Pagina 27 di 66 PrimaPrima ... 17 23 24 25 26 27 28 29 30 31 37 ... UltimaUltima
Risultati da 391 a 405 di 986

Discussione: "Il dolore"

  1. #391
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    20,142
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    E' triste leggere queste cose da uno come te
    Il nazismo non ha forse perseguitato, condannato e ucciso milioni di cristiani oltre agli ebrei? E' stato la negazione piena di Dio, Axe. Come fai a non distinguere e a fare simili paragoni?
    esatto, bravo ! hai colto il punto:
    i tedeschi e tutti gli altri collaborazionisti a cosa erano stati educati ? alla croce, no ? Hitler, Himmler e soci sono andati al catechismo e a messa ascoltavano le invettive rivolte ai perfidi giudei; a guerra appena finita (!) dei cattolicissimo polacchi, vittime dei nazisti, hanno massacrato un centinaio di ebrei appena usciti dai campi e in viaggio verso occidente;

    quale dottrina religiosa li ha educati a credere in Dio in quel modo per 17 secoli - mica un giro di sveglia, eh..?
    Padre Kolbe si sarà rigirato nella tomba! Quando si arriva a negare Dio, in qualunque epoca storica e in qualsiasi contesto socio-politico, le aberrazioni sono dietro l'angolo. Ne sono la logica conseguenza.
    eh... padre Kolbe era uno tra i pochissimi, in mezzo a centinaia di milioni di europei, cristiani; il sistema-Dio delle diverse chiese ha fatto poco o nulla, pur sapendo benissimo quello che accadeva; PioXII°, Pacelli, prima di diventare papa, era nunzio - ambasciatore - proprio in Germania, e non mi risulta abbia scomunicato nessuno; quasi tutto il clero ha collaborato, ossessionato dai senza-Dio bolscevichi, molto di più che dagli sterminatori con la croce;

    beh, quella era una società catechizzata, con-Dio, e ha prodotto quel che ha prodotto, anche nei secoli precedenti;

    sei talmente abituato a raccontarti questa bugia colossale di una dicotomia tra mondo confessionalizzato = buono e società secolare = cattiva, aberrante, da rimuovere l'evidentissimo dato storico che dovresti aver studiato alla scuola dell'obbligo, che quelle aberrazioni sono maturate proprio tra credenti, confessionali, esattamente come oggi in ambito islamico radicale e in certi ambienti integralisti di altre fedi;

    guarda che il Concilio e tutti i successivi ecumenismi, come i cambiamenti nelle formule del rito, sorgono - in buona misura forzosamente - proprio dalla consapevolezza angosciata - solo per quelli in buona fede - del cosa abbiamo predicato per tanti secoli per arrivare a questo ?

    è davvero paradossale e assurdo che tu ravveda aberrazioni nelle società odierne e secolarizzate perché si istituiscono matrimoni egualitari e la possibilità di decidere del proprio fine-vita, perché senza-Dio, e non le immani tragedie maturate in oltre 15 secoli di società confessionale e cristianizzata;

    ripeto: se io credessi a Satana, dovrei logicamente pensare che le religioni e le chiese, tutte, siano una sua invenzione per indirizzare l'umanità al Male, visti i frutti di quegli alberi; evita di citare di nuovo padre Kolbe e gli altri pochissimi che hanno brillato in quell'oscurità; non hanno certo fatto primavera; semmai, sono solo la testimonianza che si poteva comprendere e che la gran massa dei catechizzati e cristianizzati si è voltato dall'altra parte.
    Ultima modifica di axeUgene; 19-01-2022 alle 08:55
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #392
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    23,503
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    la storia non è un talk-show televisivo, ma una competizione scientifica tra milioni di professionisti; se c'è un indizio rilevante, lo seguono in tanti, e se la tesi è scientificamente robusta si afferma, nelle accademie, non su Focus;
    .
    infatti è proprio nell'ambiente accademico, al quale ti riferisci sempre con riverenza, che è passata per tanto tempo come autentica la scoperta e l'interpretazione del " Vangelo segreto secondo Marco", un magnifico falso perpetrato, e, preparato nei minimi particolari, dal professore dell'Università Columbia, Morton Smith.
    Se vuoi ti do maggiori dettagli.
    Pos.metto che il professore emerito aveva già colpito l'opinione scientifica con il suo famoso, di cui ho una copia, "Gesù mago".

  3. #393
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    23,503
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio


    curioso "interpretare" qualcosa di costruito, falso alla nascita, quando la storia documenta quella costruzione;
    Quando Gesù dice a Satana che è sempre stato nell'inganno quindi non può conoscere il vero, a me basta e avanza perché sto con Gesù, non sto certo con Satana.
    Cosa vuoi costruire su questo concetto
    L'unica risposta razionale è che Satana non esiste, quindi, di conseguenza, nemmeno chi lo ha detto.
    Beh, fino a qui ci arrivano tutti,..... anche chi non ha studiato.
    Ultima modifica di crepuscolo; 19-01-2022 alle 19:56

  4. #394
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    20,142
    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    infatti è proprio nell'ambiente accademico, al quale ti riferisci sempre con riverenza, che è passata per tanto tempo come autentica la scoperta e l'interpretazione del " Vangelo segreto secondo Marco", un magnifico falso perpetrato, e, preparato nei minimi particolari, dal professore dell'Università Columbia, Morton Smith.
    Se vuoi ti do maggiori dettagli.
    Pos.metto che il professore emerito aveva già colpito l'opinione scientifica con il suo famoso, di cui ho una copia, "Gesù mago".
    ma che vuol dire ?
    uno storico può costruire un falso, perché sa come fare e per un po' riesce ad ingannare anche i colleghi, soprattutto se si tratta di storia antica, dove le fonti incrociabili sono poche; questo non significa che lo studio scientifico delle fonti storiche produca risultati paragonabili ai miti e alle "tradizioni";

    nello specifico, poi, se esistesse una qualsiasi fonte storica attendibile utile alle predicazioni delle grandi religioni, sarebbe il reperto/documento più famoso del pianeta; pensa ai soldi che potrebbero mobilitare le varie chiese per fare ricerca su qualsiasi cosa; eppure, niente...

    Citazione Originariamente Scritto da crepuscolo Visualizza Messaggio
    Quando Gesù dice a Satana che è sempre stato nell'inganno quindi non può conoscere il vero, a me basta e avanza perché sto con Gesù, non sto certo con Satana.
    beh, la tradizione e certe nozioni sono false per definizione; altre storie assai inverosimili; ma di violenza sopra se n'è costruita parecchia; poi, fai tu da che parte stare.
    c' del lardo in Garfagnana

  5. #395
    Opinionista L'avatar di Spirit
    Data Registrazione
    17/07/21
    Messaggi
    2,404
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    E' triste leggere queste cose da uno come te
    Il nazismo non ha forse perseguitato, condannato e ucciso milioni di cristiani oltre agli ebrei? E' stato la negazione piena di Dio, Axe. Come fai a non distinguere e a fare simili paragoni? Padre Kolbe si sarà rigirato nella tomba! Quando si arriva a negare Dio, in qualunque epoca storica e in qualsiasi contesto socio-politico, le aberrazioni sono dietro l'angolo. Ne sono la logica conseguenza.
    Cono, alla tua età dovresti aver capito da tempo che quello che conta non è ciò che uno si autoproclama, cristiano, ebreo, buddista o quello che ti pare. La cosa essenziale è come ti comporti nella vita e nei confronti degli altri. In Italia siamo considerati un po' tutti quanti cattolici, in quanto battezzati. Pure camorristi e mafiosi, pure i serial killer. Lo sapevi?
    “Siamo tutti uguali davanti alla legge, ma non davanti agli incaricati di applicarla.”
    (S. Lec)

  6. #396
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    56,559
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Come ti ho sempre detto, c'è qualcosa della o delle religioni determinante per la scienza, concezioni religiose che sono entrate a fare parte del bagaglio di conoscenze scientifiche? No. E quindi le credenze personali di gente che si occupa di scienza non c'entrano un piffero.

    Via Conino, ma che dobbiamo continuare all'infinito a ribadire il ribadito, con te che fai finta di non aver capito e letto mai le risposte?
    Dacci un taglio, grazie.
    Guarda che è proprio la Scienza che ci dice che da niente non può nascere niente....

    «Parlare di origine del mondo porta inevitabilmente a pensare alla creazione e, guardando la natura, si scopre che esiste un ordine troppo preciso che non può essere il risultato di un “caso”, di scontri tra “forze” come noi fisici continuiamo a sostenere. Ma credo che sia più evidente in noi che in altri l’esistenza di un ordine prestabilito nelle cose. Noi arriviamo a Dio percorrendo la strada della ragione, altri seguono la strada dell’irrazionale»

    CARLO RUBBIA
    (citato in C. Fiore, “Scienza e fede”, elledici, Leumann (TO) 1986, p. 23).

    Rispondendo ad alcuni amici scienziati, i quali si vantavano

    di essere atei, Albert Einstein disse: "La più bella e profonda emozione che possiamo provare è il senso del mistero: sta qui il seme di ogni arte, di ogni vera scienza.
    Chiunque crede che la sua vita e quella dei suoi simili sia priva di significato, è non soltanto infelice, ma appena appena capace di vivere.
    La preoccupazione dell'uomo e del suo destino deve sempre costituire l'interesse principale di tutti gli sforzi tecnici; non dimenticatelo mai, in mezzo ai vostri diagrammi ed alle vostre equazioni.
    Chi non ammette l'insondabile mistero non può essere neanche uno scienziato".

    https://murialdosicilia.org/parrocch...in-albert.html
    amate i vostri nemici

  7. #397
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    56,559
    Citazione Originariamente Scritto da Spirit Visualizza Messaggio
    Cono, alla tua età dovresti aver capito da tempo che quello che conta non è ciò che uno si autoproclama, cristiano, ebreo, buddista o quello che ti pare. La cosa essenziale è come ti comporti nella vita e nei confronti degli altri. In Italia siamo considerati un po' tutti quanti cattolici, in quanto battezzati. Pure camorristi e mafiosi, pure i serial killer. Lo sapevi?
    E' quello che sto dicendo ad Axe da giorni....
    Evitiamo di mettere nel calderone tutto. Abbiamo il dono del discernimento, no? Del saper distinguere. Quando qualsiasi società arriva praticamente a negare Dio o ad eliminarlo dal dibattito civile....siam vicini al disastro. Ci pensa poi la Storia, a farne giustizia. Guarda appunto al marxismo e al nazismo. Guarda che fine hanno fatto.
    amate i vostri nemici

  8. #398
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    56,559
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    esatto, bravo ! hai colto il punto:
    i tedeschi e tutti gli altri collaborazionisti a cosa erano stati educati ? alla croce, no ? Hitler, Himmler e soci sono andati al catechismo e a messa ascoltavano le invettive rivolte ai perfidi giudei; a guerra appena finita (!) dei cattolicissimo polacchi, vittime dei nazisti, hanno massacrato un centinaio di ebrei appena usciti dai campi e in viaggio verso occidente;

    quale dottrina religiosa li ha educati a credere in Dio in quel modo per 17 secoli - mica un giro di sveglia, eh..?

    eh... padre Kolbe era uno tra i pochissimi, in mezzo a centinaia di milioni di europei, cristiani; il sistema-Dio delle diverse chiese ha fatto poco o nulla, pur sapendo benissimo quello che accadeva; PioXII°, Pacelli, prima di diventare papa, era nunzio - ambasciatore - proprio in Germania, e non mi risulta abbia scomunicato nessuno; quasi tutto il clero ha collaborato, ossessionato dai senza-Dio bolscevichi, molto di più che dagli sterminatori con la croce;

    beh, quella era una società catechizzata, con-Dio, e ha prodotto quel che ha prodotto, anche nei secoli precedenti;

    sei talmente abituato a raccontarti questa bugia colossale di una dicotomia tra mondo confessionalizzato = buono e società secolare = cattiva, aberrante, da rimuovere l'evidentissimo dato storico che dovresti aver studiato alla scuola dell'obbligo, che quelle aberrazioni sono maturate proprio tra credenti, confessionali, esattamente come oggi in ambito islamico radicale e in certi ambienti integralisti di altre fedi;

    guarda che il Concilio e tutti i successivi ecumenismi, come i cambiamenti nelle formule del rito, sorgono - in buona misura forzosamente - proprio dalla consapevolezza angosciata - solo per quelli in buona fede - del cosa abbiamo predicato per tanti secoli per arrivare a questo ?

    è davvero paradossale e assurdo che tu ravveda aberrazioni nelle società odierne e secolarizzate perché si istituiscono matrimoni egualitari e la possibilità di decidere del proprio fine-vita, perché senza-Dio, e non le immani tragedie maturate in oltre 15 secoli di società confessionale e cristianizzata;

    ripeto: se io credessi a Satana, dovrei logicamente pensare che le religioni e le chiese, tutte, siano una sua invenzione per indirizzare l'umanità al Male, visti i frutti di quegli alberi; evita di citare di nuovo padre Kolbe e gli altri pochissimi che hanno brillato in quell'oscurità; non hanno certo fatto primavera; semmai, sono solo la testimonianza che si poteva comprendere e che la gran massa dei catechizzati e cristianizzati si è voltato dall'altra parte.
    Non è vero e lo sai. La Chiesa ha subìto atroci persecuzioni: In Germania e in Russia. Cosa pensava Hitler della Chiesa cattolica? Andiamo alle fonti.
    Partiamo dal celeberrimo Mein Kampf . Qui si possono rintracciare almeno due idee interessanti: la Chiesa cattolica è, per il futuro dittatore della Germania, “in conflitto con le scienze esatte e con l’indagine scientifica”, mentre il cristianesimo si è imposto grazie ad una “fanatica intolleranza”. “Oggi il singolo deve constatare con dolore, scrive Hitler, che nel mondo antico, assai più libero del moderno, comparve col cristianesimo il primo terrore spirituale” (Adolf Hitler, Mein Kampf, Ed. Sentinella d’Italia, Monfalcone, 1990, p. 111, 105, 106).

    Quest’idea la troviamo assai diffusa in tutta la politica del primo Novecento. Anche il giovane Mussolini, ancora socialista, sostiene che la Chiesa è oscurantista e intollerante. Analoghi pensieri li troviamo espressi negli scritti di Lenin e Stalin, nei medesimi anni.

    https://www.storiaechiesa.it/cosa-pe...esa-cattolica/

    Quel che rimane della mia stima per te, è in fortissima crisi.
    amate i vostri nemici

  9. #399
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    20,142
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Non è vero e lo sai. La Chiesa ha subìto atroci persecuzioni: In Germania e in Russia. Cosa pensava Hitler della Chiesa cattolica? Andiamo alle fonti.
    Partiamo dal celeberrimo Mein Kampf . Qui si possono rintracciare almeno due idee interessanti: la Chiesa cattolica è, per il futuro dittatore della Germania, “in conflitto con le scienze esatte e con l’indagine scientifica”, mentre il cristianesimo si è imposto grazie ad una “fanatica intolleranza”. “Oggi il singolo deve constatare con dolore, scrive Hitler, che nel mondo antico, assai più libero del moderno, comparve col cristianesimo il primo terrore spirituale” (Adolf Hitler, Mein Kampf, Ed. Sentinella d’Italia, Monfalcone, 1990, p. 111, 105, 106).

    Quest’idea la troviamo assai diffusa in tutta la politica del primo Novecento. Anche il giovane Mussolini, ancora socialista, sostiene che la Chiesa è oscurantista e intollerante. Analoghi pensieri li troviamo espressi negli scritti di Lenin e Stalin, nei medesimi anni.

    https://www.storiaechiesa.it/cosa-pe...esa-cattolica/
    si vede che hai poco metodo, perché non ti sei accorto che la tua pretesa citazione di Hitler del tuo copincolla da un sito cattolico è tratta in effetti da un libro di commenti di neonazisti, non il vero testo;

    Hitler non ha affatto perseguitato la Chiesa, la quale, a parte alcuni prelati minori, ha entusiasticamente appoggiato, col precedente delle "prove generali" della guerra di Spagna, in cui Hitler e Mussolini hanno salvato le chiappe a Franco e istituito il suo cattolicissimo regime fascista, con le benedizioni della Chiesa intera, 1936/39; tant'è che è documentato il ruolo della Chiesa stessa nel proteggere i criminali nazisti in fuga dopo la guerra, col caso eclatante del card. Hudal in Austria e di tutta la rete del clero argentino, paraguaiano e brasiliano;

    poi dimentichi che è stato il duce a stipulare i Patti Lateranensi, restituendo al clero il potere perduto con l'Unità;

    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Quel che rimane della mia stima per te, è in fortissima crisi.
    a parte che, vista la tua conoscenza della storia, dovrei rammaricarmi del contrario, il punto che ho sollevato non riguardava tanto le opinioni dei singoli dittatori, ma il sentimento diffuso delle popolazioni cristianizzate, per secoli;

    a parte tante altre circostanze sanguinose del passato, le guerre di religione tra cristiani, la stessa politica, ecc... se la Chiesa non avesse educato per 17 secoli le popolazioni europee all'odio per gli ebrei, la Shoah non sarebbe potuta mai avvenire; perché quello è l'albero che genera il frutto;

    ti ho citato un evento polacco successivo alla fine della guerra, una strage di ebrei appena usciti dai campi, compiuta non da nazisti, ma da cattolicissimi polacchi, vittime pure loro dei tedeschi; tutto quello che è successo nell'Europa collaborazionista occupata è figlio di quella cultura diffusa per tanti secoli dalla Chiesa, non da Hitler;
    non è che un giorno si alza un bischero e convince tutta Europa a odiare massacrare - che so, i lombardi, per fare un esempio demograficamente comparabile, senza quel terreno preparatorio che la Chiesa ha coltivato per - ripeto - 17 secoli, non un giro di sveglia; ha' voglia te a chiedere scusa...

    questo te lo devo puntualizzare, perché il tuo assunto di partenza è che le società senza-Dio di oggi, nel tuo vedere, produrrebbero per questo aberrazioni;
    mentre sono bene evidenti le vere aberrazioni delle società di ieri, quelle con-Dio, clericalizzate e non secolari;

    certo, se uno non apre un libro di storia e si racconta le favole o crede a quelle di siti pisseri, poi può trarre le conseguenze che vuole e coprirsi di ridicolo per la presunzione.
    c' del lardo in Garfagnana

  10. #400
    Opinionista L'avatar di Vega
    Data Registrazione
    04/05/05
    Messaggi
    12,923
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Guarda che è proprio la Scienza che ci dice che da niente non può nascere niente....

    «Parlare di origine del mondo porta inevitabilmente a pensare alla creazione e, guardando la natura, si scopre che esiste un ordine troppo preciso che non può essere il risultato di un “caso”, di scontri tra “forze” come noi fisici continuiamo a sostenere. Ma credo che sia più evidente in noi che in altri l’esistenza di un ordine prestabilito nelle cose. Noi arriviamo a Dio percorrendo la strada della ragione, altri seguono la strada dell’irrazionale»

    CARLO RUBBIA
    (citato in C. Fiore, “Scienza e fede”, elledici, Leumann (TO) 1986, p. 23).

    Rispondendo ad alcuni amici scienziati, i quali si vantavano

    di essere atei, Albert Einstein disse: "La più bella e profonda emozione che possiamo provare è il senso del mistero: sta qui il seme di ogni arte, di ogni vera scienza.
    Chiunque crede che la sua vita e quella dei suoi simili sia priva di significato, è non soltanto infelice, ma appena appena capace di vivere.
    La preoccupazione dell'uomo e del suo destino deve sempre costituire l'interesse principale di tutti gli sforzi tecnici; non dimenticatelo mai, in mezzo ai vostri diagrammi ed alle vostre equazioni.
    Chi non ammette l'insondabile mistero non può essere neanche uno scienziato".

    https://murialdosicilia.org/parrocch...in-albert.html
    Visto che hai anche figli che hanno fatto studi scientifici, mi dici dove le nozioni religiose sono integrate a quelle scientifiche?
    Invece di mettere ancora i copia-incolla, sarebbe gradita un'evoluzione del tuo pensiero.
    Ribadisco ancora che i pensierini personali non sono prove scientifiche.

    Il nulla si crea nulla si distrugge parla a livello chimico e fisico della materia ed energia presenti, che si trasformano, cioè ciò che è presente e cambia, c'è anche dopo in altra forma, tipo dopo una reazione chimica fra due elementi o composti e nel risultato che ne deriva e che dà molecole diverse.
    Vedi anche termodinamica se ti aggrada.
    Pienamente funzionante e programmata in tecniche multiple

  11. #401
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    56,559
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio

    Hitler non ha affatto perseguitato la Chiesa
    Ti stoppo subito. Non ho bisogno di leggere altro, guarda. Accettiamo di essere agli antipodi e amici come prima. E' meglio. Ma roba da matti!
    amate i vostri nemici

  12. #402
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    56,559
    Citazione Originariamente Scritto da Vega Visualizza Messaggio
    Visto che hai anche figli che hanno fatto studi scientifici, mi dici dove le nozioni religiose sono integrate a quelle scientifiche?
    Invece di mettere ancora i copia-incolla, sarebbe gradita un'evoluzione del tuo pensiero.
    Ribadisco ancora che i pensierini personali non sono prove scientifiche.

    Il nulla si crea nulla si distrugge parla a livello chimico e fisico della materia ed energia presenti, che si trasformano, cioè ciò che è presente e cambia, c'è anche dopo in altra forma, tipo dopo una reazione chimica fra due elementi o composti e nel risultato che ne deriva e che dà molecole diverse.
    Vedi anche termodinamica se ti aggrada.
    Quindi per te Rubbia e Einstein non si possono neppure definire scienziati, visto che parlano di un Creatore e visto che hanno vissuto tutta la loro intera esistenza integrando ciò che sapevano con ciò che sentivano. Te si, che sei invece una vera scienziata, dico bene?

    Fai quasi tenerezza.
    Ciao.
    A mercoledì.
    amate i vostri nemici

  13. #403
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    20,142
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Ti stoppo subito. Non ho bisogno di leggere altro, guarda. Accettiamo di essere agli antipodi e amici come prima. E' meglio. Ma roba da matti!
    siamo agli antipodi perché tu decidi di ignorare la storia; confondi la persecuzione di qualche prete con una cultura sistemica; la Chiesa ebbe sufficiente potere per impedire al regime di portare a compimento l'ausmaertzen, lo sterminio dei disabili; ma non fece nulla per scongiurare l'antisemitismo, perché parte della sua stessa cultura; lo stesso Pacelli, nel 33, negoziò un concordato col Reich, per cui il clero doveva giurare fedeltà allo stato;

    ma tu queste cose le ignori, perché hai scelto l'ignoranza;

    io, poi, non mi soffermavo sul rapporto tra Chiesa e nazismo - anzi, chiese, perché pure i protestanti si distinguevano nel male, tanto quanto, forse peggio, per l'elaborazione di un'estraneità alla politica - ma sull'educazione anti-semita dei fedeli per tantissimi secoli, che è un dato inconfutabile e storico, rivisto solo col Concilio e molto per il timore di essere chiamati in correità proprio per quella dottrina di istigazione all'odio sedimentata in tanti secoli, che aveva già prodotto persecuzioni, segregazioni, stermini vari ed eventuali;

    immagini della "persecuzione":

    Chiesa-e-Nazismo.jpg

    vescovi_nazismo.jpg

    znazi.jpg

    vatti a leggere qualcosa su mons. Alois Hudal e il suo ruolo durante e dopo il nazismo...
    c' del lardo in Garfagnana

  14. #404
    Opinionista L'avatar di crepuscolo
    Data Registrazione
    08/10/07
    Messaggi
    23,503
    Carine non l'avevo mai viste.
    Nella seconda c'è da ammettere che i due preti non sembrano partecipare molto, anzi sembrano quasi che dormano ed al massimo che puliscano vetri,.....o forse la coscienza..

  15. #405
    ????? ???????????? L'avatar di Pazza_di_Acerra
    Data Registrazione
    09/12/09
    Località
    Sul pianeta Terra
    Messaggi
    27,674
    Certo che scrivere che Hitler ha perseguitato la Chiesa cattolica significa non avere mai aperto un libro di storia. Tutto impegnato in battaglie navali, Cono ha ignorato per anni che Hitler era cattolico e che dopo la guerra la Chiesa cattolica si è data un gran da fare per far fuggire i gerarchi tedeschi in Sud America. Ma la cosa più grottesca è che fa l'offeso se qualcuno glielo si fa notare.
    semel in anno licet insanire, cotidie melius

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •