Pagina 17 di 17 PrimaPrima ... 7 13 14 15 16 17
Risultati da 241 a 247 di 247

Discussione: Una conferma sulla saggezza di non sposarsi e non avere figli negli ultimi tempi.

  1. #241
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,613
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    «Essi (i divorziati risposati) non solo non devono sentirsi scomunicati, ma possono vivere e maturare come membra vive della Chiesa, sentendola come una madre che li accoglie sempre, si prende cura di loro con affetto e li incoraggia nel cammino della vita e del Vangelo. Questa integrazione è necessaria pure per la cura e l’educazione cristiana dei loro figli, che debbono essere considerati i più importanti»

    AMORIS LAETITIA punto 299

    «Esorto caldamente i pastori e l’intera comunità dei fedeli affinché aiutino i divorziati procurando con sollecita carità che non si considerino separati dalla Chiesa, potendo e anzi dovendo, in quanto battezzati, partecipare alla sua vita».

    FAMILIARIS CONSORTIO punto 84
    sì, ma questa letizia che riporti prevede comunque che per restare comunicati i divorziati restino casti in perpetuo;
    oppure che mentano al confessore, cioè a Dio stesso;
    poi arriva l'economista cattolico che racconta ai confratelli che gli egoisti e individualisti protestanti - che hanno abolito quel sacramento e la confessione, in nome della sincerità - accusano ingiustamente il coté cattolico di essere la culla della corruzione...
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #242
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,613
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Prego cara, figùrati! Posso chiederti però, in tutta umiltà, di acquistare, leggere e meditare questo libriccino? Anche solo per confrontarvi il tuo pensiero e le tue idee? Mi farebbe davvero piacere!

    Spudorata castità. Cos'è, come si vive, come ci guarisce...
    di Giuseppe Forlai

    Editore: San Paolo Edizioni
    Collana: Parole per lo spirito
    Data di Pubblicazione: dicembre 2016
    Pagine: 96

    A far l'amore s'impara.... e a essere casti pure...
    io vorrei capire il valore di questa cosa;
    se tu parlassi della carità, io capirei subito il pregio di alleviare il disagio altrui e il valore sociale della solidarietà; quello è un valore;

    ma la castità altrui in cosa migliora la mia vita e quella di tutti ? perché mai la cosa dovrebbe avere una valenza morale ? e così altre circostanze della vita sessuale - lecita - delle persone; perché mai queste circostanze, assolutamente irrilevanti al di fuori del ménage, dovrebbero essere oggetto di morale, che è una valutazione di utilità pubblica ?
    c' del lardo in Garfagnana

  3. #243
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    1,694
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Prego cara, figùrati! Posso chiederti però, in tutta umiltà, di acquistare, leggere e meditare questo libriccino? Anche solo per confrontarvi il tuo pensiero e le tue idee? Mi farebbe davvero piacere!

    Spudorata castità. Cos'è, come si vive, come ci guarisce...
    di Giuseppe Forlai

    Editore: San Paolo Edizioni
    Collana: Parole per lo spirito
    Data di Pubblicazione: dicembre 2016
    Pagine: 96

    A far l'amore s'impara.... e a essere casti pure, ma all'inizio sia dall'una che dell'altra parte ci deve essere un dono che ci sorprende e che ci disciplina nel tempo. Oggi la castità cristiana non è più considerata un valore; nonostante ciò rimane, insieme all'accettazione della morte, uno dei pochissimi modi per rimanere persone. Attingendo soprattutto alla tradizione dei Padri monastici, don Giuseppe Forlai dà voce allo "spudorato" bisogno che la nostra società post-umana ha della castità evangelica quale realtà praticabile da tutti i battezzati, sia come scelta fatta per la vita, sia come condizione periodica (fidanzamento,vedovanza, malattia del coniuge, ecc.)

    https://www.libreriauniversitaria.it.../9788821599811
    Cono senza offesa non credo che lo leggerò, non credo che la castità sia un valore ma una scelta personale e se coinvolge anche l'altro deve essere condivisa altrimenti una coppia non funziona, se per fare un esempio lui vorrebbe trombare ogni giorno e lei invece una volta all'anno per grazia concessa. Ma potrebbe essere anche l'inverso eh. La sessualità e il bisogno di fare sesso lo considero uno tra i bisogni fondamentali degli esseri umani, quindi mi pare assurdo che due che si sentono attratti, s'innamorano e si amano debbano rinunciare al sesso solo perchè la religione impone di farlo solo dopo il matrimonio e quindi come valore.E chi non si sposa o si sposa dopo anni e anni condannato alla castità perchè anche l'autoerotismo è considerato peccato?
    La castità non è più considerata un valore oggi?
    Perchè in passato lo era per quei sacerdoti pedofili, oppure, giusto per fare un esempio, per il famoso Papa Alessandro VI, Borgia che seminò figli e pure amanti?
    Che coerenza religiosa di castità!
    E i bordelli degli anni che furono, erano frequentati solo da atei?Nessun cristianuccio?
    Alla faccia della castità come valore di un tempo.

    Credo che tutti siamo capaci o comunque sono capitati periodi di "castità" nella vita, per un motivo o per un altro, ma non ha senso reprimere se non ci sono valide motivazioni, considerato poi che ci pensa lo scorrere del tempo e degli anni a frenare gli impulsi istintivi.
    E comunque il sesso e castità non dovrebbero essere legati al peccato e giudizio morale.
    Sono assolutamente convinta che se ci fosse un Dio sarebbe più contento che due persone si amino con tutti i sensi piuttosto che sfoghino in guerre, o vadano in giro prendendo a martellate chi capita a tiro
    Della serie...fate l'amore, non fate la guerra.
    La vita è veramente molto semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata.
    Confucio

  4. #244
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,613
    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    La castità non è più considerata un valore oggi?
    Perchè in passato lo era...
    in passato, il precetto aveva un - buon - senso:
    le persone si "sposavano" - tra virgolette, perché il più delle volte, almeno fino al Concilio di Trento, il matrimonio rurale avveniva in casa, con un prete che passava a benedire una coppia di fatto e registrare l'atto in parrocchia - a 15, 16 anni;
    col che, il sesso pre-matrimoniale sarebbe stata né più, né meno che pedofilia;

    il vero problema della Chiesa cattolica è che la dottrina su sessualità & famiglia è oramai l'unico tratto distintivo comprensibile ai non addetti che connoti quella chiesa rispetto a quelle riformate;
    correggere questa dottrina, con tutte le implicazioni teologiche non da poco proprio in tema di autodeterminazione individuale, sarebbe una resa definitiva sulla questione fondamentale dell'autorità papale, come concetto generale;

    cioè, sarebbe un bel problema ammettere che tutti i papi precedenti a quello che eventualmente cambiasse la dottrina si sono "sbagliati" nell'interpretare il dettato evangelico, in una chiesa che elegge in effetti la "tradizione" a pilastro essenziale di orientamento, visto che il papa è infallibile solo quando si pronuncia ex-Cathedra;

    la Chiesa non è un partito politico, come normalmente gli italiani sono educati a pensare; non può negoziare coi fedeli e col Mondo quella che essa sostiene essere la "Verità", e cerca di tamponare le perdite alla meno peggio;

    saggiamente, i preti minimizzano il danno e tirano a campare, evitano di scuotere la barca; in attesa di qualcosa, un'amnesia collettiva o altro, eleggono papi sempre più "simpatici" e "progressisti", per farsi perdonare questa rigidità che le persone trovano assurda;
    anche perché in sostanza, morto Woytila, in Vaticano si sono rassegnati: in Occidente devono fare i conservatori, perché chi è ancora disposto a mettere le mani in tasca chiede questo, e sono in continua diminuzione;
    ma la partita se la giocano nei paesi emergenti, America Latina e Africa, che non danno soldi, ma qualche vocazione e numeri di fedeli, poco interessati alla dottrina, ma spesso ancora aderenti a quegli standard tradizionalisti.
    c' del lardo in Garfagnana

  5. #245
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    1,694
    Se un tempo poteva avere un senso oggi non ce l'ha più, eppure ci sono credenti che prendono ancora alla lettera questi precetti, ma credo siano sempre di meno.
    La vita è veramente molto semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata.
    Confucio

  6. #246
    Opinionista L'avatar di xmanx
    Data Registrazione
    10/10/11
    Messaggi
    1,090
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Spudorata castità. Cos'è, come si vive, come ci guarisce...
    di Giuseppe Forlai
    Ovvero: "Inno alla sessuofobia della chiesa cattolica".
    Lo stagista.
    Apprendista stregone.

  7. #247
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    16,613
    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    Se un tempo poteva avere un senso oggi non ce l'ha più, eppure ci sono credenti che prendono ancora alla lettera questi precetti, ma credo siano sempre di meno.
    nel mondo contemporaneo la religione è spesso fraintesa; nel senso che è una scelta, intellettualmente mediata; decidi di credere, aderire, ecc... tipicamente, è così il cristianesimo riformato, da secoli; ma è inevitabile per tutte le confessioni, nel mondo della Scienza e dell'istruzione;

    per questo gli anti-religiosi che rimproverano ai credenti una pretesa "superstizione" fanno abbastanza un buco nell'acqua;
    chi segue una certa dottrina divenuta palesemente eccentrica - come questa sulla sessualità - non lo fa più perché creda davvero quella sia doverosa e sensata, ma perché vuole affermare un'identità che gli manca, una corazza, ecc...almeno qui;
    è diverso nei paesi emergenti, rurali, della rendita, dove, invece, certe dottrine - come quella islamica, analoga sulla famiglia - sono il puntello all'ordine sociale tradizionale, ancora pienamente vigente.
    c' del lardo in Garfagnana

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •