Pagina 14 di 16 PrimaPrima ... 4 10 11 12 13 14 15 16 UltimaUltima
Risultati da 196 a 210 di 240

Discussione: La sfortuna in amore: colpa di mammà

  1. #196
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    11,170
    Solitamente gli metto un cappio al collo e li trascino in caverna
    Li finisco al chiuso
    Luxury is a state of mind - Work hard, play hard

    E' una destabilizzazione continua dei sensi

  2. #197
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    46,007
    Citazione Originariamente Scritto da efua Visualizza Messaggio
    Solitamente gli metto un cappio al collo e li trascino in caverna
    Li finisco al chiuso
    Se vuoi ti presto uno dei miei pugnali
    Membro del consiglio degli admin
    Corresponsabile dei rapporti con l'utenza
    Moderatore Salute, alimentazione, omeopatia
    Moderatore Chalet delle Rose


    Tempus fugit

    Salmone inside


    Ci sono novit�, ci sono notti che per niente al mondo perderei... e la curiosit�, e quello che ci porter�...

  3. #198
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    2,207
    Mister sei avvisato, statt' accuort'
    The most amazing combinations can result if you shuffle the pack enough

  4. #199
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,049
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    Si ma non è che se ci sono alcune coppie disfunzionali tutte siano così. Continui a ragionare sulle eccezioni, mentre noi ragioniamo sulla normalità.
    non sono tutte disfunzionali, ma l'attaccamento in tutte si basa - in misure diverse - sugli stessi due modelli di attaccamento, uno di tipo competitivo, l'altro di dipendenza, in cui le motivazioni di base sono le stesse, e producono la disfunzionalità oltre una certa intensità, come un principio attivo che da utile, diventa tossico;

    E la normalità vuole, te lo ripeto per la milionesima volta, che uno che viene lasciato, se ama l'altra persona, soffre. E' un assunto semplicissimo, comprensibilissimo e senza giri di parole.
    peccate che quel verbo "amare" resti vuoto, non significa nulla; per la milionesima volta mi ripeti, ma eviti di specificare di che si tratta;

    anche perché se sei d'accordo con Magiostrina nel dire che l'amore on può esserci o sopravvivere senza corresponsione, stai ammettendo che questo non è per "quella persona" così com'è, ma per la gratificazione di essere corrisposti, che è il tornaconto egoistico;


    Non c'entrano nulla i condizionamenti culturali. Anzi, i miei, di condizionamenti...
    non mi permetto di parlare di te; ma qualsiasi materia psicologica e sociale, nonché la testimonianza retrospettiva delle persone di una certa esperienza dicono che i sentimenti vengono informati e condizionati proprio dai modelli culturali, sia per emulazione, sia per reazione e compensazione.
    c' del lardo in Garfagnana

  5. #200
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    2,207
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    non sono tutte disfunzionali, ma l'attaccamento in tutte si basa - in misure diverse - sugli stessi due modelli di attaccamento, uno di tipo competitivo, l'altro di dipendenza, in cui le motivazioni di base sono le stesse, e producono la disfunzionalità oltre una certa intensità, come un principio attivo che da utile, diventa tossico;


    peccate che quel verbo "amare" resti vuoto, non significa nulla; per la milionesima volta mi ripeti, ma eviti di specificare di che si tratta;

    anche perché se sei d'accordo con Magiostrina nel dire che l'amore on può esserci o sopravvivere senza corresponsione, stai ammettendo che questo non è per "quella persona" così com'è, ma per la gratificazione di essere corrisposti, che è il tornaconto egoistico;



    non mi permetto di parlare di te; ma qualsiasi materia psicologica e sociale, nonché la testimonianza retrospettiva delle persone di una certa esperienza dicono che i sentimenti vengono informati e condizionati proprio dai modelli culturali, sia per emulazione, sia per reazione e compensazione.
    No, non ho detto questo e l'ho specificato. La persona così com'è, che ti amasse e tu la ricambiassi, se fosse impossibilitata o lo fossi tu allo scambio d'amore, non potrebbe fare altro che evitare di amarti. Come dicevo la distanza conta molto e se l'amore non è vissuto, non è amore propriamente detto, ma qualcos'altro.
    The most amazing combinations can result if you shuffle the pack enough

  6. #201
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,049
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Comunque mi pare di capire che chi in gioventù è stato diciamo un po' costretto, per carattere o per educazione, a frequentare poco l'altro sesso, poi con l'età passa all'estremo opposto, o almeno ne ha il desiderio.
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Veramente stavo pensando ad Axe che mi pare ne abbia accennato in un post.
    no, io vivevo in un ambiente - per l'epoca - infinitamente più liberale della media;

    il mio rammarico non era per la quantità, ma per la capacità di essere presenti a se stessi e gestire le situazioni emotive disponendo di riferimenti che ho avuto solo con l'esperienza e la cultura, psicologica nella fattispecie;
    se avessi ricevuto come educazione certe nozioni che ho appreso dopo, alcuni momenti difficili sarebbero stati molto meno devastanti, perché la sofferenza si sarebbe fissata su una rappresentazione concreta anziché sul vago e ingestibile della rappresentazione di "amore";

    oltretutto, questa carenza culturale produce anche l'effetto di ingigantire le presunte colpe affettive dei genitori, perché tutta l'incapacità di limitare le ferite dei primi fallimenti, invece di essere elaborata secondo schemi propri, trasforma le pecche affettive dei genitori in una grande discarica, dove quelli diventano i grandi colpevoli, oltre le loro eventuali carenze.
    c' del lardo in Garfagnana

  7. #202
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,049
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    No, non ho detto questo e l'ho specificato. La persona così com'è, che ti amasse e tu la ricambiassi, se fosse impossibilitata o lo fossi tu allo scambio d'amore, non potrebbe fare altro che evitare di amarti. Come dicevo la distanza conta molto e se l'amore non è vissuto, non è amore propriamente detto, ma qualcos'altro.
    può anche darsi, ma quello che tu definisci "qualcos'altro", la persona interessata lo chiama, a torto o a ragione, amore;
    e la realtà in cui quella persona si muove, le sue emozioni e pensieri, sono condizionati da quella convinzione; che è quello che sto scrivendo più o meno in ogni post;

    siccome quello che dici ha un senso, anche se andrebbe esplicitato - ma poi dici che voglio sezionare come un macellaio - io credo che quella persona che prova un sentimento fosse educata a pensarlo diversamente vivrebbe la circostanza in un altro modo; e sarebbe anche più avvertita mentre sta prendendo la strada che la porta a quella situazione, perché nel momento in cui si invaghisce di una persona lontana entra in funzione l'airbag razionale che le dice: perché mi sto infilando in una situazione del genere ?

    è curioso come quando si parla di questi argomenti si incontrino sempre enormi blocchi psicologici, che sembrano cognitivi; persone dotate di media o elevata intelligenza rimuovono questioni palesi, perché evidentemente scardinano tutto un impianto di ruoli in cui sono abituate a vivere;
    per esempio, che una maggioranza di persone, facendo i conti con le proprie insicurezze, si "accontenta" a monte di partner che sono seconde o terze scelte, magari per sottrarsi allo stress della competizione e sentirsi in posizione di controllo;

    salvo poi rendersi conto dell'entusiasmo che scema, e accumulare rancore quando, nonostante essersi accontentati, il controllo sfugge; ma come ? ti ho scelta bruttarella o sfigatello perché nessuno ti portasse via, e ora mi lasci ?
    e quella o quello lasciano proprio quando, a status metabolizzato, diventa loro cosciente ed esplicito di essere in quella coppia proprio perché svalutati, e i conti non tornano più.
    c' del lardo in Garfagnana

  8. #203
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,049
    Citazione Originariamente Scritto da efua Visualizza Messaggio
    Solitamente gli metto un cappio al collo e li trascino in caverna
    Li finisco al chiuso
    se fossi un Tycoon di Hollywood ti regalerei il baule originale di Pulp Fiction, così li tiri fuori alla bisogna, senza la necessità di finirli subito
    c' del lardo in Garfagnana

  9. #204
    la viaggiatrice L'avatar di dark lady
    Data Registrazione
    09/03/05
    Località
    On the road
    Messaggi
    46,007
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    non sono tutte disfunzionali, ma l'attaccamento in tutte si basa - in misure diverse - sugli stessi due modelli di attaccamento, uno di tipo competitivo, l'altro di dipendenza, in cui le motivazioni di base sono le stesse, e producono la disfunzionalità oltre una certa intensità, come un principio attivo che da utile, diventa tossico;


    peccate che quel verbo "amare" resti vuoto, non significa nulla; per la milionesima volta mi ripeti, ma eviti di specificare di che si tratta;

    anche perché se sei d'accordo con Magiostrina nel dire che l'amore on può esserci o sopravvivere senza corresponsione, stai ammettendo che questo non è per "quella persona" così com'è, ma per la gratificazione di essere corrisposti, che è il tornaconto egoistico;



    non mi permetto di parlare di te; ma qualsiasi materia psicologica e sociale, nonché la testimonianza retrospettiva delle persone di una certa esperienza dicono che i sentimenti vengono informati e condizionati proprio dai modelli culturali, sia per emulazione, sia per reazione e compensazione.
    La gratificazione non c'entra nulla. O forse ci sarà in certe tipologie di coppia ma non è la regola. Generalizzi troppo mentre ogni storia è a sé.
    E non è neppure vero che l'attaccamento si basa sui presupposti che dici tu. Vi sono un sacco di presupposti differenti.
    E non sto a specificarti di nuovo cosa intendo con amore perché te lo ho già scritto e non mi piace dare definizione ai sentimenti. Che non vengono affatto condizionati dai modelli culturali come dici tu. Proprio no. L'amore è amore, che la coppia sia africana, norvegese, cinese o australiana.
    Membro del consiglio degli admin
    Corresponsabile dei rapporti con l'utenza
    Moderatore Salute, alimentazione, omeopatia
    Moderatore Chalet delle Rose


    Tempus fugit

    Salmone inside


    Ci sono novit�, ci sono notti che per niente al mondo perderei... e la curiosit�, e quello che ci porter�...

  10. #205
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,049
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    La gratificazione non c'entra nulla. O forse ci sarà in certe tipologie di coppia ma non è la regola.
    e perché dovresti stare con una persona, se non ne trai una gratificazione ? guarda che per gratificazione si intende qualsiasi motivo che ti induca a fare qualcosa; chiamalo tornaconto o come ti pare; ma se lo chiami "amore", dovresti spiegare in che consiste, perché non basta;

    Generalizzi troppo mentre ogni storia è a sé.
    E non è neppure vero che l'attaccamento si basa sui presupposti che dici tu. Vi sono un sacco di presupposti differenti.
    ho parlato di modalità; ma non è una mia opinione, bensì un filone ormai secolare di ricerca psicologica sulle dinamiche della coppia, i legami di dipendenza, ecc...

    E non sto a specificarti di nuovo cosa intendo con amore perché te lo ho già scritto e non mi piace dare definizione ai sentimenti. Che non vengono affatto condizionati dai modelli culturali come dici tu. Proprio no. L'amore è amore, che la coppia sia africana, norvegese, cinese o australiana.
    va bena, allora io ti dico che dipende tutto dal sarchiapone; il sarchiapone è il sarchiapone, e non si può definire... ma le cose sono come dico io !

    come fai a discutere dell'amore senza definirlo ?
    c' del lardo in Garfagnana

  11. #206
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    14,049
    Citazione Originariamente Scritto da dark lady Visualizza Messaggio
    E non sto a specificarti di nuovo cosa intendo con amore perché te lo ho già scritto e non mi piace dare definizione ai sentimenti. Che non vengono affatto condizionati dai modelli culturali come dici tu. Proprio no. L'amore è amore, che la coppia sia africana, norvegese, cinese o australiana.
    infatti, la Svezia è nota per il delitto d'onore; potremmo parlare della tradizione danese dell'infibulazione, che priva le ragazze del terminale del piacere; e che dire della facoltà degli uomini irlandesi di sposare fino a quattro mogli ?
    naturalmente, le contadine vietnamite conoscono a menadito Bovary, Karenina, i loro mariti si atteggiano a Bel Ami, e il tipico coniuge francese concepisce il rapporto di coppia e le sue regole e aspettative esattamente come il benzinaio di una remota provincia iraniana; ogni padre tedesco sarebbe naturalmente incline a considerare ovvio scagliare la prima pietra della lapidazione della sua figlia adultera, ma purtroppo la legge impedisce che il sentimento faccia il suo corso
    c' del lardo in Garfagnana

  12. #207
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Data Registrazione
    24/03/05
    Località
    estero
    Messaggi
    14,186
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Non è che se l'amore smette di essere corrisposto, questo sentimento si spegne con uno schioccar di dita. A volte occorrono anni per far esaurire la candela ed è proprio quello che Axe non considera e confonde con lo spirito di sacrificio per un supposto egoismo delle persone, che rimarrebbero in una relazione contro il proprio desiderio.
    Finchè la fiammella dell'amore non si esaurisce del tutto può passare molto tempo e le persone desiderano tenerla accesa.
    l´accanimento nel voler rianimare a tutti i costi qualcosa che é morto fa piú danni al sé di qualsiasi altra cosa ..
    hai presente il triceto che gira nella rotella..

    https://www.blessyou.me/blog/strateg...are-il-passato

    se si comincia invece ad avere il coraggio di analizzare cosa ci sta accadendo ,in che meccanismi siamo entrati..magari si vede ;
    una gabbia..una rotella e noi dentro che corriamo corriamo senza andare da nessuna parte...
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  13. #208
    whatever.. L'avatar di Misterikx
    Data Registrazione
    24/03/05
    Località
    estero
    Messaggi
    14,186
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio

    ...come fai a discutere dell'amore senza definirlo ?
    mi é piaciuta molto una battuta che Monica Vitti disse nel film L´Avventura (mi sembra)

    passeggiavano sulla spiaggia Gabriele Ferzetti e Monica Vitti e lui le chiede;
    "ma il tuo ex ti capiva?"
    e lei con lo sguardo assente rivolto al mare rispose ;
    "finché ci si amava non c´era niente da capire"
    " Non siamo in un salotto borbonico col mignolo sollevato e l'inchino obbligatorio. Qui siamo tutti uguali. Non ti aspettare in un forum cose difficili da trovare pure tra amici e parenti." Nahui

  14. #209
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    2,207
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    no, io vivevo in un ambiente - per l'epoca - infinitamente più liberale della media;

    il mio rammarico non era per la quantità, ma per la capacità di essere presenti a se stessi e gestire le situazioni emotive disponendo di riferimenti che ho avuto solo con l'esperienza e la cultura, psicologica nella fattispecie;
    se avessi ricevuto come educazione certe nozioni che ho appreso dopo, alcuni momenti difficili sarebbero stati molto meno devastanti, perché la sofferenza si sarebbe fissata su una rappresentazione concreta anziché sul vago e ingestibile della rappresentazione di "amore";

    oltretutto, questa carenza culturale produce anche l'effetto di ingigantire le presunte colpe affettive dei genitori, perché tutta l'incapacità di limitare le ferite dei primi fallimenti, invece di essere elaborata secondo schemi propri, trasforma le pecche affettive dei genitori in una grande discarica, dove quelli diventano i grandi colpevoli, oltre le loro eventuali carenze.
    Ahhhh. Ora mi spiego da dove viene tutta sta fissazione per il cambiare l'atteggiamento delle persone.
    Con tutto il rispetto per la materia e per gli addetti ai lavori, ma perchè devo essere io a cambiare? Perchè alla fine è questo che fanno gli psicologi, ti dicono che in questa società da schifo che ci aliena da noi stessi, l'unico modo per sopravvivere è cambiare e diventare schifosi come essa la medesima. Non c'è più verso di fare uno sforzo collettivo per modificare la società a misura nostra...è la globalizzazione bellezza, basta che stai al passo.
    Ma non ho ancora capito perchè, con tutto il rispetto per la categoria, i gay non devono più cambiare se stessi a suon di psicofarmaci e possono pretendere che sia la società ad adattarsi a loro, mentre noi altri poveri mortali dobbiamo sentirci sfigati e inadeguati e andare a sederci sulla poltrona dello psicologo per farci spiegare quanto siamo sbagliati e come cambiare.
    The most amazing combinations can result if you shuffle the pack enough

  15. #210
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    11,170
    Luxury is a state of mind - Work hard, play hard

    E' una destabilizzazione continua dei sensi

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •