Pagina 6 di 6 PrimaPrima ... 2 3 4 5 6
Risultati da 76 a 81 di 81

Discussione: Il contrasto su Abramo. La fede e le opere.

  1. #76
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    20,201
    Anche la tua è una ricerca di chiarezza maniacale e non ami immergerti nell'oscurità per cercare, per caso o per destino, una lucetta illuminante: la lucetta interiore.
    La tua logica è così abbagliante da impedirne ogni oscuro mistero.

    crepuscolo.

  2. #77
    Opinionista L'avatar di Lilia
    Data Registrazione
    28/04/19
    Località
    Roma-centro.
    Messaggi
    511

    Unhappy

    Citazione Originariamente Scritto da esterno Visualizza Messaggio
    Curioso... NON cosi' per quanto prospetta l' autore di salmo 88 / uno dei piu' "scomodi" quanto irriverenti di tutto il Tanak ebraico.

    Come riportava l' esegeta G.Ravasi (eminentissimo cardinal della santa ekklesia _ e autore del suo tante volte citato Qoelet delle Paoline).
    Infatti, per sua eminenza, questi 2 autori sono gli unici contro-corrente (!) - poichè presentano la "cruda" realta' e - soprattutto - NON illudono il devoto !

    Orbene proprio da questo scomodissimo salmo l' anonimo (pur sempre ispirato..) autore evidenzia la totale assenza (o Inesistenza ??) di quell' iddioEtnico-Vivente.

    Infatti, malgrado le angoscianti invocazioni del sofferente.. miranti non solo a consolarlo ma altresi' poter superare quel suo penoso stato, dal quel sublime ed inaccessibile trono celeste si ode un assordante Silenzio !

    Amareggiato e deluso, il credente allora si sfoga impuntando proprio a "quell' iddioTribal" l' infausto stato del suo essere, cosi' come quel suo divinTerrore lo abbia perseguitato fin da quando è nato e che ancora continua a tormentarlo (come fosse il divinSadico !) -

    Ormai certo che quel sospirato-agognato-invocato numinoso aiuto mai e poi mai lo ricevera' (in quanto divinImpotente) - il deluso devoto si "consola" per quella futura compagnia che gli sara' veramente fedele: Le Tenebre !!

    Un salmo questo (al pari di Qoelet !) cosi' terrificante _ che ci si domanda come abbia potuto essere stato inserito nel Canone (ovvero come testo "ispirato dal cielo" _ misteri del monoteismo !?) -

    Altroche' _ sia lodato l' iddioAbramitico .....
    @ Esterno.

    I Salmi mi ricordano il ginnasio, la mia gioventù, allorché
    carichi di energia si leggeva e studiava praticamente sem
    pre. Un pomeriggio afoso d'estate mi rifiutai di uscire con i
    miei amici e decisi di leggere tutti i Salmi, sono 149, credevo
    di fare prima ma ci volle un sacco di tempo e mi stancai.
    I Salmi sono grida di disperazione e invocazioni di lode a Dio.
    Li lessi dalle 14 alle 23.
    Non é detto che Dio subito ci accontenti, come sai é scritto,
    le mie vie non sono le vostre vie, i miei pensieri non sono i vostri pensieri...,
    noi non stropicciamo la lampada e il dio-genio ci viene in soccorso,
    non è detto.
    Io sono d'accordo con Padre Cristoforo che rampogna Renzo al
    lazzaretto che' voleva ancora vendicarsi di don Rodrigo, e a
    ragione, mentre il poveraccio stava morendo, e il Frate dice, come
    Giobbe, sia benedetto sempre il Signore e nella buona e nella
    cattiva sorte. Affidarsi alle mani di Dio è molto meglio che allonta
    narsi da Lui.

  3. #78
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,826
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ma, allora, in che consisterebbe il dono, che tu hai ricevuto e io no ?
    è ovvio che si può credere solo in qualcosa che è stato predicato; ma, se la predicazione basta, sei nel credere per sola ragione; cioè, non si capisce in che consista il dono di cui io sarei privo, se non esattamente di un moto esogeno - immeritevole - determinato da Dio stesso in te e non in me di fronte a quella predicazione, per cui tu credi e io no;


    non capisci che la collaborazione umana indica esattamente una "correzione", cioè la permanenza nel peccatore di un tratto divino, nonostante la corruzione del peccato; il lavacro che affermi implica una rigenerazione imposta da Dio, che è il senso della tua preghiera per i peccatori;

    chiedi di intercedere affinché Dio decida di convertire chi ha scelto diversamente, contro la sua volontà;


    debolezza irredimibile, evidentemente; dove vedi la libertà ?

    il solito gioco delle tre carte; tu dici che 2+2 = 5; ti si chiede di dimostrare, e tu pensi di farlo riaffermando che 2+2=5;

    il problema di voi catechizzati è che per secoli vi hanno insegnato ad enunciare, senza la dimostrazione, per l'eliminazione del contraddittorio;
    poi, però, non sapete spiegare nulla, citate Dio indurisce chi vuole, e quelli che il Padre mi manda, rimuovendone il senso, col risultato di apparire come ciarlatani;
    per me va pure bene, se credi; ma poi il tuo problema sono i cristiani altri, che non ci credono - non quattro gatti - e i tuoi stessi che ti contraddicono, perché tutta la questione porta a quel primato della coscienza per cui viene disconosciuta - dai credenti - la sensatezza del Magistero, e a testa alta, non nascondendosi come Caino; col risultato che la tua dottrina diventa, appunto, solo una tra tante, come è evidente, e ti relega a tifoso di curva che intona slogan e cori;
    vabbè, e allora ?
    ...e allora continui a non capire: Tu ed io siamo amati alla stessa maniera, da Dio. Poichè entrambi siamo figli. A me è stato dato (ripeto, indegnamente e misteriosamente) il Dono della Fede e a te no. A te sicuramente Dio avrà dato altri doni. Paradossalmente, possiamo dire che io ho più responsabilità di te, riguardo alla Salvezza: "A chi è dato di più sarà chiesto di più" dice il Signore. Attraverso tutte queste pagine e tutte queste discussioni però, anche a te viene annunciata una possibilità di Salvezza. Io potrei essere l'amo attraverso il quale Dio vuol pescarti, capisci? "Ecco, io vi farò pescatori di uomini" dice sempre Gesù Cristo. Che ne sappiamo? Le vie del Signore sono infinite: 4 è la somma di 2+2. Ma anche di 1+3. O il prodotto di 8:2, o il risultato di 10-6 eccetera. Per passare dal nero al bianco esistono mille sfumature di grigio, voglio dire.
    amate i vostri nemici

  4. #79
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,826
    Citazione Originariamente Scritto da xmanx Visualizza Messaggio
    Sul fatto che non nasciamo e non moriamo non ci sono dubbi.
    Questa è ormai una verità scientificamente accertata che prescinde da Gesù. E' una verità delle leggi dell'Universo in cui "nulla nasce e nulla muore ma tutto si trasforma".
    Vorrei che mi spiegassi, con parole tue, come mai, secondo te, i vangeli sarebbero "verità storica" e la biografia di Apollonio scritta da Flavio Filostrato invece no.
    Ho forse detto questo? Massimo rispetto per Apollonio, ma a me la Fede viene dall'ascolto del Vangelo!
    Moriamo Xmanx, moriamo. La Morte è il passaggio obbligato per tutti prima della trasformazione: Che moriremo è....l'unica cosa veramente certa della Vita

    Laudato si’ mi’ Signore per sora nostra morte corporale,
    da la quale nullu homo vivente pò skappare.
    guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali,
    beati quelli ke trovarà ne le tue santissime voluntati,
    ka la morte secunda no 'l farrà male.


    (dal Cantico delle creature di S. Francesco)
    Ultima modifica di conogelato; Oggi alle 02:13
    amate i vostri nemici

  5. #80
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    50,826
    Citazione Originariamente Scritto da Lilia Visualizza Messaggio
    @ Esterno.

    I Salmi mi ricordano il ginnasio, la mia gioventù, allorché
    carichi di energia si leggeva e studiava praticamente sem
    pre. Un pomeriggio afoso d'estate mi rifiutai di uscire con i
    miei amici e decisi di leggere tutti i Salmi, sono 149, credevo
    di fare prima ma ci volle un sacco di tempo e mi stancai.
    I Salmi sono grida di disperazione e invocazioni di lode a Dio.
    Li lessi dalle 14 alle 23.
    Non é detto che Dio subito ci accontenti, come sai é scritto,
    le mie vie non sono le vostre vie, i miei pensieri non sono i vostri pensieri...,
    noi non stropicciamo la lampada e il dio-genio ci viene in soccorso,
    non è detto.
    Io sono d'accordo con Padre Cristoforo che rampogna Renzo al
    lazzaretto che' voleva ancora vendicarsi di don Rodrigo, e a
    ragione, mentre il poveraccio stava morendo, e il Frate dice, come
    Giobbe, sia benedetto sempre il Signore e nella buona e nella
    cattiva sorte. Affidarsi alle mani di Dio è molto meglio che allonta
    narsi da Lui.
    Perle di autentica saggezza, queste tue. Impulso di abbracciarti.
    amate i vostri nemici

  6. #81
    Opinionista L'avatar di esterno
    Data Registrazione
    23/07/14
    Messaggi
    568
    Citazione Originariamente Scritto da Lilia Visualizza Messaggio
    -- Un pomeriggio afoso d'estate mi rifiutai di uscire con i miei amici e decisi di leggere tutti i Salmi.. --



    In una volta sola TUTTI i salmi ?? Ma sei un portento !

    Confesso (almeno parlo per me) che sono un tartaruga / preferisco "piano, piano"..

    E proprio i salmi 139 + 88 (in quanto affini con i piu' "concreti" (!) Qoelet + Giobbe) invece li ho letti e ri-letti.. ponderando ogni passo e in piu' _ avvalendomi soprattutto dei commenti di autorevoli studiosi (tra i quali proprio il citato sua eminenza _ nonchè biblista-cardinal della santa ekklesia, proprio perchè studioso "di parte").

    Come si vede _ ognuno ha una propria inclinazione, una propria storia, un proprio metodo...

    E tu... in Una volta sola, li hai - Tutti - "compresi" ??


    ---------------------------------


    Tu scrivi: il Frate dice, come Giobbe, sia benedetto sempre il Signore e nella buona e nella cattiva sorte.



    Appunto... il frate (come quei 3 famosi amici di Giobbe / i rappresentanti del clero e strenui difensori della celeberrima dottrina delle 2 vie ( seppur: screditata, svalutata e sbugiardata !)

    E comunque questo personaggio.. come ben si sa, è esistito Solo nella mente del "fantasioso" redattore (seppur anonimo) del primo Libro Sapienziale.

    Un testo, questo, mirante ad "infondere" nel credente quanto sia, per lui, del tutto inaccessibile poter arrivare a "comprendere" colui che siederebbe sul trono celeste / oltre le magiche Nubi.
    E dunque al bipede-credente non resta che Rassegnarsi e subire TUTTO quanto si verifica nel corso della sua esistenza (perchè comunque inviato dal misterioso quanto osannato divinAbba').

    Piu' realistica-concreta invece è sua moglie (rappresentante "laica") _ che lo esorta a mandare.. in quel posto _ "quell' inconoscibile divinVasaio"..
    Ovviamente malevola è la risposta che l' autore (maschilista) mette in bocca al personaggio Giobbe per la sopravvissuta moglie.

    Un' ennesima prova di quell' insita supponenza de "Er Macho" nei confronti di Eva _ che non esita a dipingerla come un soggetto stolta / anzi peggio: "malvagia".

    Addirittura nella bibbia versione Pasquero-Castoldi (sempre della catto-cristiana Paoline) il termine è piu' offensivo: stupida !

    Ma, come ben si sa, il grezzo-stolto maschilismo era presente nel primitivo-rozzo-monoteismo dei Kahbiru _ e tale è rimasto nel successivo !

    E comunque il Libro Giobbe, per il credente, funge come eccelso modello del perfetto devoto, che accetta qualsiasi sventura.. anche la piu' terribile, con gioia (?) e serenita' _ e cio' per dimostrare quanto sia granitica la sua fede verso colui che tutto puo' .. (perchè - poi - riceverebbe la caramella celeste).

    Il lamento di Giobbe è il lamento dell' uomo.. che, nel suo massimo sconforto, esterna quanto sia stato "maledetto" l' infausto giorno della sua nascita _ ma soprattutto stra-maledetta sia quella funesta notte del suo concepimento....eccc...eccccc.....eccc.....


    Dunque la visione del "frate" rappresenta la visione religiosa _ e aver una sconfinata fiducia nella "provvidenza" divina….
    Ultima modifica di esterno; Oggi alle 16:31

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •