congruenze, validità delle Scritture, senso di quelle ed altro, anche per distruggere i punti di vista di chi crede diversamente da te e portarlo alle tue opinioni; se lo fa qualcun altro è distruttivo, inviato di Satana


    sarebbe accettabile se la lettera di Matteo non riportasse un divieto esplicito di predicare ai pagani; è Vangelo, non una mia invenzione al fine di "distruggere";

    pertanto, logicamente dovresti dire che Gesù/Dio abbia cambiato idea, e poi spiegare come sia possibile, alla luce delle prerogative divine;
    ora, io capisco che per te non sia un problema, viste le bizzarrie che scrivi su Dio;
    ma un teologo cattolico che argomentasse una cosa del genere tra i suoi pari sarebbe preso a pernacchie.
    Come mai allora il Vangelo di Matteo si conclude con l'invito di Cristo a predicare la Buona Novella in tutto il mondo, secondo te?
    Se il tema centrale fosse stato quello dell'esclusività di Israele, come mai conclude invece con l'apertura a tutte le Nazioni?
    amate i vostri nemici

  5. #125
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,070
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Come mai allora il Vangelo di Matteo si conclude con l'invito di Cristo a predicare la Buona Novella in tutto il mondo, secondo te?
    Se il tema centrale fosse stato quello dell'esclusività di Israele, come mai conclude invece con l'apertura a tutte le Nazioni?
    beh, il problema non è mio e non sono certo io a dover dare delle risposte;

    tu hai:
    a) un testo sacro redatto decenni dopo la predicazione originale e sulla base della tradizione orale dei seguaci di Gesù, in cui figurano de precetti divini opposti tra loro;
    b) un'evidenza storica - questa sì, documentata - che al tempo della redazione dei vangeli i seguaci di Gesù erano divisi in due fazioni, una giudaizzante, l'altra paladina della predicazione ai pagani; e già questo dovrebbe rendere assai sospetto il secondo precetto, quello che citi e di cui mi chiedi conto;
    perché se Gesù avesse effettivamente precettato in quel senso non si spiegherebbero seguaci, credenti in Lui, nella Sua resurrezione e divinità, che lo contraddicono;

    visto il cambio di rotta in corso d'opera, ci sta che sia intervenuta una "manina"; del resto, abbiamo qui il filologo Esterno, che ha appreso dai padri salesiani - parrocchia tua, eh... - la storia delle aggiunte e rimaneggiamenti dei testi, e potrebbe utilmente descrivere quanto riconosciuto come manipolazione dalla stessa Chiesa, nonché la storia dei dogmi che hanno nei secoli costituito ex-novo una figura a partire da qualcosa di storicamente assai diverso;

    ma, dopo tutto questo, anche volendo accettare la tua versione, ti resterebbe da spiegare come sia possibile e sensato che un Dio/Gesù, onnipotente, onnisciente e presciente, in grado di sapere cosa penserà e farà l'apostolo Pietro nelle ore successive, sia costretto a cambiare parere in corso d'opera sui destinatari della predicazione perché "colto alla sprovvista" dall'inatteso rifiuto dei suoi correligionari;
    che senso avrebbe mai quel divieto di predicare ai non-ebrei da parte di un dio presciente, che sa ogni cosa ? quei passi, con quel concetto reiterato chiaramente, non dovrebbe proprio esserci, sarebbe privo di alcun senso; invece c'è, testimoniato;

    poi, uno se ne può anche fregare e ignorarlo, come più torna comodo; ma questo non rende certo convincenti argomentazioni apologetiche tanto ingenue.
    c' del lardo in Garfagnana

  6. #126
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    1,339
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ...ad ogni modo, nella tua predicazione cerchi di distruggere le convinzioni di chi aderisce a chiese diverse dalla tua, cioè vuoi traviare i cattolici, ecc...
    al solito, punti il dito contro gli altri se fanno un decimo di quello che riservi a te come diritto;
    tu puoi discernere congruenze, validità delle Scritture, senso di quelle ed altro, anche per distruggere i punti di vista di chi crede diversamente da te e portarlo alle tue opinioni; se lo fa qualcun altro è distruttivo, inviato di Satana
    Tu continui a voler mettere sullo stesso piano il mio operato e il tuo. Ma non è così.
    Ne "La chiesa del rimanente" di sorella White:

    Essi cercano di demolire quello che Dio vuole restaurare mediante il messaggio di Laodicea. Il Signore ferisce per curare e non per distruggere. Egli non affida mai ad un uomo un messaggio che possa scoraggiare o abbattere una chiesa. Egli rimprovera, corregge, castiga, ma ciò allo scopo di rialzare per poi approvare.{CR 13.1}

    Quindi: tu demolisci per cercare di distruggere, io correggo per restaurare, curare e rialzare.
    Nello stesso testo:

    Egli vuol disciplinare e preparare il suo popolo, così che non vi siano discrepanze nel senso che uno crede una cosa, mentre un altro ha una fede e delle opinioni diametralmente opposte. {CR 20.2}

    Solo Dio ed il cielo sono infallibili. Coloro che credono di non dover mai abbandonare un’opinione preferita, di non dover avere mai l’occasione di cambiare opinione, saranno disillusi. Finché ci terremo attaccati alle nostre idee ed alle nostre opinioni con persistente tenacia, non raggiungeremo quella unità per la quale Cristo pregava. {CR 21.2}


    Questo è esattamente ciò che sto facendo io: preparare un popolo per una fede comune, facendogli abbandonare opinioni personali o settarie errate, o non più adeguate ai tempi presenti.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  7. #127
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,070
    Citazione Originariamente Scritto da Arcobaleno Visualizza Messaggio
    Tu continui a voler mettere sullo stesso piano il mio operato e il tuo. Ma non è così.
    Ne "La chiesa del rimanente" di sorella White:

    Essi cercano di demolire quello che Dio vuole restaurare mediante il messaggio di Laodicea. Il Signore ferisce per curare e non per distruggere. Egli non affida mai ad un uomo un messaggio che possa scoraggiare o abbattere una chiesa. Egli rimprovera, corregge, castiga, ma ciò allo scopo di rialzare per poi approvare.{CR 13.1}

    Quindi: tu demolisci per cercare di distruggere, io correggo per restaurare, curare e rialzare.
    sì, certificato da sorella White;

    tu vuoi traviare i cattolici e distoglierli dalla loro fede per portarli alla tua, e chiami questo restaurare, curare e rialzare , perché ti autorizza sorella White;

    io non mi scandalizzo di certo; ma mi chiedo come puoi essere tanto ingenuo da non capire che gli interlocutori non sono tanto stupidi da non capire;
    ti ho colto così tante volte con le mani nella marmellata, quando accusi altri di fare esattamente ciò che vorresti fosse tua prerogativa esclusiva, ma insisti a fare queste figure barbine e infantili; mah...
    c' del lardo in Garfagnana

  8. #128
    Opinionista L'avatar di esterno
    Data Registrazione
    23/07/14
    Messaggi
    236
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Come mai allora il Vangelo di Matteo si conclude con l'invito di Cristo a predicare la Buona Novella in tutto il mondo -
    Se il tema centrale fosse stato quello dell'esclusività di Israele, come mai conclude invece con l'apertura a tutte le Nazioni ? - -

    Bisognerebbe allora concludere che l' iddioTribale.. quello stesso che gli autori biblici hanno elevato in quanto "unico e soprattutto vero" (sempre secondo "loro") potrebbe Non aver PRE-visto la dottrina "In divenire" (poiché NON sarebbe Onnisciente-Onniveggente).

    Eppure in tutto il Tanak l' iddioEtnico rivolge la sua particolarissima attenzione, la sua compassionevole Benevolenza (al pari dei suoi terrificanti castighi) - sempre e SOLO - al "suo" popolo PRIMO-genito !!
    Gli autori erano cosi' orgogliosi di tale speciale Elezione _ da essere considerati.. nientemeno che l' Esclusiva Proprieta' dell' Abba'celeste !

    Infatti ai (soli) discendenti del mitico-fantasioso Giacobbe-Israele "Egli avrebbe" addirittura consegnato la "sua" volonta' (la divina Torah _ il piu' sublime Insegnamento esistente)
    per far si' che detto popolo nomade (quello rozzo che vagava nel deserto) si "potesse santificare" _ essendo luiStesso santo (ovviamente NON tradotto alla cristiana).

    Semmai erano gli "Altri" popoli (!) che dovevano seguire il comportamento dei "veri" figli dell' iddioTribale, coloro che fungevano come modello ai "Figliastri" in quanto:
    - la Luce delle genti e/o Faro delle Nazioni !
    Infatti solo quando TUTTE le nazioni Lo avrebbero riconosciuto come il solo e Unico Abba' _ allora.. e solo allora si sarebbe realizzata la tanto enfatizzata Gerusalemme "celeste" !!

    Questo lo hanno sempre ribadito sia gli autori del Pentateuco che gli ispirati autori dei Libri dei profeti (siano essi Maggiori e/o Minori), gli autori del Salterio _ e altrettanto il Gesu' terreno.

    Ma al pagan-fariseo della diaspora, l' eccelso SauloTarso tutto la vigente dottrina giudaica era obsoleta e dunque sarebbe stata superata.. tanto che l' autobeatificatosi apostolo la considerava emerita "spazzatura" (sic !).

    Ora grazie alla Nuova RI-velazione, quella stessa che avrebbe espressamente ricevuto "direttamente" dall' Abba'celeste, si introduce il concetto di uomo Nuovo, indipendentemente che esso sia giallo, bianco, nero, viola...
    In tal modo il NEO-convertito alla verita' dell' estroverso SauloTarso verebbe riconosciuto, Dal divinAbba', come figlio.. e non solo: ma compartecipante della favolosa Eredita' celeste !
    Questo Nuovo figlio fara' cosi' parte del Nuovo Israele, la (futura) santa ekklesia, elevata, dall'araldo, come sublime corpo mistico del (suo) Messia/Cristo Pneumatico.

    Scopiazzando gli autori biblici (esempio Osea..) il dottrinario, campione indiscusso della tecnica del copia-incolla, non esita ad equiparare la sua creatura (la santa ekklesia) come la sposa celeste del (suo) Messia/Cristo divinizzato - come infatti i profeti consideravano Israele la mogliettina (seppur infedele) del divinGeloso..eccc..ecc...

    Per dare autorevolezza alla sua dottrina (rivelata !) l' ingegnoso SauloTarso.. prese a modello i poetici passi di Isaia e Geremia facendo credere, ai suoi uditori, che l' Abba'celeste lo avrebbe "Chiamato" sin da quando era nel grembo materno ! E perchè mai ??

    In quanto essere umano piu' privilegiato dei privilegiati.. il divinAbba' gli avrebbe confidato-RIvelato, unico caso in tutta la storia dell' umanita', il piu' sublime mistero dei misteri _ occultato per secoli, secoli e secoli / ovvero l' esistenza del divinfiglio !!

    SOLO a SauloTarso venne affidata (dice "lui") l' esclusiva nobilissima missione:
    - divulgare a tutte le genti circa l' esistenza di questo divinfiglio _ appositamente disceso quaggiu' per l' espiazione e Re-denzione a favore di Tutto il genere umano !!

    E' quello che verra' conosciuto come il suo cavallo di battaglia _ ovvero la mitica "Parola della croce" - quella che costituira' il PRIMO pilastro fondante della NUOVA religione !!

    E' da qui che bisogna partire (secondo gli "specialisti" della santa ekklesia), poichè proprio da "questa" morte (e relativa motivazione mistica _ elaborata dalla feconda mente del fariseo di Tarso) seguiranno Tutti gli altri "mattoni" dell' imponente castello dottrinario:
    - Incarnazione, consustanzialita', trinita', verginita', madre divina, 2 nature + 2 volonta', transub-stanziazione..eccc...eccc... e tutta quella zavorra dogmatica che ha rimbambito anche i sassi -

    Ecco allora spiegato come, nel finale di quel mitico Matteo, è stata Aggiunta (nel II secolo !) quella curiosa formulazione.. quella stessa che verra' sancita nel 2 concilio di Costantinopoli - la triade divina _ l' assoluta verita' per Tutto il genero umano !

    alleluja, alleluja
    Ultima modifica di esterno; 06-12-2018 alle 15:03

  9. #129
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    1,339
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ...tu vuoi traviare i cattolici e distoglierli dalla loro fede per portarli alla tua...
    Gli inviati di Dio, di regola, non traviano nessuno. Dio stesso e la storia insegnano che a traviare sono spesso i capi religiosi, come avviene in questo tempo.
    Nel "Secondo libro di Nefi" (28:10-14):

    Ed il sangue dei santi griderà dalla terra contro di loro. Sì, tutti si sono sviati, si sono tutti corrotti. A causa dell’orgoglio, dei falsi istruttori e delle false dottrine le loro chiese si sono corrotte ed esaltate; gli uomini sono pieni d’orgoglio. Essi derubano i poveri a prò dei loro ricchi santuari, spogliano i poveri per le loro vesti sontuose e perseguitano i miti ed i poveri, che sono veramente tali, essendo gonfi d’orgoglio. Vanno con il collo rigido ed il capo eretto, sì, e per l’orgoglio, la malvagità, le abominazioni e le fornicazioni si sono tutti sviati, salvo un piccolo numero, che sono gli umili seguaci di Cristo; ciononostante questi sono condotti in modo da errare ben sovente, essendo istruiti con precetti umani.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  10. #130
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    18,705
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    sai, se si tratta di un dio personale, ognuno si fa la logica che vuole;

    .
    Infatti per me il Dio della Bibbia non è affatto oggettivo, l'oggettività è solo la sua soggettività assoluta.
    Non è la "logica che vuole", ma chi si avvicina di più a Lui.
    Tu ragioni come se Dio non ci fosse.

  11. #131
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    18,705
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Perfetto! Ti ringrazio, Arcobaleno.
    Non si vuol capire che tutto si è svolto secondo un ORDINE. Dio si dispiace del rifiuto di Israele, ma và oltre! Egli sempre, scrive diritto anche nelle righe storte degli uomini. Sempre, sà trarre il Bene anche dal Male...
    A parte che da piccoli si andava a lezione di ortografia e bella scrittura, quindi perfino i bambini sapevano scrivere dritto.
    A parte questa ironica introduzione alla tua solita frase, io non credo che Dio voglia tanto trarre il bene dal male ma c'è chi sta nel bene e c'è chi sta nel male, basta con questa apocalittica, come se rimandassimo noi stessi ad un giudizio insindacabile nel tempo; è come se noi esseri umani non potessimo far nulla; pensiamo alla nostra morte invece che una morte generale all'ora 0.
    Il male c'è come c'è il bene, e c'è pure chi fa il bene e chi fa il male, sarà la vita a dimostrare qual'era o qual'è la strada giusta per ognuno di noi.
    Se devo essere sincero oltre la personale esperienza, non trasmissibile se non a parole, per me non c'è altro modo per capire bene ed il male.

  12. #132
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,070
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Infatti per me il Dio della Bibbia non è affatto oggettivo, l'oggettività è solo la sua soggettività assoluta.
    Non è la "logica che vuole", ma chi si avvicina di più a Lui.
    Tu ragioni come se Dio non ci fosse.
    no, io ragiono su quello che mi raccontano gli altri del loro dio;
    se quelli si contraddicono, che ci posso fare ?

    ma non è che vengo a casa tua, o vado a casa loro a dirglielo; capita solo se qualcuno viene a fare catechismo in pubblico con idee sgangherate.
    c' del lardo in Garfagnana

  13. #133
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    48,070
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    beh, il problema non è mio e non sono certo io a dover dare delle risposte;

    tu hai:
    a) un testo sacro redatto decenni dopo la predicazione originale e sulla base della tradizione orale dei seguaci di Gesù, in cui figurano de precetti divini opposti tra loro;
    b) un'evidenza storica - questa sì, documentata - che al tempo della redazione dei vangeli i seguaci di Gesù erano divisi in due fazioni, una giudaizzante, l'altra paladina della predicazione ai pagani; e già questo dovrebbe rendere assai sospetto il secondo precetto, quello che citi e di cui mi chiedi conto;
    perché se Gesù avesse effettivamente precettato in quel senso non si spiegherebbero seguaci, credenti in Lui, nella Sua resurrezione e divinità, che lo contraddicono;

    visto il cambio di rotta in corso d'opera, ci sta che sia intervenuta una "manina"; del resto, abbiamo qui il filologo Esterno, che ha appreso dai padri salesiani - parrocchia tua, eh... - la storia delle aggiunte e rimaneggiamenti dei testi, e potrebbe utilmente descrivere quanto riconosciuto come manipolazione dalla stessa Chiesa, nonché la storia dei dogmi che hanno nei secoli costituito ex-novo una figura a partire da qualcosa di storicamente assai diverso;

    ma, dopo tutto questo, anche volendo accettare la tua versione, ti resterebbe da spiegare come sia possibile e sensato che un Dio/Gesù, onnipotente, onnisciente e presciente, in grado di sapere cosa penserà e farà l'apostolo Pietro nelle ore successive, sia costretto a cambiare parere in corso d'opera sui destinatari della predicazione perché "colto alla sprovvista" dall'inatteso rifiuto dei suoi correligionari;
    che senso avrebbe mai quel divieto di predicare ai non-ebrei da parte di un dio presciente, che sa ogni cosa ? quei passi, con quel concetto reiterato chiaramente, non dovrebbe proprio esserci, sarebbe privo di alcun senso; invece c'è, testimoniato;

    poi, uno se ne può anche fregare e ignorarlo, come più torna comodo; ma questo non rende certo convincenti argomentazioni apologetiche tanto ingenue.
    E dàgli! Il cambio di rotta lo vedi solo tu: Nell'economia della Salvezza c'è un disegno divino perfettamente logico, invece. Esplicitato magnificamente nella Parabola dei vignaioli omicidi. E chi la racconta tale Parabola? Gesù Cristo in persona. Idem in quella del Buon Samaritano, dove scribi e farisei non accolgono e il Pagano si.
    amate i vostri nemici

  14. #134
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    48,070
    Citazione Originariamente Scritto da esterno Visualizza Messaggio
    Bisognerebbe allora concludere che l' iddioTribale.. quello stesso che gli autori biblici hanno elevato in quanto "unico e soprattutto vero" (sempre secondo "loro") potrebbe Non aver PRE-visto la dottrina "In divenire" (poiché NON sarebbe Onnisciente-Onniveggente).

    Eppure in tutto il Tanak l' iddioEtnico rivolge la sua particolarissima attenzione, la sua compassionevole Benevolenza (al pari dei suoi terrificanti castighi) - sempre e SOLO - al "suo" popolo PRIMO-genito !!
    Gli autori erano cosi' orgogliosi di tale speciale Elezione _ da essere considerati.. nientemeno che l' Esclusiva Proprieta' dell' Abba'celeste !

    Infatti ai (soli) discendenti del mitico-fantasioso Giacobbe-Israele "Egli avrebbe" addirittura consegnato la "sua" volonta' (la divina Torah _ il piu' sublime Insegnamento esistente)
    per far si' che detto popolo nomade (quello rozzo che vagava nel deserto) si "potesse santificare" _ essendo luiStesso santo (ovviamente NON tradotto alla cristiana).

    Semmai erano gli "Altri" popoli (!) che dovevano seguire il comportamento dei "veri" figli dell' iddioTribale, coloro che fungevano come modello ai "Figliastri" in quanto:
    - la Luce delle genti e/o Faro delle Nazioni !
    Infatti solo quando TUTTE le nazioni Lo avrebbero riconosciuto come il solo e Unico Abba' _ allora.. e solo allora si sarebbe realizzata la tanto enfatizzata Gerusalemme "celeste" !!

    Questo lo hanno sempre ribadito sia gli autori del Pentateuco che gli ispirati autori dei Libri dei profeti (siano essi Maggiori e/o Minori), gli autori del Salterio _ e altrettanto il Gesu' terreno.

    Ma al pagan-fariseo della diaspora, l' eccelso SauloTarso tutto la vigente dottrina giudaica era obsoleta e dunque sarebbe stata superata.. tanto che l' autobeatificatosi apostolo la considerava emerita "spazzatura" (sic !).

    Ora grazie alla Nuova RI-velazione, quella stessa che avrebbe espressamente ricevuto "direttamente" dall' Abba'celeste, si introduce il concetto di uomo Nuovo, indipendentemente che esso sia giallo, bianco, nero, viola...
    In tal modo il NEO-convertito alla verita' dell' estroverso SauloTarso verebbe riconosciuto, Dal divinAbba', come figlio.. e non solo: ma compartecipante della favolosa Eredita' celeste !
    Questo Nuovo figlio fara' cosi' parte del Nuovo Israele, la (futura) santa ekklesia, elevata, dall'araldo, come sublime corpo mistico del (suo) Messia/Cristo Pneumatico.

    Scopiazzando gli autori biblici (esempio Osea..) il dottrinario, campione indiscusso della tecnica del copia-incolla, non esita ad equiparare la sua creatura (la santa ekklesia) come la sposa celeste del (suo) Messia/Cristo divinizzato - come infatti i profeti consideravano Israele la mogliettina (seppur infedele) del divinGeloso..eccc..ecc...

    Per dare autorevolezza alla sua dottrina (rivelata !) l' ingegnoso SauloTarso.. prese a modello i poetici passi di Isaia e Geremia facendo credere, ai suoi uditori, che l' Abba'celeste lo avrebbe "Chiamato" sin da quando era nel grembo materno ! E perchè mai ??

    In quanto essere umano piu' privilegiato dei privilegiati.. il divinAbba' gli avrebbe confidato-RIvelato, unico caso in tutta la storia dell' umanita', il piu' sublime mistero dei misteri _ occultato per secoli, secoli e secoli / ovvero l' esistenza del divinfiglio !!

    SOLO a SauloTarso venne affidata (dice "lui") l' esclusiva nobilissima missione:
    - divulgare a tutte le genti circa l' esistenza di questo divinfiglio _ appositamente disceso quaggiu' per l' espiazione e Re-denzione a favore di Tutto il genere umano !!

    E' quello che verra' conosciuto come il suo cavallo di battaglia _ ovvero la mitica "Parola della croce" - quella che costituira' il PRIMO pilastro fondante della NUOVA religione !!

    E' da qui che bisogna partire (secondo gli "specialisti" della santa ekklesia), poichè proprio da "questa" morte (e relativa motivazione mistica _ elaborata dalla feconda mente del fariseo di Tarso) seguiranno Tutti gli altri "mattoni" dell' imponente castello dottrinario:
    - Incarnazione, consustanzialita', trinita', verginita', madre divina, 2 nature + 2 volonta', transub-stanziazione..eccc...eccc... e tutta quella zavorra dogmatica che ha rimbambito anche i sassi -

    Ecco allora spiegato come, nel finale di quel mitico Matteo, è stata Aggiunta (nel II secolo !) quella curiosa formulazione.. quella stessa che verra' sancita nel 2 concilio di Costantinopoli - la triade divina _ l' assoluta verita' per Tutto il genero umano !

    alleluja, alleluja
    Ma cosa dici? Molti dei Discepoli e degli Apostoli son morti martiri predicando il Vangelo ai 4 angoli del mondo. Non solo San Paolo.
    Riguardo poi al Vangelo di Matteo, non è certo solo l'ultimo versetto a parlare dei Pagani che accolgono più volentieri dei Giudei la Buona Novella, amico Esterno. Rileggiti il capitolo 15. Vi si narra della guarigione della figlia di una donna cananea. Oppure il 20, dove Cristo afferma perentoriamente che i primi (Israele) saranno gli ultimi e gli ultimi (i popoli pagani) i primi.

    Ciao.
    amate i vostri nemici

  15. #135
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,070
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    E dàgli! Il cambio di rotta lo vedi solo tu:
    o Cono, ma ci pigli tutti per il c... ? o hai spento proprio il cervello ?
    questi passi me li invento io, o è il Vangelo di Matteo ???
    - NON andate tra i pagani E inoltre NON entrate in Nessuna città dei samaritani !
    - Piuttosto attivatevi per le pecorelle perdute della casa di Israele !! (10.5/6)

    - Io NON sono stato inviato CHE alle pecore perdute della casa di Israele !! 15.24


    sai leggere l'italiano, o no ? leggi quello che è scritto, o no ???

    se successivamente, nello stesso testo si fa dire a Gesù:
    "Andate e fate discepoli fra tutte le Nazioni, battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Ecco, io sono con voi sempre. Fino alla fine del mondo!"
    cioè un precetto opposto, tu non vedi un cambiamento di rotta ?

    questo sarebbe perfettamente logico per te e per me, soggetti umani che possono sbagliare, ricredersi, cambiare opinione e progetto per un motivo di cui si fosse ignari;
    ma qui parliamo del Figlio divino che enuncia la Volontà del (se stesso, consustanziale) Padre: Io NON sono stato inviato CHE alle pecore perdute della casa di Israele, per poi smentirla: Andate e fate discepoli fra tutte le Nazioni;

    quale Dio si rappresenta con due precetti opposti di questo tipo ? non certo quello onnipotente e onnisciente, né il Figlio presciente in grado di sapere cosa pensano e faranno gli apostoli;
    chi postuli il Vangelo come "verità", non può sottrarsi ad una spiegazione teologica o filologica di questa incongruenza; perché se fa come te, anziché propagandare la fede, la sminuisce a condizione di incapacità di intendere.
    c' del lardo in Garfagnana

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •