Pagina 12 di 18 PrimaPrima ... 2 8 9 10 11 12 13 14 15 16 ... UltimaUltima
Risultati da 166 a 180 di 264

Discussione: Pensieri del gufo

  1. #166
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,896
    a me sembrano un po' tutte questioni di lana caprina;

    cioè, posto che una religione - come qualsiasi altra morale altrimenti motivata - ha il compito di fornire un quadro di riferimento ai desideri delle persone - del tipo: se vuoi essere ricco datti da fare, ma non rubare; se vuoi divertirti col sesso fallo così, ma non cosà, e solo con adulti, insomma, cose di questo tipo - un predicatore religioso, più o meno proselitista, dovrebbe rappresentare se stesso e il suo modo di vivere come qualcosa di molto appetibile, che risolve davvero in serenità;

    non è facilissimo, perché sono cose che chiunque percepisce in modo metalinguistico, tra le righe;
    fammi un po' capire che dice questo... ah, io dovrei diventare come lui/lei, provare quei sentimenti, essere in quel modo ?

    se la risposta è "sì", c'è qualche chance;
    ma se uno risponde sto bene così, oppure, non sto tanto bene, ma quello sta messo peggio, allora il predicatore/elucubratore sta soltanto facendo un esercizio di esibizione, che al più serve per affermare: io esisto, sono così, guardatemi ! così, se mi guardate, esisterò e potrò avere qualche conferma dal vostro sguardo e consolarmi, avere il conforto di rappresentare qualcosa; anche se poi di quello che scrivo non vi importa un fico secco.

    niente di male, per carità;
    solo che se le esposizioni sono troppo azzardate, sgangherate, il risultato rischia di amplificare quell'insicurezza alla base del desiderio di essere riconosciuti come portatori di qualcosa di saggio, notevole.
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #167
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    490
    Citazione Originariamente Scritto da xmanx Visualizza Messaggio
    Non sono poi così terribile.

    Da quello che dici deduco che se tu convivessi con un uomo che ti dicesse: "amore...ti amo infinitamente di un amore sincero e gratuito...però o fai quello che dico io o altrimenti ti chiudo in casa e ti tengo a pane e acqua per tutta la vita e ti do anche qualche colpo di frusta tutte le sere"...tu verresti qui a dire che hai incontrato l'uomo della tua vita che ti ama immensamente di un amore gratuito e che sei immensamente felice.

    Può succedere eh...per carità. E, di fatto, succede...ahimè.
    Tuttavia, se tu un domani venissi qui a raccontare questa storiella sono strasicuro che tutti ti direbbero e a ragione: "Scappa finchè sei in tempo".
    Dopodichè...esistono anche i masochisti che amano coloro che li maltrattano.

    Che vuoi che ti dica? Niente. Ho da fare.
    @ Xmans.

    Non puoi fare questi paragoni, Dio e la storiella d'osteria.
    Ma visto che tutti ti conoscomo meno io, non ho voglia
    di fare il teatrinoper far uscire fuori la tua vera personalità,
    se turrita o compassionevole, cosa di cui non m'importa un bel nulla.
    Vai dal dott Freud, indirizzo :Vienna.
    C'è anche Socrate, un po' di maieutica.

  3. #168
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,660
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    E fatti scudo per l'ennesima volta con la tiritera, con il pi pi pi gnè gnè gnè, che ti devo dire?
    Nessun inghippo, solo analizzare una religione in cui non c'entra nulla crederci, contano le parole, i contenuti.
    Tanto ci devi fare i conti tu con le crudeltà, le ingiustizie, le contraddizioni del tuo dio e del tuo libro sacro, così come dell'ipocrisia e dei desideri reconditi ( non più di tanto forse) verso chi è ritenuto peccatore.
    Inutile che accusi me quando l'esame di coscienza tocca a te.
    Non ti accuso. Ho detto che non sono migliore di te perchè credo e te no, Laura. Solo, ho fatto una scelta diversa dalla tua. Poichè le esperienze della mia Vita mi hanno portato a concludere che Dio è veramente Padre. Veramente buono. Veramente misericordioso. Soprattutto (come dici te) "verso chi è ritenuto peccatore".

    Mentre Gesù sedeva a mensa in casa, sopraggiunsero molti pubblicani e peccatori e si misero a tavola con lui e con i discepoli. Vedendo ciò, i farisei dicevano ai suoi discepoli: «Perché il vostro maestro mangia insieme ai pubblicani e ai peccatori?». Gesù li udì e disse: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Andate dunque e imparate che cosa significhi: Misericordia io voglio e non sacrificio. Infatti non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».

    MATTEO 9

    Li chiama, i peccatori. E tutti quanti lo siamo. Alcuni rispondono, altri (come te) ancora no. Altri ancora, rifiutano consapevolmente e fino all'ultimo, di rispondere.
    amate i vostri nemici

  4. #169
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,660
    Doppio
    amate i vostri nemici

  5. #170
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,660
    Citazione Originariamente Scritto da xmanx Visualizza Messaggio
    Il tuo dio (che è una minchiata cosmica) è talmente rispettoso della nostra libertà che ci dice: "O fai quello che dico io e cioè credi in Gesù e nella sua parola o ti getto nel fuoco eterno della Geenna dove soffrirai le pene dell'inferno per l'eternità".
    Minchia! Che bel modo di dimostrare rispetto per la mia libertà.

    Il tuo dio (o meglio...il concetto di dio che 5 frustrati hanno inventato 2000 anni fa) è basato su un messaggio terroristico che fa leva sulla paura e sul terrore per piegare la gente e sottomettere la gente.
    Di una cosa sono sicuro: se esiste un Dio questo non potrà mai rivolgersi all'umanità con un messaggio terroristico e fondato sull'incutere terrore e paura nella gente per sottometerla. Cioè...se esiste un dio non è certamente il tuo dio tutto gratuità e amore ma che poi dice: "Se fai quello che dico io e ti sottometti alla mia volontà ti salvo, altrimenti ti getto nelle fiamme dell'inferno per l'eternità".
    Se esiste un dio questo non potrà mai rivolgersi all'umanità RICATTANDOLA.
    Quindi....se esiste un dio questo NON POTRA' MAI ESSERE il tuo dio che è una vomitevole invenzione umana fatta da 5 frustrati 2000 anni fa.

    Senti Cono...sei ridicolo ed infantile col tuo insistere nell'affermare l'amore gratuito del tuo dio (minchiata cosmica) e nel mettere cuoricini ovunque.
    Faresti meglio ad ammettere l'evidenza: la storiella dell'amore gratuito è falsa...è tutta una menzogna.
    Ma hai troppa paura per ammetterlo. Ti arrampichi sugli specchi per rimanere fermo in una posizione che è ridicola e che ogni volta tu stesso smentisci senza rendertene conto.
    Devi crescere. Maturare.
    Ahahahahahahaha scriverò al Santo Padre chiedendogli se fosse possibile cambiare secoli e millenni di Teologia Cristiana, ok? Alla base della quale sta proprio LA GRAZIA.
    Successivamente invierò una raccomandata con ricevuta di ritorno alla CEI, informando i nostri Vescovi che la mente illuminata non è quella dei vetusti San Paolo, San Pietro, San Giacomo, Sant'Agostino eccetera, ma quella di Xmanx.
    Ti informerò sugli sviluppi
    amate i vostri nemici

  6. #171
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,660
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    appunto, la Chiesa, non la natura !!!


    tu vedi e ti accorgi di quello che ti pare;
    la natura, oltre all'erba nel cemento, ti propina la carie e la leucemia; tu vai dal dentista per arrestare il decorso naturale di una carie, oppure no ?
    se ci vai, vuol dire che quella legge di natura per cui - naturalmente - perderesti il dente con grandi dolori non ti piace e la vuoi sovvertire;
    così come ogni cura sovverte il corso naturale;

    se indichi la natura come fonte di etica, ti devi riferire a quel sistema, autonomo, senza chiese, papi e altro;
    se chiami in causa questi ultimi, diventano loro la tua fonte, non più la natura; e quelli si pronunciano esattamente per ingabbiare la natura, soprattutto quella umana;
    se il comandamenti corrispondessero alla natura umana, che bisogno ci sarebbe di enunciarli e costruirci sopra tutto il teatrino normativo religioso ?
    in natura non c'è il matrimonio indissolubile; la natura premia la monogamia seriale, perché una prole geneticamente diversa ha più probabilità di sopravvivere ai cambiamenti ambientali: fai un figlio con un'italiana e poi uno con una norvegese, che al contrario del primo digerisce il latte pure da adulto; se i terreni ghiacciano e non puoi più coltivare, il primo muore di fame, ma il secondo sopravvive perché digerisce il latte delle capre, che si fanno bastare la poca vegetazione rimasta;
    questo fa la natura, non il "matrimonio".
    Ma la conosci la Genesi o non la conosci e parli per sentito dire? Dio pone l'Uomo sulla Natura. Vertice e apice della Creazione, lo fa custode, della Natura. Chiamato ad assecondarla. Infatti non rimane spettatore degli eventi naturali, Axe. Delle piene, delle inondazioni, del fuoco...l'Uomo è in grado di modificare ed arginare gli eventi, il suolo, la potenza dell'habitat che lo circonda. Idem per le malattie. Siamo chiamati a curarle. Tutto è orientato per la Vita...a favore della Vita....
    Quand'è allora che subentra il guasto? Quando negando e contraddicendo l'invito del Signore, l'Uomo si comporta non più da custode. Ma da padrone!
    amate i vostri nemici

  7. #172
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,877
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Non ti accuso. Ho detto che non sono migliore di te perchè credo e te no, Laura. Solo, ho fatto una scelta diversa dalla tua. Poichè le esperienze della mia Vita mi hanno portato a concludere che Dio è veramente Padre. Veramente buono. Veramente misericordioso. Soprattutto (come dici te) "verso chi è ritenuto peccatore".

    Mentre Gesù sedeva a mensa in casa, sopraggiunsero molti pubblicani e peccatori e si misero a tavola con lui e con i discepoli. Vedendo ciò, i farisei dicevano ai suoi discepoli: «Perché il vostro maestro mangia insieme ai pubblicani e ai peccatori?». Gesù li udì e disse: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Andate dunque e imparate che cosa significhi: Misericordia io voglio e non sacrificio. Infatti non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».

    MATTEO 9

    Li chiama, i peccatori. E tutti quanti lo siamo. Alcuni rispondono, altri (come te) ancora no. Altri ancora, rifiutano consapevolmente e fino all'ultimo, di rispondere.
    Mettendosi le fette di prosciutto sugli occhi, facendo lo gnorri, per bisogno, forse anche per non esserti accorto degli obbrobri.
    L'altro lato della medaglia non lo vuoi guardare. Quando di solleviamo il velo su criteri di giustizia, gratuità dell'amore, stermini, grigliate miste ultraterrene, origine del male, fai le capriole per negare e minimizzare.
    E oltre al contenuto, c'è il pensiero interiore del credente, che a quanto pare è in contraddizione con tutto l'amore speso e spanto come fosse concime se poi uno di adagia su pene senza fine e altro.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  8. #173
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,896
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Ma la conosci la Genesi o non la conosci e parli per sentito dire? Dio pone l'Uomo sulla Natura. Vertice e apice della Creazione, lo fa custode, della Natura. Chiamato ad assecondarla. Infatti non rimane spettatore degli eventi naturali, Axe. Delle piene, delle inondazioni, del fuoco...
    aridalli !!!
    ora qui ti rifai alla Genesi, e ancora non capisci il punto
    se citi testi, papi e altro, non è più la natura la fonte della tua legge;
    a me sta pure bene, ma non puoi invocare la naturalità come pregio e legge, perché così facendo rimandi ad una legge - ad un funzionamento delle cose come disposto normativo: in natura funziona così, quindi dobbiamo attenerci a quella legge - che non è quella del papa, del Vangelo, ecc... ma il più delle volte l'opposto; e cioè, l'inibizione di tutto ciò che accade in natura e ritenuto indesiderabile, come in quest'ultima tua citazione;

    quando tu indichi la naturalità come circostanza legittimante e dirimente, stai eleggendo il sistema natura, autonomo, a fonte di legge; non il papa o altri scritti;
    il senso di quello che dici è: bisogna fare in questo modo perché così funziona in natura, che bisogna assecondare ed emulare;

    questo è l'opposto di ciò che vuole e predica la Chiesa, proprio perché in natura la legge è la sopraffazione, il più forte, ecc...

    possibile che dopo decenni di predicazioni tu non abbia ancora compreso il principio base di tutto e non ti sia accorto che la Natura e la naturalità sono gli argomenti anti-cristiani per eccellenza ???
    tutte le dottrine avverse al Cristianesimo e alle religioni in genere sostengono esattamente che la legge di natura smentisce le Scritture, nel senso che assume l'a-moralità della natura come legge, e tu vai ad argomentare proprio in quel modo ?

    ora, mi raccomando, continua a citare testi e fraintendere... quando, se citi la natura, è quello che accade in natura ad essere l'unico testo, e non le morali umane.
    c' del lardo in Garfagnana

  9. #174
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,660
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Mettendosi le fette di prosciutto sugli occhi, facendo lo gnorri, per bisogno, forse anche per non esserti accorto degli obbrobri.
    L'altro lato della medaglia non lo vuoi guardare. Quando di solleviamo il velo su criteri di giustizia, gratuità dell'amore, stermini, grigliate miste ultraterrene, origine del male, fai le capriole per negare e minimizzare.
    E oltre al contenuto, c'è il pensiero interiore del credente, che a quanto pare è in contraddizione con tutto l'amore speso e spanto come fosse concime se poi uno di adagia su pene senza fine e altro.
    Te lo ripeto: Le pene senza fine sono conseguenza delle libere scelte di Male dell'Uomo, nel breve lasso di tempo che va dalla culla alla bara. Dio fino all'ultimo lo cercherà, lo richiamerà, lo avvertirà. Come fa un Padre che vede il figlio sviarsi su una cattiva strada. Tempo ce n'è per redimersi e convertirsi. Sopraggiunta la Morte terrena però, l'Uomo che avrà scelto il Male fino all'ultimo suo respiro, certo non potrà accusare Dio d'averlo creato libero. Non gli rimarrà che piangere su sè stesso.
    amate i vostri nemici

  10. #175
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    10,877
    Ti vorrei proprio vedere se nella costituzione, nel codice civile e penale ci fosse scritto quanto c'è nella Bibbia.
    Un.ladro potrà anche decidere di rubare lo stesso ma le modalità per cui può essere punito potrebbero essere varie. Inutile fare lo gnorri o ributtare la colpa solo al peccatore quando non è lui che stabilisce le pene.
    Smettila per favore con le tiritere che hai capito benissimo.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  11. #176
    Opinionista L'avatar di Arcobaleno
    Data Registrazione
    31/12/16
    Messaggi
    2,013
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Inutile fare lo gnorri o ributtare la colpa solo al peccatore quando non è lui che stabilisce le pene.
    Qui mi pare che si riveli l'alta moralità degli atei, sbandierata da Axe: dovrebbero essere i criminali a stabilire le pene per i delitti.
    Fate l'amore, non la guerra.
    Lavorare tutti, lavorare meno.

  12. #177
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    15,896
    Citazione Originariamente Scritto da Arcobaleno Visualizza Messaggio
    Qui mi pare che si riveli l'alta moralità degli atei, sbandierata da Axe: dovrebbero essere i criminali a stabilire le pene per i delitti.
    mai scritta una castroneria del genere;
    ho solo scritto ciò che dovrebbe essere ovvio per chiunque non sia un completo idiota; e cioè che, a parità di comportamento, chi si comporti in modo virtuoso senza credere in ricompense o castighi, manifesta una virtù certamente - per una mera questione probabilistica - maggiore di chi si senta osservato da un Giudice inesorabile;
    poniamo tu debba assumere un domestico e vagliare 1000 candidati referenziati da case in cui non si sono verificati furti; ma nel caso di 500 di quei mille in ogni stanza erano istallate videocamere, le tue probabilità di trovare un dipendente davvero onesto sono molto maggiori tra quei 500 che non hanno rubato niente, pur non essendo osservati;
    questa non è una mia congettura, ma matematica;

    quanto alla "pena", visto che dell'Aldilà nessuno è venuto a raccontare, mi posso solo basare su eventuali stati di buona o cattiva coscienza dei viventi, e relative testimonianze; ovviamente, non si parla della giustizia umana, che non ho mai messo in discussione quanto a pene per i delitti; ma evitiamo confusione, per favore.
    c' del lardo in Garfagnana

  13. #178
    Opinionista L'avatar di esterno
    Data Registrazione
    23/07/14
    Messaggi
    552
    Citazione Originariamente Scritto da Turbociclo Visualizza Messaggio
    -- a proposito di limbo...è stato abolito solo nel 2007 da papa Ratzinger...il papa tradizionalista. Neanche il papa buono l'aveva fatto…--

    Ma sai bene che vigeva ancora il tempo del "gendarme" card. Ottaviani / il mordace pit bull dell' ex Inquisizione / molto rigido nel mantenere ferrea la dottrina _ difesa ad oltranza dai precedenti (Pio X a Pio XII).

    Ma ha avuto la lungimiranza di convocare il concilio e anche manifestare "fastidio" per quelle genuflessioni davanti a lui.. come fosse un monarca orientale (pratica ancora vigente, per esempio, in Tailandia ).

    Comunque hai ragione... il Limbo si è dimostrato come "una delle" megagalattiche bufale della santa ekklesia -

    Quanto segue è la frase "ufficiale" che avvaloro' l' esistenza di quella "Fake new" del Limbo _ tratta dalla bolla pontificia
    Laetentur Caeli (anno 1439 _ concilio di Firenze):
    - Le anime di quelli che muoiono in stato di peccato mortale attuale o con il SOLO peccato originale, scendono immediatamente all'inferno per essere punite con "pene diverse".

    questo il relativo link della santa ekklesia:

    https://w2.vatican.va/content/eugeni...ulii-1439.html


    Infatti trattasi della conseguenza di quel che vien definito: "Dottrina IN Divenire" _ ovvero ulteriore sviluppo di quel mastodontico apparato dottrinario del catto-cristianesimo.

    A magnificare la validita' di quella "favola catto-cristiana" _ ecco la successiva bolla pontificia:
    - Auctorem Fidei del santo vicario Pio VI (anno 1794 _ quello che il Bonaparte prese per il bavero e lo porto' a Parigi _ in occasione della sua auto-proclamazione ad imperatore...eccc...eccc...).


    Per chi è interessato.. riporto il passo inerente alla conferma della validita' di quel poetico/fantasioso Limbo ed esplicita condanna verso i famigerati Mascalzoni che invece la denigrano come "balla cosmica" insegnata nelle scuole della santa ekkleisa:

    DELLA PENA DI QUELLI CHE MUOIONO COL SOLO PECCATO ORIGINALE. // Del Battesimo, § 3.

    - XXVI. La dottrina che rigetta come una favola Pelagiana quel luogo dell’Inferno (che i fedeli comunemente chiamano Limbo dei fanciulli) nel quale le anime di coloro che muoiono con la sola colpa originale sono puniti con la pena di danno, senza la pena del fuoco;
    Quasi che coloro i quali escludono la pena del fuoco, per questo stesso introducessero quel luogo e quello stato di mezzo privo di colpa e di pena fra il Regno di Dio e la dannazione eterna, come favoleggiavano i Pelagiani;
    FALSA, TEMERARIA, INGIURIOSA ALLE SCUOLE CATTOLICHE.

    questo il relativo link:

    https://w2.vatican.va/content/pius-v...osto-1794.html

    (sono altresi' elencati pesantissimi anatemi contro coloro che criticano i santi sacramenti + relative indulgenze (a pagamento..) e altre "poetiche storielle" / come i peccati veniali...eccc...ecccc...eccc....


    Del resto ancora il santo vicario Pio X, nel suo catechismo, RI-affermava la validita' del Limbo, con questa sua eloquente motivazione:

    Capitolo V

    - I bambini morti senza il battesimo vanno al LIMBO, dove non vi è premio soprannaturale ne pena, perché avendo il peccato originale, e quello solo, non meritano il paradiso, ma neppure l’inferno e il purgatorio.


    MA i "camaleonti" della santa ekklesia.. hanno RI-modulato l' assurda esistenza del Limbo con i successivi articoli:

    - 1261:
    - Quanto ai bambini morti senza Battesimo, la Chiesa non può che affidarli alla misericordia di Dio, come appunto fa nel rito dei funerali per loro. Infatti, la grande misericordia di Dio che vuole salvi tutti gli uomini [Cf ⇒ 1Tm 2,4 ] e la tenerezza di Gesù verso i bambini, che gli ha fatto dire: “Lasciate che i bambini vengano a me e non glielo impedite” ( ⇒ Mc 10,14 ), ci consentono di sperare che vi sia una via di salvezza per i bambini morti senza Battesimo. Tanto più pressante è perciò l'invito della Chiesa a non impedire che i bambini vengano a Cristo mediante il dono del santo Battesimo.

    - 1283 Quanto ai bambini morti senza Battesimo, la Liturgia della Chiesa ci invita a confidare nella misericordia di Dio, e a pregare per la loro salvezza.

    questo il corrispondente link:

    http://www.vatican.va/archive/ITA0014/__P3L.HTM



    Questa è l' affibilita' di questa (illuminata ?) dottrina. . . . . .



    -----------
    Ultima modifica di esterno; 13-10-2019 alle 14:56

  14. #179
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    458
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Te lo ripeto: Le pene senza fine sono conseguenza delle libere scelte di Male dell'Uomo, nel breve lasso di tempo che va dalla culla alla bara. Dio fino all'ultimo lo cercherà, lo richiamerà, lo avvertirà. Come fa un Padre che vede il figlio sviarsi su una cattiva strada. Tempo ce n'è per redimersi e convertirsi. Sopraggiunta la Morte terrena però, l'Uomo che avrà scelto il Male fino all'ultimo suo respiro, certo non potrà accusare Dio d'averlo creato libero. Non gli rimarrà che piangere su sè stesso.
    Ennesimo messaggio terroristico: o ti sottometti a dio (e alla sua chiesa che si è autoproclamata vicaria di cristo in terra) o vai all'inferno.
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  15. #180
    *

    Toc Toc.. (bussa l'infinito)
    "non ti apro" (disse ego)
    "non importa (rispose l'immenso)
    ti apro io..


    Ultima modifica di dietrologo; 14-10-2019 alle 10:59

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •