Pagina 9 di 53 PrimaPrima ... 5 6 7 8 9 10 11 12 13 19 ... UltimaUltima
Risultati da 121 a 135 di 789

Discussione: Picchiare anziani e bambini

  1. #121
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,742
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Beh oddio ogni tanto non mi sento molto brava a fare da guida, ma va beh capita a tutti credo...
    Le critiche a chi vive diversamente, io le interpreto come una preoccupazione per il futuro dei propri figli e non ai singoli individui, perchè i nostri figli sono nati in un'epoca in cui manca appunto una guida collettiva. Ognuno si fa la propria morale e districarsi nel labirinto diventa sempre più difficile. Non conosco genitori che non siano preoccupati di questo.
    Ti ringrazio Mag. Qua non si parla personalmente (ognuno ha la sua vita...compie le sue scelte...) Si cerca di avere un quadro d'insieme della situazione e, se possibile, intravedere vie d'uscita.
    Ti ringrazio tanto, guarda.
    amate i vostri nemici

  2. #122
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    49,742
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    che intendi per "guida collettiva", materialmente ? perché davvero non si capisce; a meno che tu non voglia qualcuno che prenda le decisioni al posto tuo e rinunci a questa libertà e responsabilità.
    Si è pienamente liberi e responsabili, in famiglia, quando si ha rispetto dell'altro. Reciprocamente, Axe. Quando si fa gioco di squadra, come ha detto magnificamente Magiostrina. Non quando si compete. Non quando si ritiene una cosa più importante di un'altra. Le "decisioni" possono essere prese sia dal padre che dalla madre. Ognuno secondo il proprio carisma...
    amate i vostri nemici

  3. #123
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,208
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Follemente, torniamo all'inizio della discussione: C'è un'emergenza educativa? C'è una deriva morale? Se la risposta è no, che parliamo a fare riempiendo pagine e pagine?
    Ma se la risposta è si, se intorno a noi accadono fatti che interrogano profondamente le nostre coscienze....qua stiamo facendo una cosa importantissima! Che va molto aldilà del semplice aver torto e aver ragione. Stiamo cercando di capire la REALTA' (perdona la maiuscola, Axe) cosa sta succedendo, perchè, cosa è possibile fare, cosa diciamo noi e cosa dicono illustri ed eminenti pensatori....
    no, non c'è emergenza; perché tutta la storia è sempre stata una successione di emergenze, come dovresti aver studiato a scuola; tutti gli assetti di valori e potere sono stati costantemente sfidati e ribaltati, perché la società è per sua natura una condizione di conflitto permanente; questo, certamente, non impedisce te o me di preferire una soluzione o l'altra; ma parlare di emergenza è una sciocchezza, dato che ogni generazione vede come emergenza e degrado ciò che le generazioni successive considerano la normalità;

    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    E' una conseguenza di determinati eventi. Non una condizione naturale, Axe. Non si è vedovi di default....all'origine....
    come sarebbe a dire che la vedovanza non è naturale ?
    Qua si esamina la questione nel suo complesso. Non i casi particolari dove si è costretti a crescere da soli. I figli, per crescere e maturare responsabilmente, hanno bisogno di rapportarsi con l'universo maschile e con quello femminile.
    i figli vivono comunque nella società e incontrano tutto; anche il figlio maschio di una lesbica e della eventuale madre acquisita non viene certo pervertito nella sua natura; perché allora dovresti spiegare perché, da sempre, hai figli omosessuali cresciuti ed educati in famiglie eterosessuali come quelle che piacciono a te;

    e non puoi condizionare gli equilibri interni più di tanto; non lo potresti nemmeno volendo; avrai passato non so quanto tempo ad argomentare - giustamente, concordo pienamente - il fallimento del comunismo nel voler condizionare gli aneliti delle persone alla libertà, di fare figli, di non farli, di professare una fede o altro, e ora ricadi nella stessa vana illusione;
    oltretutto, è da irresponsabili voler ignorare la complessità degli istituti giuridici, affermando principi strampalati, anche se apparentemente sensati, senza capire che tutto è interdipendente quando vai a toccare un principio di ordine generale; tu perori il rispetto dell'autorità ? bene; e allora comincia a non sostituirti indebitamente ai giudici costituzionali farfugliando di cose di cui non sai nulla;
    perché il risultato, alla fine sono questi paradossi, con cui ti sconfessi da solo; ricapitoliamo:
    ti lamenti del declino dell'autorità, e parti dal genitore che contesta il professore, citi il papa e gli episodi di cronaca di cui leggiamo; bene
    un padre aggredisce e picchia l'insegnante che ha dato un brutto voto o bocciato il figlio; succede spesso, e avrei anche spiegato i motivi di questa cosa;
    ora, questo padre torna a casa dopo la sua bravata, ma tu, in nome del "carisma maschile di guida, regole e comportamenti", commenti così:
    Guai se la madre, per dire, in loro presenza, contesta apertamente il padre. O lo sminuisce in qualche modo. Questo, alla lunga, produce una devastazione esistenziale, in loro. Confusione e disorientamento. Che poi diventan difficili da recuperare....
    col paradosso per cui, una madre dotata di maggior buon senso - credo tutte le donne che ci sono qui - secondo la tua dottrina dei carismi dovrebbe astenersi da contraddire il marito e consentirgli di educare il figlio ad emularlo in quei comportamenti, perché il bacchiolo del marito è il sacro scettro carismatico dell'attitudine alla guida; perché è questo che affermi, secondo logica;
    difficile immaginare idiozia e contraddizione più palese;

    quanti padri ci sono tra quegli ultras che ieri hanno devastato Roma, attaccato le FdO gratuitamente, senza nemmeno il pretesto, che so, di torti arbitrali o altro ? e quelli, secondo la tua ideologia, a casa dovrebbero esercitare il loro carisma di guida, di educatori ai valori, più di una madre ? eh, ma guai a contraddire il padre di fronte al figliolo; non sia mai che quello sia confuso su come picchiare il professore, oppure se col carabiniere sia più appropriato il coltello o la spranga

    tu citi "il grande Ammaniti":
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    come descrive la situazione il grande Massimo Ammaniti: Che ha coniato un termine, adultescenti, per descrivere taluni genitori di oggi.
    Esiste una soluzione?
    "Credo che l'unica strada possibile sia cominciare a capire che questo percorso porterà dei guai, e già li cominciamo a vedere. Ormai il primato non è più della conoscenza, ma delle affermazioni personali. Forse si arriverà a una situazione tale che bisognerà rimettere un po' tutto in discussione."
    ma incarni esattamente il modello che Ammaniti censura; straparli di principi normativi, di costituzione, senza saperne nulla, proprio con la pretesa di far prevalere le tue affermazioni personali sulla conoscenza, che richiede studio e applicazione;
    di fronte a dimostrazioni e a ciò che tu stesso avresti dovuto apprendere a scuola, fai finta di non capire e persegui una cupidigia di ignoranza difficile da credere; cadi continuamente in contraddizione e manipoli le idee per renderle congruenti alle tue fane:
    No! E' questo il punto che richiama Bauman: Il modello naturale è fondamentale. Sempre. In qualsiasi epoca.
    L'Uomo, voglio dire, è fatto alla stessa maniera. Si relaziona e agisce nella vita avendo come base i rapporti familiari. Andandoli a contestare, spezzare, frammentare e spesso distruggere, si fa del male alla società intera. Nel suo complesso!
    escludo che Bauman possa parlare di "modello naturale"; nessun filosofo contemporaneo lo farebbe, perché il concetto di "naturale" è inutilizzabile, oramai da tre secoli;

    ma, senza mettermi a fare lezioni di filosofia, la tua contraddizione è palese, in termini: devi forse legiferare per indurre le persone a mangiare, avere una vita sessuale e dei figli, respirare ? certo che no, perché queste attitudini sono davvero "naturali";
    ma se il modello di famiglia e carismi che piace a te fosse davvero naturale, tutti vi si conformerebbero spontaneamente, e non avresti alcun bisogno di normare, predicare; e infatti, la storia e la scienza - che tu pretendi di ignorare - dimostrano che la famiglia è sempre cambiata, e che l'essere umano è - per sua costituzione naturale, istintiva - un monogamo seriale; cioè dopo alcuni anni cambia partner, perché questa è stata la strategia evolutiva vincente, utile, dato che una prole geneticamente diversa garantisce una maggior probabilità di sopravvivere;

    il guaio della tua rappresentazione della realtà, che tu sottolinei col maiuscolo, è che rimuove totalmente la madre di tutte le evidenze, e cioè che tutta la storia umana è storia di conflitti, in cui l'ordine gerarchico è solo una condizione transitoria, la successione di ordini diversi, che hanno soppiantato i precedenti; sia nel potere politico, sia nelle famiglie; e te lo dimostra anche il succedersi generazionale di lagnanze sulla caduta dei valori morali, che si ripete sempre da quando esiste la società;
    quando tu parli dei carismi e dell'autorità paterna, stai semplicemente difendendo un particolare modello che piace a te e che cerchi di nobilitare come condizione pregiata e naturale, quando palesemente non lo è; fai - mutatis mutandis - lo stesso ragionamento dei monarchi assolutisti coi servi, dei proprietari con gli schiavi, ecc...
    e lo dimostrano le contraddizioni che ho mostrato;
    ma il paradosso più evidente lo incarni tu stesso, con quelle contraddizioni; mentre evochi una prerogativa naturale del maschio alla guida, tu che sei uomo, denunci platealmente una tua inadeguatezza ad incarnare proprio quelle virtù di raziocinio, prudenza, competenza, che connotano l'attitudine al comando;

    se dovessero valere i tuoi criteri, un uomo che, come fai tu, denuncia la deriva di uomini che contestano l'autorità, ma allo stesso tempo vorrebbe che a quegli stessi uomini sia garantita la prerogativa di educare i figli in una famiglia in cui dovrebbero esercitare quel carisma, sarebbe declassato al rango di fru-fru, incapace di intendere, inadeguato, per il tuo rifiuto di affrontare la realtà in favore di allucinogeni illusioni di un ritorno a non si sa che.
    c' del lardo in Garfagnana

  4. #124
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    che intendi per "guida collettiva", materialmente ? perché davvero non si capisce; a meno che tu non voglia qualcuno che prenda le decisioni al posto tuo e rinunci a questa libertà e responsabilità.
    Il focus era su collettiva soprattutto. Vedi tu...c'abbiamo i gruppetti, dai no-vax, ai buddisti, ai fruttariani, ai terrapiattisti, ecc. ecc. Le menti dei giovani sono più facilmente influenzabili e manipolabili, basta vedere il delirio della transgenderità (boh si dice così) nei bambini in Usa...
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  5. #125
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Ti ringrazio Mag. Qua non si parla personalmente (ognuno ha la sua vita...compie le sue scelte...) Si cerca di avere un quadro d'insieme della situazione e, se possibile, intravedere vie d'uscita.
    Ti ringrazio tanto, guarda.
    Sì ma non ti ci abituare, resto sempre una scomunicata
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  6. #126
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,208
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Il focus era su collettiva soprattutto. Vedi tu...c'abbiamo i gruppetti, dai no-vax, ai buddisti, ai fruttariani, ai terrapiattisti, ecc. ecc. Le menti dei giovani sono più facilmente influenzabili e manipolabili, basta vedere il delirio della transgenderità (boh si dice così) nei bambini in Usa...
    quale sarebbe 'sto delirio; dove lo leggi ? andiamo a vedere davvero di che si tratta e approfondiamo; perché di deliri negli USA ce ne sono diversi, tipo la gente armata ad libitum che spara nelle scuole; ma non mi sembra ci sia un'emergenza transgender;

    a me pare che il problema sia l'ignoranza colossale, il deficit di capacità critiche, con l'effetto di avere masse autolesioniste, poco capaci di percepire e difendere in modo efficace i propri interessi; vedi Brexit; ma è la democrazia e va accettata; siamo tutti uguali e se una maggioranza sceglie, è giusto rispettare quella scelta e pagare tutti le conseguenze, finché non si impara;
    abbiamo il ministro forte, Capo delle Forze dell'Ordine - sempre in divisa eh; l'ha messe tutte; gli manca quella da papa - che si fa fotografare coll'ultrà pregiudicato pluri-daspo della sua curva, e dice: no, non chiudo le curve, perché gli ultrà sono un simpatico folklore;
    e gli ultrà che intendono ? che bello, mo' fa'mo come caxxo ce pare, ché lui è uno dei nostri, e ti devastano il centro e attaccano polizia e CC, così, tanto per festeggiare il compleanno d'aa' Lazzie
    se degli immigrati facessero un millesimo del casino che combinano i tifosi, scontri, accoltellamenti, morti, devastazione di negozi e autogrill ad ogni trasferta, ci sarebbero i linciaggi per strada;
    ma è giusto così; io non mi lagno;

    la guida, dove si è cittadini, dovrebbero essere tutti; altrimenti si ridiventa sudditi; ma essere cittadini significa assumersi responsabilità, informarsi, non piagnucolare perché le cose non sono come vorremmo e vivere drogati da fantasie.
    c' del lardo in Garfagnana

  7. #127
    Opinionista
    Data Registrazione
    07/10/10
    Località
    roma
    Messaggi
    1,706
    @axe: anziché citare a sproposito mannheim dovresti convenire con me su un fatto: la società, che come dici sarebbe percorsa da fremiti di rivolta in ogni epoca, è in definitiva il prodotto degli uomini che in quella società vivono, dei loro problemi e delle loro debolezze. io mi permetto di riporre fede nel detto di un personaggio del gattopardo: cambiare tutto perché niente cambi. non è che la società muti il proprio assetto di rapporti sulla base delle rivoluzioni, delle contestazioni o quanto altro. la società muta unicamente il proprio ordine a livello di potere. ci sono forme di oppressione che si manifestano con i connotati del "socialismo" vittorioso e "reale", altre che fanno capo alla chiesa e ai suoi accoliti e ai suoi strumenti di controllo. altre ancora che hanno l'etichetta del liberalismo in opposizione al dirigismo ecc.

    quando cono, giustamente, prende le posizioni che gli sono abituali anche riguardo al concetto di famiglia, esprime a mio avviso una esigenza di ordine, che probabilmente vorrebbe conforme a quello imposto per secoli dalla chiesa nel nostro sistema paese. ma dato che vive in uno stato laico con tutte le conseguenze del caso, non può pretendere che il matrimonio canonico coincida in tutto e per tutto con il "suo" concetto di matrimonio e di famiglia.
    quando si parla di legalizzare i matrimoni gay, cono si dichiara contrario perché è legato a uno stereotipo di famiglia che era come la vorrebbe lui, ma lo era in un passato che, sebbene prossimo, non è più attuale.
    in definitiva predica bene e razzola male. perché? perché a livello concettuale la sua idea di famiglia "regge". non altrettanto a livello "reale", non oggi meno che ieri.
    la famiglia come la vede lui forse non è mai esistita. è esistita invece una embrionale cellula di un leviatano, come era lo stato di allora, all'interno della quale nella gran parte delle situazioni, l'autorità del padre, proiezione infinitesima della autorità statale, serviva a condensare in essa, con tutti gli eccessi del caso, un concetto di ordine e pace sociale che si fondava sulla repressione degli istinti violenti "nel fuori", cioè nell'ambito del lavoro, della politica, del sindacato, insomma all'esterno del nucleo familiare. non è la famiglia che addita cono ad essere sbagliata. è sbagliato - pur essendo il male minore - ciò che la famiglia diventa in forza della realizzazione concreta del suo concetto di famiglia.

    @cono: ricordi l'esortazione di giovanni XXIII? date una carezza ai vostri figli e dite loro che questa carezza è del papa? ecco: si era negli anni sessanta, c'era la guerra fredda. ti sei mai chiesto il senso delle parole del papa buono? se persino il papa invitava le famiglie e soprattutto i padri ad essere meno rigidi e violenti, allora vuol dire che qualcosa nel tuo ideale di famiglia, non va...

  8. #128
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,208
    Citazione Originariamente Scritto da sandor Visualizza Messaggio
    @axe: anziché citare a sproposito mannheim
    eeeeh ??? chi avrei citato io ? ho ripreso una citazione di Cono di un docente di psicologia, Massimo Ammaniti;

    dovresti convenire con me su un fatto: la società, che come dici sarebbe percorsa da fremiti di rivolta in ogni epoca, è in definitiva il prodotto degli uomini che in quella società vivono, dei loro problemi e delle loro debolezze. io mi permetto di riporre fede nel detto di un personaggio del gattopardo: cambiare tutto perché niente cambi. non è che la società muti il proprio assetto di rapporti sulla base delle rivoluzioni, delle contestazioni o quanto altro. la società muta unicamente il proprio ordine a livello di potere. ci sono forme di oppressione che si manifestano con i connotati del "socialismo" vittorioso e "reale", altre che fanno capo alla chiesa e ai suoi accoliti e ai suoi strumenti di controllo. altre ancora che hanno l'etichetta del liberalismo in opposizione al dirigismo ecc.
    no, non convengo affatto, perché la condizione del suddito, del cittadino, le opportunità, sono misurabili, così come lo sono i vincoli cui è specularmente soggetto chi eserciti il potere;
    se, come ti auguro, riuscirai a fare l'avvocato, o altra professione connessa o ruolo equiparabile, avrai fruito di opportunità che difficilmente sarebbero state disponibili, che so, ai tuoi nonni;

    quando cono, giustamente, prende le posizioni che gli sono abituali anche riguardo al concetto di famiglia, esprime a mio avviso una esigenza di ordine...
    ma questo lo capisco, e nemmeno glielo critico; se lui dicesse: io vorrei che le cose fossero in questo modo, come piace a me, potrei non condividere, ma si tratterebbe di un normale e onesto confronto di valori;
    ma lui pretende di affermare la sua personale preferenza come valore oggettivo - un Bene, che asserisce comune, quando al più è suo e di quelli che la pensano come lui - ricorrendo metodicamente al falso e alla manipolazione, alla negazione delle evidenze, alla ritrazione e modulazione di affermazioni, smentite, poi riproposte eludendo l'evidenza; e questo non è possibile, perché contribuisce all'ignoranza, che è il vero male;

    in subordine, gli faccio presenti certe incongruenze rispetto a quello che comunica per propagandare i suoi modelli esistenziali, e su cui ho scritto sopra:
    c' del lardo in Garfagnana

  9. #129
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    quale sarebbe 'sto delirio; dove lo leggi ? andiamo a vedere davvero di che si tratta e approfondiamo; perché di deliri negli USA ce ne sono diversi, tipo la gente armata ad libitum che spara nelle scuole; ma non mi sembra ci sia un'emergenza transgender;

    a me pare che il problema sia l'ignoranza colossale, il deficit di capacità critiche, con l'effetto di avere masse autolesioniste, poco capaci di percepire e difendere in modo efficace i propri interessi; vedi Brexit; ma è la democrazia e va accettata; siamo tutti uguali e se una maggioranza sceglie, è giusto rispettare quella scelta e pagare tutti le conseguenze, finché non si impara;
    abbiamo il ministro forte, Capo delle Forze dell'Ordine - sempre in divisa eh; l'ha messe tutte; gli manca quella da papa - che si fa fotografare coll'ultrà pregiudicato pluri-daspo della sua curva, e dice: no, non chiudo le curve, perché gli ultrà sono un simpatico folklore;
    e gli ultrà che intendono ? che bello, mo' fa'mo come caxxo ce pare, ché lui è uno dei nostri, e ti devastano il centro e attaccano polizia e CC, così, tanto per festeggiare il compleanno d'aa' Lazzie
    se degli immigrati facessero un millesimo del casino che combinano i tifosi, scontri, accoltellamenti, morti, devastazione di negozi e autogrill ad ogni trasferta, ci sarebbero i linciaggi per strada;
    ma è giusto così; io non mi lagno;

    la guida, dove si è cittadini, dovrebbero essere tutti; altrimenti si ridiventa sudditi; ma essere cittadini significa assumersi responsabilità, informarsi, non piagnucolare perché le cose non sono come vorremmo e vivere drogati da fantasie.
    Stai scherzando?! E tutti gli attentati in Europa commessi dai vari immigrati di prima seconda e aliena generazione?
    Sul resto abbiamo capito che la gente per te è scema, sono solo variazioni sul tema. Dovresti buttarti in politica.
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  10. #130
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,208
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Stai scherzando?! E tutti gli attentati in Europa commessi dai vari immigrati di prima seconda e aliena generazione?
    no, non confondiamo il terrorismo, che ha una matrice politica a parte, con quello che intendevo io in termini di percezione dell'ordine pubblico;
    io ho scritto che se gli immigrati fossero protagonisti di una frazione degli incidenti che causano gli ultras del calcio, con la disposizione all'allarme che è stata creata avremmo i linciaggi per strada;
    il terrorismo islamista è un'altra cosa;

    Sul resto abbiamo capito che la gente per te è scema, sono solo variazioni sul tema. Dovresti buttarti in politica.
    ma neanche per idea; ho frequentato Montecitorio per decenni, lavorandoci; figurati se vado a sprecare il poco tempo che mi resta a leccare culi o a convincere altri a farlo; ho un bell'harem di chitarre che reclama il mio calore umano

    e poi, no; non penso che "la gente sia scema"; tu guidi ? immagino di sì; bene, se tu avessi fatto un corso di guida sportiva o fossi una pilota di rallies, penseresti che un automobilista normale è scemo perché non sa controsterzare in una curva a gomito ? non credo; al massimo, potresti ritenerlo imprudente se corre troppo sul ghiaccio e senza i pneus adeguati;
    analogamente, io ho solo acquisito strumenti diagnostici specializzati; ho imparato a leggere dove si deve leggere, in determinate materie; la quasi totalità delle persone è intelligente, probabilmente molte più di me; solo che le circostanze che riguardano sistemi complessi spesso sono contro-intuitive; per capirle devi sapere dove e cosa osservare;
    quando ero ragazzo, pensavo di essere intelligente; facevo la settimana enigmistica, e restavo molto frustrato con la pagina "se voi foste il giudice": non ne azzeccavo una, nemmeno per sbaglio; perché ? proprio perché usavo la mia intelligenza lavorando su pregiudizi inappropriati;

    e così fanno le persone normali quando si tratta di materie complesse, come le leggi, l'economia, la politica, il modulo di gioco della squadra del cuore;
    siccome - al contrario di cose molto specialistiche, come i motori degli yacht e le razze equine - si tratta di questioni che interessano tutti, tutti - giustamente - vogliono farsi un'idea e prendere posizione; ma, per fare questo, ricorrono istintivamente a schemi che conoscono, intuitivi, adatti a circostanze più semplici, ma inadeguati per cose più complesse; e quindi spesso prendono cantonate, come me con i quiz giuridici della settimana;

    infatti, la scemità non è una categoria che si può applicare ad aggregati di persone, come si trattasse di una; se ogni individuo non è addestrato al comportamento in caso di incendio, l'insieme si accalca e un incidente modesto diventa tragedia perché la gente muore calpestata e soffocata; non è "scema", ma semplicemente impreparata;
    del resto, come giudicheresti la circostanza di avere le coste più belle del mondo in mezza Italia deturpate da abusi edilizi compiuti da normali famiglie ? e i disservizi, l'assalto selvaggio al turista da spennare nelle città turistiche ? potrei continuare per ore... ma non è essere scemi; solo impreparazione, un deficit culturale.
    c' del lardo in Garfagnana

  11. #131
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Stavo già scrivendo una risposta mentre leggevo il tuo post. Poi sono arrivata alle ultime righe e mi sono sganasciata dalle risate. Ovviamente quello che avevo scritto non aveva più senso perchè l'avevo scritto presupponendo che eri serio.
    'ma non è essere scemi; solo impreparazione, un deficit culturale'
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  12. #132
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,208
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Stavo già scrivendo una risposta mentre leggevo il tuo post. Poi sono arrivata alle ultime righe e mi sono sganasciata dalle risate. Ovviamente quello che avevo scritto non aveva più senso perchè l'avevo scritto presupponendo che eri serio.
    'ma non è essere scemi; solo impreparazione, un deficit culturale'
    sono serissimo; essere impreparati a circostanze complesse è la normalità, non una menomazione;
    a volte, il gap è evidente e se ne ha immediata percezione; altre volte è più facile sbagliarsi; ognuno di noi ha competenze specifiche in alcune materie, in cui gli altri verosimilmente si orienterebbero male; che c'è di strano ?
    c' del lardo in Garfagnana

  13. #133
    Opinionista L'avatar di follemente
    Data Registrazione
    22/12/09
    Località
    Al mare
    Messaggi
    3,384
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Follemente, torniamo all'inizio della discussione: C'è un'emergenza educativa? C'è una deriva morale? Se la risposta è no, che parliamo a fare riempiendo pagine e pagine?
    Ma se la risposta è si, se intorno a noi accadono fatti che interrogano profondamente le nostre coscienze....qua stiamo facendo una cosa importantissima! Che va molto aldilà del semplice aver torto e aver ragione. Stiamo cercando di capire la REALTA' (perdona la maiuscola, Axe) cosa sta succedendo, perchè, cosa è possibile fare, cosa diciamo noi e cosa dicono illustri ed eminenti pensatori....
    Concordo al 100% con Axe e con ciò che ha scritto (ora che ho avuto il tempo di leggere... ma lui esprime meglio di me ciò che penso): non c'è nessuna emergenza, non c'è più violenza oggi di quanta ce n'è stata ieri.

  14. #134
    Chiamatemi Margherita L'avatar di Magiostrina
    Data Registrazione
    18/10/17
    Messaggi
    3,522
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    sono serissimo; essere impreparati a circostanze complesse è la normalità, non una menomazione;
    a volte, il gap è evidente e se ne ha immediata percezione; altre volte è più facile sbagliarsi; ognuno di noi ha competenze specifiche in alcune materie, in cui gli altri verosimilmente si orienterebbero male; che c'è di strano ?
    Ma questo lo si dà per scontato, invece il tuo modo di ribadirlo in ogni discussione trasuda spocchia da ogni virgola. E' il gap fra la tua autostima di cui si ha immediata percezione e la complessa circostanza della preparazione media dell'italica gente, che verosimilmente si orienta e si sbaglia come te.
    Secondo me non sei serio per niente
    Non si ha fiducia negli altri perché essi se la meritano, ma perché merita di averla colui che la prova.

  15. #135
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,208
    Citazione Originariamente Scritto da Magiostrina Visualizza Messaggio
    Ma questo lo si dà per scontato, invece il tuo modo di ribadirlo in ogni discussione trasuda spocchia da ogni virgola.
    davvero ? e perché mai ?
    secondo me, è spocchioso qualcuno che propone tesi incomprensibili dall'alto di un pulpito; io cerco di informare, peraltro in modo molto elementare, su cose che chiunque può verificare, volendo;

    E' il gap fra la tua autostima di cui si ha immediata percezione e la complessa circostanza della preparazione media dell'italica gente, che verosimilmente si orienta e si sbaglia come te.
    io posso sbagliarmi, anche su materie nelle quali ho una certa preparazione; ma non mi sembra di proporre verità interpretative; di solito, cito fatti, ordini di grandezze, percorsi logici che ognuno può contestare;

    capisco che certe cose possano risultare indigeste a chi - legittimamente - vuole avere un'opinione ma se ne veda smentiti i presupposti fattuali, e allora si incupisce;
    a volte sono aggressivo con chi lo è con me o con chi propugna tesi intrinsecamente aggressive; ma questa non è spocchia.
    c' del lardo in Garfagnana

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •