Pagina 7 di 12 PrimaPrima ... 3 4 5 6 7 8 9 10 11 ... UltimaUltima
Risultati da 91 a 105 di 179

Discussione: Fedeltà coniugale

  1. #91
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,887
    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    Non ce la posso fa' non ci capiamo!
    Scusa Cono ma continui con il disco rotto.


    traduco:

    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Lo capisco e l'ho specificato ieri. Fa parte della mentalità del mondo:
    il mondo è cattivo, peccaminoso ed egoista; devo dire "Noi facciamo, ecc..." per non sembrare superbo; devo confessare una modica quantità di peccato, ma in realtà io mi dissocio da quella mentalità e credo di essere migliore:

    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Primo, non avere problemi. Secondo, non soffrire.
    qui, sostanzialmente, si rivolge alla donna, perché è la donna che di fatto ha messo in discussione il matrimonio indissolubile e i suoi assetti gerarchici; dietro un generico invito alla generosa oblatività, c'è il più classico degli armiamoci e partite, in cui il sacrificio è ripartito secondo gli assetti tradizionali;
    cioè, l'uomo dovrebbe rinunciare al calcetto; la donna alla parità sociale, in nome dei carismi, l'accudimento, ecc... un fatto statistico: per una donna astronauta e foglia-di-fico, quante casalinghe forzose, magari con lauree più prestigiose di quelle dei mariti ?

    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Terzo, non combattere.
    qui, invece, è rivolto ai maschi che lo tradiscono, e non combattono per trattenere, conservare e imporre quell'indissolubilità, lasciandolo solo a perorare la causa;
    sembra un'incitazione all'eroismo, una cosa buona e giusta: combattere per qualcosa di prezioso come un matrimonio; chi non è d'accordo ?

    così, l'uomo si sente combattente, guerriero, e legittimato per quel Bene a combattere, contro chi mette il tutto a repentaglio; cioè, la moglie che se ne vuole andare;
    sono malizioso ? chiedetelo alle vittime di violenza quotidiana;

    poi, serve più forza, capacità di lottare, per lasciar andare qualcuno a cui siamo legati ma che non ci vuole più, o per trattenere quella persona a tutela di un equilibrio che resta ottimale o tollerabile solo per noi ?

    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    E illude le persone di poter controllare e dominare la Vita.
    cioè, proprio l'obiettivo di quell'ideologia: controllare i cambiamenti dei sentimenti altrui che possono far soffrire, creare problemi, ecc...

    letto così, sembra il discorso di un infervorato parrocchiano, poco avveduto;

    ma sta proprio qui l'astuzia - direi diabolica - del messaggio:

    il lettore-recipiente si concentra sull'eccesso - di entusiasmo, fervore, anche ingenuità, ecc...
    questo rende propensi a confutare il quanto, più che il cosa;

    uno pensa che il soggetto è un po' grullo, ma che in fondo è giusto combattere per il proprio matrimonio; che è la prosecuzione con altri documenti della nozione per cui il mancato consenso femminile è una formula dovuta, una resistenza che implica l'insistenza maschile che la superi, ecc...

    il soggetto può essere grullo; ma le istruzioni provengono da secoli di potere e astuzia, condizionamento sub-liminale;
    uno dice: il mondo cambia, è cambiato...

    ma poi la violenza quotidiana, quella che arriva in cronaca e quella che resta tra le mura domestiche, racconta inevitabilmente di un quadro ideologico che deve fare da supporto morale e giustificazione a quelle azioni;
    perché alcuni, pochissimi, sono criminali a 360°; ma i più sono persone normali, che hanno bisogno di ideologie, scuse, ragioni.
    c' del lardo in Garfagnana

  2. #92
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    4,327
    Se tutto è già stato pianificato, è chiaro che, appena uno dei due finisce fuori-parametro, si va in crisi...
    Il succo del discorso del Papa consiste proprio nello scoprirsi giorno per giorno, poco alla volta. Non nel pacchetto pre-confezionato.
    Non sono affatto d'accordo Cono, ci sono coppie che arrivano a separarsi dopo molti anni di matrimonio, non alla prima crisi come vuoi far intendere tu e ci sono coppie che pur non essendo sposate vivono insieme da tanti anni.
    La vita è veramente molto semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata.
    Confucio

  3. #93
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    4,327
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio

    posto che se due persone convivono per sei mesi senza tirarsi i piatti - soprattutto se c'è un bagno solo in casa - sono molto compatibili;
    io, che sono pessimo - scherzo, ma non troppo - non ho sofferto troppo la convivenza, lunga, eh... ma ancora non so spiegarmi come la cosa sia stata possibile
    Non sono così certa che se per sei mesi non arrivi a tirarti i piatti allora sei compatibile, può essere anche come hai citato che due nonostante non siano compatibili continuino a convivere perchè hanno messo in piedi un progetto comune e quindi si adattano finchè riescono o subentra qualcosa di nuovo che li motiva diversamente o arrivano dopo anni a tirarsi i piatti.
    Voglio dire le relazioni umane sono molto complesse e per conto mio ogni situazione è diversa, non si possono incasellare in bianco o nero come fa Cono, ci vorrebbe una certa empatia.
    Provare empatia significa per me cercare di comprendere le dinamiche umane senza dare un giudizio negativo se non è conforme al proprio pensiero o conforme alla propria fede, religione ecc..
    La vita è veramente molto semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata.
    Confucio

  4. #94
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,887
    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    Non sono così certa che se per sei mesi non arrivi a tirarti i piatti allora sei compatibile...
    vabbè, sei mesi era per esser prudenti; per me, basta una settimana, come in barca

    qui si tratta proprio dell'animalità delle persone, di come si avvertono lo spazio e la necessità sociale di interazione; io riconosco subito quelle poche persone la cui presenza nel mio spazio non mi innervosisce e quelle che mi danno sui nervi, anche senza fare nulla; credo che se fai mente locale li hai presenti anche tu;
    questa è compatibilità, posto che in coppia si tratta di qualcuno con cui non ti da' fastidio scambiare fluidi corporei.
    c' del lardo in Garfagnana

  5. #95
    Opinionista L'avatar di Astrid
    Data Registrazione
    13/03/18
    Messaggi
    527
    Citazione Originariamente Scritto da dietrologo Visualizza Messaggio


    Da Repubblica:
    https://www.repubblica.it/moda-e-bea...nia-299677296/

    Stefania: "Ho tradito mio marito per dare sfogo alle mie fantasie sessuali e così ho salvato il mio matrimonio"

    ma seriamente ... ?
    Sono passita (ovvero sono stata soggetto passivo) della situazione da cui la cit. soprastante.
    E seriamente, NO.
    Le corna fatte (e anche ricevute) per noia sono anche peggio di quelle fatte sul serio - mi piacerebbe capire la differenza tra tradimento per disamore e tradimento per noia: c'è un punteggio diverso? Quali farebbero meno male e quali avrebbero minor influenza sul rapporto di coppia? -.
    Sono piuttosto drastica sulla faccenda: se si ama non si va a pascolare altrove, se si sta in coppia è perchè si sta bene assieme.
    Le vie di mezzo non mi sono mai piaciute.
    La prima volta si può anche perdonare... ma la reiterazione è un'ottima cartina di tornasole per capire cosa ci si sta a fare in coppia con l'altro. E per quel che ho visto (e sperimentato io) il salto del fosso crea nervosismo e dipendenza aumentando la tensione in caso di astinenza prolungata causa carenza di pascolo o eccesso di sorveglianza del recinto domestico.
    Di certo ci sono casi particolari che abbisognano di tempo (ovvero tempi tecnici) per addivenire a una conclusione della relazione, ma è solo una dilazione di tempo, purtroppo.

  6. #96
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    4,327
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    vabbè, sei mesi era per esser prudenti; per me, basta una settimana, come in barca

    qui si tratta proprio dell'animalità delle persone, di come si avvertono lo spazio e la necessità sociale di interazione; io riconosco subito quelle poche persone la cui presenza nel mio spazio non mi innervosisce e quelle che mi danno sui nervi, anche senza fare nulla; credo che se fai mente locale li hai presenti anche tu;
    questa è compatibilità, posto che in coppia si tratta di qualcuno con cui non ti da' fastidio scambiare fluidi corporei.
    In certi casi è come dici tu, in genere si capisce a "pelle", si "sente" chi proprio è insopportabile,o non c'è speranza di un feeling, una compatibilità, figuriamoci una convivenza, ma altre volte non è così evidente, o può accadere il contrario.A me è capitato d'innamorarmi, o meglio restare colpita come una freccia scagliata da Cupido, verso qualcuno che inizialmente mi stava antipatico, e quindi rivedere la mia posizione.
    La vita è veramente molto semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata.
    Confucio

  7. #97
    Posh&Rebel L'avatar di efua
    Data Registrazione
    07/12/11
    Località
    In un interminabile viaggio
    Messaggi
    26,596
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    ma poi la violenza quotidiana, quella che arriva in cronaca e quella che resta tra le mura domestiche, racconta inevitabilmente di un quadro ideologico che deve fare da supporto morale e giustificazione a quelle azioni;
    perché alcuni, pochissimi, sono criminali a 360°; ma i più sono persone normali, che hanno bisogno di ideologie, scuse, ragioni.
    Già
    Poi ci sta il caso del tennis e della corsa, mica in tutti i casi del calcetto che si vanno a fare dopo il lavoro
    Tu cerchi di organizzarti magari anche le tue di cose, sempre in base a colui che lavora fuori casa, ovvio
    E ti senti rispondere: “Ma a te cosa cambia?”
    Poi si piange l’amor perduto
    Questo una mia amica
    Tanto in aiuto di Cono e il suo fan club è arrivata la pandemia che ha riconfinato le donne dove naturalmente trovano piacevolezza a stare
    A casa
    Un po’ più di vergogna si dovrebbe provare più spesso
    -Healthy body, clear mind, peaceful spirit-

    -Where there’s will there’s a way-

    -Work hard have fun & be nice-



  8. #98
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,887
    Citazione Originariamente Scritto da LadyHawke Visualizza Messaggio
    In certi casi è come dici tu, in genere si capisce a "pelle", si "sente" chi proprio è insopportabile,o non c'è speranza di un feeling, una compatibilità, figuriamoci una convivenza, ma altre volte non è così evidente, o può accadere il contrario. A me è capitato d'innamorarmi, o meglio restare colpita come una freccia scagliata da Cupido, verso qualcuno che inizialmente mi stava antipatico, e quindi rivedere la mia posizione.
    beh, questa è una cosa piuttosto comune, che ho sentito per la prima volta da uno zio parigino quando ero un ragazzino; lui raccontava di quando ha conosciuto la sua quarta - nemmeno l'ultima - moglie, identificata come "una stronza che mi ispirava curiosità"

    sulle compatibilità di coppia ne ho sentite di ogni; ci sono psicologi che negano l'importanza del dialogo e delle affinità di interessi, e argomentano anche in modo efficace e convincente;
    io - nelle persone, tutte - avverto proprio la natura di animali territoriali e misuro la compatibilità su quella natura, indipendentemente da altri sentimenti; di solito, mi innervosisce condividere i miei spazi, ma con diverse eccezioni, tra le quali alcuni amici e le fidanzate; lo vedo subito se la presenza in casa mia mi inquieta o mi lascia tranquillo; a mia volta, raramente mi sento a mio agio a casa d'altri; ma, per esempio, quando vado a Monza da uno dei miei amici più cari, mi sento davvero a casa mia, e non è affatto scontato, nemmeno con persone con cui potrei avere la stessa familiarità;

    io la butto lì, senza pretese o titolo, ma credo che il succo della compatibilità sia quello: e cioè lo stress della persona nel dover contenere la propria natura autentica in presenza di altri; se la propria normale fisicità, manifestazione di sé nei gesti di occupazione dello spazio, ricerca, ecc... è accettata dal sistema nervoso dell'altro, si avverte e ci si rilassa, e viceversa;
    per questo è davvero fondamentale convivere e misurare gli spazi; possibilmente ampii
    c' del lardo in Garfagnana

  9. #99
    Candle in the wind L'avatar di conogelato
    Data Registrazione
    17/07/06
    Località
    Empoli
    Messaggi
    55,192
    Citazione Originariamente Scritto da Astrid Visualizza Messaggio
    Sono passita (ovvero sono stata soggetto passivo) della situazione da cui la cit. soprastante.
    E seriamente, NO.
    Le corna fatte (e anche ricevute) per noia sono anche peggio di quelle fatte sul serio - mi piacerebbe capire la differenza tra tradimento per disamore e tradimento per noia: c'è un punteggio diverso? Quali farebbero meno male e quali avrebbero minor influenza sul rapporto di coppia? -.
    Sono piuttosto drastica sulla faccenda: se si ama non si va a pascolare altrove, se si sta in coppia è perchè si sta bene assieme.
    Le vie di mezzo non mi sono mai piaciute.
    La prima volta si può anche perdonare... ma la reiterazione è un'ottima cartina di tornasole per capire cosa ci si sta a fare in coppia con l'altro. E per quel che ho visto (e sperimentato io) il salto del fosso crea nervosismo e dipendenza aumentando la tensione in caso di astinenza prolungata causa carenza di pascolo o eccesso di sorveglianza del recinto domestico.
    Di certo ci sono casi particolari che abbisognano di tempo (ovvero tempi tecnici) per addivenire a una conclusione della relazione, ma è solo una dilazione di tempo, purtroppo.
    Si possono fare gli applausi a scena aperta? Te li faccio, Astrid!

    Qua non si vuol capire cosa si intenda per Amore, per Relazione e per Coppia. In discussione non ci sono le libere scelte di ognuno. Papa Francesco (non scrivete più Cono) è chiarissimo in questo. Non fa un discorso "religioso" o fideistico: Ma esistenziale!!! La felicità non sta nel non avere problemi. Sta nell'affrontarli insieme. Giorno per giorno. Amando e sovvenendo l'Altro per quello che è, non per quello che vorremmo che fosse.
    amate i vostri nemici

  10. #100
    Ammoscia banane L'avatar di nahui
    Data Registrazione
    05/03/09
    Località
    in una nuvola di smog
    Messaggi
    20,028
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    io - nelle persone, tutte - avverto proprio la natura di animali territoriali e misuro la compatibilità su quella natura, indipendentemente da altri sentimenti; di solito, mi innervosisce condividere i miei spazi, ma con diverse eccezioni, tra le quali alcuni amici e le fidanzate; lo vedo subito se la presenza in casa mia mi inquieta o mi lascia tranquillo; a mia volta, raramente mi sento a mio agio a casa d'altri; ma, per esempio, quando vado a Monza da uno dei miei amici più cari, mi sento davvero a casa mia, e non è affatto scontato, nemmeno con persone con cui potrei avere la stessa familiarità;

    io la butto lì, senza pretese o titolo, ma credo che il succo della compatibilità sia quello: e cioè lo stress della persona nel dover contenere la propria natura autentica in presenza di altri; se la propria normale fisicità, manifestazione di sé nei gesti di occupazione dello spazio, ricerca, ecc... è accettata dal sistema nervoso dell'altro, si avverte e ci si rilassa, e viceversa;
    per questo è davvero fondamentale convivere e misurare gli spazi; possibilmente ampii
    Beh, da veterana di guerra matrimoniale posso confermare che uno dei più brutti segnali di crisi è l'insofferenza per la condivisione fisica degli spazi Non so se sia legato ad una perdita dell'intimità fisica, ed al conseguente crollo dell'ossitocina
    Il vero castigo per chi mente non è di non essere più creduto, ma di non potere credere a nessuno.
    (George Bernard Shaw)

  11. #101
    Opinionista L'avatar di axeUgene
    Data Registrazione
    17/04/10
    Località
    sotto una quercia nana in zona Porta Genova
    Messaggi
    18,887
    Citazione Originariamente Scritto da nahui Visualizza Messaggio
    Beh, da veterana di guerra matrimoniale posso confermare che uno dei più brutti segnali di crisi è l'insofferenza per la condivisione fisica degli spazi Non so se sia legato ad una perdita dell'intimità fisica, ed al conseguente crollo dell'ossitocina
    probabilmente, nel caso dei matrimoni è quella la causa; l'animale incompatibile viene fuori molto prima; magari è possibile la rimozione, ma a prezzo di grandissimo stress;
    io non so descrivere bene la cosa, perché in effetti non ci ho mai riflettuto approfonditamente; ma c'è quello stato di inquietudine quando qualcuno si avvicina alla robba mia, al mio ordine/disordine, ficca il naso, mette mano, che non si determina per alcune persone; ma questo riguarda anche gli amici, quindi è una cosa diversa: ho carissimi amici coi quali trovo difficoltà a condividere spazi, e altri coi quali questo problema è del tutto assente;

    a occhio e croce, la mia impressione è che il tutto sia riconducibile a qualche motivo di competizione/critica che giace sub-limine, rimosso; non so, tipo gli iper-attivi he colpevolizzano lo sbraco; magari non ti dicono nulla e non vogliono nulla, ma ti girano attorno spostando roba a casa loro, come se pisciassero per marcare il territorio, o osservano se sono a casa tua, e ti costringono a subire quella presenza come atto di potere, invasione.
    c' del lardo in Garfagnana

  12. #102
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Si possono fare gli applausi a scena aperta? Te li faccio, Astrid!

    Qua non si vuol capire cosa si intenda per Amore, per Relazione e per Coppia. In discussione non ci sono le libere scelte di ognuno. Papa Francesco (non scrivete più Cono) è chiarissimo in questo. Non fa un discorso "religioso" o fideistico: Ma esistenziale!!! La felicità non sta nel non avere problemi. Sta nell'affrontarli insieme. Giorno per giorno. Amando e sovvenendo l'Altro per quello che è, non per quello che vorremmo che fosse.
    quà c'è anche qualcuno che pensa che papa francesco debba risolvere prima i problemi di casa sua e a Cono con la scusa del papa di cacciarsi tra le lenzuola altrui
    Ultima modifica di dietrologo; 17-06-2021 alle 16:00

  13. #103
    Opinionista L'avatar di LadyHawke
    Data Registrazione
    29/04/19
    Messaggi
    4,327
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    io la butto lì, senza pretese o titolo, ma credo che il succo della compatibilità sia quello: e cioè lo stress della persona nel dover contenere la propria natura autentica in presenza di altri; se la propria normale fisicità, manifestazione di sé nei gesti di occupazione dello spazio, ricerca, ecc... è accettata dal sistema nervoso dell'altro, si avverte e ci si rilassa, e viceversa;
    per questo è davvero fondamentale convivere e misurare gli spazi; possibilmente ampii
    Ok la condivisione nella coppia ma penso che un minimo di spazio proprio, di "aria" ci debba essere per andare d'accordo, difatti si è visto che la pandemia ha messo a dura prova tante coppie e più di qualcuna non ha retto, ma non vale solo per le coppie, anche genitori-figli, costretti a casa e a condividere gli stessi spazi.
    La vita è veramente molto semplice, ma noi insistiamo nel renderla complicata.
    Confucio

  14. #104
    Opinionista L'avatar di Astrid
    Data Registrazione
    13/03/18
    Messaggi
    527
    Citazione Originariamente Scritto da conogelato Visualizza Messaggio
    Si possono fare gli applausi a scena aperta? Te li faccio, Astrid!

    Qua non si vuol capire cosa si intenda per Amore, per Relazione e per Coppia. In discussione non ci sono le libere scelte di ognuno. Papa Francesco (non scrivete più Cono) è chiarissimo in questo. Non fa un discorso "religioso" o fideistico: Ma esistenziale!!! La felicità non sta nel non avere problemi. Sta nell'affrontarli insieme. Giorno per giorno. Amando e sovvenendo l'Altro per quello che è, non per quello che vorremmo che fosse.
    Cono, forse dimentichi che sono divorziata e felicemente risposata...
    E' la mia esperienza personale che parla. Può essere che a qualcuno abbia fatto bene (anche se, per come la vedo io, se l'altra parte viene a sapere della "cura", anche nel caso in cui il partner abbia capito che sta meglio a casa propria, non credo la possa prendere come un complimento o una prova di solidità).
    Nel mio caso (reiterazioni a parte - di cui sono venuta a sapere in differita -) il sentirmi dire, a scoperta avvenuta, che il primato restava mio non mi ha trasmesso sicurezza, nè lusinga, nè serenità, nè senso di solidità. Anzi.
    Secondo i tuoi canoni, Cono, credo che avrei dovuto passarci sopra e continuare a tirare il carretto sulla via del Paradiso... e invece ho deciso di lasciare.
    Pazienza e comprensione non bastano. Così come i soppalchi emotivi che ci si autocreano (vedere le persone per come si vogliono vedere o far vedere non aiuta niente e nessuno, a prescindere dalle scelte che si fanno o non si fanno).

  15. #105
    Ammoscia banane L'avatar di nahui
    Data Registrazione
    05/03/09
    Località
    in una nuvola di smog
    Messaggi
    20,028
    Citazione Originariamente Scritto da axeUgene Visualizza Messaggio
    probabilmente, nel caso dei matrimoni è quella la causa; l'animale incompatibile viene fuori molto prima; magari è possibile la rimozione, ma a prezzo di grandissimo stress;
    io non so descrivere bene la cosa, perché in effetti non ci ho mai riflettuto approfonditamente; ma c'è quello stato di inquietudine quando qualcuno si avvicina alla robba mia, al mio ordine/disordine, ficca il naso, mette mano, che non si determina per alcune persone; ma questo riguarda anche gli amici, quindi è una cosa diversa: ho carissimi amici coi quali trovo difficoltà a condividere spazi, e altri coi quali questo problema è del tutto assente;

    a occhio e croce, la mia impressione è che il tutto sia riconducibile a qualche motivo di competizione/critica che giace sub-limine, rimosso; non so, tipo gli iper-attivi he colpevolizzano lo sbraco; magari non ti dicono nulla e non vogliono nulla, ma ti girano attorno spostando roba a casa loro, come se pisciassero per marcare il territorio, o osservano se sono a casa tua, e ti costringono a subire quella presenza come atto di potere, invasione.
    Questo rafforza la mia idea di coppia ideale = weekend
    Direi che 48 ore sono il tempo massimo che posso passare in uno spazio senza avere la smania di ordinarlo e ottimizzare
    Io butto roba di nascosto, c'è da dire che Marito ha un serio problema di accumulo di carta Quindi sono un satanasso Axe
    Il vero castigo per chi mente non è di non essere più creduto, ma di non potere credere a nessuno.
    (George Bernard Shaw)

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •